Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


La Scuola calcio va riformata?

A cura di Dario Jovane

Il concetto stesso di scuola calcio è molto variato negli anni passando dall’essere visto come un “semplice” sport a una vera e propria attività educativa e formativa. In anni in cui i bambini giocano sempre meno "per strada" è diventato quanto mai fondamentale l’utilizzo delle scuole calcio per lo sviluppo motorio. La cultura sportiva ha iniziato a cambiare e non si vedono più "giri di campo" o addominali ma si lavora su giochi ed elementi che servono alla crescita psicofisica dei bambini. La scelta, quindi, di far continuare i 2008 come Primi Calci non è da criticare ma permette una crescita più uniforme. Per gli Esordienti secondo anno il discorso fatto cambia leggermente. Per loro è previsto un ritorno a 9 prima di trovarsi catapultati nell’agonistica a 11. Se è vero che meno persone in campo significa più possibilità che un giocatore tocchi palla, è altrettanto vero che il compito della scuola calcio è anche quella di formare un giocatore idoneo a essere iniziato al mondo del “calcio dei grandi”. Fermarsi al calcio a 9 vuol dire fermarsi prima di aver insegnato per intero il mondo calcistico. Certo, non si diventa calciatori completi a 13 anni e arrivati qui di strada ancora ce n’è da fare, ma non sarebbe il caso di affacciarsi all’agonistica avendo già affrontato, almeno nella fase primaverile, il calcio nelle sue dimensioni reali? È anche vero che per poter arrivare così in fretta ad avere giocatori completi le annate addietro dovrebbero aver percorso correttamente tutti gli step necessari alla formazione del calciatore pensante. Per farlo però bisognerebbe avere istruttori preparati. La domanda allora sorge spontanea: perché la federazione non obbliga le scuole calcio ad avere solo istruttori qualificati? Perché non prende un impegno serio nella formazione, aumentando il numero dei corsi e degli aggiornamenti e rendendoli obbligatori per ogni istruttore?

Print Friendly and PDF
  Scritto da redazione_piemonte il 16/07/2016
 

Altri articoli dalla provincia...



La serie C parte con un derby piemontese

Partirà ufficialmente mercoledì 19 settembre il campionato di serie C 2018-2019. Ai nastri di partenza si presenteranno 59 squadre suddivise in 3 raggruppamenti. La data infrasettimanale di inizio è stata scelta per dare la possibilità alle società di risolvere le questioni logistiche relative alle trasferte. Con una deroga, per&ograv...leggi
13/09/2018

Coppa Italia serie D: Chieri, che lezione dal Casale!

  BORGARO TORINESE – Clamoroso al “Righi”, teatro della sfida dei trentaduesimi di finale della Coppa Italia di serie D tra il Chieri ed il Casale vista l'indisponibilità dell'impianto chierese del “De Paoli”. Sono i nerostellati a staccare il biglietto per i sedic...leggi
09/09/2018





Prima Categoria, tris di arrivi al Cambiano

Un tris di arrivi per il Cambiano, neopromosso in Prima Categoria. Il club biancoverde presieduto da Emma Mariotto ha annunciato tre rinforzi che si metteranno a disposizione di mister ...leggi
21/07/2018



Scuola calcio, le date di inizio

Ecco svelate le date di inizio dei Tornei Autunnali di Esordienti e Pulcini per la Delegazione Provinciale di Torino. Gli Esordienti Fair Play 2004, gli Esordienti FB 2005 e gli Esordienti Misti cominceranno sabato 8 e domenica 9 ottobre 2016. I Pulcini 2006, 2007 e ...leggi
30/07/2016


Palio dei Quartieri, Palloni Adidas al Ciriè

  Consegnati venti palloni da gara Adidas del valore di 500 euro al Ciriè, come premio per aver partecipato al 6° Palio dei Quartieri con tutte e cinque le categorie della Scuola calcio, piazzandosi benissimo in ognuna di queste. Lo scorso anno il premio era stato un defibrillatore, consegnato direttamen...leggi
25/06/2016

Grande Slam, la presentazione il 12 luglio

Martedì 12 luglio alle 21.00 al Vianney (Via F. Bartoli, 19/B) si svolgerà il sorteggio in vista della 13esima edizione del torneo Grande Slam, che andrà in scena da sabato 3 a domenica 18 settembre, con finali di Settore Giovanile giovedì 15 settembre di cui due al La Chivasso (2001 e 2003) e due al Pertusa ...leggi
25/06/2016

Lunedì 4 Luglio a San Mauro la presentazione del SuperOscar

Lunedì 4 luglio alle ore 21.00 a San Mauro, presso la sala del Municipio di San Mauro Torinese in via Martiri della Libertà 150, si svolgerà il sorteggio del 36esimo SuperOscar, presentazione e sorteggio del 36esimo SuperOscar del calcio giovanile torinese “Memorial Aldo Grosso”. Nell’occa...leggi
25/06/2016

River Mosso, Lorenzo Gavazza nuovo Ds

Il River Mosso comunica che Lorenzo Gavazza ha assunto la carica di Direttore Sportivo del sodalizio di via Cavagnolo. Gavazza, il quale vanta significative esperienze in ambito giovanile con Juventus, Sisport e Alessandria, ha già ricoperto la carica di Direttore Sportivo presso il Settimo, Il Rivoli e l&rs...leggi
19/06/2016


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10864 secondi