Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Higuain alla Juve, solo così può vincere

l passaggio di Gonzalo Higuain dal Napoli alla Juventus è il secondo più costoso della storia del calcio, dopo quello di Gareth Bale dal Tottenham al Real Madrid, ma è certamente il più clamoroso per quanto riguarda l’impatto che sta suscitando sull’opinione pubblica. Intanto non è un fatto soltanto italiano, visto che riguarda il centravanti della nazionale argentina, uno degli attaccanti più forti del mondo. Poi, perché mette contro lo stesso modo di essere calciatore al cospetto di due piazze completamente diverse. Una viscerale e romantica, l’altra pragmatica e dispotica. La Juve è per tutti il club che ha i soldi e con i soldi si compra tutto. In realtà, questa volta, non si è trattato solo del pagamento di una clausola pesantissima (più di 94 milioni), ma della volontà di un campione (Higuain appunto) di vincere qualcosa di importante con la squadra più abituata a farlo. L’argentino va per i 29 anni e viene dal Real Madrid, dove faceva più spesso la riserva di Benzema che il titolare. La Juve è la prima e unica occasione per poter vincere qualcosa in Italia (lo scudetto) e per contrastare la sua ex squadra in Europa. Al di là dei soldi, dunque, il movente che ha spinto Higuain alla Juve è di carattere agonistico e sportivo. Non a caso il pretesto era proprio il progetto tecnico che De Laurentiis non ha saputo allestire a Napoli. L’argentino chiedeva una squadra competitiva, il presidente non è riuscito a dargliela. Forse ci riuscirà adesso con i soldi della Juve, ma fornire l’impressione che il Napoli non avesse risorse per intervenire sul mercato sarebbe profondamente sbagliato. La realtà è che fare mercato al Napoli è più difficile che altrove. Primo, perché De Laurentiis è troppo centrale rispetto agli obiettivi e alle trattative. Secondo, perché non concede ai suoi calciatori di detenere i diritti d’immagine. Ma ­ lo ripeto ­ per Higuain non era più una questione di soldi. De Laurentiis era in grado di pareggiare l’offerta della Juve quanto all’ingaggio (7 milioni e mezzo). Quel che non poteva (o non ha saputo fare) era pareggiare il bisogno di vittoria: alla Juve c’è sempre stato, a Napoli manca dai tempi di Maradona e Ferlaino.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Giancarlo Padovan il 29/07/2016
Tempo esecuzione pagina: 0,98876 secondi