Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Toro, sei da Europa!

Il Torino che sta nascendo è già una buona squadra. Tanto buona da farmi pensare che potrebbe essere la sorpresa del campionato. Ovviamente non parlo di scudetto, né di zona Champions, ma di Europa League certamente sì. Per arrivarci, però, il Toro deve potenziare il centrocampo e non indebolire la difesa. Mi spiego: tre giorni fa, il Napoli è arrivato ad offrire Valdifiori più 20 milioni in cambio di Maksimovic. Ma i rapporti, per ora ancora freddi, tra Cairo e De Laurentiis hanno prodotto uno stentato no. Sarebbe bene che quel no resistesse a successivi assalti, anche se, da una parte, il Torino vuole fortemente Valdifiori e, dall’altra, il Napoli ha bisogno di Maksimovic per sostituire Koulibaly. Il quale, se non andrà al Chelsea o all’Everton, giocherà di sicuro la Coppa d’Africa (e quindi mancherà per più di un mese in campionato). A meno che il Toro non abbia pescato bene con Sasa Lukic, 19 anni, centrocampista preso dal Partizan per un milione e mezzo. Pur essendo un tipico colpo da Toro, credo che Mihajlovic debba valutare bene il coefficiente di rischio di un impiego immediato. E’ vero che l’allenatore serbo non ha paura di lanciare i giovani (con un altro tecnico Donnarumma e Romagnoli non sarebbero mai stati titolari al Milan), ma è altrettanto vero che non tutti rispondono alla stessa maniera (Ely, per esempio, al Milan ha fatto flop). A parte Valdifiori, io credo che vada seguita anche la pista Badelj, in rotta con la Fiorentina, uno che abbina quantità a qualità. Premesso che il mercato non solo non è finito, ma dopo ferragosto ne comincerà un altro a prezzi certamente più abbordabili, il Toro ha fatto le migliori operazioni in attacco con gli arrivi di Iago Falque e di Ljajic. Certo, se fosse approdato in granata anche Giaccherini ne avrebbe tratto vantaggio sia il centrocampo che l’attacco. Ma sull’azzurro è piombato il Napoli che ha concluso in fretta l’operazione (e Cairo non ha gradito il comportamento di De Laurentiis). La squadra, insomma, non è fatta e finita, ma è logica e sta crescendo con gradualità come confermato anche dalle prime prestazioni (particolarmente buona quella di Lisbona contro il Benfica). Unica mia perplessità, il portiere Gomis. A Cesena ha fatto bene, ma la pressione del Toro è di altro impatto.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Giancarlo Padovan il 05/08/2016
Tempo esecuzione pagina: 0,70205 secondi