Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Coppa Italia serie D: al Bra il derby della Granda con la Pro Dronero

 

BRA – Non tutto è oro quel che luccica. Nel primo derby stagionale della “Granda”, valido per il primo turno della Coppa Italia, il Bra travolge per 4-1 la Pro Dronero ma il punteggio non è rapportabile alla faticaccia alla quale la squadra giallorossa è costretta da un avversario a dir poco indomito, anche quando si viene a trovare in inferiorità numerica. Privo dei lungodegenti Dolce e Tettamanti il ringiovanito collettivo di Daidola è vestito di nuovo ma si esprime alternando fasi frenetiche a periodi di stasi. Non Valentino, insomma, ma nemmeno Velocino, considerando che il copione talvolta ricorda il recente passato.

Alla Pro Dronero, matricola terribile già a Borgaro, non pare vero che il Bra abbia qualche problema di troppo nel gestire gli eventi e solo nell’epilogo si dovrà rassegnare ad un sconfitta severa. Braidesi e biancorossi prediligono il gioco offensivo e propongono due rispettive coppie di attaccanti che hanno un’innata vocazione per il gol: Giglio e Casolla, con De Souza che fa il pendolo a tutto campo, per gli indigeni; l’ex Spadafora e Dutto, con Sangare in appoggio dall’esterno, per gli ospiti. Ecco i protagonisti di giornata.

Mezzo primo tempo di schermaglie senza neanche un tiro in porta e poi arriva lo spettacolo pirotecnico. Al 20’ in contropiede Sangare obbliga Bonofiglio alla respinta a mani in alto e al 23’ De Souza da fuori fa lavorare Circio. Al 24’ percussione centrale con Giglio che serve di tacco De Souza: controllo e botta in corsa da fuori che si insacca a mezz’aria nell’angolo più lontano. Al 26’ un dubbio, quando Dutto cade in area. Al 27’, Barale serve Giglio, difesa avversaria imbambolata e raddoppio dalla cortissima distanza. Pro Dronero sotto sale? Manco per niente. Al 35’ un’invenzione dalla sinistra di Sangare permette a Dutto, defilato dalla parte opposta, di raccogliere il perfetto servizio, avanzare e freddare col destro Bonofiglio.

Ripresa. Al 10’, Ciccone la combina grossa e, già sanzionato, si fa cacciare per un fallo puerile. La “Pro” non molla. Dutto al 20’ ci prova dalla distanza ma Bonofiglio è reattivo. Il Bra stenta ad imporsi e solo a lungo andare scaccia l’incubo del pareggio e la lotteria dei rigori. Mezz’ora: centro rasoterra dalla sinistra di Ghidinelli e Giglio appoggia dentro da due passi a porta libera. Al 36’ perfetto traversone dalla destra di Brancato e Ghidinelli, solo soletto a centro area, completa l’opera di testa. Birra e salsiccia per il cinico Bra, mentre la Pro Dronero resta al verde e si “consola” con le acciughe della dignità.

Bra-Pro Dronero 4-1 (2-1)

BRA: 1 Bonofiglio 4 Rossi 5 Barale 6 Bettati 9 Giglio (16 De Santi dal 32’ st) 13 De Souza (18 De Nguidjol dal 18’ st) 14 Brancato 17 Casolla (11 Petracca dal 31’ st) 19 Morra (20 Vergnano dal 15’ st) 23 Ghidinelli 24 Massucco (3 Sana dal 24’ st). 12 Reinaudo 12 Bonolo 15 Alfurno 15 Manuali. All. Fabrizio Daidola.

PRO DRONERO: Circio; Ciccone, Toscano; Maglie, Guerra (Giraudo dal 24’ st), Luca Isoardi; Brondino (Del Sesto dal 41’ st), Galfrè, Spadafora (Davide Isoardi dal 40’ st), Dutto, Sangare (Sarao dal 16’ st). 12 Rosano 13 Peirano 15 Caridi 17 Bonelli 20 Rastrelli. All. Francesco Dessena.

TERNA ARBITRALE: Gandino di Alessandria (Pastore di Collegno ed Ameglio di Torino).

RETI: 24’ pt De Souza; 27’ pt e 30’ st Giglio; 35’ pt Dutto, 36’ st Ghidinelli.

NOTE: 45’+48’. Espulso Ciccone al 10’ st per somma di ammonizioni, entrambe per gioco falloso.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Angelo Tosco il 02/09/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,67788 secondi