Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Due anni di squalifica per Davide Rumiato del Pralormo

Pralormo sconfitto 3-0 a tavolino nella gara sospesa contro il Perosa

 

 

Squalifica esemplare di 2 anni per Davide Rumiato del Pralormo (nella foto). E' il 46' del primo tempo della partita Perosa-Pralormo, con il punteggio sul 2-0, quando l'attaccante interviene in maniera scomposta nei confronti di un avversario venendo espulso per doppia ammonizione. A quel punto il giocatore perde la testa cercando di strappare il fischietto di bocca al giovane direttore di gara e colpendolo al volto. Rumiato viene quindi trascinato dai compagni negli spogliatoi e poco dopo l'arbitro decide di decretare la sospensione della gara. Secondo quando riportato sul comunicato numero 36 di mercoledì 28 novembre, il colpo avrebbe creato seri danni al direttore di gara, costretto a recarsi dopo la partita al pronto soccorso di Pinerolo nei giorni seguenti all'ospedale torinese delle Molinette per ulteriori accertamenti. Per questo il giudice sportivo ha deciso di infliggere all'attaccante una maxi squalifica fino al 29 dicembre 2020. Inevitabile anche la sconfitta per 3-0 del Pralormo. “Nel rapporto di gara – si legge sul dispositivo ufficiale del comitato regionale Piemonte Valle d'Aosta della L.N.D. - è emerso il comportamento gravemente violento e antisportivo ai danni dell'ufficiale di gara da parte di un giocatore dell'Usd Pralormo, sig. Davide Rumiato, il quale colpiva volontariamente e intenzionalmente l'arbitro con un violento pugno alla guancia e allo zigomo destro, facendolo vacillare, altresì strappandogli con forza il fischietto dalla bocca, insultandolo ripetutamente e avventandosi contro lo stesso, poi trattenuto dal suo capitano, che lo conduceva negli spogliatoi”. La società, nella figura del presidente Marco Viti, ha manifestato l'intenzione di non presentare ricorso.

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Corrado Cagliero il 29/11/2018
Tempo esecuzione pagina: 0,09671 secondi