Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Serie D: il Chieri inciampa in casa contro il Sestri Levante

Vai alla galleria

 

CHIERI – Da sempre li chiamano “corsari”, hanno la maglia rossoblù ma del Chieri sono le bestie nere. Nel loro fortino, che non ha caso si chiama “Sivori”, fanno di norma vedere i sorci verdi, però anche in trasferta, a dispetto di una classifica incerta, sono ghiotti dell’uovo (leggi: vittoria) quanto basta per saper badare al “sodo”. Sono quelli del Sestri Levante, reduci da un micidiale 2-5 casalingo incassato dal Savona nel recupero di 4 giorni avanti, ma determinati e dagli spiriti bollenti, soprattutto se dall’altra parte c’è un avversario che cucina qualche frittata di troppo.

Ne sa qualcosa il Chieri, un collettivo esageratamente umorale, tanto pronto ad esaltarsi se gioca in trasferta o contro gli squadroni, quanto capace di trasformarsi ed incassare uno 0-1 che proprio non ti aspetti e che resta indigesto a tutti. Dopo 16 minuti gli azzurri prendono un gol da maionese impazzita e non sono in grado di raddrizzare una partita sulla carta alla portata: mancano l’olio della personalità all’attacco ed il sale della lucidità a centrocampo. In più si pagano i limiti di alcuni singoli dal tratto triste. Nel primo tempo si procede così con un 4-3-3 funereo, col fraseggio insistito che esime sì dagli errori ma che non ha un senso compiuto. I liguri si schierano con un 4-2-3-1 sornione, con Carnicelli spina nel fianco e sempre pronto a supportare l’esperto centravanti Andrea Croci, classe 1985.

Nel secondo tempo si alza il ritmo ed allora si va avanti quasi per istinto, confidando in una buona sorte stavolta avversa ma anche istigata da indecisioni ed erroracci. Al 16’ il numero 7 ospite dribbla sulla sinistra Serbouti, va sul fondo, converge e dalla corta distanza manda rasoterra verso il primo palo un pallone che il vecchio bomber imbuca da un passo buggerando la compagnia. Marameo, sarà il gol decisivo. Pautassi al 28’ dà la scossa con un diagonale molto defilato e ribattuto dal portiere; al 35’ si ripete con un altro mancino, stavolta al volo da posizione centrale, con Adornato che in qualche modo riesce a rifugiarsi in corner. Manzo rimescola totalmente le carte nella ripresa, gli avversari accusano la loro evidente inferiorità tecnica, però gli attaccanti indigeni dove sono andati a finire? Diciamo che si sono mimetizzati per eccesso di altruismo…

Già al 2’, Gaeta da ottima posizione non tira e serve male Gasparri che, solo, viene frenato da Adornato. Si va avanti così, con tanti passaggi inutili, mischie e corner a ripetizione: il Chieri davanti fa cilecca e va a finire, incredibile ma vero, che il Sestri Levante se lo mangia. La parata più difficile di Adornato arriva al 26’, quando il numero 1 è piazzato alla perfezione e blocca a terra un colpo di testa di Gaeta da angolo di D’Iglio, Al 35’ altra conclusione aerea, in corsa, da parte del solito Pautassi, ma davanti alla porta avversa c’è ormai un muro umano, invalicabile. Lo 0-1 premia la tenacia e la grinta di un Sestri Levante onesto, castigando un Chieri smemorato, visto che al “De Paoli” è spesso vittima delle proprie contraddizioni.

Chieri-Sestri Levante 0-1 (0-1)

CHIERI: Benini; Serbouti (38’ st Cirio), Oyewale; D’Iglio, Ciappellano, Conrotto; Della Valle (1’ st Merkaj), Pautassi, Gaeta, Ferrandino, Gasparri. 12 Baldi 13 Benedetto 15 Bani 16 Benassi 17 Gerbino. All. Vincenzo Manzo.

SESTRI LEVANTE: Adornato; Melli, Buffo; Pane, Sancinito, Bergamino; Carnicelli (23’ st Fasce), Cusato, Croci (47’ st Bagnato), Righetti (41’ st Bonci), Cuneo (27’ st Jauch Serra Sanche) . 12 Confortini 15 Raso 17 Revello 19 Bennati 20 Mpoup. All. Costanzo Celestini.

TERNA ARBITRALE: Gangi di Enna (Roperto di Lamezia Terme e Porcu di Oristano).

RETE: 16’ pt Croci.

NOTE: 45’+50’. Pomeriggio soleggiato ma freddo, 200 spettatori molto scarsi con rappresentanza ospite. Di Lernia assente per squalifica, Tunno per infortunio.

 

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da redazione_piemonte il 24/02/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,10536 secondi