Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Torino, la vittoria con la Lazio sancisce 7° posto e record di punti

Il Torino sconfigge la Lazio per 3-1 e termina il campionato in 7ª posizione stabilendo il record di punti ottenuti, ben 63, da quando la vittoria viene premiata con i tre punti. Una stagione per lunghi tratti esaltante quella degli uomini di mister Mazzarri, accolto con freddezza l’anno scorso dal clan granata ma che ha saputo conquistarsi fiducia e stima a suon di risultati. Un campionato che però avrebbe potuto concludersi in un modo migliore con la conquista di una meritata qualificazione a un torneo europeo senza la malaugurata sconfitta patita nel penultimo turno in casa dell’Empoli (retrocesso comunque in serie B), qualche punto perso malauguratamente per strada in confronti con avversari di rango inferiore (Cagliari e Parma negli ultimi due mesi) ed alcune penalità arbitrale di troppo.

In verità non è ancora detta l’ultima parola, in quanto un posto in Europa potrebbe liberarsi in extremis in caso di esclusione del Milan da parte della Fifa a causa del mancato rispetto del “fair play finanziario” del club milanese (il passivo supera infatti i 130 milioni di euro…).

La vittoria con la Lazio è stato il perfetto riassunto della stagione dei granata: sornioni il primo tempo, con notevoli difficoltà a penetrare la difesa ospite, più aggressivi nella ripresa, spronati dal solito Belotti, in grado di giocare in ogni parte del campo dando il buon esempio ai compagni. Sbloccata la gara da uno spettacolare gol del rientrante Iago Falque, che concludeva al volo da centro area una rimessa laterale lunga di Ola Aina, il croato Lukic raddoppiava pochi minuti dopo in contropiede sfruttando al meglio un millimetrico invito di Meité, che ancora una volta faceva vedere di possedere ottimi piedi a dispetto della sua discreta indole agonistica.

Il terzo gol scaturiva da un' inarrestabile incursione sulla sinistra di Belotti, che offriva il pallone all’accorrente Zaza che batteva prontamente a rete ma si vedeva respingere la conclusione dal portiere laziale Proto, respinta che veniva ripresa dall’onnipresente De Silvestri che insaccava con un morbido pallonetto. Nel mentre gloria effimera anche per Immobile che dimezzava lo svantaggio evitando la marcatura di Nkoulu e piazzando la palla nell’angolino basso alla destra dell’incolpevole Sirigu, autore anche in questo incontro di alcuni interventi plastici in difesa della porta granata.

A fine partita i tifosi, accorsi anche in questa occasione in massa per applaudire i loro beniamini, hanno regalato momenti di emozione allo stato puro con ovazioni e applausi al giro di campo prima e dopo il match di Emiliano Moretti, alla sua ultima comparsa come giocatore dopo sei anni con la maglia granata ed ora avviato a una carriera da dirigente nello stesso club. Ovazioni e cori che si sono ripetuti a fine partita per il rituale giro di campo dei giocatori con tanto di mogli o compagne e figli al seguito.

Parole di elogio venivano espresse al termine da Mazzarri, riconfermato a pieni voti sulla panchina granata insieme al suo vice Frustalupi, e da patron Cairo, che ha promesso non solo di mantenere intatto l’organico granata bensì di operare quanto prima già i primi acquisti, a cominciare dal riscatto di Ola Aina dal Chelsea. Ora tutti in vacanza per ritrovarsi a metà luglio per il ritiro estivo per la settima volta a Bormio, data che ovviamente potrebbe essere anticipata di un paio di settimane in caso di ripescaggio in Europa…

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luciano Pavesio il 27/05/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,12181 secondi