Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Calcio a 5


<< precedente      successiva >>   

Lapadula, il Vardy di casa nostra

In Italia c’è un giocatore come Gianluca Lapadula, 26 anni, goleador delPescara con 30 reti in Serie Bche la prossima stagione potrebbe emulare la favola di Jamie Vardy che a 29 anni, dopo lunghi trascorsi nelle serie minori, nel Leicester è stato uno dei protagonisti della Premier. Il “Vardy di casa nostra” dopo tanto girovagare ha dimostrato di avere i requisiti per entrare anche nel novero dei bomber più prolifici del massimo campionato. Certo, la Serie A è più difficile ma come base di partenza il suo score è niente male. Gianluca Lapadula, 178 cm di altezza, è nato a Torino il 7 febbraio 1990 da padre pugliese e madre peruviana. E’ cresciuto in una famiglia di fiorai che ab...leggi
03/07/2016, Tiziano Crudeli, Calcio a 5

Tattica e mentalità, aspetti essenziali

Anche senza un organico di prima qualità si possono ottenere buoni risultati e compensare i limiti tecnici con un’organizzazione di gioco che deve poter contare su perfetti sincronismi, smarcamenti individuali e collettivi, velocità di esecuzione, ritmo, movimenti compatti. Così facendo crescono le convinzioni, la forza del gruppo e l’autostima dei giocatori. Per ottenere tutto ciò l’allenatore deve avere personalità, idee chiare, capacità di trasmettere motivazioni, lavorare sull’orgoglio, insomma deve dimostrare di essere anche un ottimo psicologo. Campioni si nasce, ma con ferrea volontà, spirito di sacrificio, umiltà e determinazione Giaccherini si diventa. Emanuele, 31 anni, 167 cm di altezza, &...leggi
25/06/2016, Tiziano Crudeli, Calcio a 5

Puntare sui giovani? Tra il dire e il fare...

Il calcio italiano è povero tecnicamente. C’è una crisi di sistema che non si riesce modificare. Qualcosa però potrebbe cambiare con le nuove disposizioni federali che prevedono una rosa di 25 giocatori di cui 4 quattro provenienti dal proprio settore giovanile e 4 dal vivaio italiano. Occorre però una mentalità diversa, visto che spesso si pensa all’immediato, a vincere le partite, invece il compito principale è plasmare i giovani. L’attività di base è formativa ma per emergere ci vogliono qualità fisiche, atletiche, tattiche. E poi servono carattere e forza di volontà. La Primavera offre i primi riscontri del lavoro svolto e del lento processo di maturazione prima di affacciarsi ai campionat...leggi
19/06/2016, Tiziano Crudeli, Calcio a 5

Marco Giampaolo, l'apostolo di Sarri

Il mondo del calcio è abitudinario e poco incline ai cambiamenti. Le innovazioni troppo azzardate e la paura di commettere errori sono un freno. Nel calcio non si può introdurre un’idea nuova e ottenere subito i risultati. E’ un processo che richiede una serie di sperimentazioni. Ci vuole tempo. Ogni tecnico ha una propria personalità, ma la virtù dell’allenatore leader è lavorare per ottenere risultati immediati pensando di trovare le soluzioni che preparano il domani. Molto dipende dalla professionalità del mister che per rendere più efficace il gioco deve valorizzare i giocatori anche a costo di cambiare i loro ruoli e utilizzarli in posizioni più congeniali. E’ comunque la qualità che fa la differenz...leggi
08/06/2016, Tiziano Crudeli, Calcio a 5

La parabola del super Sassuolo

Un utile insegnamento per il calcio italiano viene dal Sassuolo, che in sole tre stagioni è passato dalla Serie B ai preliminari di Europa League. Un percorso iniziato classificandosi diciassettesimo Per questi contenuti ti devi registrare gratuitamente oppure acquistare il giornale onlineSprint e Sport in edicola...leggi
05/06/2016, Tiziano Crudeli, Calcio a 5

Simeone, Guardiola, Sarri, Spalletti e Maradona

Il calcio ha metodologie complesse che condizionano il rendimento delle squadre. Fattori determinanti sono l’organizzazione, il sistema di gioco, la dinamica, i sincronismi, la tecnica, le motivazioni. Gli automatismi, se ben recepiti, possono esaltare le doti dei singoli e le prestazioni dell’intero complesso. Nelle sedute di preparazione si trovano le soluzioni più idonee con spostamenti provati, riprovati e con molteplici opzioni per coprire e attaccare con rapide inversioni di marcia. La velocità di esecuzione è fondamentale. Per migliorare la tecnica bisogna insegnare ai giocatori come muoversi, cercando di evitare di entrare in contatto con l’avversario per avere maggiore libertà, sono poi indispensabili allenamenti specifici in spazi str...leggi
29/05/2016, Tiziano Crudeli, Calcio a 5

Quelli che... primo non prenderle

I sofistici storcono il naso quando si parla dell’Atletico Madrid ritenuto catenacciaro e poco spettacolare. Critiche dunque nei confronti del Cholo, il vulcanico tecnico dell’Atletico, 3 giornate di squalifiche per Per questi contenuti ti devi registrare gratuitamente oppure acquistare il giornale onlineSprint e Sport in edicola...leggi
15/05/2016, Tiziano Crudeli, Calcio a 5

Il cattivo esempio degli adulti

A una teologa tedesca hanno chiesto: «Che cosa è la felicità per un bambino?». Risposta: «Dategli un pallone e fatelo giocare». In effetti è davvero piacevole vedere i bambini giocare Per questi contenuti ti devi registrare gratuitamente oppure acquistare il giornale online Sprint e Sport in edicola...leggi
08/05/2016, Tiziano Crudeli, Calcio a 5

Di Francesco, il nuovo che avanza

Mentre Ranieri sta spopolando in Premier League, nel nostro campionato si stanno affermando allenatori che nelle loro squadre cercano di valorizzare la qualità e la velocità d’esecuzione. Nella nouvelle vague Per questi contenuti ti devi registrare gratuitamente oppure acquistare il giornale online Sprint e Sport in edicola...leggi
24/04/2016, Tiziano Crudeli, Calcio a 5

Buoni giocatori? Milan, ci sono...

Visto il gioco non esaltante del Milan come logica conseguenza i giocatori non godono di grandi considerazioni: eppure 19 rossoneri sono stati convocati nelle diverse nazionali. A meno che i rispettivi Commissari Tecnici non abbiano preso abbagli vuol dire che tutto sommato sono considerati tra i migliori dei nostri campionati. LEGGI L'EDITORIALE SU SPRINT E SPORT LO TROVI IN EDICOLA OPPURE CLICCA QUI PER LA TUA COPIA DIGITALE...leggi
04/04/2016, Tiziano Crudeli, Calcio a 5

<< precedente      successiva >>