Non basta Tettamanti al Chieri bloccato in casa dall’Olginatese

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

CHIERI – Mezzo passo falso casalingo del Chieri che non è andato oltre al 2-2 contro l’Olginatese, compagine relegata nelle ultime posizioni della classifica ed alla ricerca della prima vittoria stagionale. Il pareggio è il risultato più giusto per quanto visto in campo in una partita che ha regalato delle emozioni soprattutto nel finale contraddistinto da ben tre reti nei minuti di recupero. Soprattutto dal punto di vista del gioco gli azzurri di Manzo hanno compiuto un passo indietro rispetto alle ultime partite giocate contro il Gozzano e la Folgore Caratese. Poco incisivi sulle corsie esterne, gli azzurri si sono trovati di fronte una squadra ben messa in campo che gli ha chiuso tutti gli spazi facendo densità nella zona nevralgica del campo. Nella squadra lecchese allenata da mister Giovanni Arioli, una presenza in serie A da calciatore con la maglia del Parma nel campionato 1995-1996, l’osservato speciale è stato il centravanti toscano Canalini che qualche stagione fa è stato l’oggetto del desiderio di mercato del Chieri. Importante negli ospiti è stata anche l’esperienza di Calzi, autore di 22 presenze in B con le maglie di Catanzaro e Ravenna e reduce dall’esperienza in Svizzera con il Bellinzona.

Il Chieri costruiva dopo 7′ la prima occasione con Becchio sotto porta deviava a fil di palo il traversone dal lato mancino di Di Lernia. Con il passare dei minuti, però, gli ospiti prendevano le misure e rischiavano di passare in vantaggio alla mezz’ora con Mangiarotti che, smarcato in area dal tacco di Canalini dopo la palla persa da D’Iglio in una pericolosa posizione del campo, chiamava Benini ad alzare la sfera d’istinto sopra la traversa.

Decisamente più vivace era la ripresa. Dopo appena 5′ di gioco Mangiarotti firmava il vantaggio ospite deviando di testa alle spalle di Benini l’invitante cross di Valenta. Sul gol vi era una chiara responsabilità dei difensori chieresi, in particolare di Venturello e Pavan, che perdevano la marcatura facendosi anticipare dal giocatore bianconero. Al 19′ Foglia veniva atterrato in area Carlone e si procurava il calcio di rigore che però il neo entrato Villa calciava malamente facendosi respingere la conclusione da Iali. Nel recupero succedeva di tutto quando ormai la gara sembrava potersi trascinare ai titoli di coda. Al 46′ Tettamanti trasformava con un preciso rasoterra una punizione dal limite e due minuti dopo in mischia si ripeteva firmando il clamoroso vantaggio degli azzurri. Al 7′ di recupero Canalini realizzava la punizione dal lato sinistro dell’area di rigore che, deviata impercettibilmente da Pavan, finiva con il fissare il risultato sul definitivo risultato di parità.

Chieri-Olginatese 2-2 (0-0)

CHIERI (3-5-2): Benini 5,5 Venturello 5 (9′ s.t. Kouakou 5,5) Pautassi 6 D’Iglio 5 Pavan 5 Ciappellano 5,5 Campagna 5,5 (51′ s.t. Benedetto s.v.) Di Lernia 5,5 (31′ s.t. Tettamanti 7,5) Becchio 5,5 (18′ s.t. Villa 5) Foglia 6 Cesarano 5,5 (39′ s.t. Della Valle s.v.). 12 Zamariola 13 Noce 15 Vergnano 19 Bechis. All. Vincenzo Manzo.

OLGINATESE: Iali 6,5 Valenta 6,5 (21′ s.t. Esposito 6) Menegazzo 5,5 Narducci 6 Carlone 5,5 Fabiani 6 Tchetchoua 5,5 (34′ s.t. Passoni s.v.) Calviello 6 (23′ s.t. Lacchini s.v.) Canalini 7 Calzi 6 (43′ s.t. Nasatti s.v.) Mangiarotti 6,5 (23′ s.t. Tremolada s.v.). 12 Festinese 13 Frigerio 14 Calloni. All. Giovanni Arioli.

TERNA ARBITRALE: Cannata di Faenza (Regattieri di Finale Emilia e Lafandi di Locri) 6.

RETI: 5′ s.t. Mangiarotti, 46′ s.t. e 48′ s.t. Tettamanti, 52′ s.t. Canalini.

NOTE: pomeriggio caldo e soleggiato con temperatura sui 26°, terreno di gioco in buone condizioni. Spettatori: 200 circa con rappresentanza ospite. Al 19′ s.t. Villa si faceva respingere un calcio di rigore da Iali. Ammoniti: al 21′ p.t. Menegazzo, al 35′ s.t. Campagna, al 41′ p.t. Foglia, al 19′ s.t. Carlone, al 23′ s.t. Calzi e al 29′ s.t. Di Lernia, tutti per falli di gioco. Partita di 97′ (45’+52′). Angoli: 2-3 (1-1).

Corrado Cagliero

151 Visite totali 1 Visite del giorno