Il “Maestro” Pirlo 21 ringrazia i suoi compagni di vita calcistici a San Siro

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

MILANO - AP21 come CR7. Una grande parata di stelle ha inondato il verde milanese di San Siro per salutare ieri Andrea Pirlo, circondato da tanti colleghi ed amici suoi grandi estimatori ed ex delle sue militanze dal Milan alla Juve, passando per Inter, Brescia e New York City.

Un addio al calcio che ha celebrato in uno dei “tempi del calcio”, nell’eccezionalità dell’evento (unico nel suo genere nell’aver reclutato un arsenale esplosivo di qualità, gol ed esperienza degli ultimi 25 anni), anche altri motivi di interesse: il fiuto mai tramontato del gol dell’idolo dei tifosi Pippo Inzaghi, il fresco saluto di Buffon all’addio al calcio italiano alla volta di Parigi, la curiosità nel rivedere con gli scarpini Totti, Cafu e Serginho, così come i vari Vieri, Shevchenko, Inzaghi, Lampard e l’intera corazzata di grandissimi campioni. Occasione inoltre per riammirare all’opera lo svincolato, ma in gran forma Cassano, autore di rapide serpentine in area e gol, nonchè di un’ottima intesa con l’ucraino Sheva e l’indimenticato olandese Seedorf. Pronto alla firma di un eventuale nuovo contratto per una pretendente in A o B. Tanto pubblico sugli spalti e occasione per incrociare tra i vip spettatori nell’area hospitality Samuel Eto’o, la coppia del Gf Luca Onestini e Ivana Mrazova, Beppe Marotta e Marco Materazzi.

Cristiano Sabre

216 Visite totali 1 Visite del giorno