Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Femminile


<< precedente   successiva >>   

Lnd, caso calcio femminile

Nuovi sviluppi sul caos del calcio femminile.“Apprendo, con sconcerto, da un articolo pubblicato dal quotidiano “La Repubblica” di questa mattina, a firma del giornalista Matteo Pinci, che la Relatrice dei giudizi riuniti relativi ai campionati di vertice di calcio femminile, decisi ieri dal Collegio di Garanzia dello Sport del CONI, Avv. Gabriella Palmieri Sandulli, sarebbe stata cliente o, comunque, assistita per sue vicende personali dall’Avv. Angelo Clarizia, Vice Commissario Straordinario della FIGC e, in tale veste, parte in causa. Laddove la circostanza non fosse immediatamente smentita, credo si sia verificata una ipotesi che, ai sensi dell’art.51 del codice di procedura civile, avrebbe imposto l’astensione delle indicata Avv. Palmieri Sandulli...leggi
09/09/2018, redazione_piemonte, Femminile

La mia nuova avventura al servizio dell'Albania

Piccola informazione personale. Il lettore più avvertito si sarà certamente accorto che la didascalia sotto la mia foto è cambiata dalla settimana scorsa. Infatti il 5 di novembre ho lasciato la direzione di Agon News per assumere, quattro giorni dopo, il ruolo di direttore della comunicazione della Federazione albanese di calcio. Esperienza per me inedita che mi consente di restare a vivere Tirana e di partecipare, per la quarta volta nella mia carriera (Svezia ’92 e Inghilterra ’96 da inviato del Corriere della Sera; Austria e Svizzera nel 2008 da tifoso, quando ancora sostenevo l’Italia), all’Europeo di calcio andando direttamente negli stadi dove si gioca. L’anno prossimo l’Europeo si svolgerà nella martoriata Francia di q...leggi
23/11/2015, redazione_piemonte, Femminile

Bene nelle coppe, ma è vera gloria?

Dopo l’impresa del Napoli in Germania e il successo della Juve sul Monaco, sento squillare le trombe dell’ottimismo interessato intorno ad una presunta risurrezione del calcio italiano. A fare da grancassa al fenomeno, più che i giornali sportivi, è la tv specializzata nel tifo per il prodotto interno, come se la qualità del gioco e il raffronto con campionati più visti e celebrati del nostro fosse l’invenzione di qualche marziano. Per me siamo di fronte ad un’impostura che la realtà si incaricherebbe di contrabbandare per buona. Mettiamo, per esempio, che la settimana prossima, come tutti auspichiamo, Juve, Napoli e Fiorentina guadagnino un posto nelle quattro migliori squadre delle rispettive competizioni europee. Sarebbe il sint...leggi
22/04/2015, Giancarlo Padovan, Femminile

Champions, Juventus vai avanti!

Gli ultimi avvenimenti, compresa la sconfitta della Juventus a Parma, mi hanno reso più prudente a proposito del pronostico della prossima giornata di Champions League. E anche se continuo ad essere ottimista circa il passaggio del turno dei bianconeri, ho rivisto il mio giudizio sul Monaco. Ribadito che era il miglior avversario possibile per la Juventus, non credo affatto che tutto sia così facile come anche a me sembrava al momento del sorteggio. Il Monaco è la terza forza del campionato francese e negli ottavi ha eliminato l'Arsenal, seconda del campionato inglese. Fuori casa il Monaco è andato a vincere per 3-1, resistendo poi al ritorno degli uomini di Arsen Wenger che nel principato si sono imposti per 2-0. Questo per quanto riguarda i risultati ottenuti...leggi
14/04/2015, Giancarlo Padovan, Femminile

Manciniani, ma dove siete finiti?

Da qualche mese ho perso le tracce dei cosiddetti manciniani. Mi riferisco a quella composita tribù,  costituita da sinceri ammiratori del presunto allenatore di Jesi, che aveva accolto le mie opinioni sul suo ritorno all’Inter stracciandosi le vesti, come si fa per un bestemmiatore in chiesa. Alcuni di essi, non contenti di contestarmi, erano arrivati all’insulto, mentre qualche buontempone (un avvocato, se non sbaglio) aveva scritto a “Sprint e Sport” dicendo che se criticavo Mancini così aspramente e continuamente, era forse perché mi aveva soffiato la fidanzata. Ora tutti sanno che Mancini è un putto così bello e apprezzato dal pubblico femminile da non aver bisogno delle fidanzate altrui, tantomeno delle mie. Purtroppo, q...leggi
09/04/2015, Giancarlo Padovan, Femminile

Conte, un addio ormai scontato

Ci sono già decine di buone ragioni per attaccare il (prossimo ex) c.t. Antonio Conte che non si capisce perché tanti tifosi bianconeri se la prendano con lui addebitandogli anche l’infortunio di Claudio Marchisio. Il centrocampista della Juve si è fatto male da solo, durante esercizi di messa in movimento, quindi particolarmente blandi. Al di là dell’entità del danno, di cui non ho ancora capito nulla, come molti sportivi e colleghi, non è giusto prendersela con Conte semplicemente perché Conte non c’entra. Come non sarebbe c’entrato Allegri se l’incidente fosse avvenuto a Vinovo. Ora, pazienza per i tifosi, che ragionano con le viscere. Ma un uomo adulto ed equilibrato, designato per incarichi di responsabilit...leggi
31/03/2015, Giancarlo Padovan, Femminile

Juventus: Monaco squadra per pochi vip

Evidentemente avevo torto a ritenere il Borussia Dortmund più forte della Juve in una partita secca. Nonostante la gara unica non dica mai la verità (o, forse, proprio per questo), pensavo che i tedeschi avessero più forza nelle gambe (il loro campionato ha una pausa sensibilmente più lunga della nostra) e una maggiore determinazione frutto della carestia in Bundesliga. Al contrario ritenevo la Juve in fase calante sia dal punto di vista fisico (lo diceva il campionato) che nervoso (storicamente ha sempre sofferto la Champions). Tuttavia la partita non è stata diversa da come me la immaginavo. La Juve ha cominciato senza Barzagli e Pirlo. Ma con il primo al posto dell'infortunato Pogba, Allegri ha sterzato verso il 3-5-2 e la saldezza difensiva è ...leggi
24/03/2015, Giancarlo Padovan, Femminile

Juve, verso Dortmund senza paura

In campionato no. Ma in una partita secca – la prossima – reputo il Borussia Dortmund superiore alla Juve. Ciò non significa che non pensi alla qualificazione dei bianconeri come ad un evento possibile.  Intanto perché hanno due risultati su tre a disposizione e poi perché, in una partita del genere, la solidità mi sembra più incidente della brillantezza. A Palermo la Juve non è stata certo entusiasmante. Ma ha rischiato pochissimo pur lasciando la palla anche all’avversario. Credo che molta sicurezza sia discesa dal rientro di Barzagli. Non c’è da indicarlo come salvatore della patria, visto che la Juve è andata benissimo anche senza di lui. Tuttavia, in campo europeo, ha esperienza, qualità, senso...leggi
17/03/2015, Giancarlo Padovan, Femminile

Ghirardi, esempio virtuoso

Il pezzo migliore della settimana l’ha scritto Andrea Tundo per “Il Fatto Quotidiano”.  Titolo: “Quando Tavecchio nel 2013 premiava Ghirardi come miglior dirigente”.  Lo ripropongo, almeno in parte,  con una duplice finalità. La prima: farlo conoscere ai lettori di “Sprint e Sport” , perché non tutti leggono “Il Fatto”. La seconda: segnalarlo all’ufficio stampa della Federcalcio che ha deciso di non mettere più in rassegna il quotidiano diretto da Marco Travaglio. Tommaso Ghirardi  fu premiato nella categoria “dirigente di società professionistica” nella settima edizione de “Le Ali della Vittoria”, premio istituito dall’allora presidente della Lega Dilet...leggi
10/03/2015, Giancarlo Padovan, Femminile

Parma, tra macchiette e forzature

Chi si deve vergognare di più mentre il Parma sprofonda tra rinvii inspiegabili e personaggi improbabili? Il non più giovane Tavecchio, conscio che affrontare il restante campionato di serie A con una squadra in meno sarebbe uno sconcio, prova a guadagnar tempo. E, per la seconda volta in una settimana, decide che la partita del Parma non si disputi. Se non proprio un arbitrio, quantomeno siamo di fronte ad una forzatura. Infatti, nel caso in cui un club non abbia i soldi per aprire il proprio stadio o per fare una trasferta, deve essere sanzionato con la sconfitta a tavolino. Questo dicono le regole. Non c’era, dunque, nessuna giustificazione per accettare quello che ha fatto Tavecchio. Se non la coda di paglia del medesimo. Quando il Parma verrà estromesso dal ...leggi
03/03/2015, redazione_piemonte, Femminile

<< precedente   successiva >>