Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Juve, che occasione buttata via

Non per fare l’uccello del malaugurio degli juventini, ma l’occasione persa a Udine dalla squadra di Allegri rischia di essere pagata a caro prezzo. Non sul breve, naturalmente, quanto sul medio e lungo  termine, cioè quando la Champions League riprenderà e la fatica, fisica e mentale, si farà inevitabilmente sentire. A voler essere giusti, la Juve che ha affrontato l’Udinese, aveva qualche tossina di troppo nelle gambe. Infatti, in settimana, aveva giocato il quarto di finale di Coppa Italia con il Parma. Ora, la differenza tra le competizioni nazionali e la Champions è notevole, quindi non si possono paragonare le energie spese mercoledì con quelle che si spenderanno in futuro. Anzi, viene da dire che se la Juve ha in qualche modo risentito del peso di due partite in quattro giorni, di cui una con l’ultima in classifica, non si sa  cosa prevedere quando l’impegno sarà davvero gravoso. Insomma la Juve che a Udine non ha vinto, in qualche modo ha rilanciato la Roma più slegata ed esitante dell’ultimo periodo. Garcia, come dicono con perfidia nella capitale, dove fino a qualche mese fa era adorato, è diventato mister X, De Rossi e Strootman sono infortunati, Destro è stato ceduto, anche se sono arrivati Doumbia e Ibarbo. Secondo me, tra i giallorossi,  c’è qualche sintomo di sgretolamento, ma se in qualche modo la Roma dovesse superare questa fase delicata e ritrovare entusiasmo,  la Juve potrebbe pentirsi dei punti buttati via. Udine non era un passaggio facile. Per di più senza Marchisio, Vidal e Asamoah, del quale pochi si ricordano anche se aveva un rendimento alto e costante. Tuttavia, una squadra risoluta a chiudere il discorso scudetto alla seconda di ritorno, non tergiversa. Semplicemente coglie l’occasione. Perciò, nel momento in cui la Juve conferma i suoi sette punti di vantaggio su un avversario in difficoltà, a me torna la certezza che per essere i padroni veri del campionato, ci siano momenti in cui bisogna essere spietati. Niente di più e niente di meno di quel che fanno le squadre vincenti anche quando non stanno bene o non possono essere brillanti.

Print Friendly and PDF
  Scritto da Giancarlo Padovan il 03/02/2015
Tempo esecuzione pagina: 0,04882 secondi