Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Manciniani, ma dove siete finiti?

Da qualche mese ho perso le tracce dei cosiddetti manciniani. Mi riferisco a quella composita tribù,  costituita da sinceri ammiratori del presunto allenatore di Jesi, che aveva accolto le mie opinioni sul suo ritorno all’Inter stracciandosi le vesti, come si fa per un bestemmiatore in chiesa. Alcuni di essi, non contenti di contestarmi, erano arrivati all’insulto, mentre qualche buontempone (un avvocato, se non sbaglio) aveva scritto a “Sprint e Sport” dicendo che se criticavo Mancini così aspramente e continuamente, era forse perché mi aveva soffiato la fidanzata. Ora tutti sanno che Mancini è un putto così bello e apprezzato dal pubblico femminile da non aver bisogno delle fidanzate altrui, tantomeno delle mie. Purtroppo, quando si parla di calcio, il confronto è, per così dire, più ideologico che pratico, molti procedono per postulati (le teorie indimostrabili), altri snocciolano solo i dati che fanno comodo, altri ancora dicono che è troppo presto per tranciare giudizi. Così ho aspettato un considerevole lasso di tempo per tornare sul discorso-Mancini e sul rendimento della sua Inter. Non ci sarebbe bisogno di numeri per illustrare un quadro più disastroso che disadorno, ma visto che i numeri non tifano li annuncio senza alcun commento. Fino ad ora Mancini ha guidato l’Inter in 18 partite di campionato: 5 vittorie, 7 pareggi, 6 sconfitte. Media punti 1,22. Mazzarri, con la responsabilità di 11 partite, ha raccolto 4 vittorie, 4 pareggi, 3 sconfitte. Media punti 1,45. Ovviamente non basta questo per dire che l’esonero di Mazzarri fu ingiusto. Bisogna aggiungere che l’Inter di Mazzarri, l’anno scorso, a questo punto del campionato era quinta (e finì in Europa League) e quella di Mancini è nona. Basta? Non basta. Sommando le gare di serie A, Coppa Italia ed Europa League emerge che Mancini, nel suo ritorno all’Inter, ha più perso che vinto. Numeri? Numeri: 9 sconfitte, 8 vittorie, 9 pareggi su un totale di 26 partite. Mi ripeto: cosa c’è di strano a considerare Mancini un sopravvalutato ancora molto raccomandato?

Print Friendly and PDF
  Scritto da Giancarlo Padovan il 09/04/2015
Tempo esecuzione pagina: 0,05620 secondi