Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Serie A: Juventus e Torino tornano ad assaporare la vittoria

I granata superano l'Udinese, i bianconeri sbancano Salerno

Un turno di campionato chilometrico, spalmato fino al martedì, riporta il sorriso in coppia alle rappresentanti del calcio sotto la Mole al termine di un curioso incrocio fra i colori granata e bianconeri. Il Torino regola di misura l'Udinese, mentre la Juventus torna ad assaporare i tre punti e la vittoria in trasferta sbancando in scioltezza Salerno.

Archiviata la delusione dei quarti di finale di Coppa Italia, in cui ha lasciato troppo campo alla Fiorentina reagendo tardi e dovendo ancora una volta salutare la competizione prima della sua fase cruciale, il Toro si è rituffato nel campionato proseguendo contro l'Udinese la sua striscia positiva che l'ha fatto salire alle porte della zona europea.

Di fronte ai friulani mister Juric teneva fede al suo schieramento tattico abituale, imperniando davanti a Milinkovic-Savic la linea difensiva su Djidji, Schuurs e Buongiorno. Sulle corsie esterne brillava a destra la prestazione di Aina (tra i migliori in campo), cui faceva il pari Vojvoda sulla fascia opposta, mentre nel settore nevralgico Ricci e Linetty si calavano sempre di più nel ruolo di interditori e costruttori di gioco. Le novità arrivavano dal tridente offensivo "fluido", dove una maglia da titolare veniva indossata a sorpresa dal frizzante Karamoh (che all'esordio nell'undici iniziale ripagherà in pieno la fiducia dell'allenatore) al fianco di Miranchuk, a supportare l'unica punta di ruolo Sanabria.

Le battute d'avvio avevano un incedere più lento rispetto alle recenti uscite dei torinisti, con squadre speculari, tatticamente accorte, che cercavano di sorprendere gli avversari puntando su manovre aggiranti alternate a rare verticalizzazioni. Su ambo i fronti mancava però la profondità e le difese avevano vita facile sugli attacchi.

Dopo la mezz'ora il Toro alzava il baricentro aumentando la pressione e l'Udinese andava in sofferenza nel palleggio e nelle manovre in uscita. Karamoh aveva un paio di buone opportunità, ma mancava l'affondo decisivo. Chiave di volta della gara l'apertura di ripresa, con il suggerimento di Aina per il taglio di Karamoh (nella foto di www.torinofc.it) che regalava ai granata la rete del successo convalidata dal VAR dopo l'iniziale annullamento per fuorigioco. Il match-winner doveva poi lasciare il posto per infortunio a Vlasic, mentre la partita si faceva più frizzante, con la squadra di Sottil costretta dallo svantaggio ad avanzare il proprio baricentro creando qualche apprensione a quella di Juric.

Il Toro aveva però più spazi per agire di rimessa e, pur calando d'intensità, conteneva senza troppi problemi il forcing bianconero, reggendo bene anche nei duelli individuali. Lucidità e concentrazione rimanevano ben presenti sino al triplice fischio e il raddoppio sfiorato in contropiede da Seck suggellava una vittoria meritata.

Il secondo successo stagionale sui friulani consente al Toro di sorpassarli in classifica e di salire nelle posizioni che cominciano a valere un posto al sole. Prossima prova di maturità l'anticipo di venerdì sera in casa di un Milan desideroso di riscatto dopo i passi falsi dell'ultimo periodo.

Dopo i segnali di ripresa mostrati in Coppa Italia nel vittorioso confronto con la Lazio che l'ha proiettata in semifinale dove incontrerà l'Inter ad aprile, la Juve era chiamata a riprendere la marcia anche in campionato. A differenza della disastrosa gara contro il Monza, la squadra di Allegri approcciava al meglio l'insidiosa trasferta di Salerno. Ormai consueto lo schieramento tattico, con i "titolarissimi" in difesa, vale a dire Danilo, Bremer e Alex Sandro, mentre sulla corsia di destra veniva dato spazio a De Sciglio, con Kostic ad agire sul fronte opposto. Nel settore nevralgico positive le prove dello sfortunato Miretti (ben rimpiazzato dopo l'infortunio da Fagioli), Locatelli e Rabiot; ispiratissimo Di Maria e di nuovo in palla, sorretto da condizione fisica e determinazione agonistica ritrovate Vlahovic, vero mattatore della serata con una doppietta e un assist, seppur "involontario".

La Juventus aveva l'umiltà e il merito di mettersi sullo stesso piano degli avversari nelle battute d'avvio, quando la gara era intensa, spigolosa e decisamente fisica. Con il passare dei minuti gli uomini di Allegri facevano valere la loro maggiore caratura e il cinismo, come in occasione del rigore del vantaggio, quando Miretti sfruttava l'intempestività in chiusura di Nicolussi Caviglia propiziando la chirurgica esecuzione dagli undici metri dell'attaccante serbo.

Passati in vantaggio, i bianconeri controllavano agevolmente la partita, pungevano con le rapide combinazioni in verticale degli inarrestabili Vlahovic e Di Maria e sferravano il colpo del k.o. al tramonto della prima frazione con l'incursione di Kostic in seguito alla svirgolata del connazionale, che metteva il dito nella piaga dell'approssimativa disposizione della retroguardia salernitana.

Il canovaccio tattico non cambiava dopo l'intervallo ed i primi minuti della Vecchia Signora erano devastanti. Fagioli intercettava l'ennesimo errore in disimpegno dei granata innescando Vlahovic per il sinistro della terza rete, mentre Di Maria centrava la traversa.

Un comprensibile rilassamento faceva correre qualche brivido lungo la schiena di Szczesny, poi le urla di Allegri sommate ai cambi riportavano la concentrazione e Madama inseriva il pilota automatico controllando il gioco e centrando ancora il legno della porta avversaria con Kean, a suggello di un'affermazione rivelatasi più agevole di quanto pensato alla vigilia. Prossimo ostacolo sulla strada della risalita in classifica la Fiorentina nella gara interna di domenica all'ora dell'aperitivo.

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 08/02/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie A: ultima di campionato agrodolce per le squadre torinesi

Il Torino fa quasi da sparring partner all'Inter ormai proiettata alla finale di Champions League, tiene testa ai rivali ma paga una distrazione difensiva e la scarsa incisività in fase realizzativa (complici le parate dei portieri avversari), chiudendo la stagione con una sconfitta che gli impedisce di agganciare l'ottavo posto, ...leggi
05/06/2023


Serie A: pari del Toro contro la Fiorentina, crollo Juve ad Empoli

Un Torino di piccolo cabotaggio intasca un punto contro la Fiorentina e si avvia verso un tranquillo finale di campionato privo però di stimoli e obiettivi particolari. La Juventus incappa in una settimana che definire nera sarebbe un eufemismo e crolla ad Empoli sotto il peso degli eventi. Le rappresentanti del calcio sotto la Mole zoppicano nel confronto incrociato con le tosc...leggi
23/05/2023

Serie A: Toro da record in trasferta, la Juve regola la Cremonese

                    Il Torino conferma la sua recente vocazione di squadra da trasferta cogliendo a Verona la sua quarta vittoria nelle ultime cinque esibizioni lontano dalle mura amiche al termine di una gara dominata ed in cui ha raccolto addirittura meno di quanto...leggi
15/05/2023


Vittorie per Juve e Toro nel turno infrasettimanale di serie A

                    La Juventus prima sprinta, poi ondeggia e soffre più del dovuto, ma alla fine piega il mai domo Lecce e centra l'obiettivo di tornare alla vittoria. Il Torino passeggia sui resti della Sampdoria, svolge al meglio il proprio compito senza da...leggi
05/05/2023

Serie A: pari della Juve a Bologna, il Toro ko di misura

Un Torino gagliardo tiene testa all'Atalanta ma paga cari gli episodi e vede sfuggire via la Dea nel finale rimanendo a bocca asciutta. La Juventus, sempre più indecifrabile, dà qualche segnale di risveglio ma sconta tutti i suoi limiti attuali e torna da Bologna con una pareggio che ha le sembianze dell'occasione sprecata, chiudendo alla meno peggio una settimana nera. P...leggi
01/05/2023


Ancora delusioni per le squadre torinesi in serie A

Un Toro dai due volti sbaglia l'approccio alla partita, è costretto ad inseguire, poi cambia passo, agguanta la Salernitana e sfiora il successo, ma deve ancora una volta rimandare l'appuntamento con la vittoria. Una Juve abulica e priva di nerbo, apparsa svuotata mentalmente e fisicamente dopo le fatiche e le emozioni di Europa League, mette in scena una recita censurabile in c...leggi
17/04/2023

Serie A: torinesi ko nel doppio confronto contro le romane

Le romane fanno la voce grossa, ribadiscono il loro ritrovato ruolo capitale e per le paladine del calcio sotto la Mole il sabato di campionato prepasquale diventa di passione. Toro e Juve escono a bocca asciutta dal confronto incrociato con Roma e Lazio e devono frenare la rincorsa ai rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
11/04/2023

Serie A: la Juve regola il Verona, pari del Toro in casa del Sassuolo

  La Juventus regola a fatica il Verona e compie un altro deciso passo nella sua risalita in classifica, vedendo apparire all'orizzonte addirittura la zona Champions League. Il Torino si rimette in marcia e torna dalla trasferta in casa del Sassuolo con un punto raccogliendo forse meno di quanto seminato. Va in archivio all'insegna del moderato ottimismo la 28ª giornata di cam...leggi
04/04/2023

Serie A: alla Juve il derby d'Italia, Toro travolto dal ciclone Napoli

Il ciclone Napoli travolge un Toro che, oltre alla generosità, poco altro ha potuto mettere in campo per cercare di contrastare la spettacolare corazzata partenopea. La Juve, finalmente concreta e convincente, si aggiudica con merito un derby d'Italia al solito carico di veleni e prosegue nella sua risalita preparandosi ad un finale di stagione da cuori forti. Anche l'ultimo tur...leggi
21/03/2023

Serie A: la Juve regola la Samp, il Toro sbanca Lecce

Un Toro concreto, cinico e dalla forte personalità impiega tre minuti per mettere in ghiaccio la vittoria di Lecce, poi controlla con lucidità una gara divenuta sempre più spigolosa e torna dal Salento con tre punti preziosi e una ritrovata continuità di prestazione. Una Juve schizofrenica fa, disfa e va sulle montagne russe contro il fanalino di coda Sampdoria, gene...leggi
13/03/2023

Serie A: il Toro torna alla vittoria con il Bologna, Juve ko a Roma

La Juventus cade nella trappola tattica tesa da Mourinho, sbatte contro tre pali e torna a casa dalla trasferta romana a mani vuote, con la spiacevole sensazione di aver sprecato un'occasione. Il Torino si mette alle spalle la delusione del derby, fornisce una prova all'insegna della solidità e della concretezza, regola di misura un Bologna molto temuto alla vigilia e ritrova la vittoria...leggi
07/03/2023

Derby della Mole: la Juve regola il Toro nella ripresa

Un derby fiammeggiante, uno dei più intensi, combattuti ed emozionanti degli ultimi anni, va in rimonta alla Juve mai doma, capace di rimontare per due volte lo svantaggio e di fare emergere alla distanza le sue qualità superiori. Il Torino per tre quarti di gara tiene testa ai rivali, gioca alla pari facendo per lunghi tratti la partita, ma cala fatalmente nel finale qua...leggi
01/03/2023


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03013 secondi