Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Serie A: la Juve scavalca in classifica il Toro in attesa del derby

I bianconeri soffrono ma vincono a La Spezia, i granata non vanno oltre il pari contro il fanalino di coda Cremonese

 

Prestazioni speculari (solo un tempo all'altezza) e diametralmente opposte nell'esito finale per le due rappresentanti del calcio sotto la Mole in un ventitreesimo turno di campionato dal sapore agrodolce. La Juventus, pur faticando oltre misura, passa a La Spezia compiendo un altro passo della sua irta scalata verso le posizioni che contano, mentre il Torino prima si illude, poi rischia addirittura il clamoroso tracollo contro la Cremonese, chiudendo con un pareggio che non serve e lascia insoddisfatte entrambe le contendenti.Dopo l'opaca prestazione casalinga con finale al veleno di Europa League contro il Nantes, nuovo indice di una campagna continentale finora disastrosa, la Juventus ritrova in parte il sorriso in campionato passando a La Spezia con risultato all'inglese ma flemma tutt'altro che britannica e porta a tre la serie delle sue vittorie consecutive proseguendo la risalita in classifica.

Troppe però le sofferenze patite dalla Vecchia Signora all'interno di una gara ancora una volta dalla doppia faccia, in cui a mancare è stata la continuità (dolente costante di questa stagione) e dove è stato necessario affidarsi ai guizzi dei singoli (leggi ritrovata concretezza di Kean, inventiva di Di Maria e reattività di Perin) per venire a capo di un avversario ordinato e aggressivo ma, per fortuna dei bianconeri, al solito poco incisivo negli ultimi sedici metri.

Prima frazione con Madama sbiadita nonostante la maglia color fucsia elettrico. Se il reparto arretrato, in cui Rugani rimpiazzava egregiamente lo squalificato Bremer, non aveva problemi ad arginare gli evanescenti Shomurodov e Verde, il settore nevralgico partiva ad handicap con l'errore in disimpegno e il successivo fallo da cartellino giallo di Locatelli nei primo mezzo minuto di gioco. Paredes continuava ad essere un oggetto misterioso avulso dal contesto della squadra e Rabiot faticava a carburare. A sprazzi Cuadrado e Kostic sulle corsie esterne contro Reca e Gyasi, mentre in avanti il peso e la determinazione di Vlahovic e Kean faticavano a trovare spazi tra le maglie della retroguardia spezzina.

Mezz'ora iniziale scorbutica e agonisticamente intensa, con le due squadre che si affrontavano in maniera speculare, pronte ad abbassarsi e a chiudersi di fronte alle iniziative avversarie, salvo cercare di recuperare palla e ribaltare il fronte. In questo contesto la Juve era penalizzata dai troppi errori di misura in disimpegno e in alcuni frangenti da un'intensità inferiore a quella messa in campo dai liguri.

Alla prima iniziativa lucida in verticale la squadra di Allegri riusciva però a far prevalere la propria qualità e sbloccava il risultato grazie alla combinazione fra Paredes e Kostic finalizzata da Kean. Dopodiché andava in scena la replica di quanto già visto in coppa: a cavallo dei due tempi la Juve staccava la spina mentalmente, abbassava troppo il baricentro e si trovava a lungo in balia delle folate avversarie, dovendosi difendere con le unghie e con i denti e rischiando oltre il lecito.

Significativo il segnale lanciato dal tecnico livornese, che ad inizio ripresa gettava nella mischia De Sciglio e Fagioli in luogo degli inconsistenti Cuadrado e Paredes, ma la chiave di volta era l'innesto di Di Maria, che una decina di minuti dopo il suo ingresso metteva in ghiaccio la vittoria, continuando poi a deliziare compagni e platea con giocate di classe.

A spegnere le residue velleità di rientrare in partita di uno Spezia dalla buona personalità e nulla più, era un Perin dall'esplosività felina sulle conclusioni a botta sicura di Gyasi e Nikolaou. Nel finale c'era anche spazio per la promessa Iling-Junior e per il ritorno in campo di Bonucci, buon viatico in vista della trasferta da "dentro o fuori" di giovedì a Nantes e del successivo, anomalo, derby del martedì sera con il Toro.

Sulla sponda opposta del Po il Toro aveva contro la cenerentola Cremonese la ghiotta opportunità di tornare a fare bottino pieno e di presentarsi, complice la penalizzazione avversaria, davanti ai "cugini" bianconeri al derby di martedì. Per la circostanza mister Juric apportava pochi ma significativi ritocchi al suo collaudato modulo tattico. Solida la linea difensiva con Djidji, Schuurs e Rodriguez, sulle fasce laterali venivano impiegati Aina e Vojvoda, mentre nel settore nevralgico si registrava la prima da titolare di Ilic affiancato da Linetty. Nei trequartisti Karamoh soffiava la maglia al discontinuo Radonjic, ben spalleggiato dall'estro di Miranchuk a supportare il movimento e la voglia di tornare a segnare davanti al proprio pubblico di Sanabria.

Come da copione erano i granata a fare la partita, ma i ritmi più compassati rispetto alle precedenti uscite, l'attento schieramento difensivo grigiorosso e la mancanza di incisività nelle conclusioni (tre le occasioni non concretizzate da Sanabria, Karamoh e Vojvoda), prolungavano fino al tramonto della prima frazione l'attesa per l'episodio in grado di sbloccare la partita, in cui era bravo Ilic a procurarsi con mestiere a spese di un ingenuo Sernicola il rigore trasformato con freddezza da Sanabria.

Al rientro dagli spogliatoi ci si aspettava un Toro capace di continuare a restare sul pezzo con l'obiettivo di chiudere prima possibile i giochi, invece i granata si scioglievano di fronte alla reazione della squadra di Ballardini, più audace nell'atteggiamento con l'innesto di Afena-Gyan.

La carambola sul palo che faceva terminare alle spalle di Milinkovic-Savic il destro al bacio di Tsadjout era un primo schiaffo che non svegliava i torinisti, i quali continuavano a subire l'intraprendenza, specie sulle corsie esterne, dei lombardi, che ribaltavano il risultato ad un quarto d'ora dal termine con la sassata dell'instancabile Valeri.

Ad un passo dal baratro, il Vecchio Cuore Granata aveva un sussulto d'orgoglio e il neo entrato Singo (nella foto tratta dal sito ufficiale del Torino FCne riportava presto i battiti alla normalità coronando una pregevole manovra avvolgente. Sullo slancio il Toro continuava a premere nel tentativo di riacciuffare la vittoria, ma Carnesecchi blindava il pareggio negando la doppietta a Sanabria.

Al triplice fischio tanta la delusione, con il sospiro di sollievo per il pericolo scampato che non mitigava l'amarezza per l'ennesima grande occasione sprecata. Ora il derby, in cui il Toro sarà nuovamente chiamato a cercare di infrangere quello che negli ultimi anni è diventato un vero e proprio tabù.

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 21/02/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie A: ultima di campionato agrodolce per le squadre torinesi

Il Torino fa quasi da sparring partner all'Inter ormai proiettata alla finale di Champions League, tiene testa ai rivali ma paga una distrazione difensiva e la scarsa incisività in fase realizzativa (complici le parate dei portieri avversari), chiudendo la stagione con una sconfitta che gli impedisce di agganciare l'ottavo posto, ...leggi
05/06/2023


Serie A: pari del Toro contro la Fiorentina, crollo Juve ad Empoli

Un Torino di piccolo cabotaggio intasca un punto contro la Fiorentina e si avvia verso un tranquillo finale di campionato privo però di stimoli e obiettivi particolari. La Juventus incappa in una settimana che definire nera sarebbe un eufemismo e crolla ad Empoli sotto il peso degli eventi. Le rappresentanti del calcio sotto la Mole zoppicano nel confronto incrociato con le tosc...leggi
23/05/2023

Serie A: Toro da record in trasferta, la Juve regola la Cremonese

                    Il Torino conferma la sua recente vocazione di squadra da trasferta cogliendo a Verona la sua quarta vittoria nelle ultime cinque esibizioni lontano dalle mura amiche al termine di una gara dominata ed in cui ha raccolto addirittura meno di quanto...leggi
15/05/2023


Vittorie per Juve e Toro nel turno infrasettimanale di serie A

                    La Juventus prima sprinta, poi ondeggia e soffre più del dovuto, ma alla fine piega il mai domo Lecce e centra l'obiettivo di tornare alla vittoria. Il Torino passeggia sui resti della Sampdoria, svolge al meglio il proprio compito senza da...leggi
05/05/2023

Serie A: pari della Juve a Bologna, il Toro ko di misura

Un Torino gagliardo tiene testa all'Atalanta ma paga cari gli episodi e vede sfuggire via la Dea nel finale rimanendo a bocca asciutta. La Juventus, sempre più indecifrabile, dà qualche segnale di risveglio ma sconta tutti i suoi limiti attuali e torna da Bologna con una pareggio che ha le sembianze dell'occasione sprecata, chiudendo alla meno peggio una settimana nera. P...leggi
01/05/2023


Ancora delusioni per le squadre torinesi in serie A

Un Toro dai due volti sbaglia l'approccio alla partita, è costretto ad inseguire, poi cambia passo, agguanta la Salernitana e sfiora il successo, ma deve ancora una volta rimandare l'appuntamento con la vittoria. Una Juve abulica e priva di nerbo, apparsa svuotata mentalmente e fisicamente dopo le fatiche e le emozioni di Europa League, mette in scena una recita censurabile in c...leggi
17/04/2023

Serie A: torinesi ko nel doppio confronto contro le romane

Le romane fanno la voce grossa, ribadiscono il loro ritrovato ruolo capitale e per le paladine del calcio sotto la Mole il sabato di campionato prepasquale diventa di passione. Toro e Juve escono a bocca asciutta dal confronto incrociato con Roma e Lazio e devono frenare la rincorsa ai rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
11/04/2023

Serie A: la Juve regola il Verona, pari del Toro in casa del Sassuolo

  La Juventus regola a fatica il Verona e compie un altro deciso passo nella sua risalita in classifica, vedendo apparire all'orizzonte addirittura la zona Champions League. Il Torino si rimette in marcia e torna dalla trasferta in casa del Sassuolo con un punto raccogliendo forse meno di quanto seminato. Va in archivio all'insegna del moderato ottimismo la 28ª giornata di cam...leggi
04/04/2023

Serie A: alla Juve il derby d'Italia, Toro travolto dal ciclone Napoli

Il ciclone Napoli travolge un Toro che, oltre alla generosità, poco altro ha potuto mettere in campo per cercare di contrastare la spettacolare corazzata partenopea. La Juve, finalmente concreta e convincente, si aggiudica con merito un derby d'Italia al solito carico di veleni e prosegue nella sua risalita preparandosi ad un finale di stagione da cuori forti. Anche l'ultimo tur...leggi
21/03/2023

Serie A: la Juve regola la Samp, il Toro sbanca Lecce

Un Toro concreto, cinico e dalla forte personalità impiega tre minuti per mettere in ghiaccio la vittoria di Lecce, poi controlla con lucidità una gara divenuta sempre più spigolosa e torna dal Salento con tre punti preziosi e una ritrovata continuità di prestazione. Una Juve schizofrenica fa, disfa e va sulle montagne russe contro il fanalino di coda Sampdoria, gene...leggi
13/03/2023

Serie A: il Toro torna alla vittoria con il Bologna, Juve ko a Roma

La Juventus cade nella trappola tattica tesa da Mourinho, sbatte contro tre pali e torna a casa dalla trasferta romana a mani vuote, con la spiacevole sensazione di aver sprecato un'occasione. Il Torino si mette alle spalle la delusione del derby, fornisce una prova all'insegna della solidità e della concretezza, regola di misura un Bologna molto temuto alla vigilia e ritrova la vittoria...leggi
07/03/2023

Derby della Mole: la Juve regola il Toro nella ripresa

Un derby fiammeggiante, uno dei più intensi, combattuti ed emozionanti degli ultimi anni, va in rimonta alla Juve mai doma, capace di rimontare per due volte lo svantaggio e di fare emergere alla distanza le sue qualità superiori. Il Torino per tre quarti di gara tiene testa ai rivali, gioca alla pari facendo per lunghi tratti la partita, ma cala fatalmente nel finale qua...leggi
01/03/2023


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04932 secondi