Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Serie A: il Toro torna alla vittoria con il Bologna, Juve ko a Roma

Karamoh decide la sfida di lunedì sera contro i felsinei

La Juventus cade nella trappola tattica tesa da Mourinho, sbatte contro tre pali e torna a casa dalla trasferta romana a mani vuote, con la spiacevole sensazione di aver sprecato un'occasione. Il Torino si mette alle spalle la delusione del derby, fornisce una prova all'insegna della solidità e della concretezza, regola di misura un Bologna molto temuto alla vigilia e ritrova la vittoria dopo un mese. Risultati speculari dall'esito opposto per le due paladine del calcio sotto la Mole, in un turno di campionato caratterizzato ancora una volta da gioie e dolori.

 Olimpico amaro per la Vecchia Signora, che viene sedotta e beffata da una volpe della panchina come Mourinho e dai suoi famelici lupacchiotti giallorossi. Gara molto sentita, data l'importanza della posta in palio, ed eccessivamente bloccata sul piano tattico, specie nella prima frazione. Il tecnico portoghese sorprende tutti schierando un tridente offensivo "leggero" composto da Wijnaldum, Pellegrini e Dybala per non dare punti di riferimento alla difesa bianconera, favorendo allo stesso tempo pressing e il lavoro di schermo sulle linee di passaggio avversarie. Dopodiché arretra il baricentro della propria squadra votandola ad un'accorta copertura e lasciando l'iniziativa ai rivali.

 La banda di Allegri si trova così chiamata a svolgere il compito per lei più indigesto da inizio stagione, ovvero fare la partita. I ritmi blandi non aiutano, così come la mancanza di incisività e di verticalizzazioni. Mentre i due reparti di centrocampo si annullano e quelli offensivi latitano sopraffatti dalle rispettive retroguardie e dalla mancanza di palloni giocabili, qualche lampo si accende sulle corsie esterne, dove da un lato Kostic risulta imprendibile per Zalewski e dall'altro Cuadrado va in costante difficoltà contro Spinazzola.

 A destare dal torpore gli spettatori sugli spalti e quelli a casa sprofondati sui divani davanti ai teleschermi, ci pensano la fiondata di Dybala respinta da Szczesny e l'inzuccata di Rabiot mandata sul palo dal provvidenziale intervento di piede di Rui Patricio, avvisaglia di una ripresa più movimentata.

 La Juve capisce che può e deve osare di più se vuole far sua l'intera posta ed al rientro dall'intervallo alza i giri del motore sfruttando con maggiore incisività le corsie esterne, ma mancando sempre nell'ultimo passaggio. Nel suo momento migliore viene però trafitta dal cinismo della Roma, che capitalizza la spingarda a sorpresa dalla distanza di Mancini favorita dal ritardo nell'uscita difensiva dei bianconeri e dalla non impeccabile reattività del loro portiere.

 Strada in discesa per i giallorossi, a loro agio nel poter agire di rimessa (come testimoniano anche i cambi effettuati dal tecnico portoghese) ed improvvisamente in salita per Madama, che nonostante gli innesti di Chiesa e Pogba non riesce mai a cambiare passo, sbattendo sempre sul muro romanista.

 Se da un lato ci mette lo zampino la sfortuna (leggi il palo scheggiato dalla punizione di Cuadrado e quello centrato dalla deviazione autolesionistica di Mancini) e Rui Patricio veste i panni del protagonista quando viene chiamato in causa, dall'altro la Juve risulta sempre troppo leziosa, poco determinata e priva della lucidità necessaria (emblematica l'occasionissima sciupata da Danilo all'ultimo respiro del recupero) nell'avvicinarsi alla porta avversaria. Da censura l'ingresso con espulsione da record di Kean quando ci sarebbe stato ancora il tempo di raddrizzare il risultato.

 Mourinho e la Roma intascano così sogghignando i tre punti, mentre la squadra di Allegri resta basita ed è costretta a segnare il passo dopo quattro vittorie consecutive, lasciando il campo con la spiacevole sensazione di avere sprecato una grossa occasione per proseguire la risalita in classifica.

 Giovedì, nell'andata degli ottavi di finale di Europa League contro gli insidiosi tedeschi del Friburgo, nuovo capitolo dell'avventura continentale. Domenica sera invece, la Juve chiederà strada alla Sampdoria per tornare a rimettersi in carreggiata in campionato.

Confortato dalla precedente prestazione dei suoi, nel posticipo del lunedì sera Juric dà fiducia all'undici di partenza del derby, in cui svettano sugli altri un gladiatorio Schuurs nel reparto arretrato, l'inesauribile Linetty, che coniuga quantità e qualità nel settore nevralgico venendo anche in aiuto dei difensori nelle fasi cruciali della ripresa, e il guizzante Karamoh (la sua esultanza dopo il gol nella foto tratta dal sito ufficiale del Torino FC), uomo partita ed elemento determinante sul fronte offensivo.

Di fronte ad un Bologna irriconoscibile e troppo remissivo, il Toro prende subito il controllo delle operazioni con costante ricerca del pressing e delle verticalizzazioni con inserimenti a rimorchio. Dopo le occasioni per Singo e Miranchuk, la supremazia granata si concretizza a metà della prima frazione con un'azione simbolo del credo tattico del suo allenatore: combinazione in velocità con inserimenti a rimorchio fra Rodriguez, Ilic e Sanabria, palla nel cuore dell'area felsinea a Karamoh che si destreggia in serpentina nel traffico e insacca con un tocco d'astuzia.

Passato in vantaggio il Toro lo legittima con una prestazione gagliarda, impedendo ai portatori di palla avversaria di imbastire trame pericolose, salvo rifiatare ed arretrare il baricentro senza rischiare nulla prima dell'intervallo. Nella ripresa le squadre si allungano e trovano maggiori spazi, il Bologna osa di più ed avanza il suo baricentro grazie anche all'inserimento di una punta di ruolo come Zirkzee, mentre la squadra di Juric contiene con lucidità e sicurezza nei propri mezzi le iniziative avversarie, senza rischiare più di tanto.

L'unico appunto che si può muovere ai granata è quello non aver saputo chiudere prima la contesa sfruttando le giocate di rimessa avute a disposizione (su tutte la combinazione fra i neo entrati Radonijc e Vojvoda, con colpo di testa in corsa di quest'ultimo di poco alto sulla traversa), tenendo la gara pericolosamente aperta sino al triplice fischio.

La concentrazione restava però intatta e il Vecchio Cuore granata poteva tornare a festeggiare la vittoria, rilanciando allo stesso tempo le proprie quotazioni nella corsa ad un posto nelle coppe. Domenica la prova del nove per la ritrovata continuità granata nel match dell'ora di pranzo a Lecce.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 07/03/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie A: ultima di campionato agrodolce per le squadre torinesi

Il Torino fa quasi da sparring partner all'Inter ormai proiettata alla finale di Champions League, tiene testa ai rivali ma paga una distrazione difensiva e la scarsa incisività in fase realizzativa (complici le parate dei portieri avversari), chiudendo la stagione con una sconfitta che gli impedisce di agganciare l'ottavo posto, ...leggi
05/06/2023


Serie A: pari del Toro contro la Fiorentina, crollo Juve ad Empoli

Un Torino di piccolo cabotaggio intasca un punto contro la Fiorentina e si avvia verso un tranquillo finale di campionato privo però di stimoli e obiettivi particolari. La Juventus incappa in una settimana che definire nera sarebbe un eufemismo e crolla ad Empoli sotto il peso degli eventi. Le rappresentanti del calcio sotto la Mole zoppicano nel confronto incrociato con le tosc...leggi
23/05/2023

Serie A: Toro da record in trasferta, la Juve regola la Cremonese

                    Il Torino conferma la sua recente vocazione di squadra da trasferta cogliendo a Verona la sua quarta vittoria nelle ultime cinque esibizioni lontano dalle mura amiche al termine di una gara dominata ed in cui ha raccolto addirittura meno di quanto...leggi
15/05/2023


Vittorie per Juve e Toro nel turno infrasettimanale di serie A

                    La Juventus prima sprinta, poi ondeggia e soffre più del dovuto, ma alla fine piega il mai domo Lecce e centra l'obiettivo di tornare alla vittoria. Il Torino passeggia sui resti della Sampdoria, svolge al meglio il proprio compito senza da...leggi
05/05/2023

Serie A: pari della Juve a Bologna, il Toro ko di misura

Un Torino gagliardo tiene testa all'Atalanta ma paga cari gli episodi e vede sfuggire via la Dea nel finale rimanendo a bocca asciutta. La Juventus, sempre più indecifrabile, dà qualche segnale di risveglio ma sconta tutti i suoi limiti attuali e torna da Bologna con una pareggio che ha le sembianze dell'occasione sprecata, chiudendo alla meno peggio una settimana nera. P...leggi
01/05/2023


Ancora delusioni per le squadre torinesi in serie A

Un Toro dai due volti sbaglia l'approccio alla partita, è costretto ad inseguire, poi cambia passo, agguanta la Salernitana e sfiora il successo, ma deve ancora una volta rimandare l'appuntamento con la vittoria. Una Juve abulica e priva di nerbo, apparsa svuotata mentalmente e fisicamente dopo le fatiche e le emozioni di Europa League, mette in scena una recita censurabile in c...leggi
17/04/2023

Serie A: torinesi ko nel doppio confronto contro le romane

Le romane fanno la voce grossa, ribadiscono il loro ritrovato ruolo capitale e per le paladine del calcio sotto la Mole il sabato di campionato prepasquale diventa di passione. Toro e Juve escono a bocca asciutta dal confronto incrociato con Roma e Lazio e devono frenare la rincorsa ai rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
11/04/2023

Serie A: la Juve regola il Verona, pari del Toro in casa del Sassuolo

  La Juventus regola a fatica il Verona e compie un altro deciso passo nella sua risalita in classifica, vedendo apparire all'orizzonte addirittura la zona Champions League. Il Torino si rimette in marcia e torna dalla trasferta in casa del Sassuolo con un punto raccogliendo forse meno di quanto seminato. Va in archivio all'insegna del moderato ottimismo la 28ª giornata di cam...leggi
04/04/2023

Serie A: alla Juve il derby d'Italia, Toro travolto dal ciclone Napoli

Il ciclone Napoli travolge un Toro che, oltre alla generosità, poco altro ha potuto mettere in campo per cercare di contrastare la spettacolare corazzata partenopea. La Juve, finalmente concreta e convincente, si aggiudica con merito un derby d'Italia al solito carico di veleni e prosegue nella sua risalita preparandosi ad un finale di stagione da cuori forti. Anche l'ultimo tur...leggi
21/03/2023

Serie A: la Juve regola la Samp, il Toro sbanca Lecce

Un Toro concreto, cinico e dalla forte personalità impiega tre minuti per mettere in ghiaccio la vittoria di Lecce, poi controlla con lucidità una gara divenuta sempre più spigolosa e torna dal Salento con tre punti preziosi e una ritrovata continuità di prestazione. Una Juve schizofrenica fa, disfa e va sulle montagne russe contro il fanalino di coda Sampdoria, gene...leggi
13/03/2023

Derby della Mole: la Juve regola il Toro nella ripresa

Un derby fiammeggiante, uno dei più intensi, combattuti ed emozionanti degli ultimi anni, va in rimonta alla Juve mai doma, capace di rimontare per due volte lo svantaggio e di fare emergere alla distanza le sue qualità superiori. Il Torino per tre quarti di gara tiene testa ai rivali, gioca alla pari facendo per lunghi tratti la partita, ma cala fatalmente nel finale qua...leggi
01/03/2023

Serie A: la Juve scavalca in classifica il Toro in attesa del derby

  Prestazioni speculari (solo un tempo all'altezza) e diametralmente opposte nell'esito finale per le due rappresentanti del calcio sotto la Mole in un ventitreesimo turno di campionato dal sapore agrodolce. La Juventus, pur faticando oltre misura, passa a La Spezia compiendo un altro passo della sua irta scalata verso le posizioni che contano, mentre il Torino prima si illude, poi...leggi
21/02/2023


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05972 secondi