Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Toro, il dopo Ventura non mi convince affatto

Non sono ancora riuscito a comprendere l’euforia della maggior parte del popolo granata per l’arrivo di Sinisa Mihajlovic sulla panchina del Torino. So da me che l’allenatore serbo gode di buona stampa, al pari del suo collega Roberto Mancini, di cui è stato assistente all’inizio, ma ritengo che l’andamento della sua carriera sia per lo meno ondivago. Tanto per cominciare viene da un esonero al Milan. Può essere stato ingiusto quanto vi pare, ma che il gioco del Milan fosse tutto da decifrare è un dato che non sfuggiva nemmeno all’osservatore meno attento. Forse a Mihajlovic non è stato concesso abbastanza tempo, certamente avrebbe meritato di giocarsi la finale di Coppa Italia con la Juventus, ma che il Milan stesse navigando lontanissimo dalla Champions League e appena un punto sopra l’Europa League anche questo era incontrovertibile. Può darsi che sia stata tutta colpa di Galliani e/o di Barbara Berlusconi o del suo augusto padre, tuttavia questa squadra è parsa un po’ più decente solo quando si è schierata con uno scolastico 4-4-2. Alcuni sostenitori dicono che Mihajlovic venisse da una buona stagione alla Sampdoria. Non è propriamente corretto se ci si ricorda gli stenti del girone di ritorno che hanno portato i doriani fuori dalla zona europea. Ci sono rientrati solo perché il Genoa non aveva adempiuto ai suoi doveri economici ed era stato sbattuto fuori da quanto meritato con grande scorno di Gasperini che, al contrario, aveva fatto l’impresa. Se parliamo di squadre di club, prima della Samp, Sinisa aveva allenato il Bologna (ed era stato esonerato), poi la Fiorentina (ed era stato esonerato). Con la sua nazionale, quella serba, aveva fatto male nonostante da quelle parti non sia mai mancata la qualità (vedere la Premier League per credere). Ora sento dire che, dopo Ventura, non poteva esserci allenatore migliore di Mihajlovic per incarnare i valori granata. Discorso assai pericoloso se qualcuno ricorda (io sì) i valori e le amicizie esposte su qualche striscione dal Mihajlovic laziale. Per carità di ideologia, preferirei tralasciare il discorso e concentrarmi su una domanda strettamente calcistica: alla luce di non pochi scivoloni tecnici, sarà più utile Mihajlovic al Torino o il Torino a Mihajlovic?

Print Friendly and PDF
  Scritto da Giancarlo Padovan il 08/06/2016
Tempo esecuzione pagina: 1,20717 secondi