Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Serie D: il Chieri sgambetta l'Unione Sanremo

Vai alla galleria

 

CHIERI – Chieri vendicatore, non ha dimenticato l’incredibile sconfitta incassata all’andata per 2-1 e restituisce pan per focaccia ad un’Unione Sanremo salita al “De Paoli” convinta di continuare a far gorgheggi ed acuti sull’onda lunga dei fasti del Festival canoro. Il 3-2 la dice tutta: i matuziani, secondi della classe, giocano per i tre punti a viso aperto, rimontano due volte, ma hanno la disavventura di imbattersi in un avversario dalle caratteristiche tecniche similari e con in più con tra i denti un coltello affilato per l’occasione che lo fa diventare oltremodo ostinato e puntiglioso.

 

Manzo con la panca corta batte Lupo con la panca lunga e svuotata per intero anche a causa di due uscite per infortunio nel secondo tempo, che provocheranno un ovvio recupero più lungo del solito. Il primo è tempo di studio, la ripresa da stadio. Duello ruvido non solo perché il terreno tradisce, i nervi sono a fior di pelle, l’arbitro ha un compito durissimo ma se la cava da par suo ben sorretto dai colleghi con le bandierine e gli azzurri di rosso vestiti superano se stessi, uscendo tra gli applausi. Ci voleva. Fino al riposo si lavora di buzzo buono al telaio, si affonda poco e si tira punto, tanto che le contendenti sembrano non volersi far male, ma sarà solo un’impressione. Pautassi di nuovo terzino d’offesa fa venire i brividi ai biancocelesti, però Manis (22’) e Madonia (43’) gli dicono di no. Tra i due episodi, il rigore concesso al 38’ per fallo sulla destra di Spinosa su Ferrandino, pochissimo dentro la linea corta dell’area grande, che innesca una sequela di proteste di fuoco per la questione dei centimetri e culmina nel “cucchiaio” di Gaeta grazie al quale il Chieri passa a condurre.

 

Nella ripresa il Chieri pare un “già visto”, non osa e gestisce, così i liguri incattiviti hanno buon gioco e pareggiano al 13’ con Videtta, difensore senza limiti di azione, che corona di giustezza una pregevole trama di rimessa nata a centrocampo. I chieresi non ci stanno e tornano sopra al 23’: Pautassi scambia con D’Iglio sulla sinistra e pesca in mezzo Gaeta che bombarda dentro di forza da pochi passi. Ottimo e abbondante per la truppa. Trascorrono tuttavia due soli minuti e Spinosa inventa da fuori un missile perfetto sul quale Tunno non è insuperabile, ma è senza colpe: 2-2. Finita lì? Macchè! Ferrandino uccel di bosco è pomposo come se fosse uscito dall’Ariston: al 38’ incanta la platea con uno scatto in verticale e fa schizzare in piedi con un sinistraccio che fulmina Manis in diagonale. Grasso che cola. Averne, ragazzi, di pomeriggi come questo, averne!...

 

Chieri-Unione Sanremo 3-2 (1-0).

CHIERI: Tunno; Serbouti, Pautassi; Bani, Ciappellano, Conrotto; D’Iglio, Della Valle (40’ st Cirio), Gaeta (40’ st Di Lernia), Ferrandino, Gasparri. 12 Benini 14 Vergnano 16 Gerbino 17 Merkaj. All. Vincenzo Manzo.

UNIONE SANREMO: 1 Manis 2 Giubilato (40’ st Carletti 18) 3 Anzaghi (33’ st Sadek 24) 5 Videtta (45’ st Gastaldo 6) 8 Spinosa 10 Molino 16 Taddei 19 Lo Bosco (18’ st Lella 9) 23 Fiore 26 Rotulo 27 Scalzi (32’ st Gagliardi 7). 22 Morelli 4 Bregliano 29 Guida 30 Acampora. All. Alessandro Lupo.

TERNA ARBITRALE: Madonia di Palermo (Petracca di Lecce e Parisi di Bari).

RETI: 38’ pt Gaeta su rigore; 13’ st Videtta, 23’ st Gaeta, 25’ st Spinosa, 38’ st Ferrandino.

NOTE: 45’+52’. Duecento spettatori, con folta rappresentanza rivierasca.

 

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da redazione_piemonte il 10/02/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,09977 secondi