Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Serie D: il Bra serve il tris all'Unione Sanremo

Vai alla galleria

 

BRA – Daidola ribattezzato “Lucio” sta eccome attento al Lupo che è il suo collega di giornata, Giglio onora la Madonna dei fiori con il gol che sblocca il risultato, Bonofiglio le para tutte belle e brutte, Casolla con la doppietta fumante ci ha preso gusto e replica di nuovo. Roba da stropicciarsi gli occhi. Il Bra in versione Esopo gioca una partita casalinga da favola, infliggendo all’Unione Sanremo seconda forza del girone un 3-0 inaspettato e memorabile, ma anche propositivo e di prospettiva, poiché gli consente contro ogni pronostico di tornare in lizza, a quattro turni dalla fine del campionato, per l’assegnazione di un posto utile per disputare i playoff.

Orfano del lungodegente D’Antoni e con Dolce tenuto in panca forse proprio a ricaricare le batterie, il collettivo giallorosso sciorina una prestazione intelligente, lucida e risoluta, ridimensionando attraverso un calcio in profondità, semplice e veloce, le velleità di un avversario tecnicamente più evoluto, grande macinatore di gioco attraverso un fraseggio talvolta perfino supponente, ma senza fortuna in fase conclusiva e privo di quel sacro fuoco che alimenta la capacità di adattamento alla quale anche gli squadroni di grido devono votarsi quando la partita evolve per lo più in chiave agonistica e si deve essere abili a difendersi: nel nostro caso il duello non ha requie di sorta e diventa sempre più ruvido e nervoso, sfociando in un’espulsione dalla panca ed in una sventagliata di ammonizioni sul rettangolo verde.

Gli azzurri rivieraschi tessono la tela di buona lena con un 4-3-3 spavaldo ma il tiro al bersaglio lo fanno presto i locali, disposti dal loro trainer con un 4-2-3-1 molto duttile e sornione, nel quale Tettamanti veste i panni dell’ispiratore a tutto campo. Al 3’ da corner Bettati spara ai nuvoloni ed al 7’ Manis portiere “circense” dirotta platealmente in angolo un destraccio di Gonella. Tredicesimo: rimessa laterale di Massucco, cross di Barale, testa di Casolla, Manis ricaccia, Giglio controlla e spara basso in diagonale col mancino la palla dell’1-0. Matuziani rabbiosi: due tentativi fuori bersaglio (14’ e 15’), poi Bonofiglio si erge a protagonista in un paio di occasioni (16 e 22’) e si supera al 32’ con un grande intervento in corner togliendo letteralmente le ragnatele inzuppate d’acqua dal “sette” della propria porta, su missile di destro da parte di Spinosa. Non solo: il numero 1 chiude il primo giro al 44’ deviando un maligno piazzato di Molino.

Ripresa che non ti aspetti. Il Bra toglie l’iniziativa agli ospiti e per questi, senza la palla da gestire con continuità, si fa buio sempre più pesto. Al 5’ Gonella verticalizza basso in area per Casolla che arpiona il taglio del compagno e fredda Manis da distanza ravvicinata. Al 10’ traversone dalla destra, Manis si esibisce in una respinta che finisce sul braccio aperto di Castaldo: rigore secondo regolamento, che Casolla trasforma spiazzando l’estremo difensore ospite. Sul 3-0 inizia la sarabanda delle sostituzioni, 9 in tutto, praticamente ininfluenti. Al 18’ Taddei bombarda da lontano ma Bonofiglio, più che prodigo, è ancora una volta prodigioso. Per l’Unione Sanremo non è proprio giornata e l’ultima mezz’ora è destinata a non passare agli annali.

 

Bra-Unione Sanremo 3-0 (1-0)

 

BRA: 1 Bonofiglio, 4 Rossi, 5 Barale, 6 Bettati, 7 Gonella (37’ st De Santi 16), 9 Giglio, 10 Tettamanti (32’ st Brancato 14), 17 Casolla (45’ st Leo 13), 21 Tuzza (1’ st Vergnano 20), 23 Quitadamo, 24 Massucco (42’ st Petracca 11). 12 Reinaudo, 8 Dolce, 15 Bosio, 25 Manuali. All. Fabrizio Daidola.

UNIONE SANREMO: 1 Manis, 4 Bregliano, 6 Castaldo (16’ st Scalzi 27), 7 Gagliardi (16’ st Lo Bosco 19), 8 Spinosa, 10 Molino, 11 Calderone (16’ st Giubilato 2), 15 Montanaro (5’ st Anzaghi 3), 16 Taddei, 24 Sadek, 26 Rotulo. 22 Morelli, 13 Minasso, 17 Ciotoli, 29 Guida, 30 Acampora. All. Alessandro Lupo.

TERNA ARBITRALE: Rispoli di Locri (Mongiovì e Cumbo di Agrigento).

RETI: 13’ pt Giglio; 5’ st e 10’ st (rigore) Casolla.

NOTE: 46’+49’. Espulso per proteste il vice allenatore ligure Correale.

 

 

Galleria fotografica
Print Friendly and PDF
  Scritto da Angelo Tosco il 07/04/2019
Tempo esecuzione pagina: 0,11054 secondi