Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Tutti gli articoli scritti da: Angelo Tosco


<< precedente   successiva >>   

Serie D: il Chieri supera l'Asti e vede il traguardo della salvezza

    CHIERI – Salvo, quasi come Montalbano. Lo dice anche il vice Mimì, non quello metallurgico. La matematica, si sa, non è un’opinione ma… se “del doman non v’è certezza”, Poeta docet, i quarantaquattro punti in fila per sei col resto di due raggiunti al “De Paoli” nella terzultima giornata, danno per intanto serenità e fiducia. La piazza torna a sorridere dopo che da un bel pezzo si era fatta triste e preoccupata per un eventuale strascico da disperazione: la squadra rischiava di sostenerlo per guadagnare la salvezza. In un derby dalle antiche radici il Chieri ha battuto in rimonta per 2-1 i “cugini” dell’Asti e compiuto un passo da gigante per restare in serie D. I prossimi due t...leggi

23/04/2023, Angelo Tosco, ULTIME NEWS
Nome: Angelo
Cognome: Tosco
Data di nascita:
Mail:
Telefono:
Residenza:
Professione:
Curriculum:

Viaggio nella memoria della Coppa Carnevale, ora Viareggio Cup

Ieri, lunedì 20 marzo 2023, è partita l’edizione numero 73 del “Viareggio”: una “vetrina” del calcio giovanile internazionale che ha radici antiche e vanta ancora fama e prestigio, pur essendo stata negli anni sempre più ridimensionata nei contenuti qualitativi. Nella fotografia in evidenza, la formazione-tipo della Juventus per la prima volta vincitrice del “Burlamacco”, nel 1961. In finale 2-0 al Lanerossi Vicenza con doppietta di Dario Cavallito. Riconosciuti: Cavallito (secondo in alto da sinistra), Mazzia (primo in basso da sinistra), Gabetto (terzo), Castano II (quarto) e il capitano Francesco “Cece” Stacchino (con il mazzo di fiori).   DALLE ORIGINI (1949) AL 1960. Estratto da VERSILIATODAY, Coppa ...leggi

21/03/2023, Angelo Tosco, ULTIME NEWS

Chieri-Sanremese: il ricordo alla memoria del doppio ex Cece Stacchino

Aspettando Chieri-Sanremese di domenica prossima 19 marzo 2023, un ricordo alla memoria di Francesco “Cece” Stacchino, classe 1940, scomparso poco tempo fa. Con un altro ex della Juve in serie A, Giuseppe Patrucco, classe 1932, mancato nel 2017, Stacchino ha indossato entrambe le casacche azzurre: prima quella dei matuziani e poi quella dei chieresi. Nel Secondo dopoguerra, con Roberto Rosato, aveva inoltre raggiunto il massimo livello calcistico nazionale dopo essersi formato all’oratorio salesiano di San Luigi. Nell'immagine in evidenza: Cece Stacchino (secondo in basso da destra) al Chieri in serie D. Da sinistra, sopra: Manolino, Bosco, Tuninetti, allenatore Viola, Rossano, Francescon, Lemonnier; sotto: Gionco, Fossati, Donino, Fanti, Filiputti, Stacchino e Carbone...leggi

16/03/2023, Angelo Tosco, ULTIME NEWS

Serie D: il gol di Menabò decide la sfida tra il Bra ed il Chisola

  BRA – Alla Madonna dei Fiori, in un pomeriggio di primavera precoce, il Chisola sboccia ed il Bra boccia. Vincono di misura (1-0) i giallorossi di casa e… altro che salsiccia di Bra! Il bottino pieno è veramente “grasso” che cola e si stenta a capire come ciò sia stato possibile, visto che il “vitello” era riuscito a scappare dalla stalla. Per gli ospiti, decisi a farsi rispettare nonostante una graduatoria misera e provetti nel seminare, la sconfitta è invece una punizione eccessiva, che stigmatizza i limiti insistiti esibiti quando si tratta infine di raccogliere. Il Bra, anche perché ha la lista degli effettivi rabberciata, pare stia attraversando soprattutto al “Bravi” una fase interlocutoria e contra...leggi

13/02/2023, Angelo Tosco, ULTIME NEWS

Bongiovanni-Menabò: il Bra supera il Borgosesia al Bravi

BRA– Un Bra inGordon Flash, capace di farti vivere una partita a fumetti senza ricorrere alla fantascienza. Un Borgosesia giovane e troppo calcolatore, che alla fine paga pegno. Lo sanno quasi tutti: al “Bravi Attilio” chi fa i conti senza l’oste resta di norma a gola secca. Così manco può innalzare laudi e preci con giubilo alla Madonna dei Fiori. I giallorossi padroni di casa pregustano infatti la Coppa Italia alla Crema in programma per il 18 prossimo, leccandosi per intanto le ferite causate dalla sconfitta di Legnano e da una panchina malconcia. Vincono di misura (2-1) e riprendono la marcia verso la conquista di un posto nei playoff al termine di una contesa variegata, dove il mestiere e l’esperienza contano ben più del gioco. Prim...leggi

16/01/2023, Angelo Tosco, ULTIME NEWS

Dino Cherubin: quando "ingaggiò" Altafini per un torneo notturno

All’età di 87 anni è mancato Dino Cherubin: uno di quei personaggi così lontani dalla flemma dei “bugianen” da doverti ricredere rapidissimamente, visto che mai ti saresti aspettato di veder passeggiare uno così in via Vittorio da cittadino chierese. Invece cittadino chierese lo era diventato, ma per necessità, il che mai gli impedì comunque di dimenticare anche a distanza di molto tempo il “suo” San Martino di Lupari e la “sua” Luparense. Da ragazzo con la valigia dei sogni aveva infatti cavalcato, non da solo, l’onda di un’emigrazione forzata: quella che doveva portare, anche all’ombra dell’Arco, un gran numero di emigranti dal Polesine martoriato, a far capo dagli Anni Cinquanta. ...leggi

13/01/2023, Angelo Tosco, ULTIME NEWS

Chieri dà l'ultimo saluto a Stacchino: giocò con Charles e Boniperti

Ci ha lasciati Francesco “Cece” Stacchino. Con Roberto Rosato è stato l’unico vero chierese che è riuscito nel dopoguerra ad approdare ad onori ed oneri della serie A partendo dal catino dell’oratorio salesiano di San Luigi. Li avevano preceduti talenti in granata come Onesto Silano e Giovanni Vay. Classe 1940, attaccante puro ma poi destinato purtroppo a compiti offensivi più variegati, fece strabuzzare gli occhi ad addetti ai lavori e non nel corso del Torneo Notturno a 7 estivo del 1956, la seconda edizione e la prima a San Luigi, indossando il colore giallo canarino della Leo B. Lo si ricorda come se fosse ora: partiva di brutto da metà campo ed andava in gol dopo aver travolto con forza ed abilità nel palleggio chiunque gli si...leggi

10/01/2023, Angelo Tosco, ULTIME NEWS

Serie D: il Bra supera di misura il Gozzano

  BRA – Tira la pietra e nasconde la mano. Il Bra batte per 1-0 il Gozzano e si conferma squadra sempre in possesso di fionda e bisaccia, un po’ come se disponesse a piacere di un Davide da opporre al Golia di turno. Stavolta il nemico dei giallorossi è costituito da una formazione rossoblù molto tecnica e perfino capace di esprimere un bel gioco. ma assolutamente latitante negli ultimi venti metri. Partita strana, con gli ospiti che suonano bene e steccano gli acuti che contano, mentre i padroni di casa, molto meno ugole d’oro, badano più che altro a spernacchiarli. Se poi è sempre l’ora dei Pavesi… Dopo aver esploso la doppietta contro il Ligorna nel turno infrasettimanale di Coppa Italia, l’ispirato numero 10 è...leggi

11/12/2022, Angelo Tosco, ULTIME NEWS

Serie D: il Chieri rimonta due reti al Bra

  BRA – Nella campanilistica delle campanilistiche Bra e Chieri pareggiano 2-2 una partita altalenante. Il Chieri gioca bene solo il primo quarto d’ora e l’ultimo scorcio della ripresa ma riesce a rimontare il 2-0 con cui è andato mestamente al riposo. Una grande prestazione di carattere, quella degli azzurri, che combacia alla perfezione con la supponenza dei padroni di casa, visibilmente orfani del loro regista-capitano. Per un bel pezzo, tuttavia, sembra d’obbligo stare al contenuto della parabola di un ex su di giri, tratta dal Vangelo secondo Matteo Pautassi: “Fratelli carissimi, oggi basterò io ad allietarvi il pomeriggio. Capellupo è in panca indisposto e Cappuccetto Giallorosso porterà sicuramente alla nonna malata il ...leggi

30/10/2022, Angelo Tosco, ULTIME NEWS

Serie D: il Bra vince di misura contro il Pont Donnaz

BRA – Un Pont Donnaz dei sospiri. Il Bra fallisce un rigore in apertura e potrebbe rischiare di fare la fine del condannato al pareggio. Riesce però ad issare il gran Pavesi in veste di uomo-partita e mette le vele al vento dei tre punti con un 1-0 arrivato al termine di un pomeriggio di bonaccia tecnico-agonistica. Su versante opposto, buon per lui, c’è un collettivo, quello valdostano, bellooccio ma fragile e scolastico, sterile ed inesperto, molto accademico, più lacunare che lagunare e per nulla serenissimo: in certe situazioni, si sa, sarebbe invece proprio il mestiere a poter dare una grossa mano per non naufragare. Il Bra sbaglia presto (4’) dal dischetto: cross da sinistra di Pautassi, intercettato da Piscopo con l’arto proibito e Cap...leggi

16/10/2022, Angelo Tosco, ULTIME NEWS

<< precedente   successiva >>