Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


La sconfitta con il Lecce vanifica i sogni di vertice del Torino

 

Tutto lasciava presagire una serata di festa per gli oltre 22.000 tifosi accorsi allo stadio Olimpico Grande Torino per il confronto tra la compagine granata e il Lecce: da una parte una squadra rodata dai tre turni di Europa League e dall’ottimo inizio di campionato di serie A, con due vittorie all’attivo in altrettante partite, e dall’altra la formazione fanalino di coda che non aveva ancora incamerato nessun punto.

Gli stimoli per i giocatori di casa inoltre non mancavano, poiché in caso di successo dopo ben 43 anni il Torino sarebbe balzato in testa al campionato a punteggio pieno al pari dell’Inter.

In sostanza invece si è verificato l’esatto opposto: scendeva in campo una formazione spenta, lenta e disorientata in ogni reparto, incapace di organizzare qualche pericolosa trama offensiva se non innocui lanci in avanti facile preda dei giocatori ospiti che al contrario, senza strafare ma con ordine e pazienza arginavano le manovre dei padroni di casa approfittando degli errori per colpire in un paio di circostanze facendo bottino pieno con un 2-1 assolutamente meritato.

Un’imprevista disfatta per il Torino di Mazzarri che lascia non poco amaro in bocca ma che si poteva presagire leggendo la formazione iniziale, quando il mister rinunciava ai due nuovi acquisti Verdi e Laxalt propendendo di schierare le pedine protagoniste di questo inizio di stagione in uno schieramento prettamente difensivo, con il solo Belotti in avanti spalleggiato da Berenguer davanti a ben otto difensori/centrocampisti, quasi a creare un argine per frenare eventuali assalti dei leccesi.

Ne è scaturita una partita scialba e noiosa, giocata su ritmi blandi, con i granata che apparivano stanchi e svogliati, incapaci di mettere in difficoltà gli ospiti. Il solo Belottti in avvio era protagonista di un invito smarcante all’accorrente Berenguer, in ritardo con il tocco vincente di un soffio. Lo stesso spagnolo poco dopo con un dribbling vincente entrava solo in area sulla sinistra ma anziché concludere a rete preferiva passare la palla al centro a vantaggio di un inesistente compagno di squadra.

Alla prima occasione il Lecce passava in vantaggio grazie a una bella azione di Falco, uno dei migliori in campo, che si libera di uno spento e indolente Meitè e spara su Sirigu che respinge ma la difesa granata non interviene e Farias mette dentro. Nella ripresa usciva Berenguer per Zaza e il Torino con due punte prova a farsi pericoloso, trovando il pareggio grazie a un generoso rigore guadagnato con astuzia proprio dall’ex-Sassuolo e trasformato da Belotti.

 

Sull’1-1 la squadra di Mazzarri si rilassava, permettendo al Lecce di fare la partita e di creare alcune buone occasioni. In una di queste il nuovo entrato Mancosu (abile il tecnico Liverani a non accontentarsi del pareggio bensì di schierarlo insieme a Babacar intuendo lo stato di malessere generale dei granata) raccoglie l’ennesima respinta di Sirigu su tiro da fuori di Calderoli riportava in vantaggio il Lecce, approfittando di una distratta difesa granata mal orchestrata da Djidji, schierato nell’insolito ruolo di centrale al posto di Nkoulou (ancora in castigo in tribuna dopo il suo rifiuto a giocare il ritorno di Europa League perché “disturbato dalle voci di mercato”).

 

Finalmente Mazzarri faceva scendere in campo i neo acquisti Laxalt e Verdi nel tentativo di riacciuffare in extremis uno striminzito pareggio, “miracolo” che poteva addirittura concretizzarsi al 95’ se l’arbitro Giua di Olbia avesse concesso il penalty per una trattenuta su Belotti, decisione che invece rinunciava a prendere dopo aver visionato per parecchi minuti la VAR. A fine partita il tecnico granata molto onestamente si accollava tutta la colpa di questa sconfitta, giustificandosi di non aver saputo motivare adeguatamente i suoi giocatori, forse un po’ appagati o distratti dai recenti impegni con le rispettive Nazionali, ammettendo di temere da giorni questo confronto con il Lecce, semplice sulla carta ma ricco di insidie e pericoli: esagerate paure e timori che invece gli hanno dato ragione sul campo, ma che sarebbero potute tranquillamente svanire con un approccio al confronto più dinamico e offensivo invece di attendere il classico episodio o errore avversario per aggiudicarsi la partita.

 

Ghiotta occasione di mantenersi in testa al campionato sfumata dunque, che deve senza dubbio servire da esempio per il futuro ma assolutamente non deve far perdere fiducia e compattezza alla squadra, impegnata nel prossimo turno in trasferta in casa della Sampdoria, anch’essa fanalino di coda a zero punti proprio come la squadra ben diretta e gestita dal tecnico leccese Fabio Liverani.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luciano Pavesio il 17/09/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



Primavera 1: il Toro sciupa ed è il Napoli a passare al "De Paoli"

CHIERI – Battuta d'arresto del Torino per 1-2 contro il Napoli nella prima giornata di ritorno del campionato Primavera 1. I granata, privi di una pedina importante a centrocampo come Onisa, incappano in una battuta d'arresto dopo 7 risultati utili consecutivi mentre è fortunato l'esordio sulla panchina del Napoli di mister Giuseppe Angelini, ...leggi
26/01/2020

Serie D: colpo esterno del Borgosesia sul campo del Chieri

  CHIERI – Un gol di Ramon Muzzi in piena Cesarini regala al Borgosesia un prezioso successo in casa del Chieri. Continuano a deludere gli azzurri di Morgia, alla seconda sconfitta casalinga consecutiva. La compagine chierese latita in fase di costruzione della manovra e non riesce a mettere alle corde gli ospiti, organizzati e ben messi in campo...leggi
19/01/2020

Serie D: ko casalingo del Chieri contro la Lucchese

  CHIERI – Il Chieri scivola in casa, 0-1, contro la Lucchese, alla sesta vittoria di fila, e si allontana forse definitivamente dalle posizioni nobili della classifica. La gara contro i toscani ha evidenziato ancora una volta i grossi limiti di costruzione della manovra degli azzurri, a digiuno dal gol da quattro partite. Alla squadra allenata d...leggi
05/01/2020

Serie D: pareggio ad occhiali tra Chieri e Bra

  CHIERI – Chieri e Bra concludono il 2019 con un pareggio a reti bianche. Il punto soddisfa maggiormente gli ospiti che, privi del centravanti Armato perso fino a fine stagione dopo la rottura del ginocchio, hanno conquistato un punto prezioso in chiave salvezza. Il Chieri di Morgia, invece, rallenta e si allontana ulteriormente dalle posizioni ...leggi
22/12/2019

Il Chieri di Morgia si rinforza con Silenzi, Giappone e Coulibaly

  Tre rinforzi per il Chieri. La società chierese ha rinforzato il reparto offensivo con Christian Silenzi. Figlio d'arte di Andrea, ex attaccante del Torino negli Anni Novanta, è un attaccante classe 1997 alto 189 centimetri che abbina fisicità a tecnica ed è impiegabile sia come punt...leggi
21/12/2019

Promozione/D: tris del San Giacomo Chieri all'Ovadese Silvanese

  CHIERI – Il San Giacomo Chieri si aggiudica con un secco 3-0 lo scontro salvezza. I chieresi si sono presentati in campo con l'ultimo arrivo Stefano Barbera, centravanti classe 1989 proveniente dall'Albese. Si tratta di un ritorno per la punta che aveva già vestito la maglia biancoblù nella stagione 2011-2012. ...leggi
08/12/2019

Finisce in parità il derby Primavera tra Juventus e Torino

VINOVO (TO) – Finisce in parità il derby della Mole valido per l’11° giornata del Campionato Primavera 1. Botta e risposta, tutto nel primo tempo e botti rimandati al… motto di “prima non prenderle”. Gara equilibrata e risultato giusto. Un pun...leggi
07/12/2019

Recuperi serie D: pari tra Casale e Fossano, il Chieri espugna Vado

    Si sono recuperate questo pomeriggio le partite della 13ª giornata rinviate dieci giorni fa a causa del maltempo. E' terminato in parità, 1-1, il confronto diretto di alta classifica tra il Casale ed il Fossano. La doppietta di Varano ha invece al Chieri di sbancare per 0-2 il campo del Vado e di conquistare la seconda vittoria nell'arco di quattro gior...leggi
04/12/2019

Serie D: il Chieri regola il Ligorna e rialza la testa

  CHIERI – Lo dicevo io che le sorti del Chieri hanno in un modo o nell’altro a che fare con il tiraggio! Caldaia a parte: una vecchia pubblicità televisiva sosteneva che il brodo è sempre meglio doppio. Ma contro il pericolante Ligorna, battuto di misura (2-1), il brodo che è arrivato è stato...leggi
01/12/2019

Prima Categoria/E: il Canale 2000 passa a sorpresa a Villastellone

  VILLASTELLONE – Colpo esterno del fanalino di coda Canale 2000 che si è imposto per 0-2 in casa del quotato Villastellone. Il terreno di gioco pesante, ma comunque non ai limiti della praticabilità, ha indubbiamente favorito gli ospiti penalizzando i giocatori più tecnici dei villastelloni. L'undici allenato da mister Fogli...leggi
01/12/2019


Serie D: le strade del Chieri e di Yeboah si separano

  Il Chieri ha annunciato di aver raggiunto l'accordo di risoluzione consensuale con l'attaccante Johnson David Yeboah. Il calciatore classe 1995 ex Mantova ha concluso la sua avventura in maglia azzurra con 10 presenze e 2 reti in campionato. Yeboah era stato voluto fortemente in estate dal tecnico Massimo Morgia che nella scorsa stagione lo ...leggi
20/11/2019

Serie D: il Chieri affonda in casa contro la Sanremese

CHIERI – Azzurro tenebra. O, se meglio si preferisce, cinquanta sfumature di grigio. Sul rettangolo gibboso di un “De Paoli” finalmente affollato e coreografico, ma anche terra di conquista, il Chieri perde di misura (2-3) con la Sanremese un confronto che a un certo punto pareva potesse ...leggi
17/11/2019

Prima Categoria/E: San Secondo corsaro in casa del Pralormo

  PRALORMO – Il San Secondo espugna con un convincente 0-2 il campo del Pralormo e conquista tre punti importanti in chiave salvezza. Una vittoria pienamente meritata dagli ospiti che hanno avuto in mano il pallino del gioco sin dai primi minuti. La squadra di Profeta, con gli uomini contati nel reparto offensivo, è stata infatti sorpresa ...leggi
17/11/2019

Primavera: il Torino travolge il Bologna e si rilancia

TORINO – Casa dolce casa e…finalmente a casa! Il ritorno al Filadelfia del Torino Primavera porta bene ed è più dolce che mai. L’aria di casa (o l’erba di casa come cantava Massimo Ranieri) fa bene ai ragazzi di Sesia che calano la cinquina al Bologna. Vittoria meritata e convincente, una boccata d’ossigeno che perm...leggi
03/11/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07772 secondi