Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI CALCIO FEMMINILE    

Edizione provinciale di Torino


Il progetto di Enea Benedetto e Taurinorum per rilevare il Torino

Intervista all'imprenditore torinese promotore della cordata

 

TORINO – Il Torino incassa l'ennesima rimonta ed esce sconfitto dal derby della Mole. Per capitan Belotti e compagni la classifica è sempre più deficitaria ed il silenzio del presidente Urbano Cairo, che perdura dall'inizio della stagione, è sempre più assordante. Iniziato nel campionato di serie B 2005-2006 culminato con la promozione nella massima serie centrato dopo la finale play-off vinta contro il Mantova, il ciclo dell'editore alessandrino sembra essere giunto ai titoli di coda. All'ambiente granata serve voltare pagina e soprattutto nuovi entusiasmi per uscire da un tunnel iniziato dopo il giro di boa dello scorso campionato e di cui non si intravede la luce. Negli ultimi mesi si è dichiarato disponibile ad acquistare il Torino F.C. il Comitato Taurinorum.

 

Una cordata di imprenditori il cui promotore è Enea Benedetto che è attualmente presidente del Barcanova, la storica società torinese che proprio quest'anno festeggia il centenario di storia e la cui prima squadra milita nel girone D di Promozione. Alle spalle ha anche un passato come allenatore in altri club importanti del panorama dilettantistico piemontese come il Cenisia, Rivoli, Settimo e Collegno. Oltre che intenditore di calcio e grande tifoso del Toro, Benedetto è un professionista che lavora nel campo della finanza e delle criptovalute, le cosiddette monete virtuali.

 

Benedetto ha gentilmente concesso un'intervista a Tuttocalciopiemonte.com per spiegare i dettagli dell'iniziativa del comitato Taurinorum, a che punto sono i contatti con l'attuale proprietà del Torino F.C. e quali sono i programmi una volta rilevata la società.

 

Com'è nato il progetto Taurinorum di cui lei è promotore per rilevare la proprietà del Torino F.C.?

«Nasce da un'idea di alcuni amici, di alcuni tifosi e di alcuni intellettuali granata. Hanno visto quello che stavo facendo al Barcanova e mi hanno chiesto perché non provare a fare risorgere anche il Toro. Da lì in pochi giorni è nato il comitato Taurinorum».

 

Fatto salvo il diritto di riservatezza in questo genere di trattative, oltre a lei quali figure fanno parte della cordata?

«Ci sono dei fondi di investimento ed i relativi investitori. Veda, quando si entra in un'operazione come questa si firmano accordi di riservatezza e segretezza. Per noi è importante garantire ciò, tanto più che i veicoli dei fondi servono proprio a questo. Mi permetta anche di sottolineare che per le acquisizioni di Milan, Roma e Parma di chi fossero le quote dei fondi, e dei comparti dei fondi, non è mai stato chiesto. Sarebbe stato interessante chiederselo anche in quelle operazioni».

 

Calcio e criptovalute: può essere il binomio del futuro?

«Sì, lo spero perché la vettorizzazione e la tokenizzazione possono permettere di costruire un nuovo modello finanziario, facilitando l'azionariato popolare e aumentando la trasparenza in tutte le componenti societarie».

 

In quale modo vorreste avviare l'azionariato popolare?

«Vorremmo assegnare, anche gratuitamente, il 20% della società ai tifosi attraverso un azionariato popolare con la Blockchain e col modello economico innovativo della vettorizzazione e della tokenizzazione».

 

Avete già avuto contatti col presidente del Torino Urbano Cairo?

«E' iniziata un'interlocuzione e siamo a disposizione per conoscere i desideri dell'attuale proprietà».

 

Che budget avete a disposizione per rilevare il club e per il calciomercato?

«Abbiamo a disposizione un budget di 300 milioni di euro circa. Più ne diamo all'attuale proprietà e meno ne restano per il Toro».

 

Nei vostri progetti rientrano anche l'acquisto dello stadio Grande Torino e lo sviluppo del centro sportivo Robaldo?

«Lo stadio e la zona limitrofa, unendola al Filadelfia, fa parte dei progetti di sviluppo. La gestione dello stadio e del Pala Isozaki è ormai diventata una spina nel fianco per le amministrazioni cittadine. Puntiamo a rendere quella zona un'isola di sport ed ecosostenibilità da vivere con i nostri figli in cui il calcio dovrà essere il traino per il benessere sociale e non viceversa».

 

Se doveste rilevare il club granata, quali sono le prime mosse che fareste?

«Migliorare sia la squadra che va in campo che quella che sta fuori dal campo, che poi rappresenta la vera forza di un team».

 

Fotografia tratta dal profilo Facebook di Enea Benedetto.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Corrado Cagliero il 06/12/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Morto in un incidente stradale Daniel Guerini, ex Primavera del Torino

ROMA – Grave lutto nel mondo del calcio. Daniel Guerini, trequartista classe 2002 attualmente in forza nella squadra Primavera della Lazio, ha perso la vita in un incidente automobilistico avvenuto nella capitale. La Smart For Four in cui il giovane giocatore era a bordo con altri due amici non ha retto all'impatto avvenuto contro una Mercedes Cl...leggi
25/03/2021


Eccellenza: 16 squadre pronte alla ripartenza, ancora 6 le indecise

  Sedici squadre su trentasei iscritte hanno finora dato la disponibilità a presentarsi alla ripartenza dell'Eccellenza. Il massimo campionato regionale dovrebbe riprendere subito dopo Pasqua, l'11 aprile, con lo stesso protocollo che sta funzionando in serie D.   Durante la riunione tra le società di Eccellenza ed il comitato regionale Piemonte V...leggi
16/03/2021

Brilla sempre di più la stella di Emmanuel Gyasi: prima doppietta in A

  LA SPEZIA – Emannuel Gyasi, attaccante esterno classe 1994 di origini ghanesi, in Spezia-Parma terminata 2-2 ha realizzato la sua prima doppietta tra serie A e serie B. In casa il giocatore non andava a segno in casa dalla partita disputata contro il Cosenza nel luglio del 2020 quando i liguri si trovavano ancora nel campionato cadetto....leggi
28/02/2021


Juventus e Champions League: un incubo senza fine

La partita andata recentemente in scena allo stadio do Dragão di Porto valevole per l’andata degli ottavi di finale di Champions League verrà sicuramente ricordata a lungo da tutti i tifosi bianconeri perché potrebbe certificare la chiusura di un ciclo durato nove anni. Mai in questo lasso di tempo la Juventus aveva gio...leggi
19/02/2021

Arbitri, il torinese Trentalange nuovo presidente dell'A.I.A.

Il 63enne torinese Alfredo Trentalange è il nuovo presidente dell'A.I.A. (Associazione Italiana Arbitri) per il quadriennio 2021-2024. Classe 1957 ed ex arbitro internazionale, il fischietto sabaudo ha alle spalle ben 197 partite dirette in serie A. Trentalange con il 60,31% dei voti succede a Marcello Nicchi in carica da 12 anni e che si era candidato p...leggi
15/02/2021


Prima da titolare in serie B per Daniel Boloca, ex Fossano

  L'impresa di giornata in serie B è del Frosinone che, pur decimato dal Covid-19, ha pareggiato per 1-1 in rimonta contro il Pordenone. Il tecnico dei ciociari Alessandro Nesta ha dovuto fare a meno di ben 14 positivi al virus e si è trovato costretto a schierare un undici d'emergenza e portare in panchina due portie...leggi
27/12/2020

Gyasi-Messias: dal Balon Mundial ai gol e agli assist in serie A

  Solo nel 2013 Emmanuel Gyasi e Junior Messias si affrontavano nella finale del Balon Mundial. La Coppa del Mondo delle comunità migranti organizzata ogni anno a Torino per favorire l'inclusione e combattere la discriminazione.   Messias, brasiliano classe 1991 che ha giocato in Eccellenza con il ...leggi
25/12/2020

Serie B: il venariese Andrea Sottil è il nuovo allenatore dell'Ascoli

Andrea Sottil, classe 1974 nativo di Venaria Reale, è il nuovo allenatore dell'Ascoli. Sostituisce Delio Rossi che, in cinque partite alla guida dei marchigiani, ha collezionato il misero bottino di un punto. I bianconeri occupano attualmente la penultima posizione in serie B con appena 6 punti conquistati in 14 partite. L'ex te...leggi
24/12/2020

Debutto in serie B per Daniel Boloca, ex centrocampista del Fossano

  Primo gettone in B per Daniel Boloca, centrocampista classe 1998 che nella scorsa stagione ha giocato nel Fossano in serie D. Nativo di Chieri, in provincia di Torino, il giocatore attualmente al Frosinone, è entrato in campo al 72' nella gara vinta dai ciociari per 1-2 in casa della Reggiana nel t...leggi
15/12/2020

Messias, ex Casale, Chieri e Gozzano, trascinatore del Crotone in A

  C'è l'impronta del brasiliano Junior Messias sulla prima vittoria stagionale del Crotone in serie A. L'ex attaccante di Casale, Chieri e Gozzano ha segnato la sua prima doppietta nella massima serie nella gara vinta sabato per 4-1 dai calabresi contro lo Spezia. Messias ha aperto le marcature dopo 9' quando dopo, aver puntato il capitano l...leggi
14/12/2020

Rinviata la ripresa della serie D: domenica in campo per i recuperi

Il Dipartimento Interregionale della Lega Nazionale Dilettanti ha deciso di far slittare dal 6 al 13 dicembre la ripresa del campionato di serie D. Domenica si giocheranno quindi i recuperi ancora non fissati. Tale decisione si è resa necessaria a seguito della trasmissione odierna della bozza di aggiornamento del nuovo Protocollo Sanitario FIGC relativo alla serie D che...leggi
30/11/2020



Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05071 secondi