Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Piemonte la regione più vincente in A, Lombardia la più presente

La Serie A 2021-2022 è partita da poche settimane e le aspettative per quello che è il massimo campionato italiano di calcio sono alle stelle dopo che la nostra nazionale ha conquistato il secondo campionato d’Europa della propria storia. Tanti i giocatori di Inter, Milan e Atalanta presenti a Euro 2020 e anche con la nazionale italiana. La Lombardia è attualmente la regione che ha portato più squadre in Serie A da quando il campionato è a girone unico, ma in termini di vittorie è ancora seconda al Piemonte di Juventus, Torino, Casale, Novese e Pro Vercelli. 

Dal 1929 l’Inter vanta più partecipazioni di tutti in A, seconde Roma e Juventus

Sbirciando la speciale classifica perpetua per presenze dei club nel massimo campionato italiano di calcio, notiamo che nelle prime cinque posizioni vi sono due squadre lombarde, l’Inter in prima posizione con 89 partecipazioni e il Milan con 87 presenze. A intervallare il “dominio” lombardo appaiono Juventus e Roma con 88 partecipazioni per entrambe le squadre e la Fiorentina.

Andando maggiormente nel dettaglio possiamo notare che invece nelle prime dieci posizioni sono rappresentate appena sei regioni, con il Piemonte che presenta la già citata Juventus e il Torino, ben 77 partecipazioni per i granata, ad accompagnare la Roma c’è l’altra squadra della capitale della Lazio che vanta 78 campionati disputati, mentre per la Campania c’è il Napoli con 75 presenze, ancora per la Toscana primeggia Fiorentina come detto con i suoi 83 campionati disputati, c’è il Bologna invece a rappresentare l’Emilia-Romagna con 74 tornei di A, e poi la Sampdoria per la Liguria con 64 partecipazioni.  

Poco Sud Italia in A costante storica, l’Emilia-Romagna seconda regione con 9 club

Un dato appare subito chiaro: le squadre presenti nella massima serie nel corso degli anni provengono principalmente da regioni del Nord Italia, il Napoli è infatti l’unica regione del Sud non soltanto nelle prime dieci, ma addirittura nelle prime 13, perché bisogna scendere al quattordicesimo posto occupato dal Cagliari con 41 partecipazioni per ritrovare una squadra del meridione. 

La Lombardia ha un primato tutto suo in termini di club appartenenti alla regione che abbiano disputato almeno un torneo di Serie A. Sono infatti 11 le compagini lombarde ad aver partecipato alla Serie A italiana, e l’anno scorso il Monza poteva essere la dodicesima, cosa che secondo il parere di esperti della serie A e dei bookmaker potrebbe accadere quest’anno con la promozione dei brianzoli in A. 

 

 

La Lombardia ha il primato di squadre in A, di partecipazioni totali, ma non di vittorie, nonostante il Milan sia la squadra italiana più vincente in Europa. Il record di scudetti vinti in Serie A appartiene infatti al Piemonte che con i 36 scudetti conquistati dalla Juve, i sette vinti rispettivamente dal Torino e dalla Pro Vercelli, e un campionato vinto a testa per Casale e Novese, fa registrare 52 titoli del massimo campionato italiano. La regione di Milano si piazza immediatamente seconda in questa particolare graduatoria vantando i 19 scudetti dell’Inter e i 18 del Milan, e attende con impazienza i successi dell’Atalanta che è ormai una realtà del calcio nazionale ed europeo, ed è inoltre la terza squadra lombarda per partecipazioni in Serie A: 60 all’undicesimo posto della graduatoria generale.  

La seconda regione più presente in massima serie è l’Emilia-Romagna che ha portato ben nove club in A nel corso degli anni, con il Carpi esordiente nel 2015-2016 e la SPAL, ritornata in Serie A dopo 49 anni nel 2017. Strano ma vero, il Parma, quest’anno in Serie B per la stagione 2021-2022 ha “appena” 27 presenze in massima serie, nonostante sia in assoluto la più vincente in Europa dell’Emilia-Romagna, e nonostante sia stata l’Inter l’ultima squadra italiana ad affermarsi in Europa nel 2010.

Il campionato delle tre lombarde inizia a breve, e ognuna ha ben chiari i propri obiettivi e le proprie priorità. L’Inter affidata a Simone Inzaghi ha l’obbligo di difendere lo scudetto cucito sulle proprie maglie oltre a tentare di superare il girone di Champions League; il Milan ritornato finalmente nell’Europa “dei grandi” dovrà in primis assicurarsi la qualificazione alla prossima Champions, e poi cercare glorie e maturità sui diversi campi europei. Il discorso per l’Atalanta è leggermente differente: il tipo di gioco di Gasperini “impone” ai bergamaschi di giocare per vincere tutte le partite, e non è detto che alla fine poi non siano gli atalantini a spuntarla fra Juventus, Inter, Milan, Roma, Napoli e Lazio. 


 

Print Friendly and PDF
  Scritto da redazione_piemonte il 16/09/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,09539 secondi