Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Stefano Sorrentino, l'ex portiere svela i suoi progetti futuri

Intervista all'ex portiere di Torino, Chievo Verona, Palermo e AEK Atene in Grecia

 

Dal campo alla scrivania fino a iniziare la carriera di agente di calciatori. Stefano Sorrentino (nella foto sulla sinistra al fianco di Federico Pastorello), classe 1979 ed ex portiere in serie A di Torino, Chievo Verona e Palermo, si è ritirato solo nel 2020 dal calcio giocato dopo essere stato tesserato come attaccante nelle squadre dilettantistiche del Cervo in Liguria e della Torinese 1894 in Piemonte. Sorrentino a Tuttocalciopiemonte.com racconta l'esperienza vissuta tra i dilettanti e svela un progetto ambizioso che intende realizzare nella città di Torino.

 

Com'è la tua esperienza da giocatore e dirigente nel calcio dilettantistico prima nel Cervo in Liguria e con la Torinese 1894 in Piemonte?

«Dopo l'addio nel calcio professionistico non pensavo più di tornare a giocare. Ma un giorno a Cervo in Liguria, dove ho la casa al mare, ho incontrato il presidente del Cervo che è di origini greche ed è tifoso dell'AEK Atene, la squadra in cui ho giocato dal 2005 al 2007 e proprio in quel periodo ha fatto anche il raccattapalle. Mi ha parlato del suo sogno nel cassetto di potermi tesserare nella sua squadra. Gli ho dato i miei documenti e senza esitazioni ho accettato. Abitando a Torino non potevo certo andarmi ad allenare a Cervo tutta la settimana insieme ai compagni. Gli ho però garantito la mia presenza alle partite e grazie a questo ho potuto trascorrere dei weekend al mare con la mia famiglia, una cosa che prima quando giocavo da professionista non mi era possibile. Nel Cervo ho chiuso la mia esperienza con 3 partite caratterizzate da 2 gol e 1 assist. Poi in una cena a Torino con un amico è nata la possibilità dell'esperienza alla Torinese 1894. Lì ero direttore tecnico e l'obiettivo era quello di dare visibilità alla società anche attraverso la mia immagine. Sono stato anche tesserato per un breve periodo come calciatore».

 

Quest'estate con la mancata iscrizione in serie B ha messo la parola fine sul Chievo Verona. La Clivense di Sergio Pellissier, tuo ex compagno di squadra, può far rinascere la favola?

«Quest'estate mi sono incontrato con Pellissier. Il suo progetto era quello di ripartire subito dalla serie D ma non è stato possibile così si è dovuto accontentare di iniziare dalla Terza Categoria. Il mio ex compagno di squadra mi ha chiesto di entrare a far parte della dirigenza. Ne sarei stato onorato ma vivendo a Torino non è stato fattibile. Il progetto di Sergio Pellissier è molto serio e sicuramente ci sono le basi per far ripartire la favola del Chievo interrotta bruscamente quest'estate. Il suo obiettivo è quello di poter disputare la serie D già l'anno prossimo e sarebbe già un bel passo in avanti».

 

Hai appena intrapreso la carriera di procuratore, quali sono i tuoi obiettivi futuri nel mondo del calcio?

«Vorrei creare nella città di Torino un progetto sportivo e innovativo dove mettere a frutto la mia esperienza e aprire una scuola portieri a mio nome. In questi mesi ho già creato un team di dirigenti e di allenatori ma il nodo principale riguarda il centro sportivo. Ho parlato con una decina di società di Eccellenza e di Promozione per rilevare la società e sviluppare il mio progetto. Ci sono stati dei contatti ma per un motivo o per un altro non sono andati in porto. Nel calcio dilettantistico, purtroppo, molti pensano a coltivare solamente il proprio orticello. Qualche società mi ha chiesto di entrare come sponsor ma se faccio un investimento poi devo anche essere messo nelle condizioni di comandare. Non mi abbatto ma è una strada in salita. Nel frattempo sono diventato anche procuratore e collaboro con la P&P Sport Management SAM di Federico Pastorello. Il mio primo assistito è Alberto Pelagotti, portiere del Palermo (Sorrentino ha difeso i pali della porta rosanero per 4 stagioni dal 2013 al 2016, ndr.)».

 

Vanja Milinkovic Savic è diventato il portiere titolare del Torino tra la diffidenza dei tifosi: come giudichi il suo rendimento in questa prima parte di stagione?

«Sta facendo bene, come del resto tutto il Torino di Juric. Non è facile raccogliere l'eredità di un portiere come Sirigu in una piazza difficile ed esigente come quella di Torino poi. E' presto per tracciare un bilancio definitivo anche se il serbo ha dimostrato di poter dire la sua tra i pali della porta granata. Se si confermerà su questi livelli, vista anche la sua giovane età, il Torino avrà trovato un portiere importante sul quale potrà puntare anche per il futuro».

 

Per un portiere moderno quanto conta essere bravo nel gioco con i piedi?

«Penso che il portiere, adesso così come in passato, debba innanzitutto sapere parare con le mani. Non solo in Italia, ma anche all'estero, si prediligono i portieri che sappiano anche giocare bene con i piedi. Così facendo si sta snaturando il ruolo dell'estremo difensore. Altrimenti, come dico sempre, si dà al portiere la maglia numero 10 e lo si fa giocare in mezzo al campo o in attacco».

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Corrado Cagliero il 18/11/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Promozione: si è presentato il Trofarello 2021-2022

  TROFARELLO – Entusiasmo e voglia di ripartire. Con questi presupposti è stato presentato questa sera alla stampa il Trofarello 2021-2022 che sarà chiamato a farsi valere in Promozione pur essendo una delle squadre più giovani del girone D. ...leggi
25/08/2021

Spugna sulle tracce di Mourinho: è il neo tecnico della Roma Femminile

  Avventura nella capitale per il tecnico Alessandro Spugna. Il classe 1973 di Pino Torinese è ufficialmente il nuovo allenatore della Roma Femminile con cui ha sottoscritto un contratto fino al prossimo 30 giugno 2022. Sostituisce Betty Bavagnoli che è diventata la nuova responsabile di tutto il settore femminile del club giallorosso...leggi
04/06/2021

Morto in un incidente stradale Daniel Guerini, ex Primavera del Torino

ROMA – Grave lutto nel mondo del calcio. Daniel Guerini, trequartista classe 2002 attualmente in forza nella squadra Primavera della Lazio, ha perso la vita in un incidente automobilistico avvenuto nella capitale. La Smart For Four in cui il giovane giocatore era a bordo con altri due amici non ha retto all'impatto avvenuto contro una Mercedes Cl...leggi
25/03/2021


Eccellenza: 16 squadre pronte alla ripartenza, ancora 6 le indecise

  Sedici squadre su trentasei iscritte hanno finora dato la disponibilità a presentarsi alla ripartenza dell'Eccellenza. Il massimo campionato regionale dovrebbe riprendere subito dopo Pasqua, l'11 aprile, con lo stesso protocollo che sta funzionando in serie D.   Durante la riunione tra le società di Eccellenza ed il comitato regionale Piemonte V...leggi
16/03/2021

Brilla sempre di più la stella di Emmanuel Gyasi: prima doppietta in A

  LA SPEZIA – Emannuel Gyasi, attaccante esterno classe 1994 di origini ghanesi, in Spezia-Parma terminata 2-2 ha realizzato la sua prima doppietta tra serie A e serie B. In casa il giocatore non andava a segno in casa dalla partita disputata contro il Cosenza nel luglio del 2020 quando i liguri si trovavano ancora nel campionato cadetto....leggi
28/02/2021


Juventus e Champions League: un incubo senza fine

La partita andata recentemente in scena allo stadio do Dragão di Porto valevole per l’andata degli ottavi di finale di Champions League verrà sicuramente ricordata a lungo da tutti i tifosi bianconeri perché potrebbe certificare la chiusura di un ciclo durato nove anni. Mai in questo lasso di tempo la Juventus aveva gio...leggi
19/02/2021

Arbitri, il torinese Trentalange nuovo presidente dell'A.I.A.

Il 63enne torinese Alfredo Trentalange è il nuovo presidente dell'A.I.A. (Associazione Italiana Arbitri) per il quadriennio 2021-2024. Classe 1957 ed ex arbitro internazionale, il fischietto sabaudo ha alle spalle ben 197 partite dirette in serie A. Trentalange con il 60,31% dei voti succede a Marcello Nicchi in carica da 12 anni e che si era candidato p...leggi
15/02/2021


Prima da titolare in serie B per Daniel Boloca, ex Fossano

  L'impresa di giornata in serie B è del Frosinone che, pur decimato dal Covid-19, ha pareggiato per 1-1 in rimonta contro il Pordenone. Il tecnico dei ciociari Alessandro Nesta ha dovuto fare a meno di ben 14 positivi al virus e si è trovato costretto a schierare un undici d'emergenza e portare in panchina due portie...leggi
27/12/2020

Gyasi-Messias: dal Balon Mundial ai gol e agli assist in serie A

  Solo nel 2013 Emmanuel Gyasi e Junior Messias si affrontavano nella finale del Balon Mundial. La Coppa del Mondo delle comunità migranti organizzata ogni anno a Torino per favorire l'inclusione e combattere la discriminazione.   Messias, brasiliano classe 1991 che ha giocato in Eccellenza con il ...leggi
25/12/2020

Serie B: il venariese Andrea Sottil è il nuovo allenatore dell'Ascoli

Andrea Sottil, classe 1974 nativo di Venaria Reale, è il nuovo allenatore dell'Ascoli. Sostituisce Delio Rossi che, in cinque partite alla guida dei marchigiani, ha collezionato il misero bottino di un punto. I bianconeri occupano attualmente la penultima posizione in serie B con appena 6 punti conquistati in 14 partite. L'ex te...leggi
24/12/2020

Debutto in serie B per Daniel Boloca, ex centrocampista del Fossano

  Primo gettone in B per Daniel Boloca, centrocampista classe 1998 che nella scorsa stagione ha giocato nel Fossano in serie D. Nativo di Chieri, in provincia di Torino, il giocatore attualmente al Frosinone, è entrato in campo al 72' nella gara vinta dai ciociari per 1-2 in casa della Reggiana nel t...leggi
15/12/2020

Messias, ex Casale, Chieri e Gozzano, trascinatore del Crotone in A

  C'è l'impronta del brasiliano Junior Messias sulla prima vittoria stagionale del Crotone in serie A. L'ex attaccante di Casale, Chieri e Gozzano ha segnato la sua prima doppietta nella massima serie nella gara vinta sabato per 4-1 dai calabresi contro lo Spezia. Messias ha aperto le marcature dopo 9' quando dopo, aver puntato il capitano l...leggi
14/12/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,10527 secondi