Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Vlahovic e le speranze della Serbia ad Euro2024

L'attesa per Euro2024 cresce di giorno in giorno e con il torneo che prenderà il via il prossimo 14 giugno in Germania sempre più curiosi e tifosi sono impegnati a capire quali sono le nazionali favorite e quali le outsider di questo evento europeo con risonanza internazionale. La nazionale Serba, inserita nel competitivo Gruppo C insieme a Danimarca, Inghilterra e Slovenia, si prepara a dare battaglia con una rosa che promette spettacolo e ambizione. Tra i protagonisti indiscussi della squadra guidata da Dragan Stojkovic, spicca il nome di Dusan Vlahovic, il giovane attaccante della Juventus su cui la nazione ripone molte delle sue speranze.

La Serbia che si presenta agli Europei 2024 può vantare un reparto offensivo di prim'ordine, con Vlahovic, come dicevamo, al centro dell'attenzione. L'attaccante della Juventus, reduce da una stagione di alti e bassi con il club bianconero, ha comunque fatto molto parlare di sé e dimostrato di essere uno dei talenti più brillanti del calcio europeo. Le sue qualità tecniche e fisiche, unite a un innato senso del gol, lo rendono un'arma fondamentale per le sorti della Serbia nel torneo continentale.

Quella di Vlahovic non sarà l’unica presenza di rilievo della Serie A nella Serbia che giocherà agli europei di calcio in Germania: un altro grande giocatore che potrebbe fare la differenza, infatti, è Luka Jovic del Milan. La sua abilità tecnica, combinata con la fisicità di Vlahovic offre a tutti gli effetti al CT Stojkovic diverse opzioni tattiche per sorprendere le difese avversarie. Inoltre, la presenza di Aleksandar Mitrovic, veterano dell'attacco serbo, garantisce esperienza e ulteriori soluzioni offensive.

In totale, nella rosa serba, il numero di giocatori che militano in Serie A è di ben otto, a testimonianza del forte legame tra il calcio italiano e quello serbo. Oltre a Vlahovic e Jovic, la lista dei convocati comprende anche Vanja Milinkovic-Savic (Torino), Nikola Milenkovic (Fiorentina), Ivan Ilic (Torino), Lazar Samardzic (Udinese), Filip Kostic (Juventus) e il giovane Simic del Milan. Questa nutrita rappresentanza italiana potrebbe risultare decisiva, grazie all’esperienza dei singoli giocatori in uno dei campionati più tattici e competitivi d'Europa.

Il cammino della Serbia agli Europei 2024 non sarà semplice: inserita in un girone con Danimarca, Inghilterra e Slovenia, la squadra di Stojkovic dovrà affrontare avversari di alto livello. L'Inghilterra, con una rosa di stelle internazionali, è una delle favorite assolute per la vittoria finale stando alle quote vincente Europei 2024, mentre la Danimarca, solida e ben organizzata, è nota per la sua capacità di sorprendere nelle grandi occasioni. La Slovenia, dal canto suo, cercherà di sfruttare ogni opportunità per emergere in un gruppo così competitivo.

Le aspettative per la Serbia sono alte. Dopo aver fallito agli ultimi Mondiali del 2022, i tifosi sperano che gli Europei 2024 possano rappresentare un riscatto. Vlahovic è visto come il simbolo di questa rinascita: giovane, determinato e con un talento fuori dal comune. Il suo rendimento sarà cruciale per le sorti della squadra, che dovrà cercare di sfruttare al massimo ogni occasione per avanzare nella competizione.

Dragan Stojkovic ha il compito di amalgamare una squadra talentuosa ma eterogenea, in cui l'equilibrio tra giovani promesse e giocatori esperti sarà fondamentale. Gli europei rappresentano a tutti gli effetti una grande opportunità per la Serbia di dimostrare il proprio valore su uno dei palcoscenici più prestigiosi del calcio mondiale.

L’Europeo 2024 si preannuncia, dunque, come un banco di prova importante per la Serbia e per Dusan Vlahovic, su cui pesano le speranze di un'intera nazione. Con una preparazione adeguata e un po' di fortuna, la squadra serba potrebbe essere la sorpresa del torneo, capace di sfidare le grandi potenze del calcio europeo.

Print Friendly and PDF
  Scritto da redazione_piemonte il 30/05/2024
Tempo esecuzione pagina: 0,14513 secondi