Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Csf Carmagnola, il presidente Russo traccia gli obiettivi stagionali

Benvenuto presidente, quali sono le sue aspettative per la stagione?

“A livello di scuola calcio vogliamo continuare a crescere attraverso un percorso intrapreso insieme ad allenatori e a un personale preparati, tutti molto giovani. Quest’ anno con la presenza di Giulio Serratore, vantiamo un elemento molto in gamba dal punto di vista organizzativo. Nella sede unica di via Roma abbiamo anche delegato a Giuseppe Anzelmo, altra valida figura, tutto l’aspetto legato alla segreteria, Cristiano Sabre è invece la persona avente funzione di tutto ciò che riguarda la comunicazione giornalistica e i media. Stiamo quindi cercando di maturare sotto tutti i punti di vista. Per il settore giovanile, ribadisco, stiamo cercando di maturare, a prescindere dal fatto che si giochi i campionati regionali o provinciali: l’obiettivo principale è di formare dei ragazzi che a 16/17 anni facciano parte e inizino a calcare con orgoglio i campi della Prima squadra. Vincere dove essere la somma di vari fattori, deve essere un risultato cui dobbiamo ottemperare sotto l’aspetto educativo, tecnico, gestionale – organizzativo”.

 

Succede al presidente Bartolo Camisassa, quale dedica vuole rivolgerle, dato che non vi è ancora stata l’occasione?

“Sicuramente Camisassa, insieme a Bianco e Maracich, in tanti anni di gestione hanno fatto molti sacrifici per mantenere la categoria della Promozione e disputare dei campioni all’altezza del blasone di Carmagnola. Nella maggior parte dei casi si sono classificati con la squadra anche nelle zone di vertice, accedendo ai playoff e sfiorando l’Eccellenza. Ho ereditato senza dubbio da loro una società sana, con una buona struttura. Negli anni queste buone fondamenta dovranno diventare però ottime”.

 

Cosa si porta dietro a livello esperienziale, dato che prima fu calciatore, poi elemento societario e ora presidente e allenatore in seconda della prima squadra?

“Sono un presidente ‘atipico’, perché non mi ritengo ‘da scrivania’, ma amo stare sul campo con i ragazzi. Ovviamente sarà solo un discorso transitorio, perchè è naturale che presto mi dovrò dedicare unicamente al nuovo ruolo affidatomi. Prima della mia nomina a presidente, decisa un po’ a sorpresa, avevamo comunque già definito in linea generale tutta la sfera organizzativa. Ho ancora voluto quest’ anno collaborare con il mister Sandro Contieri, come suo allenatore in seconda. Essendo laureato in Scienze Motorie, non nego anche che la mia vita sia molto finalizzata a vivere le esperienze sul rettangolo verde di gioco, ma mi toccherà tra breve l’impegno di gestore societario. Nel periodo dell’emergenza Covid non abbiamo trovato altre figure alternative che rappresentassero la presidenza, ma abbiamo seguito una continuità, anche per merito della crescita della Prima squadra da dicembre e delle buone basi di un programma studiato per il settore giovanile. Io per un tempo sono stato responsabile della scuola calcio e del settore giovanile, conosco molto questo mondo. Sandro è stato confermato allenatore per lo stesso motivo, perché formatosi nella stessa società, partendo dal settore giovanile e conosce alla perfezione tutti i ragazzi. È molto più facile per lui e per me poter far crescere ragazzi, di cui conosciamo le caratteristiche positive e negative. Abbiamo infatti una visione ampia di tutti, poi è chiaro che sei stato calciatore e hai avuto esperienze anche in altre società sei agevolato nelle decisioni, nei compiti e nei lavori correttivi”.

 

La prima squadra punterà su una ‘linea verde’, una rosa molto giovane con un’età media invidiabile intorno ai 23 anni e su Contieri come allenatore, che ha impressionato molto nel periodo pre-lockdown. Cosa si aspetta da lui nella stagione? Ci sarà un corso a lungo termine alla Ferguson?

“La prima squadra è molto giovane ed è stata arricchita da cinque innesti del 2003. In rosa contiamo poi tanti 2001 e 2002 e abbiamo confermato lo “zoccolo duro” di Carmagnola (con qualche “carmagnolese d’adozione”), a partire da Vailatti, Carluccio, Osella, Citeroni, Lentini, Cabiddu, Camisassa. Sei, sette elementi un po’ più navigati e di qualità. Vailatti e Citeroni sono i due “senatori”, dall’atteggiamento positivo e in grado di farsi rispettare dai compagni. Il nostro scopo societario è che ogni anno due-tre elementi validi approdino in Prima squadra, crescendoli in casa. Non tutti potranno arrivarci, ma potranno giocare in categorie inferiori, o essere disponibili in Prima squadra dopo un’esperienza in prestito, come nel caso di Luca Contieri, che ha fatto esperienza due anni in Promozione al Sommariva Perno e che ora sembra un altro giocatore maturato. Non c’è comunque motivo che giocatori, se ritenuti validi, che si divertono e crescono con i nostri bravi allenatori, debbano per forza andare via in squadre come Chisola o Bra. Personalmente Sandro Contieri può allenare in prima squadra anche per 30 anni, non dipende unicamente da me, ma da lui. Poi nel calcio vi sono varie dinamiche. Sandro l’aveva scelto già io a dicembre, sapendo che sarebbe stato riconfermato a giugno. Devo inoltre riconoscere un cambiamento radicale fra il metodo Milani - l’allenatore precedente - e il metodo Contieri. Dopo le prime partite con Sandro, con solo mezza squadra a disposizione, fra infortuni e squalifiche, abbiamo ottenuto 7 punti con le corazzate Albese, Villafranca e Busca. In casa contro i langaroli primi in classifica e in 9 contro 11 la partita è finita 0-0, non rischiando praticamente nulla. Abbiamo poi vinto a Villafranca fuori casa e di nuovo in casa contro il Busca. Se non fosse stato per il lockdown, avremmo risalito secondo me la classifica sino ai playoff. L’augurio è di continuare su questa linea”.

 

Juniores, settore giovanile e scuola calcio (maschile e femminile).

“La Juniores è la categoria dei 2003, molto forte. Quest’anno affronterà un campionato provinciale, pur giocando sotto leva, con praticamente tutti diciassettenni. È poi molto importante la collaborazione fra Prima squadra e Juniores, con già molti elementi di quest’ultima che si misurano con i più grandi, attraverso allenamenti di una certa intensità, sapendo che il “vero calcio” parte solo da quel momento. Con gli Allievi 2005, invece, grazie agli allenatori, dirigenti e Giulio Serratore siamo riusciti a costruire un’ottima squadra, così come per i 2006 e 2007, che possono tranquillamente giocarsi il proprio campionato di riferimento, con squadre a mio avviso competitive. Scuola calcio? Siamo contenti anche del loro lavoro, non c’è stata alcuna “emorragia”, perché nessuno bambino è voluto emigrare verso altri lidi, cosa che sistematicamente avveniva invece negli anni precedenti, anzi ne abbiamo acquisiti parecchi. Ciò dimostra che la gente, i genitori e i bambini stiano apprezzando gli sforzi societari investiti. Speriamo che il genitore e il bambino credano in questo progetto, che non parte principalmente dalla vittoria, anche se ottenerla fa sempre piacere. Il nostro scopo è formare i giovani calciatori per portarli un giorno in Prima squadra. Per la scuola calcio femminile stiamo infine ricercando bambine, oltre a quelle già presenti, introducendole in un mondo nuovo in divenire e facendole interagire anche con squadre professionistiche. Il calcio non è solo maschile, ma questo stereotipo andrà prima o poi scomparendo”.

 

Più concretamente la prima squadra quale obiettivo può raggiungere in questa stagione?

“Mi preme molto che persegua in primis obiettivi educativi di esempio verso i giovani, ma anche quelli della vittoria. La Prima squadra ovviamente fa da traino al sistema giovanile e quindi è normale che il suo percorso stagionale possa incidere di riflesso anche sul resto del sistema. Alcuni elementi in rosa sono anche di categoria superiore alla Promozione e questo ritengo sia un valore aggiunto per puntare tranquillamente ai playoff e se arriverà qualcosa di più, per scaramanzia, vedremo. La Coppa verrà invece in questo periodo utilizzata come amichevole, ma sicuramente, se accederemo ai quarti e alle fasi finali, salirebbe la fama di arrivare fino in fondo. Il fatto che si possa ripartire con la stagione, dopo l’emergenza Covid, è già di per sè una vittoria e credo che oggi nessuno in questo periodo particolare possa ancora porsi veri obiettivi, con una partenza del tutto nuova. Tutto si svilupperà in base a come reagirà il calcio al periodo post emergenza e ad altre variabili. Vogliamo riprendere sicuramente dall’entusiasmo e dalle vittorie ottenute prima del lockdown, mostrare nessun timore verso nessuno e nemmeno abbattimenti nel caso di momenti bui durante l’anno”.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da redazione_piemonte il 09/09/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Promozione: Monteleone è il nuovo attaccante della Torinese 1894

La Torinese 1894, ambizioso club di Promozione, si assicura il bomber classe 1993 Daniele Monteleone. L'attaccante è reduce da una grande stagione al Lucento in cui ha vinto proprio il campionato di Promozione realizzando ben 22 reti in una stagione poi stoppata dal lockdown causato dalla diffusione del virus Covid-19.   Il direttore sportivo Antonio Montana...leggi
21/09/2020

Ko indolore in Coppa per il Csf Carmagnola contro il Carignano

CARAMAGNA PIEMONTE - Un Csf, seppur propositivo, ma meno tonico rispetto alle prime apparizioni estive, forse anche per preservare la condizione di forma, in vista dell' imminente inizio del campionato di domenica prossima 27 settembre (debutto in casa in via Roma contro il Cavour), incappa sul campo di Caramagna Piemonte in una sconfitta 'indolore' contro il Carignano...leggi
21/09/2020

Amichevoli serie D: gol a grappoli delle squadre piemontesi

Ultime amichevoli delle squadre piemontesi di serie D in vista dell'inizio del campionato fissato per domenica 27 settembre.   Al “Bravi” termina pari, 2-2, il derby cuneese tra Bra e Saluzzo e anche il Borgosesia pareggia contro i liguri del Sestri Levante in un antipasto del prossimo girone A. Il Casale, invece, supera l'Under 17 del Genoa allenata da...leggi
20/09/2020

Coppa Piemonte: pari tra Villastellone e Sporting Club San Pietro

  VILLASTELLONE – Termina 2-2 il confronto tra Villastellone e Sporting Club San Pietro valido per la seconda giornata del triangolare 15 della Coppa Piemonte di Prima Categoria. Il pari condanna all'eliminazione dalla competizione i villastellonesi, già sconfitti di misura all'esordio. La qualificazione al turno successivo si decider&agra...leggi
20/09/2020

Coppa Italia Promozione: Carmagnola-Carignano anticipata a sabato 19

  La partita Carmagnola-Carignano, valida per il ritorno del primo turno della Coppa Italia di Promozione, si giocherà in anticipo sabato 19 settembre con fischio d'inizio fissato alle 15. Inoltre il match si giocherà sul campo di Caramagna Piemonte e non a Carmagnola. Nella gara di andata che si è giocata domenica scorsa, a spuntarla è stato il Carmagno...leggi
18/09/2020

Svelati i gironi del campionato Juniores Nazionale Under 19 2020-2021

  Ai nastri di partenza, dopo la serie D c'è anche il campionato nazionale Juniores Under 19. Il Dipartimento Interregionale ha ufficializzato, con Comunicato Ufficiale n.1, la composizione dei gironi del campionato Under 19 della stagione sportiva 2020/2021.   Fischio d’inizio il 10 ottobre per le 154 squadre divise in 11 gironi comprese le cinque...leggi
17/09/2020

Amichevoli serie D: vince il Chieri, il Casale cade ad Asti

  Diverse amichevoli che si sono giocate nel weekend hanno avuto per protagoniste le squadre di serie D. Spicca la rotonda vittoria del Chieri, 1-3, a Vado nel primo impegno contro una formazione di pari categoria. Si conferma in grande forma il bomber Ravasi che stende i liguri con una doppietta.   Il Casale cade invece di misura, 1-0, sul ca...leggi
13/09/2020

Coppa Italia Promozione: Trofarello-San Giacomo Chieri termina pari

  TROFARELLO – Termina in parità, 1-1, la gara di andata del primo turno della Coppa Italia di Promozione tra il Trofarello ed il San Giacomo Chieri. Due squadre che, pur essendo ancora in fase di costruzione, proveranno a stupire nel girone D di Promozione.   Gli ospiti hanno dovuto fare a me...leggi
13/09/2020

Il Chieri svela la prima squadra e l'Under 19 della stagione 2020-2021

  CHIERI – Giovedì sera nel punto verde di Sans-In al centro sportivo San Silvestro, il Chieri ha presentato la prima squadra, al dodicesimo anno consecutivo ai nastri di partenza della serie D, e l'Under 19. Al vernissage era presente anche il Comune di Chieri, rappresentato dal Sindaco Alessandro Sicchiero e da Roberto Quattrocolo, vice Sin...leggi
11/09/2020


Serie D: annullate le amichevoli di Chieri e Gozzano

  Sono state annullate le amichevoli precampionato programmate per questo pomeriggio che avrebbero dovuto avere come protagoniste Chieri e Gozzano. Gli azzurri di mister Didu avrebbero giocato contro l'Union Vallesusa (Promozione, girone B) mentre i novaresi allenati da mister Soda se la sarebbero dovuti vedere contro l'Omegna (Promozione, girone A). Il ...leggi
29/08/2020

Prima Categoria: il Pralormo si assicura cinque rinforzi

Il Pralormo del presidente Marco Viti è scatenato sul mercato. Il direttore sportivo Bruno Profeta ha messo a disposizione del confermato tecnico Aldo Profeta l'esterno basso Fabio Balan e la punta Andrea Faccenda, entrambi classe 1999 provenienti dalla Montatese, e l'attaccante del 1991 Mirco Spinelli c...leggi
27/08/2020

Hsl Derthona, dalla Torinese 1894 arriva il giovane Martello

L'Hsl Derthona, neopromosso in serie D, annuncia l'arrivo a titolo temporaneo del difensore classe 2002 Andrea Martello. Il giovane calciatore proviene dalla Torinese 1894 che nella prossima stagione disputerà il campionato di Promozione. "Siamo contenti che un nostro giovane – spiega Antonio Montanaro, dirett...leggi
26/08/2020

Serie D: il Chieri supera i cugini del San Giacomo in amichevole

  Il Chieri supera 3-0 il San Giacomo Chieri, squadra inserita nel girone D di Promozione, nella prima amichevole del precampionato disputata ieri pomeriggio sul campo in sintetico del centro sportivo “Roberto Rosato”. La squadra allenata da mister Didu, scesa in campo in maglia rossa, sblocca il risultato in avvio con il giovane Bianco. Radd...leggi
23/08/2020

Chieri, comunicate le prime tre amichevoli precampionato

  Il Chieri ha ufficializzato il calendario delle prime amichevoli precampionato.   Gli azzurri di Didu sabato 22 agosto sfideranno i “cugini” del San Giacomo Chieri (Promozione – girone D), mercoledì 26 agosto l'L.G. Trino (Eccellenza – girone A) ...leggi
19/08/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,08511 secondi