Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Serie A, è tempo di bilanci: chi ha deluso di più

La Serie A 2021/2022 sta volgendo al termine, è ormai tempo di bilanci. Come ogni anno, anche in questa stagione ci sono state squadre che sono andate oltre le aspettative, che le hanno deluse o che sono finite perfettamente in linea con quanto previsto prima dell'inizio del campionato. Milan, Inter e Napoli sono ancora in piena lotta per il titolo, a prescindere dall'esito del campionato sembra difficile considerare deludente il cammino di una di queste tre. Le squadre di Pioli e di Spalletti sono certamente andate oltre ogni aspettativa, mentre quella di Inzaghi, dopo le partenze di Lukaku, Hakimi e di mister Antonio Conte, è riuscita, nonostante qualche flessione importante nel corso della stagione, a restare ancorata alla possibilità di bissare il titolo vinto lo scorso anno.

La squadra ad aver deluso più di tutte è stata certamente la Juventus, che ad inizio stagione, soprattutto considerando il ritorno in panchina di Massimiliano Allegri, era stata considerata, anche seguendo le quote sullo scudetto della Serie A, la favorita insieme all'Inter per la vittoria finale. La Vecchia Signora, invece, è partita subito con il freno a mano tirato, non è bastato questo buon finale di stagione per rientrare nella corsa scudetto. Se ad inizio anno qualcuno avesse detto che la Juve sarebbe arrivata alla fine dell'anno con il rischio di non rientrare neanche tra le prime quattro, in pochi ci avrebbero creduto. Tuttavia, nonostante una stagione non esattamente da ricordare, il pass per la prossima Champions League è a pochi passi. Questo perché altre squadre in lotta per un posto nella massima competizione europea hanno deluso, su tutte l'Atalanta di Gian Piero Gasperini.

I nerazzurri quest'anno, bisogna dirlo, non sono stati nemmeno fortunati con gli infortuni, che hanno portato via Zapata e Muriel per una buona fetta di stagione. I problemi riscontrati da Ilicic hanno aggravato ancor di più la situazione, per non parlare dell'infortunato di Gosens, che, una volta rientrato a gennaio, si è ufficialmente trasferito all'Inter. Dopo anni giocati su altissimi livelli, le prestazioni dell'Atalanta sono state caratterizzate da un ritmo e da un rendimento più basso del solito. Il quarto posto sembra essere irraggiungibile, anche il piazzamento in Europa League e in Conference League, nonostante sia alla portata, resta complicato. In lotta per gli stesso obiettivi ci sono anche le romane, che, tra alti e bassi, non sono mai riuscite ad effettuare un percorso costante nel corso della stagione.

La Lazio di Maurizio Sarri, dopo un inizio complicato, sembrava essersi involata alla ricerca di un piazzamento in Champions League. Sul più bello, però, sono sempre arrivate flessioni inaspettate, che non hanno permesso ai biancocelesti di fare il salto di qualità definitivo. La Roma di José Mourinho, dopo il settimo posto dello scorso anno, aveva come obiettivo quello di provare a rientrare in Champions League già da quest'anno. Nonostante un finale di stagione nettamente in crescendo, conquistare il quarto posto a questo punto del campionato sembra essere un'impresa ardua. Dopo un periodo di grande difficoltà, i giallorossi hanno trovato il giusto equilibrio e ora sembrano essere i favoriti perlomeno per un piazzamento in Europa League.

Print Friendly and PDF
  Scritto da redazione_piemonte il 15/04/2022
Tempo esecuzione pagina: 0,03600 secondi