Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Belloli inibito, 4 mesi di squalifica

a cura di Massimiliano Giacomini

 

Quanto conta per il Tribunale Federale Nazionale-Sezione Disciplinare una frase sessista? Risposta: 4 mesi. Le motivazioni del Tribunale: «Considerato, però, che non può essere presa in considerazione ai fini della quantificazione della sanzione l’aggravante della qualifica federale rivestita dal Belloli in quanto la frase è stata pronunciata nell’ambito di una riunione alla quale l’incolpato partecipava in virtù della sua qualifica ma senza presiedere la riunione stessa, sicché deve intendersi resa da un semplice partecipante alla riunione medesima». A dir poco ridicole le motivazioni. Belloli presenziava ai consigli in quanto presidente della Lega Nazionale Dilettanti con potere di deliberare la qualsiasi, esercitanti potere e autorità. Proprio questo è stato uno dei motivi per cui le persone presenti alla riunione non hanno avuto la forza di reagire. Belloli era il presidente della Lnd e  quindi esercitava la sua qualifica federale. Il resto? Motivazioni risibili. Ma che lasciano un interrogativo anche sull'intero movimento femminile che non si è detto indignato e non ha alzato la voce di fronte ad una squalifica che alza un polverone sull'onestà del TFN. Da questa squalifica chi ne esce rafforzata è la LND e i presidenti dei Comitati e dei Dipartimenti e Divisioni che hanno voluto allontanare Belloli senza attendere le conseguenze delle sue azioni. Da capire come sta gestendo la Procura Federale il caso del mobbing e del Comitato Regionale lombardo con la Hotel Yo. Intanto, una notizia di servizio sulla Xenia, società più volte nominata nella nostra rubrica, che risulta inattiva. Chissà perché... Se Baretti attende risultanze dalla PF e di un, visto il tempo già trascorso, quasi improbabile deferimento, da Roma si attende di capire cosa succederà con la reggenza Cosentino. Domandina: Ma quelle frasi di Belloli il vice presidente vicario le avrà sentite oppure no? Alla Procura l'ultima parola. Reintegrati. Se la reggenza in LND proseguirà fino al termine dell'anno, a meno di improbabili squalifiche, si parla di nuove elezioni a fine novembre, ma non lasciatevi ingannare dai proclami, quello che non è stato ancora detto è che i tre vice presidenti Bocchietti, Morgana e Mambelli sono stati reintegrati e ora la reggenza Cosentino si avvarrà di un direttivo. In pratica come se ci fosse un Consiglio di presidenza. Si dice che Cosentino non ne sia stato propriamente felice perché tra i tre vice presidenti Mambelli ne aveva chiesto la testa per il caso "4 lesbiche" e che al Nord, durante la riunione della scorsa settimana il numero uno del Comitato piemontese Bacchetta, si sia alquanto innervosito perché non avrebbe voluto il reintegro dei tre, anche se un presidente del Nord afferma che: "Bacchetta avrebbe voluto le elezioni". Cosa succederà a novembre un'idea ce la siamo fatta e il commissariamento è più di un'ipotesi. Secondo voi come scrisse il grande Albert Camus: "Non camminare dietro a me, potrei non condurti. Non camminarmi davanti, potrei non seguirti. Cammina soltanto accanto a me e sii mio amico", quanto è distante dalla realtà della Lega Nazionale  Dilettanti di oggi?

Massimiliano Giacomini

Print Friendly and PDF
  Scritto da redazione_piemonte il 15/07/2015
Tempo esecuzione pagina: 0,09014 secondi