Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Radio Roma: giustizia sportiva, vera indipendenza?

a cura di Massimiliano Giacomini

 

Se fosse per Carlo Tavecchio Pecoraro sarebbe già al posto di Palazzi. Non è una novità ma lo screzio tra Uva e Tavecchio-Lotito-Galavotti si dice stia avendo ripercussioni e che abbia incrinato i rapporti in maniera difficilmente risanabile in special modo tra Galavotti e Uva. Proprio questo scenario ha aperto alle prime illazioni che vedono proprio l'attuale Direttore Generale della Federcalcio come possibile outsider per la corsa alla poltrona occupata da Tavecchio. Il nemico in casa per l'ex numero uno della Lega Dilettanti che tempo fa parlandomi delle prossime elezioni, alla mia domanda sul famoso 8% in mano all'opposizione creatasi il giorno, o sarebbe meglio dire il periodo, pre elettivo affermò che: "mi presenterò personalmente alla 20 Assemblee anche a quelle in Umbria e in Campania poi vediamo quello che succede". Questo sarebbe un gesto di grande forza da parte di Tavecchio che però qualcuno potrebbe vivere come una sfida e non accoglierlo in maniera positiva. Qualcuno afferma che in Campania non riuscirebbe neanche a mettere piede se Pastore non volesse. Vedremo.

Intanto, si parla di una riunione avvenuta qualche mese fa, fuori dalle stanze di Via Allegri, proprio tra Tavecchio, Galavotti e un presidente di Comitato a cui sono state date rassicurazioni riguardo alcuni incartamenti arrivati in Procura Federale e spediti personalmente dall'ex numero uno della Lega Felice Belloli. Restando in Federcalcio Tavecchio si sta chiedendo come mai Giancarlo Abete non manchi mai un appuntamento per far sentire la sua voce anche in fase di Consiglio e lo stesso uomo di Ponte Lambro ha il timore che Abete voglia ricandidarsi alla Federcalcio. Ci sentiamo di smentire perché non abbiamo trovato conferme al riguardo. Se la Lega Pro è nel caos con il Commissario Miele che incontrerà Francesco Ghirelli al massimo la prossima settimana svelando i suoi intenti su uno dei casi più spinosi della Terza Serie Nazionale, i calendari appena stilati risultano quanto meno risibili visto che solo il 3 settembre si conosceranno i veri organici della Lega Pro e pensare che il Consiglio Federale si terrà il 31 agosto. Come si potranno prendere decisioni definitive se non si conoscono e non si conosceranno per altri tre giorni le squadre partecipanti ai campionati dell'ex Serie C, nome che potrebbe tornare in auge, e dell'Interregionale? Per chiudere in Lega Dilettanti la delega alle Nazionali tornerà ad Alberto Mambelli e si dice che il primo a saltare sarà sicuramente Vittorino Mauri e non potrebbe essere altrimenti, visto come mi disse Tavecchio, anche questo forse non voleva che uscisse ma le cose dette ultimamente non riesco proprio a tenerle nascoste ai nostri lettori: "Mettere Mauri a fare il selezionatore è stata una follia", ed è ora che si ritorni alla normalità.

Massimiliano Giacomini

Print Friendly and PDF
  Scritto da redazione_piemonte il 01/09/2015
Tempo esecuzione pagina: 0,03599 secondi