Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


La Juve va ko contro la Lazio, il Toro regola la Fiorentina

 

Una Juventus in versione gigante dai piedi di argilla crolla sotto il peso sempre più opprimente delle proprie lacune e vede avanzare all'orizzonte nuvoloni neri piuttosto preoccupanti, mentre il Torino dei piccoli passi riesce finalmente a trovare continuità di risultati e rendimento riportandosi in una posizione di classifica che fa abbozzare sulle labbra dei granata un velato sorriso.

Ancora una giornata di alti e bassi per le formazioni subalpine nel massimo campionato di calcio. Il campanello d'allarme suonato nella gara interna contro il Sassuolo non è servito a ridestare l'attenzione dei giocatori di Madama e gli scricchiolii uditi contro la compagine emiliana hanno portato alla voragine apertasi di fronte a quella di Simone Inzaghi al termine di una gara caratterizzata comunque da aspetti paradossali. Per la prima mezz'ora di gioco si è vista una delle migliori versioni stagionali della Juventus, con i bianconeri aggressivi e determinati che hanno costretto i laziali sulla difensiva. Dopo il meritato vantaggio il solito narcisismo ha di nuovo condizionato gli uomini di Sarri, incapaci di concretizzare le occasioni create per allungare e mettere “in ghiaccio” la partita. Quando gli Aquilotti hanno cominciato a volare avanzando il baricentro la Juventus si è smarrita, venendo tradita da una fase difensiva sempre più disastrosa e da un inspiegabile crollo della tenuta mentale (foto sport Virgilio).

Rivitalizzati i biancocelesti con uno sciagurato posizionamento su azione d'angolo al tramonto della prima frazione (fatto salvo che con la testa fossero già negli spogliatoi per l'intervallo, cosa già di per sé grave per una squadra di alto livello, viene da chiedersi perché Sarri continui ostinatamente a chiedere ai propri giocatori di marcare a zona sui calci piazzati avversari), la Vecchia Signora ha fallito per eccesso di sufficienza un nuovo colpo del k.o. ad inizio ripresa (vero Dybala?), poi, quando la gara sembrava essere sotto controllo, non è stata in grado di fare fronte mentalmente alle avversità (leggi la serie di opinabili decisioni arbitrali contrarie) e agli episodi che hanno fatto cambiare il corso della partita.

In inferiorità numerica dopo l'espulsione di Cuadrado, la Juventus, invece di ricompattarsi per uscire almeno indenne dall'Olimpico, ha clamorosamente offerto il fianco alle verticalizzazioni (difesa stile belle statuine distratte sulla rete del sorpasso laziale di Milinkovic-Savic) e ai contropiedi avversari (frutto questi di un assetto in fase di copertura tutto da rivedere), col solo monumentale Szczesny a tenerla a galla sino alla stoccata finale di Caicedo.

L'Inter, pur frenando, ha allungato in vetta e la Lazio si è pericolosamente avvicinata. Il prosieguo dell'annata bianconera non può prescindere dal consolidamento della difesa e dal recupero della concretezza offensiva per non vanificare un potenziale comunque notevole, nonché di tutti gli effettivi di un centrocampo falcidiato dagli infortuni. Ma soprattutto devono tornare la concentrazione e la fame di successo tipiche del recente passato. Con i numeri sinora mostrati e l'utopia del gioco spettacolare di là da venire, la Juventus rischia seriamente di ritrovarsi a fine stagione a mani vuote su tutti i fronti.

Chi ha ritrovato il sorriso è invece il Torino. Tornati a fare bottino, pur tra molte ombre, nella trasferta di Genova, i granata sono apparsi in crescita contro la Fiorentina, mostrando un'apprezzabile continuità di rendimento. Positiva soprattutto la prima frazione di gioco, dominata con autorevolezza dalla squadra di Mazzarri, che ha sfruttato al meglio il 3-4-2-1 iniziale proposto dal proprio tecnico. Difesa e centrocampo solidi hanno consentito alle sgroppate di Ansaldi (il migliore in assoluto) e al dinamismo di Verdi e Berenguer di supportare al meglio il combattivo Zaza, schierato titolare come unica punta dopo le recenti tensioni con l'allenatore e in grado di ripagare la fiducia accordata segnando la rete del meritato vantaggio.

Sbloccata la situazione, il Toro non ha avuto difficoltà a disporre di una Fiorentina troppo remissiva, che solo ad inizio ripresa ha tentato una reazione. Nella circostanza i granata hanno mostrato di sapere soffrire contenendo con ordine le iniziative dei viola e punendoli con cinismo grazie alla galoppata di Ansaldi che ha di fatto chiuso i giochi. Una vittoria da Toro non è però tale senza qualche patema e il forcing finale della squadra di Montella, sfociato nella rete della bandiera siglata da Caceres, ha fatto correre più di un brivido lungo la schiena dei tifosi granata. Il solito Sirigu, aiutato dai compagni, ha però fatto buona guardia, consentendo al Toro di intascare il secondo successo consecutivo e di continuare nella risalita in classifica. La prossima trasferta di Verona sarà un ulteriore banco di prova nel percorso di crescita granata.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 09/12/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



La Juve vince nel ricordo di Anastasi, Toro ribaltato dal Sassuolo

Dopo lo spumeggiante intermezzo di Coppa Italia contro l'Udinese la Juventus piega soffrendo più del dovuto un indomito Parma, approfitta del mezzo passo falso dell'Inter a Lecce (anche per Conte vale il detto "nessuno è profeta in patria") e dà vita al primo vero tentativo di fuga al comando del campionato, mentre i...leggi
20/01/2020

Juve campione d'inverno, Toro in scia alla zona Europa League

Domenica di sofferenza a lieto fine per Juventus e Torino, al termine della quale i bianconeri stringono in solitaria lo scettro di campioni d'inverno, mentre i granata tornano in piena zona Europa League. Per il calcio sotto la Mole non poteva chiudersi meglio il girone andata, con le squadre di Sarri e Mazzarri che doppiano la boa di metà stagione rilanciate a pieno titolo ver...leggi
13/01/2020


Supercoppa amara per la Juve, il Toro scivola in casa

  Dai gol siderali di Dybala e, soprattutto, Ronaldo che hanno permesso ai bianconeri di chiudere l'anno in vetta alla classifica, al weekend nero che ha portato un'abbondante fornitura di carbone, rimpianti e riflessioni sotto l'albero delle due torinesi per un Natale calcistico d...leggi
23/12/2019

La Juve ritrova la vetta, il Toro perde una grossa occasione a Verona

Un Toro shock fa restare il pranzo sullo stomaco ai suoi sempre più sconcertati tifosi, mentre la Juve, finalmente bella ed efficace, limita la pennichella domenicale al finale di partita dopo aver fatto un sol boccone dell'Udinese e assapora un corroborante digestivo serale offerto dalla distilleria viola che le consente di agganciare l'Inter al...leggi
16/12/2019

La Juve bloccata in casa dal Sassuolo, boccata d'ossigeno per il Toro

La Juve vede esplodere in una domenica uggiosa tutti i suoi recenti problemi e perde la testa della classifica a favore di un'Inter arrembante e concreta, mentre il Toro ritrova, solo per il risultato, il sorriso e torna dalla trasferta di Genova con tre punti che ridanno ossigeno all'ambiente, senza però dissiparne le ombre. Tanto tuon&...leggi
02/12/2019

La Juve sbanca Bergamo, Toro in crisi d'identità

  La Juve continua a ballare da sola in vetta alla classifica al ritmo di un tango argentino in HD che continua a risolverle, assieme all'interpretazione arbitrale del regolamento, problemi ormai diventati strutturali; Toro da profondo rosso, impaurito, privo di personalità e relegato sempre più all'anonimato, “ma...leggi
25/11/2019

Il Torino risorge a Brescia, la Juventus supera a fatica il Milan

Il Toro rialza la cresta trascinato dal “gallo” Belotti (fotografia: www.torinofc.it), la Juve mantiene la vetta della classifica con la “solita” vittoria di misura che scaccia anche i “mal di pancia” di un indisponente Cristiano Ronaldo. Le due torinesi fanno il pieno e vanno alla sosta per le nazionali rinfrancate e in linea di galleggiame...leggi
11/11/2019

La Juve vince il derby ma dal Toro arrivano segnali di risveglio

  Un Sirigu in forma strepitosa tiene a galla sino al termine il Toro, ma una Juve concentrata e “sul pezzo” piazza la zampata vincente facendo valere con cinismo la maggiore caratura e fa suo un derby spigoloso, “sporco”, ma allo stesso tempo vibrante e dalle immancabili polemiche secondo tradizione (fotografia: sito uff...leggi
04/11/2019


Due deludenti pareggi per Juventus e Torino

Juventus leziosa e sciupona che conserva il primato in classifica solo grazie alle contemporanee frenate degli avversari (vittime delle scorie di Champions League come i bianconeri) e Torino convalescente ancora autore di un'enigmatica gara dai due volti. Il turno di campionato prologo di un'intensa settimana che sfocerà nel derby della Mole ha regalato poche soddisfazioni sulle...leggi
28/10/2019

La Juve vince a fatica col Bologna, il Toro scivola a Udine

  Una Juve ancora incompiuta viene trascinata dalla vecchia guardia e mantiene la testa della classifica, mentre il Toro fornisce un'altra prestazione a due facce e cade a Udine in un turno di ripresa del campionato dopo la sosta per le nazionali caratterizzato da alti e bassi per le due squadre della Mole. ...leggi
21/10/2019

Alla Juve il derby d'Italia, il Toro ingabbia il Napoli

  La Juve di Sarri dà una lezione di gioco e di tattica all'Inter di Conte, si riprende la vetta della graduatoria e certifica che il divario tra sé e le rivali è ancora consistente. Il Toro ingabbia il Napoli, tiene testa ai più quotati rivali e strappa un punto meritato, suggellato da un finale in cresce...leggi
07/10/2019

La Juve regola la Spal, il Toro sulle montagne russe a Parma

  Juventus quasi a regime che scalda i motori in vista delle prime prove della verità stagionali, Torino coraggioso, distratto e sfortunato che ruzzola a terra dopo le montagne russe di Parma. Indicazioni contrastanti per le due torinesi dopo una sesta giornata di campionato...leggi
30/09/2019

Il Toro batte il Milan, la Juve ritrova il sereno a Brescia

  Resurrezione Toro e ampi squarci di sereno nel cielo della Juve. Ha riservato emozioni vietate ai deboli di cuore il turno infrasettimanale di campionato, al termine del quale i bianconeri restano nella scia dell'Inter capolista, mentre i granata salgono di nuovo nei quartieri al...leggi
26/09/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04791 secondi