Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Serie A: la Juve vince a Bergamo, Toro raggiunto nel finale dal Monza

 

 

 

 

 

 

 

 

 

La Juventus dà segni di continuità, sfata il tabù Atalanta e compie un deciso passo in avanti nella corsa alla Champions League presentandosi al meglio alla semifinale di Europa League con il Siviglia, altro snodo cruciale della sua travagliata stagione. Il Torino fornisce una nuova prestazione autorevole, domina a lungo il Monza ma si fa raggiungere nel finale dagli indomiti brianzoli e, complici valutazioni arbitrali opinabili, si mette in tasca un solo punto con una buona dose di rammarico. Turno di campionato con tante luci offuscato solo da qualche ombra per le due rappresentanti del calcio all'ombra della Mole.

Mezzogiorno di fuoco per la truppa di Allegri nel confronto diretto in chiave europea sul sempre ostico terreno dell'Atalanta. Contro i bergamaschi il tecnico livornese rispolverava al centro della difesa Rugani dandogli in consegna il temuto Zapata e venendo ripagato da una prova impeccabile, mentre Danilo e Slex Sandro dovevano fronteggiare le iniziative dei trequartisti Koopmeiners e Pasalic, con licenza di avanzare nell'impostazione della manovra. La sorpresa positiva arrivava dalla corsia esterna di sinistra, dove Iling-Junior, gettato nella mischia alla prima da titolare, con la sua freschezza faceva passare un brutto pomeriggio a Zappacosta divenendo poi decisivo, mentre Cuadrado forniva il consueto apporto di quantità e qualità sull'altro fronte. Battaglia uno contro uno nel settore nevralgico tra Fagioli, Locatelli e Rabiot e i dirimpettai nerazzurri; Di Maria svariava su tutto il fronte offensivo cercando di togliere punti di riferimento alla linea difensiva avversaria, già alle prese con le puntate ed i ripiegamenti di Milik.

I bianconeri sorprendevano gli orobici con un inizio volitivo culminato nel tiro a giro di Di Maria che lambiva il palo, quindi rigraziavano la buona sorte per la prima volta nella giornata, quando il montante respingeva il colpo di testa di Scalvini. Con il passare dei minuti la squadra di Gasperini cresceva di intensità nel pressing ed avanzava il baricentro rendendo difficile l'impostazione juventina. Qui la Vecchia Signora dimostrava di saper soffrire, si chiudeva a riccio, murava le conclusioni avversarie e rischiava solo sull'imprecisa girata di Pasalic.

Ad inizio ripresa la fiammata con cui Iling-Junior recuperava palla sulla trequarti, lanciava Rabiot e andava a concludere l'azione incanalando la gara sui binari bianconeri. Con l'Atalanta a totale trazione anteriore (quattro i giocatori offensivi impiegati da Gasperini), la Juve continuava a fare leva su una difesa accorta, graziata nuovamente del palo su cui si infrangeva il tiro di Zappacosta, e poteva agire di rimessa mancando però il colpo del k.o. in contropiede.

Szczesny rispondeva presente sulla punizione di Koopmeiners, quindi gli innesti di Pogba, Chiesa a Kostic agevolavano la gestione del vantaggio e le ripartenze. Finale elettrico, con cori razzisti nei confronti di Vlahovic, gara interrotta, appello dello speaker dello stadio, maxi recupero concesso da Doveri e vendetta del centravanti serbo con il gol del raddoppio nell'ultima azione e l'esultanza provocatoria punita da regolamento con l'ammonizione. Mentre Gasperini nelle interviste del dopo partita riconduceva a maleducazione gli insulti razzisti, sono attesi nei prossimi giorni gli auspicati provvedimenti del giudice sportivo nei confronti dei tifosi e della società atalantina.

Sul campo, la Juve si giocherà una gran fetta della stagione giovedì sera nella semifinale casalinga d'andata di Europa League contro il Siviglia, mentre in campionato cercherà domenica sera di allungare la striscia positiva ospitando una Cremonese tornata a sorpresa in corsa per la salvezza e da prendere con le molle.

Schieramenti speculari e arguzie tattiche fra Torino e Monza, entrambi tesi e fare breccia puntando sull'incisività in verticale e tenuti a galla dalle parate di Di Gregorio e Milinkovic-Savic, tra i migliori in campo. Pareggio giusto dato l'andamento complessivo dell'incontro (un tempo a testa), ma che lascia ancora una volta il rammarico in casa granata per non essere riusciti a mantenere il vantaggio e per alcune decisioni dell'arbitro friulano Zufferli (su tutte la trattenuta di in area di Rovella a Ricci in pieno recupero non ravvisata come fallosa nemmeno dal VAR), che hanno obiettivamente penalizzato i torinisti.

Nella partita a scacchi fra i due tecnici, Juric si affidava nel reparto arretrato a Djdji, Buongiorno e Rodriguez, confermava in mezzo al campo la gioventù ispirata di Ricci ed Ilic, mentre sulle corsie esterne puntava sul dinamismo di Lazaro e Vojvoda. Puntuali nello svariare sulla trequarti Miranchuk e Vlasic, con il peso dell'attacco come di consueto sulle spalle di Sanabria.

Esaurita l'iniziale fase di studio era il Toro ad assumere il controllo delle operazioni, sfruttando le incursioni degli esterni per i servizi a rimorchio in favore dei trequartisti. Di Gregorio era però bravo a sbarrare la strada a Vlasic, Miranchuk e Vojvoda, mentre il VAR annullava la rete del fantasista russo per un tocco di mano ad inizio azione di Sababria e Milinkovic-Savic si opponeva a Ciurria.

In apertura di ripresa il piano tattico di Juric dava frutti con l'ennesima combinazione in verticale che portava Sanabria a siglare la rete del vantaggio granata. Dopodiché il Toro doveva fronteggiare la reazione monzese, che lasciava però spazio alle manovre di rimessa dei giocatori di Juric.

Squadre spaccate e ribaltamenti di fronte caratterizzavano un finale di gara con il risultato sempre in bilico. Se da un lato i granata non riuscivano a chiudere i conti con Miranchuk (ancora Di Gregorio in spolvero), dall'altro rischiavano sulle conclusioni di Carlos Augusto. L'assetto difensivo della squadra di Juric sembrava però reggere e solo la magia di tacco di Pessina e il successivo assist di Petagna per la bordata di Caprari lo facevano saltare ristabilendo la parità.

Oltre alla beffa, in pieno recupero arrivava pure il già citato danno della trattenuta di Rovella a Ricci lanciato a rete in area, che neanche dopo lunga revisione al VAR veniva giudicata da rigore. Il Toro usciva così dal campo con un solo punto in tasca ed una rabbia agonistica da cercare di trasformare in vittoria domenica all'ora di pranzo in casa di un Verona determinato a proseguire la sua corsa verso la salvezza.

Fotografia: www.juventus.com

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 08/05/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie A: ultima di campionato agrodolce per le squadre torinesi

Il Torino fa quasi da sparring partner all'Inter ormai proiettata alla finale di Champions League, tiene testa ai rivali ma paga una distrazione difensiva e la scarsa incisività in fase realizzativa (complici le parate dei portieri avversari), chiudendo la stagione con una sconfitta che gli impedisce di agganciare l'ottavo posto, ...leggi
05/06/2023


Serie A: pari del Toro contro la Fiorentina, crollo Juve ad Empoli

Un Torino di piccolo cabotaggio intasca un punto contro la Fiorentina e si avvia verso un tranquillo finale di campionato privo però di stimoli e obiettivi particolari. La Juventus incappa in una settimana che definire nera sarebbe un eufemismo e crolla ad Empoli sotto il peso degli eventi. Le rappresentanti del calcio sotto la Mole zoppicano nel confronto incrociato con le tosc...leggi
23/05/2023

Serie A: Toro da record in trasferta, la Juve regola la Cremonese

                    Il Torino conferma la sua recente vocazione di squadra da trasferta cogliendo a Verona la sua quarta vittoria nelle ultime cinque esibizioni lontano dalle mura amiche al termine di una gara dominata ed in cui ha raccolto addirittura meno di quanto...leggi
15/05/2023

Vittorie per Juve e Toro nel turno infrasettimanale di serie A

                    La Juventus prima sprinta, poi ondeggia e soffre più del dovuto, ma alla fine piega il mai domo Lecce e centra l'obiettivo di tornare alla vittoria. Il Torino passeggia sui resti della Sampdoria, svolge al meglio il proprio compito senza da...leggi
05/05/2023

Serie A: pari della Juve a Bologna, il Toro ko di misura

Un Torino gagliardo tiene testa all'Atalanta ma paga cari gli episodi e vede sfuggire via la Dea nel finale rimanendo a bocca asciutta. La Juventus, sempre più indecifrabile, dà qualche segnale di risveglio ma sconta tutti i suoi limiti attuali e torna da Bologna con una pareggio che ha le sembianze dell'occasione sprecata, chiudendo alla meno peggio una settimana nera. P...leggi
01/05/2023


Ancora delusioni per le squadre torinesi in serie A

Un Toro dai due volti sbaglia l'approccio alla partita, è costretto ad inseguire, poi cambia passo, agguanta la Salernitana e sfiora il successo, ma deve ancora una volta rimandare l'appuntamento con la vittoria. Una Juve abulica e priva di nerbo, apparsa svuotata mentalmente e fisicamente dopo le fatiche e le emozioni di Europa League, mette in scena una recita censurabile in c...leggi
17/04/2023

Serie A: torinesi ko nel doppio confronto contro le romane

Le romane fanno la voce grossa, ribadiscono il loro ritrovato ruolo capitale e per le paladine del calcio sotto la Mole il sabato di campionato prepasquale diventa di passione. Toro e Juve escono a bocca asciutta dal confronto incrociato con Roma e Lazio e devono frenare la rincorsa ai rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
11/04/2023

Serie A: la Juve regola il Verona, pari del Toro in casa del Sassuolo

  La Juventus regola a fatica il Verona e compie un altro deciso passo nella sua risalita in classifica, vedendo apparire all'orizzonte addirittura la zona Champions League. Il Torino si rimette in marcia e torna dalla trasferta in casa del Sassuolo con un punto raccogliendo forse meno di quanto seminato. Va in archivio all'insegna del moderato ottimismo la 28ª giornata di cam...leggi
04/04/2023

Serie A: alla Juve il derby d'Italia, Toro travolto dal ciclone Napoli

Il ciclone Napoli travolge un Toro che, oltre alla generosità, poco altro ha potuto mettere in campo per cercare di contrastare la spettacolare corazzata partenopea. La Juve, finalmente concreta e convincente, si aggiudica con merito un derby d'Italia al solito carico di veleni e prosegue nella sua risalita preparandosi ad un finale di stagione da cuori forti. Anche l'ultimo tur...leggi
21/03/2023

Serie A: la Juve regola la Samp, il Toro sbanca Lecce

Un Toro concreto, cinico e dalla forte personalità impiega tre minuti per mettere in ghiaccio la vittoria di Lecce, poi controlla con lucidità una gara divenuta sempre più spigolosa e torna dal Salento con tre punti preziosi e una ritrovata continuità di prestazione. Una Juve schizofrenica fa, disfa e va sulle montagne russe contro il fanalino di coda Sampdoria, gene...leggi
13/03/2023

Serie A: il Toro torna alla vittoria con il Bologna, Juve ko a Roma

La Juventus cade nella trappola tattica tesa da Mourinho, sbatte contro tre pali e torna a casa dalla trasferta romana a mani vuote, con la spiacevole sensazione di aver sprecato un'occasione. Il Torino si mette alle spalle la delusione del derby, fornisce una prova all'insegna della solidità e della concretezza, regola di misura un Bologna molto temuto alla vigilia e ritrova la vittoria...leggi
07/03/2023

Derby della Mole: la Juve regola il Toro nella ripresa

Un derby fiammeggiante, uno dei più intensi, combattuti ed emozionanti degli ultimi anni, va in rimonta alla Juve mai doma, capace di rimontare per due volte lo svantaggio e di fare emergere alla distanza le sue qualità superiori. Il Torino per tre quarti di gara tiene testa ai rivali, gioca alla pari facendo per lunghi tratti la partita, ma cala fatalmente nel finale qua...leggi
01/03/2023

Serie A: la Juve scavalca in classifica il Toro in attesa del derby

  Prestazioni speculari (solo un tempo all'altezza) e diametralmente opposte nell'esito finale per le due rappresentanti del calcio sotto la Mole in un ventitreesimo turno di campionato dal sapore agrodolce. La Juventus, pur faticando oltre misura, passa a La Spezia compiendo un altro passo della sua irta scalata verso le posizioni che contano, mentre il Torino prima si illude, poi...leggi
21/02/2023


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04383 secondi