Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Serie A: inizia in salita il girone di ritorno per Juventus e Torino

I bianconeri sorpresi in casa dal Monza, i granata rimontano due reti in casa dell'Empoli

Il girone di ritorno si apre all'insegna della sofferenza per le due rappresentanti del calcio sotto la Mole. Un Toro dai due volti corregge il tiro in corsa, raddrizza con una reazione di cuore e d'orgoglio una partita che sembrava ormai segnata e nel finale sfiora addirittura il secondo colpaccio consecutivo in terra toscana, tornando da Empoli con un punto utile per la classifica che lascia però l'amaro in bocca visto il dipanarsi della gara.

Una Juventus che pare avere smarrito la bussola e ben lontana dall'aver trovato il centro di gravità permanente indispensabile a navigare nei mari tempestosi di questo periodo, incappa in un clamoroso tracollo casalingo contro il Monza al termine di una prestazione che ha lasciato attoniti tifosi e critici ed ora deve cominciare a guardarsi alle spalle onde evitare di venire risucchiata in una spirale negativa che potrebbe avere effetti devastanti.

Ad aprire le danze erano i granata nell'anticipo pomeridiano del sabato. Invariato il modulo proposto da Juric, con scelte di formazione che destavano però delle perplessità. Se da un lato il pacchetto difensivo risultava affidabile, con Schuurs, Buongiorno e Rodriguez davanti a Milinkovic-Savic, sulle corsie esterne non convincevano Bayeye e Vojvoda preferiti a Singo e Aina, che nella ripresa daranno invece un contributo rilevante alla causa. Scintillante la prestazione a centrocampo di Ricci, mal supportato però da Linetty, mentre il tridente "fluido" composto da Radonjic, Vlasic e Seck nonostante il movimento (non sempre lucido) faticava a creare pericoli alla porta difesa da Vicario.

Da tali premesse, complice anche il prolungato e sterile possesso palla dell'Empoli, scaturiva una contesa tatticamente bloccata e priva di emozioni, con l'unico lampo della rete del vantaggio toscano siglata di testa da Luperto, che su calcio d'angolo approfittava dello statico schieramento della difesa avversaria.

Nell'intervallo il tecnico torinista lanciava ai suoi un segnale lasciando negli spogliatoi Seck e Linetty per sostituirli con Sanabria e Lukic, mentre dopo pochi minuti della ripresa l'ispirato Miranchuk rimpiazzava Radonjic. La manovra granata assumeva maggiore incisività, testimoniata dal palo centrato dalla deviazione volante di Ricci.

Nel momento migliore degli ospiti la sassata dalla distanza di Marin sembrava far calare il sipario sull'incontro, ma il Toro non demordeva e con una reazione tremendista tornava a galla nel giro di tre minuti grazie allo scaltro Ricci (migliore in campo) e al ritrovato cecchino Sanabria. L'inerzia della gara si spostava dalla parte dei granata con gli azzurri a chiudersi indietro e allo scadere solo il secondo palo di giornata impediva al sinistro a giro di Miranchuk di regalare al Toro il bottino pieno.

Messo in tasca un pareggio comunque da non disprezzare, i granata saranno chiamati a fornire una prestazione di maggiore continuità nell'impegno casalingo di domenica pomeriggio contro l'Udinese.

Sprofondo Juventus. I segnali di ritrovato carattere mostrati con l'Atalanta svanivano dopo pochi minuti di fronte alla matricola terribile Monza, confermatasi vera e propria bestia nera di Madama. A lasciare basiti sono stati soprattutto l'approccio alla gara svagato e l'atteggiamento mentale remissivo dei giocatori di Allegri. Nel primo tempo la parola concentrazione sembrava essere uscita dal vocabolario dei bianconeri. Linea difensiva distratta, reparti slegati, incapacità dei centrocampisti di fare filtro e rilanciare una manovra sempre troppo lenta, nessuna idea o spunto sul fronte offensivo, con il genio di Di Maria ingabbiato dagli avversari e Kean altrettanto isolato. A ciò si aggiungevano puerili errori di misura in palleggio e in fase di disimpegno, uniti ad una scarsa determinazione nei duelli uno contro uno e nell'arrivare sulle seconde palle.

Il Monza, accorto, ordinato e ben disposto in campo da Palladino secondo un efficace 3-4-2-1, approfittava per fare la sua partita e prendere addirittura in mano il controllo del gioco in casa del blasonato avversario. Pressing alto, immediata riconquista della palla seguita da rapidi inserimenti in verticale e precise trame palla a terra erano le armi con cui i brianzoli si infilavano nelle praterie lasciate dagli juventini, incapaci di opporre la benché minima resistenza e inspiegabilmente pigri nell'andare ad accoricare e a chiudere sui biancorossi.

Il gol annullato dal VAR a Caprari per millimetrico fuorigioco suonava come un campanello d'allarme inascoltato e la tempesta si abbatteva sulla Vecchia Signora sotto forma dell'imbucata di Machin per Ciurria a coronamento di un'azione partita addirittura da rimessa laterale, e dello slalom gigante con cui Carlos Augusto e Dany Mota irridevano le belle statuine bianconere per l'incredibile quanto meritatissimo raddoppio.

Allegri, ormai non più in grado di trasmettere spirito e carica a calciatori svuotati e dalla personalità sempre più labile, tentava le mosse della disperazione modificando in 4-3-3 lo schieramento in campo nel finale del primo tempo e gettando nella mischia ad inizio ripresa Iling-Junior, Soulé e Locatelli in luogo degli evanescenti Kostic, Paredes e Fagioli.

Assalto bianconero di puri nervi senza lucidità nella seconda frazione, che si schiantava sull'ordinato schieramento difensivo ospite e sulle parate di un Di Gregorio in grande spolvero, decisivo in almeno tre circostanze. Inutili anche gli innesti di Milik e Vlahovic per aumentare il peso offensivo e beffarda quanto ingenua la deviazione di Bremer in fuorigioco a porta vuota, che vanificava la zampata con cui Milik avrebbe riaperto la partita.

Nella circostanza l'attaccante polacco si infortunava (ne avrà per almeno un mese) e la Juve chiudeva in dieci, nel peggior modo possibile, una partita e un tonfo che resteranno storici. Il Monza, da matricola, ha infatti portato via 6 punti su 6 ai bianconeri, unica squadra a battere la Vecchia Signora in entrambi i confronti da dieci stagioni a questa parte. L'ultima volta accadde nel 2012-2013 ad opera della Sampdoria, anch'essa in quella circostanza da neopromossa.

La squadra di Allegri dovrà ritrovare in fretta le residue energie fisiche e mentali in vista di giovedì sera, quando sarà chiamata ad un confronto da dentro o fuori contro la Lazio nei quarti di finale di Coppa Italia. Dopodiché la trasferta di martedì 7 febbraio a Salerno, primo passo di un cammino insidioso che dovrà avere come obiettivo principale la permanenza nel massimo campionato.

 

Nella fotografia di Virgilio Sport: il bianconero Fagioli in azione nella partita casalinga contro il Monza.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 30/01/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie A: ultima di campionato agrodolce per le squadre torinesi

Il Torino fa quasi da sparring partner all'Inter ormai proiettata alla finale di Champions League, tiene testa ai rivali ma paga una distrazione difensiva e la scarsa incisività in fase realizzativa (complici le parate dei portieri avversari), chiudendo la stagione con una sconfitta che gli impedisce di agganciare l'ottavo posto, ...leggi
05/06/2023


Serie A: pari del Toro contro la Fiorentina, crollo Juve ad Empoli

Un Torino di piccolo cabotaggio intasca un punto contro la Fiorentina e si avvia verso un tranquillo finale di campionato privo però di stimoli e obiettivi particolari. La Juventus incappa in una settimana che definire nera sarebbe un eufemismo e crolla ad Empoli sotto il peso degli eventi. Le rappresentanti del calcio sotto la Mole zoppicano nel confronto incrociato con le tosc...leggi
23/05/2023

Serie A: Toro da record in trasferta, la Juve regola la Cremonese

                    Il Torino conferma la sua recente vocazione di squadra da trasferta cogliendo a Verona la sua quarta vittoria nelle ultime cinque esibizioni lontano dalle mura amiche al termine di una gara dominata ed in cui ha raccolto addirittura meno di quanto...leggi
15/05/2023


Vittorie per Juve e Toro nel turno infrasettimanale di serie A

                    La Juventus prima sprinta, poi ondeggia e soffre più del dovuto, ma alla fine piega il mai domo Lecce e centra l'obiettivo di tornare alla vittoria. Il Torino passeggia sui resti della Sampdoria, svolge al meglio il proprio compito senza da...leggi
05/05/2023

Serie A: pari della Juve a Bologna, il Toro ko di misura

Un Torino gagliardo tiene testa all'Atalanta ma paga cari gli episodi e vede sfuggire via la Dea nel finale rimanendo a bocca asciutta. La Juventus, sempre più indecifrabile, dà qualche segnale di risveglio ma sconta tutti i suoi limiti attuali e torna da Bologna con una pareggio che ha le sembianze dell'occasione sprecata, chiudendo alla meno peggio una settimana nera. P...leggi
01/05/2023


Ancora delusioni per le squadre torinesi in serie A

Un Toro dai due volti sbaglia l'approccio alla partita, è costretto ad inseguire, poi cambia passo, agguanta la Salernitana e sfiora il successo, ma deve ancora una volta rimandare l'appuntamento con la vittoria. Una Juve abulica e priva di nerbo, apparsa svuotata mentalmente e fisicamente dopo le fatiche e le emozioni di Europa League, mette in scena una recita censurabile in c...leggi
17/04/2023

Serie A: torinesi ko nel doppio confronto contro le romane

Le romane fanno la voce grossa, ribadiscono il loro ritrovato ruolo capitale e per le paladine del calcio sotto la Mole il sabato di campionato prepasquale diventa di passione. Toro e Juve escono a bocca asciutta dal confronto incrociato con Roma e Lazio e devono frenare la rincorsa ai rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
11/04/2023

Serie A: la Juve regola il Verona, pari del Toro in casa del Sassuolo

  La Juventus regola a fatica il Verona e compie un altro deciso passo nella sua risalita in classifica, vedendo apparire all'orizzonte addirittura la zona Champions League. Il Torino si rimette in marcia e torna dalla trasferta in casa del Sassuolo con un punto raccogliendo forse meno di quanto seminato. Va in archivio all'insegna del moderato ottimismo la 28ª giornata di cam...leggi
04/04/2023

Serie A: alla Juve il derby d'Italia, Toro travolto dal ciclone Napoli

Il ciclone Napoli travolge un Toro che, oltre alla generosità, poco altro ha potuto mettere in campo per cercare di contrastare la spettacolare corazzata partenopea. La Juve, finalmente concreta e convincente, si aggiudica con merito un derby d'Italia al solito carico di veleni e prosegue nella sua risalita preparandosi ad un finale di stagione da cuori forti. Anche l'ultimo tur...leggi
21/03/2023

Serie A: la Juve regola la Samp, il Toro sbanca Lecce

Un Toro concreto, cinico e dalla forte personalità impiega tre minuti per mettere in ghiaccio la vittoria di Lecce, poi controlla con lucidità una gara divenuta sempre più spigolosa e torna dal Salento con tre punti preziosi e una ritrovata continuità di prestazione. Una Juve schizofrenica fa, disfa e va sulle montagne russe contro il fanalino di coda Sampdoria, gene...leggi
13/03/2023

Serie A: il Toro torna alla vittoria con il Bologna, Juve ko a Roma

La Juventus cade nella trappola tattica tesa da Mourinho, sbatte contro tre pali e torna a casa dalla trasferta romana a mani vuote, con la spiacevole sensazione di aver sprecato un'occasione. Il Torino si mette alle spalle la delusione del derby, fornisce una prova all'insegna della solidità e della concretezza, regola di misura un Bologna molto temuto alla vigilia e ritrova la vittoria...leggi
07/03/2023

Derby della Mole: la Juve regola il Toro nella ripresa

Un derby fiammeggiante, uno dei più intensi, combattuti ed emozionanti degli ultimi anni, va in rimonta alla Juve mai doma, capace di rimontare per due volte lo svantaggio e di fare emergere alla distanza le sue qualità superiori. Il Torino per tre quarti di gara tiene testa ai rivali, gioca alla pari facendo per lunghi tratti la partita, ma cala fatalmente nel finale qua...leggi
01/03/2023


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03813 secondi