Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Serie A: la Juve supera anche l'Udinese, pari del Toro a Salerno

 

Una Juventus di puro "allegrismo" trova ancora una volta la zampata decisiva nel finale, conquista l'ottava vittoria consecutiva senza subire reti al termine dell'ennesima partita di sofferenza preceduta dallo struggente ricordo di Gianluca Vialli e prosegue la sua corsa nei quartieri alti della graduatoria. Il Torino resta di nuovo incompiuto e si mangia le mani per non aver saputo condurre in porto il successo a Salerno dopo un primo tempo dominato, in cui ha però avuto il torto di lasciare aperta la gara subendo nella ripresa il ritorno degli avversari. Nel secondo turno di campionato dopo la ripartenza le due rappresentanti del calcio sotto la Mole replicano tra luci ed ombre i risultati della giornata precedente.

 

Sabato di forti emozioni all'Allianz Stadium, stretto prima del via in un lungo abbraccio in memoria di Gianluca Vialli sottolineato dal toccante saluto affidato a Gianluca Pessotto. Sul campo Allegri rivisitava l'undici di partenza rispetto a tre giorni prima, schierando in difesa Danilo, Rugani (concreta e concentrata la sua prestazione, arginando soprattutto il temuto Beto) e Alex Sandro, mentre sulle corsie esterne impiegava McKennie e Kostic. Nel settore nevralgico operavano Rabiot, Miretti e Locatelli, con i primi due che crescevano alla distanza nonostante qualche evitabile errore di misura, mentre l'ultimo risultava ancora troppo nervoso e lontano dal fulcro dell'azione. Ispirato quanto discontinuo Di Maria in posizione di trequartista a supporto di un Kean generoso ma poco incisivo.

 

Rispolverando un vecchio copione, i bianconeri, pur giocando tra le mura amiche, lasciavano il controllo delle operazioni ai friulani che cercavano di fare la partita con un atteggiamento tattico ordinato ma poco incisivo, mentre sul fronte opposto si registravano le consuete defficoltà a verticalizzare. I colpi di testa di Wallace e Rugani che esaltavano i riflessi di Szczesny e Silvestri erano così i due unici sussulti di un primo tempo equilibrato e soporifero.

Dopo l'intervallo la Vecchia Signora cercava di alzare il ritmo traendo vantaggio dalla girandola di sostituzioni (soprattutto dagli innesti di Chiesa e Paredes), sfruttava meglio i cambi di gioco e le incursioni sulle corsie esterne, ma non aveva la lucidità necessaria sotto misura e nello sfruttamento delle transizioni in campo aperto. La squadra di Sottil dal canto suo pungeva pericolosamente di rimessa ma peccava di concretezza e amministrava con troppa sufficienza il pareggio nell'ultimo quarto di gara, quando sembrava riprendere il controllo delle operazioni.

 

Così andava in scena l'epilogo ormai divenuto un marchio di fabbrica di Madama, che pur nelle avversità non rinuncia fino all'ultino ad inseguire l'obiettivo facendo leva sulle qualità dei propri singoli quando il tasso agonistico e di concentrazione dei rivali scende. La sventagliata di Paredes pescava oltre la linea difensiva friulana Chiesa, il cui altruismo porgeva a Danilo un cioccolatino solo da scartare che premiava la dedizione del capitano di giornata juventino e rappresentava il miglior viatico in vista del big match di venerdì sera in casa del Napoli capolista.

 

Torino dai due volti, che torna da Salerno col grosso rammarico di essersi messo in tasca un solo punto (terzo pareggio consecutivo, tutti per 1-1, dei granata) al termine di una partita dominata in lungo e in largo nel primo tempo, in cui la squadra di Juric non ha però avuto il cinismo per chiudere i giochi, mentre nella ripresa dopo il pareggio dei padroni di casa sono riemersi timori ed incertezze che hanno fatto ancora rinviare l'appuntamento con la vittoria.

 

Rotazioni nella formazione iniziale del Toro, in cui Zima, Schuurs e Buongiorno presidiavano la difesa al pari di Lazaro e Vojvoda sulle fasce laterali. A centrocampo interdizione e sviluppo della manovra venivano affidati a Lukic e Linetty, ma il ritorno più gradito si registrava nel reparto avanzato, dove il tecnico croato riproponeva il centravanti di ruolo Sanabria, che con il suo agire da boa (e in seguito da finalizzatore) apriva varchi per gli inserimenti e le giocate degli ispirati trequartisti Vlasic (fra i migliori in campo) e Radonjic.

 

Dominio totale del Toro nella prima frazione grazie ad un atteggiamento aggressivo e ad un efficace sfruttamento delle corsie esterne con pungenti verticalizzazioni. La Salernitana andava in crisi ogni volta che veniva attaccata, rischiando parecchio soprattutto sugli sviluppi delle palle inattive. Una decina le occasioni create dai granata, i quali partorivano però la sola rete del provvisorio vantaggio confezionata dal cross di Lazaro e dallo splendido tuffo di testa di Sanabria.

 

Le parate di Ochoa e il palo sul colpo di testa di Schuurs tenevano a galla la squadra di Nicola, che dopo l'intervallo tornava in campo con un altro piglio, mentre le urla negli spogliatoi con cui Juric riprendeva i suoi per non aver chiuso i giochi e cercava di tenerne alta la concentrazione, non sortivano gli effetti sperati,

In apertura di ripresa, dopo una pausa durata 25 minuti a causa dei problemi al monitor del VAR, il Toro si faceva sorprendere dal contropiede finalizzato da Vilhena nella rete del pareggio. Dopodiché i campani prendevano in mano le redini dell'incontro, complice il regresso dei torinisti, privi delle certezze iniziali e sempre più smarriti.

Rischiato il tracollo sulla conlusione di Piatek, il Torino aveva almeno il merito di riordinare le fila e tornare mentalmente in partita, ma l'ennesimo strepitoso intervento del portiere messicano sulla zampata di Miranchuk e il secondo montante di giornata sul tocco mancino di Rodriguez (decisivo ancora lo zampino di Ochoa), gli impedivano di riassaporare la vittoria, lasciando la bocca amara per l'occasione persa. Prossimo avversario lo Spezia domenica, quando i granata dovranno cercare di riagguantare i tre punti.

Fotografia: Sport Virgilio

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 08/01/2023
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie A: ultima di campionato agrodolce per le squadre torinesi

Il Torino fa quasi da sparring partner all'Inter ormai proiettata alla finale di Champions League, tiene testa ai rivali ma paga una distrazione difensiva e la scarsa incisività in fase realizzativa (complici le parate dei portieri avversari), chiudendo la stagione con una sconfitta che gli impedisce di agganciare l'ottavo posto, ...leggi
05/06/2023


Serie A: pari del Toro contro la Fiorentina, crollo Juve ad Empoli

Un Torino di piccolo cabotaggio intasca un punto contro la Fiorentina e si avvia verso un tranquillo finale di campionato privo però di stimoli e obiettivi particolari. La Juventus incappa in una settimana che definire nera sarebbe un eufemismo e crolla ad Empoli sotto il peso degli eventi. Le rappresentanti del calcio sotto la Mole zoppicano nel confronto incrociato con le tosc...leggi
23/05/2023

Serie A: Toro da record in trasferta, la Juve regola la Cremonese

                    Il Torino conferma la sua recente vocazione di squadra da trasferta cogliendo a Verona la sua quarta vittoria nelle ultime cinque esibizioni lontano dalle mura amiche al termine di una gara dominata ed in cui ha raccolto addirittura meno di quanto...leggi
15/05/2023


Vittorie per Juve e Toro nel turno infrasettimanale di serie A

                    La Juventus prima sprinta, poi ondeggia e soffre più del dovuto, ma alla fine piega il mai domo Lecce e centra l'obiettivo di tornare alla vittoria. Il Torino passeggia sui resti della Sampdoria, svolge al meglio il proprio compito senza da...leggi
05/05/2023

Serie A: pari della Juve a Bologna, il Toro ko di misura

Un Torino gagliardo tiene testa all'Atalanta ma paga cari gli episodi e vede sfuggire via la Dea nel finale rimanendo a bocca asciutta. La Juventus, sempre più indecifrabile, dà qualche segnale di risveglio ma sconta tutti i suoi limiti attuali e torna da Bologna con una pareggio che ha le sembianze dell'occasione sprecata, chiudendo alla meno peggio una settimana nera. P...leggi
01/05/2023


Ancora delusioni per le squadre torinesi in serie A

Un Toro dai due volti sbaglia l'approccio alla partita, è costretto ad inseguire, poi cambia passo, agguanta la Salernitana e sfiora il successo, ma deve ancora una volta rimandare l'appuntamento con la vittoria. Una Juve abulica e priva di nerbo, apparsa svuotata mentalmente e fisicamente dopo le fatiche e le emozioni di Europa League, mette in scena una recita censurabile in c...leggi
17/04/2023

Serie A: torinesi ko nel doppio confronto contro le romane

Le romane fanno la voce grossa, ribadiscono il loro ritrovato ruolo capitale e per le paladine del calcio sotto la Mole il sabato di campionato prepasquale diventa di passione. Toro e Juve escono a bocca asciutta dal confronto incrociato con Roma e Lazio e devono frenare la rincorsa ai rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
11/04/2023

Serie A: la Juve regola il Verona, pari del Toro in casa del Sassuolo

  La Juventus regola a fatica il Verona e compie un altro deciso passo nella sua risalita in classifica, vedendo apparire all'orizzonte addirittura la zona Champions League. Il Torino si rimette in marcia e torna dalla trasferta in casa del Sassuolo con un punto raccogliendo forse meno di quanto seminato. Va in archivio all'insegna del moderato ottimismo la 28ª giornata di cam...leggi
04/04/2023

Serie A: alla Juve il derby d'Italia, Toro travolto dal ciclone Napoli

Il ciclone Napoli travolge un Toro che, oltre alla generosità, poco altro ha potuto mettere in campo per cercare di contrastare la spettacolare corazzata partenopea. La Juve, finalmente concreta e convincente, si aggiudica con merito un derby d'Italia al solito carico di veleni e prosegue nella sua risalita preparandosi ad un finale di stagione da cuori forti. Anche l'ultimo tur...leggi
21/03/2023

Serie A: la Juve regola la Samp, il Toro sbanca Lecce

Un Toro concreto, cinico e dalla forte personalità impiega tre minuti per mettere in ghiaccio la vittoria di Lecce, poi controlla con lucidità una gara divenuta sempre più spigolosa e torna dal Salento con tre punti preziosi e una ritrovata continuità di prestazione. Una Juve schizofrenica fa, disfa e va sulle montagne russe contro il fanalino di coda Sampdoria, gene...leggi
13/03/2023

Serie A: il Toro torna alla vittoria con il Bologna, Juve ko a Roma

La Juventus cade nella trappola tattica tesa da Mourinho, sbatte contro tre pali e torna a casa dalla trasferta romana a mani vuote, con la spiacevole sensazione di aver sprecato un'occasione. Il Torino si mette alle spalle la delusione del derby, fornisce una prova all'insegna della solidità e della concretezza, regola di misura un Bologna molto temuto alla vigilia e ritrova la vittoria...leggi
07/03/2023

Derby della Mole: la Juve regola il Toro nella ripresa

Un derby fiammeggiante, uno dei più intensi, combattuti ed emozionanti degli ultimi anni, va in rimonta alla Juve mai doma, capace di rimontare per due volte lo svantaggio e di fare emergere alla distanza le sue qualità superiori. Il Torino per tre quarti di gara tiene testa ai rivali, gioca alla pari facendo per lunghi tratti la partita, ma cala fatalmente nel finale qua...leggi
01/03/2023


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04502 secondi