Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

31-0: A Bologna l'arbitro fischia prima la fine della gara

 

Nel settembre del 2010 avevamo scherzato sui risultati che andavano oltre il 20-0, lanciando una campagna di incentivo a fare ancora più gol per le squadre di Allievi e Giovanissimi. Erano campionati di Settore Giovanile che non piacevano a nessuno e la nostra era ovviamente una provocazione. La cifra che avevamo proposto ironicamente per "vincere" era fissata in 40 gol fatti all'avversario. Era una provocazione scherzosa, ma a ripensarci ora, forse, nemmeno poi così tanto. E come capita in quasi tutti gli scherzi, anche questo nascondeva un fondo di verità; un fondo amaro con il quale abbiamo imparato a confrontarci quotidianamente in qualità di addetti ai lavori. Nel campionato Giovanissimi Fascia B 2002 di Asti, il Chieri dopo 7 giornate ha 7 vittorie, 21 punti, 121 reti fatte e 0 subite. La media è di 17 gol a partita in un campionato che ovviamente non ha né arte né parte. Tutto questo preambolo per dire che la storia di cui si è parlato tanto questa settimana, relativa all'arbitro di Bologna che ha sospeso una partita di Giovanissimi sul 31-0, non è di quelle che ci fanno saltare sulla sedia. Di quella storia ci resta solo l'errore arbitrale, senza troppe morali. Errore dettato dall'ingenuità, dall'inesperienza e dalla giovane età, nient'altro. Dal 2010 ne abbiamo viste tante di partite concluse con quel risultato. Alcune squadre rallentano prima per evitare umiliazioni ai pari età, altre credono che lo spirito agonistico, invece, sia racchiuso proprio nel dare tutto fino alla fine, perché fermarsi sarebbe un ulteriore smacco morale per gli avversari. Ormai siamo abituati a tutto, e quella che prima era solo una provocazione, ora ci specchia in un inaridimento e in un cinismo che prima di questi campionati, forse, non avevamo.

Eugenio Giannetta

Print Friendly and PDF
  Scritto da Eugenio Giannetta il 20/10/2015
Tempo esecuzione pagina: 0,04293 secondi