Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Supercoppa amara per la Juve, il Toro scivola in casa

 

Dai gol siderali di Dybala e, soprattutto, Ronaldo che hanno permesso ai bianconeri di chiudere l'anno in vetta alla classifica, al weekend nero che ha portato un'abbondante fornitura di carbone, rimpianti e riflessioni sotto l'albero delle due torinesi per un Natale calcistico dal sapore amaro all'ombra della Mole.

A Genova la Juventus ha svolto l'ennesimo compitino stagionale per mantenersi in linea di galleggiamento in campionato, non ascoltando però il suono dei campanelli d'allarme premonitori del disastro che si sarebbe verificato quattro giorni dopo in Supercoppa. Contro una Sampdoria conscia dei suoi limiti che ha disputato una gara di puro contenimento con sporadiche sortite offensive, la squadra di Sarri ha mantenuto un predominio territoriale quasi scontato quanto sterile e caratterizzato da ritmi bassi inefficaci a fare breccia nel compatto schieramento difensivo avversario. Solo le prodezze dei suoi campioni le hanno consegnato la vittoria, permettendole di ovviare all'ennesima sbavatura che ha ancora una volta impedito di chiudere la gara con la porta inviolata, mentre la mancanza di cinismo ha lasciato il risultato pericolosamente in bilico sino al triplice fischio, con la possibile beffa sempre in agguato.

Svuotati di energie (fisiche e, molto più colpevolmente, mentali, con la fame di successo che sembra cominciare a mancare) e senza fare tesoro della lezione incassata solo quindici giorni prima, i bianconeri sono poi andati incontro alla seconda disfatta consecutiva contro la scintillante Lazio dello scafato Simone Inzaghi, vedendo sfumare il primo obiettivo stagionale (foto Fox Sports). Parita quasi perfetta quella dei biancocelesti, che hanno chiuso tutti i varchi impedendo allo stucchevole e lentissimo possesso palla juventino di trovare spazi, ripartendo con un ritmo che prendeva spesso d'infilata il centrocampo avversario, costretto a rincorrere e sempre in difficoltà nelle chiusure, e dominando sulla corsie esterne, dove le scelte di Sarri non hanno convinto. I cambi di fronte nelle giocate offensive e l'implacabilità nei contropiedi (come testimonia la dinamica delle tre reti laziali) hanno fatto il resto mettendo il dito nella piaga di una fase difensiva juventina mal registrata e sempre soggetta a sbandate fatali.

Di fronte ad una squadra con un'identità consolidata, una precisa quanto efficace idea di gioco, pericolosa ogni qual volta si proponeva in avanti, abile a sfruttare i punti deboli avversari e tremendamente concreta in attacco, la Juve ha mostrato di essere sempre un abulico cantiere aperto alla ricerca della propria nuova personalità, non ancora pienamente convinta nell'applicare i dettami tattici talvolta troppo rigidi del proprio allenatore ed incapace (qui la mano colpevole di Sarri si vede tutta) di interpretare e gestire a proprio favore le differenti fasi della gara. In Arabia i tenori hanno avuto la voce roca (emblematica la barriera centrata su punizione da Dybala nel recupero un minuto prima della perla confezionata da Cataldi che ha chiuso la partita) e il nervosismo finale (espulsione di Bentancur e atteggiamento indisponente di Ronaldo alla premiazione) hanno fatto calare il sipario su una figuraccia che si spera faccia fare all'ambiente bianconero un altro salutare bagno di umiltà.

Capitolo Torino. Dopo avere incredibilmente gettato al vento il successo a Verona facendosi rimontare tre reti di vantaggio dagli scaligeri, i granata hanno proseguito nella loro opera di autolesionismo cedendo tra le mura amiche l'intera posta al fanalino di coda Spal al termine di una serata dagli aspetti surreali. Le curve vuote per la contestazione alla società e contro l'applicazione dei Daspo agli ultras non rappresentavano certo lo scenario migliore in cui affrontare l'impegno, ma il repentino vantaggio siglato da Rincon sembrava aver spianato la strada verso una chiusura d'anno serena. Qui il Toro si trasformava in Narciso specchiandosi nella sua presunta bellezza e, complici le parate di Berisha, sprecava troppo non chiudendo la gara. La Spal riprendeva vigore e la stilettata di Strefezza mandava, neanche troppo a sorpresa, le squadre al riposo in parità.

Dopo l'intervallo gli episodi condannavano i granata. Da un lato l'espulsione di Bremer li costringeva a giocare più di mezz'ora in inferiorità numerica, dall'altro la voglia di portare comunque a casa i tre punti spingeva Mazzarri ad inserire una punta in più, scoprendosi. Gli errori torinisti sottoporta tenevano a galla i ferraresi che crescevano alla distanza e facevano affondare i granata con il colpo di testa di Petagna. La bordata di fischi che accompagnava il Toro all'uscita dal campo era l'inevitabile conclusione di un'altra serata da dimenticare in cui i granata sono rimasti con un pugno di mosche in mano.

Rinnovata, almeno per le prossime tre partite, la fiducia a Mazzarri e confortati da una posizione di classifica comunque tranquilla da cui ripartire, i granata dovranno sfruttare la sosta per ricompattarsi e trovare continuità e maturità, con l'obiettivo di spiccare il finora tanto invocato, ma mai compiuto, salto di qualità.

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 23/12/2019
 

Altri articoli dalla provincia...



La Juve supera il Brescia, ko di misura per il Toro in casa del Milan

La Juventus si rimette in carreggiata e ritorna a guardare tutti dall'alto approfittando del successo laziale in rimonta sui nerazzurri, mentre il Torino incassa una sconfitta (la quinta di fila) "onorevole" e quasi annunciata sul campo del Milan, proseguendo nel suo declino all'appare...leggi
17/02/2020

Turno di serie A con doppio scivolone per Juve e Toro

Due sconfitte in fotocopia, osservando l'andamento della partita, che aprono altrettante crisi sul fronte calcistico torinese. Sabato da tregenda per Torino e Juventus, che devono cominciare a porsi seri interrogativi sull'andamento della loro stagione e trovare molto in fretta una soluzione ai problemi che altrimenti rischiano di compromettere in maniera irreparabile le rispettive ann...leggi
10/02/2020

La Juve convince contro la Fiorentina, il Toro naufraga a Lecce

  La Juventus si rimette in marcia con una delle più convincenti prestazioni stagionali fra miglioramenti tattici e furiose quanto inutili polemiche avversarie, mentre un Torino in caduta libera tocca il fondo del baratro nell'ennesima domenica dai due volti per il calcio sotto la Mole. Pranzo corroborante in casa bianconera. Dopo la pessima figura di Napoli la squad...leggi
03/02/2020

Un turno disastroso per Juventus e Torino

Squadre torinesi inguardabili ed imbarazzanti (per usare un eufemismo) nella giornata di campionato più nera dall'avvio della stagione. Non esistono altri termini per descrivere l'umiliante 0-7 subìto dal Torino nel confronto casalingo con l'Atalanta e l'apatia condita di presunzione che ha accompagnato la sconcertante pres...leggi
27/01/2020

La Juve vince nel ricordo di Anastasi, Toro ribaltato dal Sassuolo

Dopo lo spumeggiante intermezzo di Coppa Italia contro l'Udinese la Juventus piega soffrendo più del dovuto un indomito Parma, approfitta del mezzo passo falso dell'Inter a Lecce (anche per Conte vale il detto "nessuno è profeta in patria") e dà vita al primo vero tentativo di fuga al comando del campionato, mentre i...leggi
20/01/2020

Juve campione d'inverno, Toro in scia alla zona Europa League

Domenica di sofferenza a lieto fine per Juventus e Torino, al termine della quale i bianconeri stringono in solitaria lo scettro di campioni d'inverno, mentre i granata tornano in piena zona Europa League. Per il calcio sotto la Mole non poteva chiudersi meglio il girone andata, con le squadre di Sarri e Mazzarri che doppiano la boa di metà stagione rilanciate a pieno titolo ver...leggi
13/01/2020


La Juve ritrova la vetta, il Toro perde una grossa occasione a Verona

Un Toro shock fa restare il pranzo sullo stomaco ai suoi sempre più sconcertati tifosi, mentre la Juve, finalmente bella ed efficace, limita la pennichella domenicale al finale di partita dopo aver fatto un sol boccone dell'Udinese e assapora un corroborante digestivo serale offerto dalla distilleria viola che le consente di agganciare l'Inter al...leggi
16/12/2019

La Juve va ko contro la Lazio, il Toro regola la Fiorentina

  Una Juventus in versione gigante dai piedi di argilla crolla sotto il peso sempre più opprimente delle proprie lacune e vede avanzare all'orizzonte nuvoloni neri piuttosto preoccupanti, mentre il Torino dei piccoli passi riesce finalmente a trovare continuità di risultati e rendimento riportandosi in una posizione di ...leggi
09/12/2019

La Juve bloccata in casa dal Sassuolo, boccata d'ossigeno per il Toro

La Juve vede esplodere in una domenica uggiosa tutti i suoi recenti problemi e perde la testa della classifica a favore di un'Inter arrembante e concreta, mentre il Toro ritrova, solo per il risultato, il sorriso e torna dalla trasferta di Genova con tre punti che ridanno ossigeno all'ambiente, senza però dissiparne le ombre. Tanto tuon&...leggi
02/12/2019

La Juve sbanca Bergamo, Toro in crisi d'identità

  La Juve continua a ballare da sola in vetta alla classifica al ritmo di un tango argentino in HD che continua a risolverle, assieme all'interpretazione arbitrale del regolamento, problemi ormai diventati strutturali; Toro da profondo rosso, impaurito, privo di personalità e relegato sempre più all'anonimato, “ma...leggi
25/11/2019

Il Torino risorge a Brescia, la Juventus supera a fatica il Milan

Il Toro rialza la cresta trascinato dal “gallo” Belotti (fotografia: www.torinofc.it), la Juve mantiene la vetta della classifica con la “solita” vittoria di misura che scaccia anche i “mal di pancia” di un indisponente Cristiano Ronaldo. Le due torinesi fanno il pieno e vanno alla sosta per le nazionali rinfrancate e in linea di galleggiame...leggi
11/11/2019

La Juve vince il derby ma dal Toro arrivano segnali di risveglio

  Un Sirigu in forma strepitosa tiene a galla sino al termine il Toro, ma una Juve concentrata e “sul pezzo” piazza la zampata vincente facendo valere con cinismo la maggiore caratura e fa suo un derby spigoloso, “sporco”, ma allo stesso tempo vibrante e dalle immancabili polemiche secondo tradizione (fotografia: sito uff...leggi
04/11/2019


Due deludenti pareggi per Juventus e Torino

Juventus leziosa e sciupona che conserva il primato in classifica solo grazie alle contemporanee frenate degli avversari (vittime delle scorie di Champions League come i bianconeri) e Torino convalescente ancora autore di un'enigmatica gara dai due volti. Il turno di campionato prologo di un'intensa settimana che sfocerà nel derby della Mole ha regalato poche soddisfazioni sulle...leggi
28/10/2019


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04272 secondi