Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


La Juventus batte l'Inter nel derby d'Italia giocato a porte chiuse

 

Nella giornata più surreale del calcio italiano, che va avanti a porte chiuse nonostante gran parte del Paese si fermi per l'emergenza Coronavirus, la Juventus torna agli antichi splendori, spazza via per la seconda volta in stagione l'Inter ribadendo il divario di caratura ancora presente tra le due squadre e si riprende la testa della classifica.

Una vera e propria lezione di tattica e personalità quella impartita dalla squadra di Sarri alla compagine di Conte. A differenza di quanto spesso accaduto nel recente passato, il tecnico bianconero si è affidato agli uomini più funzionali ed in forma, in grado di garantire in campo qualità di rendimento e rinnovate energie fisiche e, soprattutto, mentali. Sicuro tra i pali, anche nell'unica occasione in cui è stato impegnato, Szczesny, i centrali difensivi hanno annullato gli spauracchi Lukaku e Lautaro Martinez, con De Ligt finalmente pericoloso anche in attacco sui palloni alti. Prezioso il lavoro degli esterni bassi Cuadrado e Alex Sandro, che dopo la fiammata iniziale hanno contenuto con qualche difficoltà i dirimpettai nerazzurri Young e Candreva a cavallo delle due frazioni, crescendo inesorabilmente nel finale.

Dal settore nevralgico le note più positive per scelte e risultati ottenuti. Lasciato a riposo lo spento Pjanic, Sarri ha affidato la regìa ad un sempre più convincente Bentancur, supportato ai lati dal dinamismo di un Matuidi tornato inesauribile e dalla sagacia tattica di Ramsey, efficace negli inserimenti, a segno per la seconda gara consecutiva e calatosi anche nei panni di uomo assist.

Novità, o se la si vuole vedere sotto un'altra ottica ritorno all'idea originaria, per quanto riguarda il tridente offensivo, al centro del quale veniva schierato Higuain con la doppia funzione di occupare l'area e fungere da boa come trequartista, mentre Cristiano Ronaldo e Douglas Costa partivano secondo costume dall'esterno per accentrarsi e cercare la conclusione, con la carta Dybala in serbo pronta a spaccare la partita com'è poi avvenuto.

Altalenante l'andamento dell'incontro, con predominio iniziale di marca juventina grazie ad una circolazione veloce della palla e ad una maggiore ricerca della verticalizzazione, che solo le parate di Handanovic su De Ligt e Matuidi hanno inpedito di concretizzare. Dopodiché crescendo interista fino all'intervallo, con i nerazzurri che prendevano campo sfruttando in ampiezza il terreno di gioco e creando qualche grattacapo sulle fasce laterali agli avversari, in difficoltà nello scalare con le chiusure.

Il tema tattico si riproponeva in avvio di ripresa quando gli uomini di Conte continuavano a spingere, poi la Juve ritrovava lo smarrito cinismo e sbloccava il risultato col gallese sfruttando la passività della difesa ospite. L'episodio cambiava ed indirizzava definitivamente il corso della partita verso i bianconeri. L'Inter perdeva certezze, si rivelava incapace di reagire mostrando chiari limiti di personalità e si scioglieva come neve al sole, mentre la Juve riproponeva il suo volto granitico, spingeva alla ricerca della seconda rete grazie anche al coraggioso inserimento di Dybala e la trovava con una magia da cineteca del talento argentino da mettere in cima alla hit parade dei migliori gol del campionato. Sul doppio vantaggio la squadra di Sarri non accusava i "soliti" cali di tensione (forse anche pungolata dalla caratura dell'avversario e dall'importanza dell'incontro), rischiava una sola volta in difesa sullo svarione di De Sciglio ed inseriva il pilota automatico controllando la situazione in scioltezza sino al termine, conducendo in porto una vittoria pesantissima sulla cui torta è mancata, per questione di centimetri, solo la ciliegina del gol di Ronaldo.

Tornata a guardare tutti dall'alto, rinsaldata nelle proprie certezze con un tecnico che è riuscito a prendersi una piccola rivincita sui critici e dopo avere comunque offerto ai propri tifosi un paio d'ore di felice svago in un momento drammatico per l'Italia, la Juventus, al pari del Torino impelagato nella lotta per non retrocedere, attende ora sviluppi sul possibile proseguimento dell'attività. Martedì la Federcalcio dovrebbe decidere se bloccare il campionato (come è già successo per altri sport) o proseguire con le porte chiuse ammesse dal decreto governativo. La speranza è che dopo il grottesco tira e molla fra le parti cui si è assistito domenica, si giunga a una decisione univoca e condivisa.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 09/03/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Segnali di ripresa del Toro. La Juve bloccata in casa dal Verona

  Torino che si ferma con molto amaro in bocca ad un passo dalla resurrezione e Juventus che sente suonare più di un campanello d'allarme con la crisi ormai alle porte. Continua il campionato con il freno a mano tirato delle due paladine del calcio sotto la Mole....leggi
26/10/2020

Un weekend da dimenticare per le squadre torinesi di serie A

La giovane Signora non è ancora pronta per ballare in società e prendersi la ribalta che da blasone le compete, mentre il Toro, ingabbiato in uno sconcertante "vorrei ma non posso", è sempre più vittima dei suoi limiti e dei suoi errori continuando a vestire la maglia nera in una situazione che comincia a farsi preoccupante. La ripresa del campionato...leggi
18/10/2020

Serie A: Juventus e Torino bloccate dal Covid-19

  Il Covid-19 sgambetta le due torinesi costringendole loro malgrado a fare da spettatrici alla terza giornata di campionato, mentre all'orizzonte si profila una grossa incognita sulle modalità di ripresa e sul prosieguo della serie A al ritorno dalla sosta per le nazionali.   Il calcio italiano scivola verso il cao...leggi
05/10/2020

Turno negativo per le squadre torinesi di serie A

Torino con encefalogramma quasi piatto dopo il sussulto iniziale e Juventus da passo del gambero salvata dal solito esperto di make up Cristiano Ronaldo che ne maschera le rughe senza risolverne i problemi, in una seconda giornata di campionato che ha fruttato la miseria di un punto al calcio sotto la Mole.   Spumeggiante l'avvio dei granata contro l'Atalanta, in c...leggi
28/09/2020


Juve e Toro si congedano mestamente dalla serie A 2019-2020

Le due torinesi salutano il campionato in tono minore, con la Juventus che rimedia un'altra figuraccia rovinando la festa scudetto tra le mura amiche, mentre il Torino fa il minimo sindacale per tornare almeno imbattuto da Bologna e proiettarsi senza indugi verso la prossima stagione dopo essere stato una delle maggiori delusioni di questo torneo. ...leggi
03/08/2020

La Juve cade a Cagliari, un rimaneggiato Toro cede con onore alla Roma

  Lo scudetto appena conquistato non cancella i difetti e le lacune della Juventus, che non onora l'ennesimo titolo di campione d'Italia e a Cagliari va incontro ad una figuraccia francamente evitabile che non si addice ad una squadra di rango, mentre il Torino ha ormai staccato la spina e di fronte alla Roma stabilisce il record negativo di sconfitte a testimonianza di una stagion...leggi
30/07/2020

La Juve conquista il 9° scudetto consecutivo, il Toro è salvo

  La Juventus soffre ma alla fine riesce a tagliare il traguardo dello storico nono scudetto consecutivo chiudendo i conti con due giornate d'anticipo nel campionato più surreale mai vissuto dal calcio italiano, mentre il Torino conquista senza infamia e senza lode il punto necessario alla matematica salvezza e manda in archivio una stagione ...leggi
27/07/2020

Prezioso pari del Toro col Verona, la Juve cade a Udine

  Un Toro prima timido poi più aggressivo e convincente blocca il brillante Verona e fa un altro passo verso la tranquillità, mentre la Juve crolla clamorosamente ad Udine, manca il primo match point scudetto e lascia irrisolti gli interrogativi sulla propria personalità.   ...leggi
24/07/2020

La Juve supera la Lazio e si avvicina allo Scudetto, Toro ko a Firenze

  Un Toro troppo presto appagato e rilassato oltre misura torna vittima dei propri limiti e lascia campo libero alla Fiorentina non riuscendo a eguagliare i grandi del passato. La Juve ritrova la personalità per interpretare e gestire gli scontri decisivi, poi finisce di nuovo per specchiarsi in versione Narciso, ma alla fine riesce a regolare la Lazio e vede sempre pi&ugrav...leggi
21/07/2020

Pari pirotecnico della Juve col Sassuolo, il Toro ipoteca la salvezza

Juve sulle montagne russe in capo a una partita schizofrenica al termine della quale riesce ancora una volta a rimanere a galla avvicinandosi allo scudetto, Toro finalmente compatto, determinato e concreto, che sfodera una delle sue migliori prestazioni stagionali e manda in archivio il discorso salvezza.   ...leggi
17/07/2020

Per la Juve con l'Atalanta il pari è di rigore, Toro ko con l'Inter

Doppia salvezza dagli undici metri per la Juventus, mentre svanisce dopo l'intervallo l'illusione di un Torino tradito ancora una volta dalle proprie distrazioni ed ingenuità, in un turno di campionato al termine del quale le rappresentanti del calcio sotto la Mole devono sforzarsi di vedere il bicchiere mezzo pieno. ...leggi
14/07/2020

Black out Juve col Milan, il Toro ribalta il Brescia

All'8' del secondo tempo di Milan-Juventus il campionato era finito. Poi i bianconeri hanno scollegato la testa incassando una devastante rimonta che rimarrà negli annali e riapre, soprattutto per quanrto riguarda gli aspetti psicologici, la corsa scudetto. Il Torino dal canto suo ha dapprima rischiato di affondare contro il disperato Brescia, poi, trasci...leggi
10/07/2020

La Juventus passa nel derby della Mole e allunga in vetta

Gli occhi, come si sa, sono lo specchio dell'anima. E guardando, grazie alle puntuali scelte della regìa televisiva, le espressioni di bianconeri e granata prima, durante e dopo l'inconsueto derby di sabato scorso, il 200° in serie A e il primo disputato a porte chiuse, si trovano molte chiavi di lettu...leggi
06/07/2020

La Juve passa in casa del Genoa, il Toro ko di misura con la Lazio

Al Toro non bastano solo orgoglio e determinazione di fronte alla granitica Lazio, che anche aiutata dalla fortuna lascia i granata con un pugno di mosche in mano. La Vecchia Signora indossa uno sfavillante abito da sera, danza accompagnata dai suoi ballerini fuoriclasse, archivia con meno problemi del previsto la pratica Genoa replicando ai biancocelesti e mantiene immutate le distanze dai riv...leggi
01/07/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04325 secondi