Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


La Juventus passa nel derby della Mole e allunga in vetta

Gli occhi, come si sa, sono lo specchio dell'anima. E guardando, grazie alle puntuali scelte della regìa televisiva, le espressioni di bianconeri e granata prima, durante e dopo l'inconsueto derby di sabato scorso, il 200° in serie A e il primo disputato a porte chiuse, si trovano molte chiavi di lettura di una gara terminata secondo pronostico ma in cui gli sconfitti, nonostante il pesante passivo, sono rimasti a lungo in partita creando problemi agli avversari ben più che nelle precedenti occasioni.

Avevano occhi sbarrati dalla tensione, quasi impauriti, prima di scendere in campo i giocatori di Moreno Longo, mentre da quelli di Sarri traspariva serena concentrazione.

 

I primi minuti del derby (fotografia: www.torinofc.it) confermavano questa sensazione, con la Juve che partiva a mille e sbloccava subito il risultato grazie all'ennesima prodezza di Dybala, che replicava in fotocopia la marcatura di Genova affondando come un coltello caldo nel burro di un'impalpabile e troppo remissiva difesa granata.

 

Lo sbandamento del Toro (occhi spaesati che fissavano il vuoto cercando qualche appiglio per reagire) durava sino alla mezz'ora di fronte al monologo dei bianconeri, i quali finalmente mettevano in mostra gioco fluido, ritmi elevati nonostante la canicola e occhi di tigre concretizzatisi nell'azione del raddoppio di Cuadrado (tracciante in profondità di Dybala, progressione ancora stile Genova di Ronaldo, scarico per il colombiano che saltava netto Lyanco e infilava Sirigu), complice di nuovo l'inguardabile fase difensiva torinista.

 

Nel mentre, qualche lampo nello sguardo dei granata si coglieva e il Toro cercava di impensierire la Juve "allungandola" e portando a turno Berenguer, Verdi e l'encomiabile Belotti a prendere palla tra le linee per ripartire in velocità. Il reparto arretrato juventino e Buffon nella giornata del suo record assoluto di presenze nella massima divisione contenevano senza troppi problemi, ma il "vizietto pallavolistico" di De Ligt tornava a manifestarsi facendo danni: rigore impeccabile del capitano torinista che riapriva la contesa e ammonizione che gli farà saltare il Milan per squalifica.

La Juve accusava il colpo e al rientro in campo dopo l'intervallo negli occhi della truppa di Sarri si faceva largo la paura, con lo sguardo alla disperata ricerca della bandierina alzata del guardalinee in occasione del gol del pareggio granata annullato per fuorigioco (quante analogie col derby del marzo 2016 dall'andamento ed esito identici!).

 

I ragazzi di Longo ci credevano, quelli di Sarri, traditi forse da un eccesso di fiducia, perdevano le distanze fra i reparti e sbandavano, ma il colpo del campione era dietro l'angolo. Quasi truce l'occhiata di Cristiano Ronaldo prima di battere la punizione che sfatava la sua italica maledizione sui calci piazzati (primo centro nel nostro campionato dopo 43 tentativi) e faceva svanire i sogni avversari mandando in archivio la pratica.

 

Anche il burbero Sarri si scioglieva in un sorriso felice, mentre il suo contraltare erano le espressioni sconsolate e rassegnate dei giocatori granata dopo l'autorete di Djidji che faceva calare il sipario sul "solito" derby in casa Toro degli ultimi anni. Ancora una volta il solo orgoglio non è bastato a colmare un divario tecnico-tattico impressionante, acuito dalle individualità dei campioni juventini, dalla loro determinazione a raggiungere l'obiettivo di classifica al di là di quelli individuali (esemplari le dichiarazioni di Buffon nel dopo partita) e dalla fragilità complessiva dei torinisti (specie nel settore nevralgico ed in quello arretrato), che hanno in Belotti l'unica soluzione offensiva.

 

Martedì si apre una settimana cruciale per i rispettivi obiettivi di Juventus e Torino. Intascati i punti-regalo portati dagli scivoloni di Lazio e Inter, i bianconeri scenderanno a San Siro nella tana di un Diavolo che ha ripreso a fare fuoco e fiamme, senza poter contare sugli squalificati De Ligt e Dybala (altra vittima dei cartellini del derby), due tra gli elementi al momento più in forma. Uscire indenni dal "Meazza" rappresenterebbe un enorme passo in avanti verso lo scudetto prima della controprova casalinga di sabato contro la spumeggiante Atalanta, in un altro e forse decisivo test tricolore.

 

Nonostante l'amarezza del derby, i granata hanno conservato, per effetto dei risultati delle concorrenti, sei punti di vantaggio sulla zona retrocessione. Quello interno di mercoledì sera contro il Brescia sarà il classico appuntamento in cui è vietato fallire. Un solo risultato utile per il Toro, che dovrà ritrovare compattezza difensiva, determinazione e vena realizzativa, in attesa di andare a rendere visita il lunedì successivo all'Inter in un confronto dall'esito solo sulla carta scontato in partenza.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 06/07/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



La Juve convince, il Toro si smarrisce a San Siro dopo un'ora di gioco

  Segnali convincenti da parte di una Juventus che comincia ad ingranare, mentre la grande illusione del Torino svanisce dopo un'ora di gioco quasi perfetta, facendolo ripiombare nella triste realtà di questo travagliato avvio di stagione. Ancora un turno di campionato dai due volti per le rappresentanti del calcio sotto la Mole. Ad aprire l...leggi
23/11/2020

Juve e Toro non vanno oltre il pari nell'ultimo turno di A

    Juventus fra comode illusioni di coppa e bruciante ritorno alla realtà del campionato, Torino convalescente che sorbisce un brodino ma ha davanti a sé una cura ricostituente ancora molto lunga. Per le due rappresentanti del calcio subalpino l'enigmatico avvio di stagione non si risolve nemmeno in vista della seconda sosta per lasciare spazio alle Nazi...leggi
09/11/2020


Segnali di ripresa del Toro. La Juve bloccata in casa dal Verona

  Torino che si ferma con molto amaro in bocca ad un passo dalla resurrezione e Juventus che sente suonare più di un campanello d'allarme con la crisi ormai alle porte. Continua il campionato con il freno a mano tirato delle due paladine del calcio sotto la Mole....leggi
26/10/2020

Un weekend da dimenticare per le squadre torinesi di serie A

La giovane Signora non è ancora pronta per ballare in società e prendersi la ribalta che da blasone le compete, mentre il Toro, ingabbiato in uno sconcertante "vorrei ma non posso", è sempre più vittima dei suoi limiti e dei suoi errori continuando a vestire la maglia nera in una situazione che comincia a farsi preoccupante. La ripresa del campionato...leggi
18/10/2020

Serie A: Juventus e Torino bloccate dal Covid-19

  Il Covid-19 sgambetta le due torinesi costringendole loro malgrado a fare da spettatrici alla terza giornata di campionato, mentre all'orizzonte si profila una grossa incognita sulle modalità di ripresa e sul prosieguo della serie A al ritorno dalla sosta per le nazionali.   Il calcio italiano scivola verso il cao...leggi
05/10/2020

Turno negativo per le squadre torinesi di serie A

Torino con encefalogramma quasi piatto dopo il sussulto iniziale e Juventus da passo del gambero salvata dal solito esperto di make up Cristiano Ronaldo che ne maschera le rughe senza risolverne i problemi, in una seconda giornata di campionato che ha fruttato la miseria di un punto al calcio sotto la Mole.   Spumeggiante l'avvio dei granata contro l'Atalanta, in c...leggi
28/09/2020


Juve e Toro si congedano mestamente dalla serie A 2019-2020

Le due torinesi salutano il campionato in tono minore, con la Juventus che rimedia un'altra figuraccia rovinando la festa scudetto tra le mura amiche, mentre il Torino fa il minimo sindacale per tornare almeno imbattuto da Bologna e proiettarsi senza indugi verso la prossima stagione dopo essere stato una delle maggiori delusioni di questo torneo. ...leggi
03/08/2020

La Juve cade a Cagliari, un rimaneggiato Toro cede con onore alla Roma

  Lo scudetto appena conquistato non cancella i difetti e le lacune della Juventus, che non onora l'ennesimo titolo di campione d'Italia e a Cagliari va incontro ad una figuraccia francamente evitabile che non si addice ad una squadra di rango, mentre il Torino ha ormai staccato la spina e di fronte alla Roma stabilisce il record negativo di sconfitte a testimonianza di una stagion...leggi
30/07/2020

La Juve conquista il 9° scudetto consecutivo, il Toro è salvo

  La Juventus soffre ma alla fine riesce a tagliare il traguardo dello storico nono scudetto consecutivo chiudendo i conti con due giornate d'anticipo nel campionato più surreale mai vissuto dal calcio italiano, mentre il Torino conquista senza infamia e senza lode il punto necessario alla matematica salvezza e manda in archivio una stagione ...leggi
27/07/2020

Prezioso pari del Toro col Verona, la Juve cade a Udine

  Un Toro prima timido poi più aggressivo e convincente blocca il brillante Verona e fa un altro passo verso la tranquillità, mentre la Juve crolla clamorosamente ad Udine, manca il primo match point scudetto e lascia irrisolti gli interrogativi sulla propria personalità.   ...leggi
24/07/2020

La Juve supera la Lazio e si avvicina allo Scudetto, Toro ko a Firenze

  Un Toro troppo presto appagato e rilassato oltre misura torna vittima dei propri limiti e lascia campo libero alla Fiorentina non riuscendo a eguagliare i grandi del passato. La Juve ritrova la personalità per interpretare e gestire gli scontri decisivi, poi finisce di nuovo per specchiarsi in versione Narciso, ma alla fine riesce a regolare la Lazio e vede sempre pi&ugrav...leggi
21/07/2020

Pari pirotecnico della Juve col Sassuolo, il Toro ipoteca la salvezza

Juve sulle montagne russe in capo a una partita schizofrenica al termine della quale riesce ancora una volta a rimanere a galla avvicinandosi allo scudetto, Toro finalmente compatto, determinato e concreto, che sfodera una delle sue migliori prestazioni stagionali e manda in archivio il discorso salvezza.   ...leggi
17/07/2020

Per la Juve con l'Atalanta il pari è di rigore, Toro ko con l'Inter

Doppia salvezza dagli undici metri per la Juventus, mentre svanisce dopo l'intervallo l'illusione di un Torino tradito ancora una volta dalle proprie distrazioni ed ingenuità, in un turno di campionato al termine del quale le rappresentanti del calcio sotto la Mole devono sforzarsi di vedere il bicchiere mezzo pieno. ...leggi
14/07/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04839 secondi