Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Black out Juve col Milan, il Toro ribalta il Brescia

All'8' del secondo tempo di Milan-Juventus il campionato era finito. Poi i bianconeri hanno scollegato la testa incassando una devastante rimonta che rimarrà negli annali e riapre, soprattutto per quanrto riguarda gli aspetti psicologici, la corsa scudetto. Il Torino dal canto suo ha dapprima rischiato di affondare contro il disperato Brescia, poi, trascinato dal suo trio d'attacco finalmente prolifico, ha risalito la china conquistando un meritato e vitale successo che lo allontana ulteriormente dalla zona calda della classifica.

 

Turno di campionato vietato ai deboli di cuore quello che si è consumato nel mezzo della settimana. A rimanere basiti questa volta sono stati i tifosi juventini, traditi, come troppo spesso accaduto in questa stagione, dalla propria squadra in versione cicala, che ha palesato carenze di personalità e concentrazione, mancando nuovamente il colpo decisivo. Del tutto fine a se stessa l'ora di gioco in cui la formazione di Sarri ha dominato il Milan offrendo anche scampoli di spettacolo. Donnarumma nei primi quarantacinque minuti non ha corso veri pericoli e l'uno-due bianconero ad inizio ripresa è stato ancora frutto di geniali iniziative e cinismo individuali.

 

Le avvisaglie di preoccupanti crepe nella tenuta mentale degli juventini si erano già viste nel derby, con lo sbandamento accusato dopo il rigore di Belotti che se non fosse stato graziato dall'annullamento per fuorigioco del pareggio granata, avrebbe forse già prodotto nella stracittadina il tracollo visto l'altra sera a San Siro. Di fronte alla prima avversità, contro i rossoneri la Juve si è squagliata come neve al sole.

 

Andare alla ricerca delle cause del tonfo diventa un esercizio pleonastico: che le si voglia trovare nella "pancia piena" e nella presunzione di avere già messo in ghiaccio partita e scudetto dimenticandosi della presenza in campo degli avversari, oppure nell'incapacità di mantenere la feroce determinazione tratto distintivo degli scorsi anni, con l'allenatore che continua a non avere completamente in mano la squadra non riuscendo a inculcarle i suoi dettami, poco cambia.

 

La sintesi è l'ennesimo black-out stagionale dopo quelli della gara interna col Napoli, di Roma con la Lazio e di Verona, acuito dai tre gol incassati in cinque minuti che hanno insidiato la rimonta record del Toro nel derby del marzo '83. Ciliegina sull'indigesta torta di una squadra inebetita in versione belle statuine, il clamoroso errore di concetto di Alex Sandro che ha innescato l'azione del definitivo 4-2.

 

La sorprendente sconfitta della Lazio a Lecce ha mantenuto inalterato il vantaggio in classifica, ma sabato per la Juve è alle porte una gara da far tremare i polsi contro il ciclone Atalanta. Un nuovo passo falso rischierebbe di far sprofondare i bianconeri nel panico, con gli aquilotti biancocelesti che già pregustano la replica del campionato di vent'anni fa e l'accoppiata in nerazzurro pronta a giocarsi le proprie carte sino alla fine.

 

Sull'altra sponda del Po si tira finalmente un sospiro di sollievo. Lo scavetto di Torregrossa aveva spaventato la truppa di Longo, che a differenza di altre occasioni ha saputo ricompattarsi senza perdere la calma, ricominciando a macinare gioco e raccogliendo nella ripresa i frutti di quanto seminato prima dell'intervallo.

Per una volta gli attaccanti hanno interpretato al meglio il ruolo che attribuisce loro la posizione in campo: Verdi si è scrollato di dosso con esultanza rabbiosa le negatività accumulate in passato riportando le sorti dell'incontro in parità, quindi

 

Belotti ha messo con opportunismo il timbro del capitano sulla rete del sorpasso dieci minuti più tardi. Nel finale gloria anche per Zaza, che ha ribadito in fondo al sacco la respinta del portiere su conclusione di Meite.

 

Tutto è bene quel che finisce bene, con il Toro che ha fatto il proprio dovere rispettando il pronostico contro un avversario alla portata ed intascando punti pesantissimi per guardare con più serenità ai prossimi impegni. Lunedì sera trasferta di lusso al "Meazza" contro l'Inter rimasta "pazza" nonostante la cura Conte. Leggerezza e atteggiamento sbarazzino potrebbero regalare altre piacevoli sorprese.

 

Fotografia: www.torinofc.it

 

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 10/07/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



La Juve convince, il Toro si smarrisce a San Siro dopo un'ora di gioco

  Segnali convincenti da parte di una Juventus che comincia ad ingranare, mentre la grande illusione del Torino svanisce dopo un'ora di gioco quasi perfetta, facendolo ripiombare nella triste realtà di questo travagliato avvio di stagione. Ancora un turno di campionato dai due volti per le rappresentanti del calcio sotto la Mole. Ad aprire l...leggi
23/11/2020

Juve e Toro non vanno oltre il pari nell'ultimo turno di A

    Juventus fra comode illusioni di coppa e bruciante ritorno alla realtà del campionato, Torino convalescente che sorbisce un brodino ma ha davanti a sé una cura ricostituente ancora molto lunga. Per le due rappresentanti del calcio subalpino l'enigmatico avvio di stagione non si risolve nemmeno in vista della seconda sosta per lasciare spazio alle Nazi...leggi
09/11/2020


Segnali di ripresa del Toro. La Juve bloccata in casa dal Verona

  Torino che si ferma con molto amaro in bocca ad un passo dalla resurrezione e Juventus che sente suonare più di un campanello d'allarme con la crisi ormai alle porte. Continua il campionato con il freno a mano tirato delle due paladine del calcio sotto la Mole....leggi
26/10/2020

Un weekend da dimenticare per le squadre torinesi di serie A

La giovane Signora non è ancora pronta per ballare in società e prendersi la ribalta che da blasone le compete, mentre il Toro, ingabbiato in uno sconcertante "vorrei ma non posso", è sempre più vittima dei suoi limiti e dei suoi errori continuando a vestire la maglia nera in una situazione che comincia a farsi preoccupante. La ripresa del campionato...leggi
18/10/2020

Serie A: Juventus e Torino bloccate dal Covid-19

  Il Covid-19 sgambetta le due torinesi costringendole loro malgrado a fare da spettatrici alla terza giornata di campionato, mentre all'orizzonte si profila una grossa incognita sulle modalità di ripresa e sul prosieguo della serie A al ritorno dalla sosta per le nazionali.   Il calcio italiano scivola verso il cao...leggi
05/10/2020

Turno negativo per le squadre torinesi di serie A

Torino con encefalogramma quasi piatto dopo il sussulto iniziale e Juventus da passo del gambero salvata dal solito esperto di make up Cristiano Ronaldo che ne maschera le rughe senza risolverne i problemi, in una seconda giornata di campionato che ha fruttato la miseria di un punto al calcio sotto la Mole.   Spumeggiante l'avvio dei granata contro l'Atalanta, in c...leggi
28/09/2020


Juve e Toro si congedano mestamente dalla serie A 2019-2020

Le due torinesi salutano il campionato in tono minore, con la Juventus che rimedia un'altra figuraccia rovinando la festa scudetto tra le mura amiche, mentre il Torino fa il minimo sindacale per tornare almeno imbattuto da Bologna e proiettarsi senza indugi verso la prossima stagione dopo essere stato una delle maggiori delusioni di questo torneo. ...leggi
03/08/2020

La Juve cade a Cagliari, un rimaneggiato Toro cede con onore alla Roma

  Lo scudetto appena conquistato non cancella i difetti e le lacune della Juventus, che non onora l'ennesimo titolo di campione d'Italia e a Cagliari va incontro ad una figuraccia francamente evitabile che non si addice ad una squadra di rango, mentre il Torino ha ormai staccato la spina e di fronte alla Roma stabilisce il record negativo di sconfitte a testimonianza di una stagion...leggi
30/07/2020

La Juve conquista il 9° scudetto consecutivo, il Toro è salvo

  La Juventus soffre ma alla fine riesce a tagliare il traguardo dello storico nono scudetto consecutivo chiudendo i conti con due giornate d'anticipo nel campionato più surreale mai vissuto dal calcio italiano, mentre il Torino conquista senza infamia e senza lode il punto necessario alla matematica salvezza e manda in archivio una stagione ...leggi
27/07/2020

Prezioso pari del Toro col Verona, la Juve cade a Udine

  Un Toro prima timido poi più aggressivo e convincente blocca il brillante Verona e fa un altro passo verso la tranquillità, mentre la Juve crolla clamorosamente ad Udine, manca il primo match point scudetto e lascia irrisolti gli interrogativi sulla propria personalità.   ...leggi
24/07/2020

La Juve supera la Lazio e si avvicina allo Scudetto, Toro ko a Firenze

  Un Toro troppo presto appagato e rilassato oltre misura torna vittima dei propri limiti e lascia campo libero alla Fiorentina non riuscendo a eguagliare i grandi del passato. La Juve ritrova la personalità per interpretare e gestire gli scontri decisivi, poi finisce di nuovo per specchiarsi in versione Narciso, ma alla fine riesce a regolare la Lazio e vede sempre pi&ugrav...leggi
21/07/2020

Pari pirotecnico della Juve col Sassuolo, il Toro ipoteca la salvezza

Juve sulle montagne russe in capo a una partita schizofrenica al termine della quale riesce ancora una volta a rimanere a galla avvicinandosi allo scudetto, Toro finalmente compatto, determinato e concreto, che sfodera una delle sue migliori prestazioni stagionali e manda in archivio il discorso salvezza.   ...leggi
17/07/2020

Per la Juve con l'Atalanta il pari è di rigore, Toro ko con l'Inter

Doppia salvezza dagli undici metri per la Juventus, mentre svanisce dopo l'intervallo l'illusione di un Torino tradito ancora una volta dalle proprie distrazioni ed ingenuità, in un turno di campionato al termine del quale le rappresentanti del calcio sotto la Mole devono sforzarsi di vedere il bicchiere mezzo pieno. ...leggi
14/07/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03058 secondi