Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


L'era Pirlo alla Juve inizia con una larga vittoria. Toro ko di misura

 

La Juventus fa subito intravedere sprazzi della filosofia di gioco di Pirlo, battezza al meglio il debutto assoluto in panchina del suo nuovo allenatore archiviando senza troppi problemi la pratica Sampdoria e rimanda ai successivi più probanti impegni la valutazione sull'effettiva caratura e completezza dell'organico. Il Torino mostra inizialmente buona personalità cercando di assecondare i dettami tattici di mister Giampaolo, ma nella seconda parte della gara torna vittima di carenze strutturali ed errori cronici, finendo per steccare la prima in casa di una volitiva quanto non irresistibile Fiorentina.

 

Esuarita la pausa estiva più breve della storia, la Serie A è ripresa fra luci ed ombre per le due rappresentanti del calcio sotto la Mole. Ad inaugurare il campionato sono stati i granata sul sempre ostico terreno del Franchi. Facendo fuoco con la legna a disposizione, Giampaolo proponeva una difesa a quattro in cui non convincevano i due esterni, specie Izzo, molto più a suo agio come centrale di uno schieramento a tre. Buona personalità a centrocampo, dove Rincon (vertice basso del rombo), Meité e Linetty assistiti dal trequartista Berenguer, cercavano di gestire il possesso palla con piglio più propositivo rispetto al passato. Lo spagnolo finiva però spesso imbottigliato e la manovra trovava di rado sbocchi verso le punte Belotti e Zaza, sovente servite con inefficaci lanci in profondità.

 

Il guizzo di Berenguer sventato da Dragowski era l'unica azione offensiva degna di nota frutto di smarcamento e triangolazioni per vie centrali e con il passare dei minuti il centrocampo a cinque predisposto da Iachini prendeva il sopravvento. I granata pativano il pressing, i cambi di fronte e lo sfruttamento delle corsie esterne (dove imperversavano Chiesa e Biraghi) dei viola, mentre i centrali di difesa Nkoulou e Bremer erano in chiara difficoltà sulle incursioni aeree avversarie e solo due miracoli di Sirigu (altra preoccupante analogia con la scorsa stagione) permettevano al Toro di andare al riposo con la porta inviolata.

 

Dopo l'intervallo i torinisti andavano in riserva, mentre i toscani crescevano a vista d'occhio. Baricentro arretrato, atteggiamento remissivo e troppa iniziativa lasciata agli avversari erano i peccati capitali dei granata. La squadra di Iachini continuava a far leva su pressing e cambi di fronte che allargavano il rombo di quella di Giampaolo, la cui difesa andava in affanno e il gol annullato per fuorigioco a Biraghi era solo l'anteprima dell'azione fotocopia che permetteva a Castrovilli di decidere la partita.

 

Ad acuire i rimpianti del Toro l'errore di misura nel passaggio di Zaza a Belotti in un contropiede che avrebbe potuto indirizzare l'incontro in maniera diversa e la tardiva reazione con il "disperato", quanto inefficace in termini di occasioni prodotte, impiego di quattro punte nel finale.

Sabato pomeriggio prova d'appello nell'esordio all'Olimpico Grande Torino contro l'Atalanta, che ritroverà il campo dopo la ribalta di Champions League. I granata avranno una settimana di tempo per proseguire nell'assimilazione degli schemi di Giampaolo, con l'obiettivo di crescere in personalità e trovare finalmente efficacia offensiva.

 

Atmosfera frizzante all'Allianz Juventus Stadium, dove di fronte a mille privilegiati ad invito è andata in scena la prima recita del nuovo corso bianconero targato Andrea Pirlo. Come lasciato intuire dalla presentazione della vigilia, è stata la duttilità del modulo l'elemento portante dell'architettura tattica del Maestro. Difesa a tre in fase di costruzione, con Danilo che ha superato le perplessità riguardo alla sua posizione emerse alla lettura delle formazioni, settore nevralgico a cinque in cui brillava Ramsey per lavoro di filtro ed inserimenti diventando all'occorrenza trequartista, mentre la sorpresa McKennie mostrava dinamismo e personalità nonostante qualche errore di misura e Rabiot risultava sufficientemente lucido in regia. Sulle fasce sempre prezioso l'apporto di Cuadrado, con il quasi esordiente Frabotta che palesava la grinta del veterano sul fronte opposto. In fase di contenimento la difesa diventava a quattro, con Danilo e Frabotta a scalare ai lati degli immarcescibili Bonucci e Chiellini e il colombiano a rimpinguare la mediana. Già rilevante l'intesa offensiva fra Ronaldo e Kulusevski (in lui le stimmate del campione).

L'atteggiamento tattico troppo coperto e prudente della squadra Ranieri veniva scardinato grazie ad una manovra avvolgente supporta da pressing deciso, che alternava lo sfruttamento delle corsie esterne alla ricerca delle verticalizzazioni per vie centrali. Il tocco da biliardo del giovane talento svedese spianava la strada ai bianconeri, che però avevano la pecca (retaggio negativo della scorsa stagione) di concretizzare poco prima dell'intervallo (tre clamorose occasioni per Ronaldo), lasciando la partita pericolosamente aperta.

 

La prima Juve di Pirlo, a differenza di quella di Sarri, ha saputo anche soffrire senza perdere la testa, e nella ripresa, pur concedendo troppo campo con qualche sbavatura in palleggio ad una Sampdoria più volitiva ed a trazione anteriore grazie agli innesti di Gaston Ramirez e Quagliarella, non ha corso pericoli chiudendo i conti grazie al tocco d'astuzia di Bonucci ed alla "solita" stoccata del portoghese, che al quarto tentativo trovava la via della rete.

 

L'esame blucerchiato è stato però troppo pocco probante. Per valutare identità, progressi ed eventuali carenze della nuova Juventus bisognerà attendere i prossimi impegni, a partire da quello di Roma di domenica sera, dove magari potrebbe già vestire la maglia bianconera il nuovo centravanti come richiesto da Pirlo (nella foto di Eurosport i cenni d'intesa tra il neo mister bianconero e Cristiano Ronaldo).

 

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 21/09/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



La Juve convince, il Toro si smarrisce a San Siro dopo un'ora di gioco

  Segnali convincenti da parte di una Juventus che comincia ad ingranare, mentre la grande illusione del Torino svanisce dopo un'ora di gioco quasi perfetta, facendolo ripiombare nella triste realtà di questo travagliato avvio di stagione. Ancora un turno di campionato dai due volti per le rappresentanti del calcio sotto la Mole. Ad aprire l...leggi
23/11/2020

Juve e Toro non vanno oltre il pari nell'ultimo turno di A

    Juventus fra comode illusioni di coppa e bruciante ritorno alla realtà del campionato, Torino convalescente che sorbisce un brodino ma ha davanti a sé una cura ricostituente ancora molto lunga. Per le due rappresentanti del calcio subalpino l'enigmatico avvio di stagione non si risolve nemmeno in vista della seconda sosta per lasciare spazio alle Nazi...leggi
09/11/2020


Segnali di ripresa del Toro. La Juve bloccata in casa dal Verona

  Torino che si ferma con molto amaro in bocca ad un passo dalla resurrezione e Juventus che sente suonare più di un campanello d'allarme con la crisi ormai alle porte. Continua il campionato con il freno a mano tirato delle due paladine del calcio sotto la Mole....leggi
26/10/2020

Un weekend da dimenticare per le squadre torinesi di serie A

La giovane Signora non è ancora pronta per ballare in società e prendersi la ribalta che da blasone le compete, mentre il Toro, ingabbiato in uno sconcertante "vorrei ma non posso", è sempre più vittima dei suoi limiti e dei suoi errori continuando a vestire la maglia nera in una situazione che comincia a farsi preoccupante. La ripresa del campionato...leggi
18/10/2020

Serie A: Juventus e Torino bloccate dal Covid-19

  Il Covid-19 sgambetta le due torinesi costringendole loro malgrado a fare da spettatrici alla terza giornata di campionato, mentre all'orizzonte si profila una grossa incognita sulle modalità di ripresa e sul prosieguo della serie A al ritorno dalla sosta per le nazionali.   Il calcio italiano scivola verso il cao...leggi
05/10/2020

Turno negativo per le squadre torinesi di serie A

Torino con encefalogramma quasi piatto dopo il sussulto iniziale e Juventus da passo del gambero salvata dal solito esperto di make up Cristiano Ronaldo che ne maschera le rughe senza risolverne i problemi, in una seconda giornata di campionato che ha fruttato la miseria di un punto al calcio sotto la Mole.   Spumeggiante l'avvio dei granata contro l'Atalanta, in c...leggi
28/09/2020

Juve e Toro si congedano mestamente dalla serie A 2019-2020

Le due torinesi salutano il campionato in tono minore, con la Juventus che rimedia un'altra figuraccia rovinando la festa scudetto tra le mura amiche, mentre il Torino fa il minimo sindacale per tornare almeno imbattuto da Bologna e proiettarsi senza indugi verso la prossima stagione dopo essere stato una delle maggiori delusioni di questo torneo. ...leggi
03/08/2020

La Juve cade a Cagliari, un rimaneggiato Toro cede con onore alla Roma

  Lo scudetto appena conquistato non cancella i difetti e le lacune della Juventus, che non onora l'ennesimo titolo di campione d'Italia e a Cagliari va incontro ad una figuraccia francamente evitabile che non si addice ad una squadra di rango, mentre il Torino ha ormai staccato la spina e di fronte alla Roma stabilisce il record negativo di sconfitte a testimonianza di una stagion...leggi
30/07/2020

La Juve conquista il 9° scudetto consecutivo, il Toro è salvo

  La Juventus soffre ma alla fine riesce a tagliare il traguardo dello storico nono scudetto consecutivo chiudendo i conti con due giornate d'anticipo nel campionato più surreale mai vissuto dal calcio italiano, mentre il Torino conquista senza infamia e senza lode il punto necessario alla matematica salvezza e manda in archivio una stagione ...leggi
27/07/2020

Prezioso pari del Toro col Verona, la Juve cade a Udine

  Un Toro prima timido poi più aggressivo e convincente blocca il brillante Verona e fa un altro passo verso la tranquillità, mentre la Juve crolla clamorosamente ad Udine, manca il primo match point scudetto e lascia irrisolti gli interrogativi sulla propria personalità.   ...leggi
24/07/2020

La Juve supera la Lazio e si avvicina allo Scudetto, Toro ko a Firenze

  Un Toro troppo presto appagato e rilassato oltre misura torna vittima dei propri limiti e lascia campo libero alla Fiorentina non riuscendo a eguagliare i grandi del passato. La Juve ritrova la personalità per interpretare e gestire gli scontri decisivi, poi finisce di nuovo per specchiarsi in versione Narciso, ma alla fine riesce a regolare la Lazio e vede sempre pi&ugrav...leggi
21/07/2020

Pari pirotecnico della Juve col Sassuolo, il Toro ipoteca la salvezza

Juve sulle montagne russe in capo a una partita schizofrenica al termine della quale riesce ancora una volta a rimanere a galla avvicinandosi allo scudetto, Toro finalmente compatto, determinato e concreto, che sfodera una delle sue migliori prestazioni stagionali e manda in archivio il discorso salvezza.   ...leggi
17/07/2020

Per la Juve con l'Atalanta il pari è di rigore, Toro ko con l'Inter

Doppia salvezza dagli undici metri per la Juventus, mentre svanisce dopo l'intervallo l'illusione di un Torino tradito ancora una volta dalle proprie distrazioni ed ingenuità, in un turno di campionato al termine del quale le rappresentanti del calcio sotto la Mole devono sforzarsi di vedere il bicchiere mezzo pieno. ...leggi
14/07/2020

Black out Juve col Milan, il Toro ribalta il Brescia

All'8' del secondo tempo di Milan-Juventus il campionato era finito. Poi i bianconeri hanno scollegato la testa incassando una devastante rimonta che rimarrà negli annali e riapre, soprattutto per quanrto riguarda gli aspetti psicologici, la corsa scudetto. Il Torino dal canto suo ha dapprima rischiato di affondare contro il disperato Brescia, poi, trasci...leggi
10/07/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04063 secondi