Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


L'era Pirlo alla Juve inizia con una larga vittoria. Toro ko di misura

 

La Juventus fa subito intravedere sprazzi della filosofia di gioco di Pirlo, battezza al meglio il debutto assoluto in panchina del suo nuovo allenatore archiviando senza troppi problemi la pratica Sampdoria e rimanda ai successivi più probanti impegni la valutazione sull'effettiva caratura e completezza dell'organico. Il Torino mostra inizialmente buona personalità cercando di assecondare i dettami tattici di mister Giampaolo, ma nella seconda parte della gara torna vittima di carenze strutturali ed errori cronici, finendo per steccare la prima in casa di una volitiva quanto non irresistibile Fiorentina.

 

Esuarita la pausa estiva più breve della storia, la Serie A è ripresa fra luci ed ombre per le due rappresentanti del calcio sotto la Mole. Ad inaugurare il campionato sono stati i granata sul sempre ostico terreno del Franchi. Facendo fuoco con la legna a disposizione, Giampaolo proponeva una difesa a quattro in cui non convincevano i due esterni, specie Izzo, molto più a suo agio come centrale di uno schieramento a tre. Buona personalità a centrocampo, dove Rincon (vertice basso del rombo), Meité e Linetty assistiti dal trequartista Berenguer, cercavano di gestire il possesso palla con piglio più propositivo rispetto al passato. Lo spagnolo finiva però spesso imbottigliato e la manovra trovava di rado sbocchi verso le punte Belotti e Zaza, sovente servite con inefficaci lanci in profondità.

 

Il guizzo di Berenguer sventato da Dragowski era l'unica azione offensiva degna di nota frutto di smarcamento e triangolazioni per vie centrali e con il passare dei minuti il centrocampo a cinque predisposto da Iachini prendeva il sopravvento. I granata pativano il pressing, i cambi di fronte e lo sfruttamento delle corsie esterne (dove imperversavano Chiesa e Biraghi) dei viola, mentre i centrali di difesa Nkoulou e Bremer erano in chiara difficoltà sulle incursioni aeree avversarie e solo due miracoli di Sirigu (altra preoccupante analogia con la scorsa stagione) permettevano al Toro di andare al riposo con la porta inviolata.

 

Dopo l'intervallo i torinisti andavano in riserva, mentre i toscani crescevano a vista d'occhio. Baricentro arretrato, atteggiamento remissivo e troppa iniziativa lasciata agli avversari erano i peccati capitali dei granata. La squadra di Iachini continuava a far leva su pressing e cambi di fronte che allargavano il rombo di quella di Giampaolo, la cui difesa andava in affanno e il gol annullato per fuorigioco a Biraghi era solo l'anteprima dell'azione fotocopia che permetteva a Castrovilli di decidere la partita.

 

Ad acuire i rimpianti del Toro l'errore di misura nel passaggio di Zaza a Belotti in un contropiede che avrebbe potuto indirizzare l'incontro in maniera diversa e la tardiva reazione con il "disperato", quanto inefficace in termini di occasioni prodotte, impiego di quattro punte nel finale.

Sabato pomeriggio prova d'appello nell'esordio all'Olimpico Grande Torino contro l'Atalanta, che ritroverà il campo dopo la ribalta di Champions League. I granata avranno una settimana di tempo per proseguire nell'assimilazione degli schemi di Giampaolo, con l'obiettivo di crescere in personalità e trovare finalmente efficacia offensiva.

 

Atmosfera frizzante all'Allianz Juventus Stadium, dove di fronte a mille privilegiati ad invito è andata in scena la prima recita del nuovo corso bianconero targato Andrea Pirlo. Come lasciato intuire dalla presentazione della vigilia, è stata la duttilità del modulo l'elemento portante dell'architettura tattica del Maestro. Difesa a tre in fase di costruzione, con Danilo che ha superato le perplessità riguardo alla sua posizione emerse alla lettura delle formazioni, settore nevralgico a cinque in cui brillava Ramsey per lavoro di filtro ed inserimenti diventando all'occorrenza trequartista, mentre la sorpresa McKennie mostrava dinamismo e personalità nonostante qualche errore di misura e Rabiot risultava sufficientemente lucido in regia. Sulle fasce sempre prezioso l'apporto di Cuadrado, con il quasi esordiente Frabotta che palesava la grinta del veterano sul fronte opposto. In fase di contenimento la difesa diventava a quattro, con Danilo e Frabotta a scalare ai lati degli immarcescibili Bonucci e Chiellini e il colombiano a rimpinguare la mediana. Già rilevante l'intesa offensiva fra Ronaldo e Kulusevski (in lui le stimmate del campione).

L'atteggiamento tattico troppo coperto e prudente della squadra Ranieri veniva scardinato grazie ad una manovra avvolgente supporta da pressing deciso, che alternava lo sfruttamento delle corsie esterne alla ricerca delle verticalizzazioni per vie centrali. Il tocco da biliardo del giovane talento svedese spianava la strada ai bianconeri, che però avevano la pecca (retaggio negativo della scorsa stagione) di concretizzare poco prima dell'intervallo (tre clamorose occasioni per Ronaldo), lasciando la partita pericolosamente aperta.

 

La prima Juve di Pirlo, a differenza di quella di Sarri, ha saputo anche soffrire senza perdere la testa, e nella ripresa, pur concedendo troppo campo con qualche sbavatura in palleggio ad una Sampdoria più volitiva ed a trazione anteriore grazie agli innesti di Gaston Ramirez e Quagliarella, non ha corso pericoli chiudendo i conti grazie al tocco d'astuzia di Bonucci ed alla "solita" stoccata del portoghese, che al quarto tentativo trovava la via della rete.

 

L'esame blucerchiato è stato però troppo pocco probante. Per valutare identità, progressi ed eventuali carenze della nuova Juventus bisognerà attendere i prossimi impegni, a partire da quello di Roma di domenica sera, dove magari potrebbe già vestire la maglia bianconera il nuovo centravanti come richiesto da Pirlo (nella foto di Eurosport i cenni d'intesa tra il neo mister bianconero e Cristiano Ronaldo).

 

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 21/09/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Juve e Toro raggiungono gli obiettivi dopo una stagione travagliata

  Tutto è bene quel che finisce bene, come recita il detto popolare. Juventus e Torino chiudono una stagione travagliata, fatta di troppe ombre e poche luci, portando a casa il "minimo sindacale" dei rispettivi obiettivi col desiderio di voltare in fretta pagina e proiettarsi sulla prossima annata, in cui sarà necessario cambiare registro su ambo i fronti per tornare ...leggi
24/05/2021

La Juve torna a sperare nella Champions, Toro ko a La Spezia

  Il Toro affonda nel golfo di La Spezia, ma il salvagente Simy lo tiene a galla e gli consente di essere arbitro del proprio destino nei suoi ultimi due impegni stagionali. La Juve riesce a piegare l'Inter scudettata al termine di un derby d'Italia come al solito ricco di veleni, ma dopo il colpo del Napoli a Firenze la qualificazione alla Champion...leggi
17/05/2021

La Juve rialza la testa col Sassuolo. Disfatta del Toro col Milan

La Juventus rialza la testa, ritrova i suoi campioni e, seppur fra qualche sbavatura di troppo, espugna il campo del Sassuolo tenendo in vita una flebile speranza di entrare in zona Champions. Un Torino irriconoscibile e stranamente privo di stimoli si consegna invece allo scatenato Milan, subendo un'umiliante scoppola casalinga (la seco...leggi
13/05/2021

La Juve affonda col Milan. Pari in trasferta del Toro con il Verona

  La premiata ditta Ansaldi-Vojvoda stava per concedere il bis e regalare al Toro il successo della salvezza, ma i granata si distraggono sul più bello facendosi agguantare dal Verona e devono rimandare il momento in cui tirare definitivamente il fiato. La Juve cola a picco contro il Milan, compromette forse in maniera definitiva una stagione già di per sé fall...leggi
10/05/2021

Scatto salvezza del Toro. La Juve ribalta l'Udinese

Una Juve da encefalogramma piatto per ottanta minuti si aggrappa a due sussulti di Ronaldo, ribalta un'Udinese incredula quanto ingenua e resta in corsa per un posto nella volata Champions. Il Toro sente il peso della posta in palio, arranca, ma dopo un'ora riesce a fare breccia nel muro del Parma e incamera tre boccate d'ossigeno puro rilanciandosi verso il traguardo salvezza. Turno d...leggi
04/05/2021

La Juve non va oltre il pari a Firenze, stop del Toro col Napoli

    Bianconeri indolenti, granata imbambolati ed entrambi irretiti dagli avversari. Partite fotocopia per Juventus e Torino nell'ultimo turno di campionato, al termine del quale le due rappresentanti del calcio sotto la Mole vedono complicarsi parecchio la corsa verso i rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
27/04/2021

Vittorie preziose per Juve e Toro nel 30° turno di serie A

Lo spettacolare e combattuto derby prepasquale sembra aver dato il giusto impulso alle due torinesi, che ritrovano continuità (seppur tra qualche evitabile sofferenza) e incassano tre punti a testa pesantissimi che li avvicinano ai rispettivi obiettivi stagionali.   Di platino quelli co...leggi
12/04/2021

Gol ed emozioni nel derby della Mole: pari nella sfida tra Toro e Juve

Il Toro torna a fare il Toro, affronta il derby con lo spirito da Vecchio Cuore Granata e sfiora l'impresa mettendo alle corde una Juve senz'anima, irriconoscibile e sempre più prigioniera delle proprie contraddizioni, che evita in extremis l'ennesima figuraccia stagionale ma scherza pericolosamente col fuoco per quanto riguarda la qualificazione...leggi
05/04/2021

Turno di campionato da dimenticare per Juve e Toro in attesa del derby

    Se l'incredibile rimonta granata in puro stile tremendista nel recupero infrasettimanale contro il Sassuolo aveva fatto apparire un raggio di sole, il primo giorno di primavera ha fatto ripiombare in pieno inverno il calcio sotto la Mole. Nella trasferta ai piedi della Lanterna (versante Sampdoria) il Toro ha fatto il passo del gambero e, complici i risultati delle...leggi
22/03/2021


La Juve ribalta la Lazio, il Toro in emergenza cade a Crotone

La Juventus sperimentale di Pirlo inizia la gara spaesata, poi prende le misure ad una Lazio bella quanto incompiuta, getta il cuore oltre l'ostacolo con una reazione d'orgoglio da grande squadra e conquista una vittoria importante per la classifica e soprattutto per il morale in vista del ritorno di Champions con il Porto. Il Torino in piena emergenza ...leggi
08/03/2021

La Juve regola lo Spezia, il Toro non parte per Roma

    Una Juventus convalescente e oltremodo rimaneggiata soffre per un'ora contro lo Spezia, poi riesce a dare la svolta alla partita grazie agli ingressi dalla panchina e sorbisce un brodino ricostituente che rinfranca quanto meno il morale in vista dei prossimi decisivi impegni contro Lazio e Porto in Champions League. ...leggi
03/03/2021

Juve non va oltre al pari a Verona, Toro bloccato dal Covid

I sogni della Juventus di rientrare nella corsa scudetto sfumano definitivamente a Verona, dove i bianconeri perdono per strada altri due punti palesando impietosamente i difetti strutturali e caratteriali di una stagione che sta assumendo i connotati del fallimento, mentre il Torino v...leggi
01/03/2021

Importante vittoria del Toro a Cagliari, Juve sul velluto col Crotone

Il Torino guarisce finalmente dalla pareggite, centra la prima agognata vittoria della gestione Nicola e strappa con maturità nello scontro salvezza di Cagliari tre punti pesanti come un macigno che lo fanno allungare sulla zona calda. La Juventus stenta a carburare, poi si mette al collo le perle del solito Cristiano Ronaldo e a gioco lungo salt...leggi
23/02/2021

Il Toro colleziona pareggi, la Juve cade a Napoli

Torino sempre più abbonato ai pareggi che non riesce a trovare lo spunto per risolvere a proprio favore le partite e spiccare il salto che lo faccia uscire dalla zona calda. Juventus di nuovo sconcertante che domina senza incisività e viene punita da un episodio perdendo una grossa occasione per avvicinarsi alla vetta e dov...leggi
14/02/2021


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,07993 secondi