Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


L'era Pirlo alla Juve inizia con una larga vittoria. Toro ko di misura

 

La Juventus fa subito intravedere sprazzi della filosofia di gioco di Pirlo, battezza al meglio il debutto assoluto in panchina del suo nuovo allenatore archiviando senza troppi problemi la pratica Sampdoria e rimanda ai successivi più probanti impegni la valutazione sull'effettiva caratura e completezza dell'organico. Il Torino mostra inizialmente buona personalità cercando di assecondare i dettami tattici di mister Giampaolo, ma nella seconda parte della gara torna vittima di carenze strutturali ed errori cronici, finendo per steccare la prima in casa di una volitiva quanto non irresistibile Fiorentina.

 

Esuarita la pausa estiva più breve della storia, la Serie A è ripresa fra luci ed ombre per le due rappresentanti del calcio sotto la Mole. Ad inaugurare il campionato sono stati i granata sul sempre ostico terreno del Franchi. Facendo fuoco con la legna a disposizione, Giampaolo proponeva una difesa a quattro in cui non convincevano i due esterni, specie Izzo, molto più a suo agio come centrale di uno schieramento a tre. Buona personalità a centrocampo, dove Rincon (vertice basso del rombo), Meité e Linetty assistiti dal trequartista Berenguer, cercavano di gestire il possesso palla con piglio più propositivo rispetto al passato. Lo spagnolo finiva però spesso imbottigliato e la manovra trovava di rado sbocchi verso le punte Belotti e Zaza, sovente servite con inefficaci lanci in profondità.

 

Il guizzo di Berenguer sventato da Dragowski era l'unica azione offensiva degna di nota frutto di smarcamento e triangolazioni per vie centrali e con il passare dei minuti il centrocampo a cinque predisposto da Iachini prendeva il sopravvento. I granata pativano il pressing, i cambi di fronte e lo sfruttamento delle corsie esterne (dove imperversavano Chiesa e Biraghi) dei viola, mentre i centrali di difesa Nkoulou e Bremer erano in chiara difficoltà sulle incursioni aeree avversarie e solo due miracoli di Sirigu (altra preoccupante analogia con la scorsa stagione) permettevano al Toro di andare al riposo con la porta inviolata.

 

Dopo l'intervallo i torinisti andavano in riserva, mentre i toscani crescevano a vista d'occhio. Baricentro arretrato, atteggiamento remissivo e troppa iniziativa lasciata agli avversari erano i peccati capitali dei granata. La squadra di Iachini continuava a far leva su pressing e cambi di fronte che allargavano il rombo di quella di Giampaolo, la cui difesa andava in affanno e il gol annullato per fuorigioco a Biraghi era solo l'anteprima dell'azione fotocopia che permetteva a Castrovilli di decidere la partita.

 

Ad acuire i rimpianti del Toro l'errore di misura nel passaggio di Zaza a Belotti in un contropiede che avrebbe potuto indirizzare l'incontro in maniera diversa e la tardiva reazione con il "disperato", quanto inefficace in termini di occasioni prodotte, impiego di quattro punte nel finale.

Sabato pomeriggio prova d'appello nell'esordio all'Olimpico Grande Torino contro l'Atalanta, che ritroverà il campo dopo la ribalta di Champions League. I granata avranno una settimana di tempo per proseguire nell'assimilazione degli schemi di Giampaolo, con l'obiettivo di crescere in personalità e trovare finalmente efficacia offensiva.

 

Atmosfera frizzante all'Allianz Juventus Stadium, dove di fronte a mille privilegiati ad invito è andata in scena la prima recita del nuovo corso bianconero targato Andrea Pirlo. Come lasciato intuire dalla presentazione della vigilia, è stata la duttilità del modulo l'elemento portante dell'architettura tattica del Maestro. Difesa a tre in fase di costruzione, con Danilo che ha superato le perplessità riguardo alla sua posizione emerse alla lettura delle formazioni, settore nevralgico a cinque in cui brillava Ramsey per lavoro di filtro ed inserimenti diventando all'occorrenza trequartista, mentre la sorpresa McKennie mostrava dinamismo e personalità nonostante qualche errore di misura e Rabiot risultava sufficientemente lucido in regia. Sulle fasce sempre prezioso l'apporto di Cuadrado, con il quasi esordiente Frabotta che palesava la grinta del veterano sul fronte opposto. In fase di contenimento la difesa diventava a quattro, con Danilo e Frabotta a scalare ai lati degli immarcescibili Bonucci e Chiellini e il colombiano a rimpinguare la mediana. Già rilevante l'intesa offensiva fra Ronaldo e Kulusevski (in lui le stimmate del campione).

L'atteggiamento tattico troppo coperto e prudente della squadra Ranieri veniva scardinato grazie ad una manovra avvolgente supporta da pressing deciso, che alternava lo sfruttamento delle corsie esterne alla ricerca delle verticalizzazioni per vie centrali. Il tocco da biliardo del giovane talento svedese spianava la strada ai bianconeri, che però avevano la pecca (retaggio negativo della scorsa stagione) di concretizzare poco prima dell'intervallo (tre clamorose occasioni per Ronaldo), lasciando la partita pericolosamente aperta.

 

La prima Juve di Pirlo, a differenza di quella di Sarri, ha saputo anche soffrire senza perdere la testa, e nella ripresa, pur concedendo troppo campo con qualche sbavatura in palleggio ad una Sampdoria più volitiva ed a trazione anteriore grazie agli innesti di Gaston Ramirez e Quagliarella, non ha corso pericoli chiudendo i conti grazie al tocco d'astuzia di Bonucci ed alla "solita" stoccata del portoghese, che al quarto tentativo trovava la via della rete.

 

L'esame blucerchiato è stato però troppo pocco probante. Per valutare identità, progressi ed eventuali carenze della nuova Juventus bisognerà attendere i prossimi impegni, a partire da quello di Roma di domenica sera, dove magari potrebbe già vestire la maglia bianconera il nuovo centravanti come richiesto da Pirlo (nella foto di Eurosport i cenni d'intesa tra il neo mister bianconero e Cristiano Ronaldo).

 

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 21/09/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie A: la Juve regola il Bologna, il Toro cade a Napoli

Troppo Napoli per un Torino che, travolto nella prima frazione, non riesce a rialzarsi e incassa la terza sconfitta consecutiva, mentre la convalescente Juventus ritrova il successo e qualche nota positiva regolando senza patemi l'arrendevole Bologna. Rappresentanti del calcio sotto la Mole sempre in altalena anche dopo l'ottava giornata di campionato. Erano i granata ad aprire...leggi
03/10/2022

Turno di campionato horribilis per Torino e Juventus

Un Toro dalle pile scariche viene incartato e beffato all'ultimo respiro dal pratico Sassuolo, mentre la Juve in caduta libera colleziona una figuraccia storica a Monza portando in dono alla matricola brianzola l'omaggio di benvenuto della prima vittoria in serie A. Notte fonda per le due rappresentanti del calcio sotto la Mole dopo la s...leggi
19/09/2022

Beffe finali per Torino e Juventus nel 6° turno di serie A

Il Torino prima contiene, poi spaventa l'Inter salvata solo da uno strepitoso Handanovic, ma, come ormai malaugurata consuetudine contro le "grandi", finisce per cadere in vista del traguardo ed esce da San Siro con tanti, inutili applausi e il grosso rammarico di non avere ancora una volta messo punti in tasca. Una Juventus sempre più dai due volti vive un primo tempo da incubo ...leggi
13/09/2022

Serie A: il Toro supera il Lecce, la Juve bloccata sul pari a Firenze

Una Juventus sempre più enigmatica torna da Firenze con uno striminzito punticino e tanti, troppi punti interrogativi. Il Torino si rimette in marcia, regola di misura con buona personalità il tignoso Lecce e sorpassa di nuovo i "cugini" in classifica. Continua l'altalena delle due rappresentanti del calcio sotto la Mole anche dopo la quinta giornata di campionato. ...leggi
06/09/2022

Serie A: Juve all'inglese con lo Spezia, a Bergamo primo ko del Toro

La Juventus non brilla, soffre, ma almeno centra i tre punti contro lo Spezia e rientra nel gruppone di vertice. Il Torino non sfigura ma, vittima delle proprie ingnuità e della mancanza di concretezza, fallisce l'esame di maturità in casa dell'Atalanta, concedendo agli orobici il lusso di affiancare la Roma al comando della classifica. Rappresentanti del calcio sotto la ...leggi
02/09/2022

Serie A: il Toro assapora la vetta, frena ancora la Juve

E' il Torino a detenere a sorpresa la supremazia del calcio sotto la Mole dopo la terza giornata di campionato inserendosi con pieno merito nel gruppetto al vertice della classifica, mentre la Juventus inanella il secondo mezzo passo falso consecutivo proseguendo nel suo avvio di stagione all'insegna dei rimpianti. Sale sempre più alla ribalta il gruppo di Juric, concreto e dete...leggi
29/08/2022

Le torinesi vanno in bianco nel secondo turno di serie A

  Un Toro bello ma spuntato riesce comunque ad imbrigliare la temuta Lazio continuando a muovere la classifica. La Juve galleggia e nulla più nelle acque di fronte alla Lanterna e finisce per fare il passo del gambero in casa della Sampdoria. Vanno in bianco le due rappresentanti del calcio sotto la Mole in una seconda giornata di campionato con troppe ombre e rari sprazzi d...leggi
24/08/2022

Juve e Toro chiudono il campionato con due meste sconfitte

Il campionato delle due rappresentanti del calcio sotto la Mole va in archivio con un paio di pesanti (per quanto ininfluenti) sconfitte, ultimo indice, se ancora ci fosse stato bisogno di conferme, di una stagione mediocre caratterizzata da troppe ombre e qualche sporadico bagliore, soprattutto da parte granata. Anche nella recita conclusiva davanti al proprio pubblico, la squ...leggi
23/05/2022

Il Toro sbanca Verona, la Juve celebra gli addii di Chiellini e Dybala

Mister Juric conduce il Toro a fare il colpaccio dell'ex nell'amata Verona. La Juve, ormai svuotata e svagata, dapprima perde in maniera rocambolesca la finale di Coppa Italia al termine di una partita che ha rappresentato la sintesi di tutte le carenze e gli errori stagionali, quindi rovina la festa d'addio di Chiellini e Dybala facendosi rimo...leggi
17/05/2022

Serie A: turno di campionato da dimenticare per Juventus e Torino

Una Vecchia Signora grottesca si trasforma in Dama di Carità, sciupa oltre l'immaginabile e dona tutto in beneficenza rimettendo in gioco un Grifone ormai retrocesso ed attirandosi gli strali di tutte le altre altre squadre impegnate nella lotta per la salvezza. Il Toro come di consueto tiene orgogliosamente testa all'avversario di turno di maggiore caratura, riesce a stare a ga...leggi
09/05/2022

Serie A: sorridono ancora in coppia Juventus e Torino

Bonucci soffia due volte sulle candeline del compleanno e toglie le castagne dal fuoco contro il fanalino di coda Venezia ad una Juventus sempre balbettante, che tuttavia, grazie al pareggio interno della Roma contro il Bologna, centra con tre giornate d'anticipo l'obiettivo minimo della qualificazione alla prossima Champions League e potrà ora dedicarsi alla finale di Coppa Ita...leggi
02/05/2022

Serie A: vittorie in coppia per Juventus e Torino

    Lo stesso risultato, scaturito al termine di due prestazioni diametralmente opposte, consente a Torino e Juventus di mettersi in tasca tre punti di platino per la classifica e di guardare con maggiore serenità al finale di stagione. Il turno di campionato ha regalato una vera e propria Festa de...leggi
26/04/2022

Pareggi in serie per Juve e Toro nel turno pasquale di serie A

  Uovo di Pasqua con sorpresa (amara) per Juventus e Torino, che gettano al vento in coppia l'ennesima occasione per rendere meno anonima la loro stagione, al termine di due partite dall'andamento analogo ma con esito opposto, che lasciano in tasca un solo punto e tanti rammarichi. ...leggi
19/04/2022

La Juve sbanca Cagliari, il Toro ferma la capolista Milan

La Juventus digerisce la pesante sconfitta incassata con l'Inter, rialza la testa e, pur soffrendo, si impone in rimonta a Cagliari blindando almeno il quarto posto. Il Torino fornisce un'altra prova a tutto cuore e inchioda sul risultato ad occhiali il Diavolo rossonero, facendo corre...leggi
12/04/2022

Il Toro ritrova il successo a Salerno, la Juve ko nel derby d'Italia

Il VAR sui rigori fa sorridere il Toro, che ritrova la gioia del successo dopo una lunga quaresima durata quasi tre mesi, mentre provoca un travaso di bile alla Juve, costretta a cedere il derby d'Italia agli acerrimi rivali nerazzurri, tornati ad espugnare il fortino dello Stadium dopo quasi dieci anni. I fischietti orientati dalle revisioni televisive hanno caratterizzato una giornat...leggi
05/04/2022


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03360 secondi