Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Juve corsara in casa dello Spezia, harakiri del Toro contro la Lazio

 

Nulla di nuovo sotto il cielo calcistico all'ombra della Mole. La Juventus ritrova il sorriso solo grazie al risultato, mentre lo psicodramma granata assume contorni davvero preoccupanti.

Le giornate iniziali di un campionato di serie A sempre più condizionato dal Covid continuano a regalare soddisfazioni col contagocce alle due rappresentanti torinesi. Non tragga in inganno il rotondo (solo al triplice fischio dell'arbitro) successo della squadra di Pirlo nei confronti della matricola Spezia. Reduce dall'enigmatica prova di Champions League contro il Barcellona (avversari subìti in maniera imbarazzante per gran parte dell'incontro, ma come contraltare tre reti segnate dallo sfortunato Morata e annullate dal VAR per questione di centimetri), i bianconeri hanno mostrato pochi progressi ricadendo nei soliti errori e cambiando marcia solo dopo l'ingresso in campo di Cristiano Ronaldo, sempre più talismano imprescindibile da cui dipendono i destini della Vecchia Signora (fotografia pagina Facebook Spezia Calcio).

 

Positiva la partenza, ma eccessiva la prodigalità offensiva (clamorose le occasioni fallite da Chiesa, Dybala e McKennie dopo il travolgente assolo del centravanti spagnolo), sempre più compassati i ritmi a centrocampo con il versante sinistro completamente dimenticato nella costruzione della manovra e fase difensiva troppo bassa e passiva fino all'inevitabile gol del pareggio di Pobega complice la deviazione di Nzola. A risollevare il morale solo la fine del sortilegio-VAR di Morata.

Avvio di ripresa da brividi col pallino del gioco lasciato nelle mani dei liguri. A cambiare l'inerzia della gara è però bastato il ritorno in campo di Crisitano Ronaldo. Il carisma del portoghese è stata l'àncora di salvezza cui i compagni si sono aggrappati, capace allo stesso tempo di far saltare gli equilibri e le convinzioni degli avversari. La sua prima rete, così come la successiva sgroppata di Rabiot e l'azione che ha portato al fallo da rigore su Chiesa, sono però state frutto di verticalizzazioni a sorprendere lo schieramento spezino, del tutto slegate dalla costruzione della manovra.

 

La ritrovata concretezza realizzativa, unita alla paratona vecchio stile di Buffon che ha sopperito all'immobilismo difensivo, hanno fruttato i tre punti, ma nell'antipasto di domenica prossima in casa della Lazio, e ancor prima sotto i riflettori di Budapest nell'impegno vintage di Champions col Ferencvaros, servirà ben altro piglio per progredire nel percorso di crescita e ricerca di identità intrapreso.

 

Psicodramma Toro, che sprofonda sempre di più sotto il peso dei propri errori e delle proprie carenze. Avvisaglie delle difficoltà irrisolte si erano già viste in Coppa Italia contro il Lecce, dove per venire a capo dei pugliesi erano stati necessari quasi due tempi supplementari ed un'altra gara in rimonta. Messi di fronte ai rimaneggiati aquilotti, i granata hanno forse disputato una delle loro migliori prestazioni stagionali, ma (così come accaduto col Sassuolo) sono crollati in vista del traguardo, vittime della paura di vincere, indice di una risaputa mancanza di personalità in troppi giocatori.

 

Contro la Lazio, in una partita dall'incedere romanzesco, è successo tutto e il contrario di tutto. Difese allegre che hanno favorito gol di pregevole fattura (vedi Pereira e Bremer), decisioni arbitrali corrette (rigore concesso a Belotti) e clamorosi errori (penalty negato a Verdi), svarioni dei "mostri sacri" (Sirigu beffato sul proprio palo dalla punizione di Milinkovic-Savic) e scene da "Mai dire gol" (il patatrac biancoceleste che ha fruttato la rete di Lukic).

 

Nonostante tutto questo e l'infortunio del proprio condottiero Belotti, la squadra di Giampaolo, con carattere e opportunismo, era riuscita a due minuti dal termine a mettere le mani su una vittoria di capitale importanza. Poi l'inspiegabile (o fin troppo comprensibile, data la caratura dei protagonisti), nuovo crollo nel recupero di fronte alla reazione degli indomiti aquilotti. Protagonista in negativo dello sconcertante epilogo l'ormai incorreggibile reparto arretrato, dapprima con il mani di Nkoulou punito dal VAR col rigore del pareggio di Immobile, poi con una dormita collettiva su palla vagante in area sfruttata da Caicedo che, ulteriore beffa, ha infilato Sirigu in mezzo alle gambe, facendo crollare il mondo addosso al Toro.

 

Mentre si addensano nubi sempre più fosche sulla panchina di Giampaolo, mercoledì, nel recupero di Marassi col Genoa, e domenica all'Olimpico Grande Torino contro lo sbarazzino Crotone, servirà gettare il cuore oltre l'ostacolo per impedire che la discesa verso la retrocessione cominci a prendere corpo troppo presto.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 02/11/2020
 

Altri articoli dalla provincia...



La Juve regola il Sassuolo, il Toro si inchina alla capolista Milan

Torino che fa il passo del gambero e si scioglie davanti al ritrovato fuoco del Diavolo capolista, Juventus che porta a casa il risultato e poco altro di positivo dalla spinosa gara col Sassuolo. Molte ombre intervallate da rare luci per le due paladine del calcio subalpino, in un turno di campionato in cui hanno riproposto in maniera pr...leggi
12/01/2021

La Juve sbanca San Siro, per il Toro un risultato positivo col Verona

  La befana calcistica ha regalato dolci e sorrisi in quantità alle due rappresentanti del pallone sotto la Mole, con il Torino che blocca con merito il temuto Verona portandosi fuori dalla zona retrocessione e la Juventus che sfodera una prestazione all'altezza della propria caratura, interrompe l'imbattibilità della capolista Milan e torna in lizza con forza nella c...leggi
07/01/2021

Il 2021 per Juve e Toro inizia con delle vittorie convincenti

Toro finalmente accorto, concreto e privo di fronzoli che conquista un successo di capitale importanza, specie in prospettiva futura. Juve dai due volti che svolge, pur tra luci e ombre, al meglio il proprio "compitino", si rimette in carreggiata e si proietta verso i confronti diretti che diranno una parola forse definitiva sugli obiett...leggi
04/01/2021

Turno da incubo per la Juve, il Toro sfiora l'impresa a Napoli

Martedì da incubo per la Juventus, che perde sei punti in un colpo solo, abdica forse definitivamente dopo nove anni di dominio incontrastato in Italia e al termine del turno prenatalizio si ritrova anche fuori dalla zona Champions, toccando il punto più basso del suo recente passato. Ancora amarezza per il Torino, che sfio...leggi
24/12/2020

Turno di serie A con sorrisi bianconeri ed ombre granata

La Juventus si riscatta e ritrova la rotta con una prestazione finalmente degna della sua caratura, mentre il Torino muove la classifica ma subisce l'ennesima rimonta e getta al vento la possibilità di cominciare a dare una sterzata alla sua stagione. Sorrisi in bianconero e ombre granata nel penultimo turno di serie A prima della sosta di fine a...leggi
20/12/2020

Turno infrasettimanale da dimenticare per Juventus e Torino

La Juve per una volta viene tradita dagli attaccanti e getta al vento un'altra occasione per avvicinarsi alla capolista Milan, mentre il Toro incappa in una sconfitta quasi annunciata e sprofonda sempre di più vestendo la maglia nera della classifica assieme al Crotone. Da dimenticare più in fretta possibile il turno infras...leggi
18/12/2020

Il Toro frana anche con l'Udinese, la Juve passa in casa del Genoa

  Torino ormai allo psicodramma, ancora sconfitto al termine di una partita dall'andamento schizofrenico e sempre più risucchiato dalle sabbie mobili della zona retrocessione. Juventus scintillante e matura in coppa che mostra segnali di continuità anche in campionato, pur senza convincere appieno. È proseguita anche nell'ultimo turno di Serie A, seguendo un co...leggi
14/12/2020

Derby della Mole: il Toro accarezza l'impresa ma a spuntarla è la Juve

Il Torino sfiora la partita perfetta, accarezza a lungo il sogno, poi si risveglia bruscamente come quasi sempre gli è accaduto da un quarto di secolo a questa parte. La Juventus è inguardabile per almeno 70 minuti ma riesce a scuotersi, replica un copione andato spesso in scena negli ultimi anni e tenendo fede al motto dei propri tifosi r...leggi
06/12/2020

Poche note liete per Juve e Toro in attesa del derby della Mole

  Juventus prigioniera delle proprie carenze di personalità e concentrazione che stanno ormai diventando una cronica, pericolosa costante, Torino che evita un altro k.o. in rimonta, muove la classifica, ma resta sempre in zona retrocessione. Poche le note liete per le due pa...leggi
01/12/2020

La Juve convince, il Toro si smarrisce a San Siro dopo un'ora di gioco

  Segnali convincenti da parte di una Juventus che comincia ad ingranare, mentre la grande illusione del Torino svanisce dopo un'ora di gioco quasi perfetta, facendolo ripiombare nella triste realtà di questo travagliato avvio di stagione. Ancora un turno di campionato dai due volti per le rappresentanti del calcio sotto la Mole. Ad aprire l...leggi
23/11/2020

Juve e Toro non vanno oltre il pari nell'ultimo turno di A

    Juventus fra comode illusioni di coppa e bruciante ritorno alla realtà del campionato, Torino convalescente che sorbisce un brodino ma ha davanti a sé una cura ricostituente ancora molto lunga. Per le due rappresentanti del calcio subalpino l'enigmatico avvio di stagione non si risolve nemmeno in vista della seconda sosta per lasciare spazio alle Nazi...leggi
09/11/2020

Segnali di ripresa del Toro. La Juve bloccata in casa dal Verona

  Torino che si ferma con molto amaro in bocca ad un passo dalla resurrezione e Juventus che sente suonare più di un campanello d'allarme con la crisi ormai alle porte. Continua il campionato con il freno a mano tirato delle due paladine del calcio sotto la Mole....leggi
26/10/2020

Un weekend da dimenticare per le squadre torinesi di serie A

La giovane Signora non è ancora pronta per ballare in società e prendersi la ribalta che da blasone le compete, mentre il Toro, ingabbiato in uno sconcertante "vorrei ma non posso", è sempre più vittima dei suoi limiti e dei suoi errori continuando a vestire la maglia nera in una situazione che comincia a farsi preoccupante. La ripresa del campionato...leggi
18/10/2020

Serie A: Juventus e Torino bloccate dal Covid-19

  Il Covid-19 sgambetta le due torinesi costringendole loro malgrado a fare da spettatrici alla terza giornata di campionato, mentre all'orizzonte si profila una grossa incognita sulle modalità di ripresa e sul prosieguo della serie A al ritorno dalla sosta per le nazionali.   Il calcio italiano scivola verso il cao...leggi
05/10/2020

Turno negativo per le squadre torinesi di serie A

Torino con encefalogramma quasi piatto dopo il sussulto iniziale e Juventus da passo del gambero salvata dal solito esperto di make up Cristiano Ronaldo che ne maschera le rughe senza risolverne i problemi, in una seconda giornata di campionato che ha fruttato la miseria di un punto al calcio sotto la Mole.   Spumeggiante l'avvio dei granata contro l'Atalanta, in c...leggi
28/09/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06790 secondi