Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI CALCIO FEMMINILE    

Edizione provinciale di Torino


Il 2021 per Juve e Toro inizia con delle vittorie convincenti

Toro finalmente accorto, concreto e privo di fronzoli che conquista un successo di capitale importanza, specie in prospettiva futura. Juve dai due volti che svolge, pur tra luci e ombre, al meglio il proprio "compitino", si rimette in carreggiata e si proietta verso i confronti diretti che diranno una parola forse definitiva sugli obiettivi dei bianconeri in campionato. Il nuovo anno è iniziato sotto buoni auspici per il calcio all'ombra della Mole, regalando una doppia vittoria che mancava da troppo tempo.

 

A Parma terzo risultato utile consecutivo per i granata e, soprattutto, un'affermazione rotonda e convincente nel punteggio e nella sostanza. Per ottenerla Giampaolo ha fatto di necessità virtù, piegandosi a un 3-5-2 magari meno spettacolare rispetto ad altri moduli da lui preferiti, ma sicuramente più redditizio e consono alle caratteristiche dei giocatori a sua disposizione.

 

Condotta di gara accorta ed attendista quella messa in scena dal Toro al "Tardini", che in alcuni frangenti ha riportato alla mente il vecchio ma sempre efficace catenaccio e contropiede, con gioco lasciato nelle mani dei ducali, i quali pressavano alto ma senza concretezza. In risposta i torinisti cercavano di uscire con il giro palla dalle retrovie e, pur prendendosi qualche rischio di troppo, spesso riuscivano ad eludere il forcing avversario. Mossa successiva saltare il centrocampo biancocrociato grazie a rapide verticalizzazioni frutto sia di lanci dalla difesa, sia di palloni riconquistati da un settore nevralgico "robusto" e una volta tanto determinato e concentrato. Da manuale l'azione del vantaggio, iniziata dall'ormai non più sorprendente Singo, proseguita dalla sponda tracciante di Belotti e finalizzata in rete dalla galoppata del millenial ivoriano.

 

Sbloccato il risultato il capitano granata, ancora una volta il migliore in campo, continuava a prendersi la squadra sulle spalle, agendo quasi più da trequartista che da centravanti, recuperando palloni, guadagnando falli che facevano rifiatare e salire i compagni e vestendo gli inediti panni dell'uomo assist.

 

Canovaccio tattico analogo dopo l'intervallo, quando il Torino conteneva senza affanni la pressione emiliana, commetteva sì il peccato di non gestire al meglio le ripartenze (da matita blu l'errore nello stop e il successivo diagonale a lato di Verdi), ma reggeva nella fase difensiva con concentrazione e determinazione chiudendo ogni spazio, mentre il redivivo Sirigu rispondeva presente ogni qual volta era chiamato in causa.

 

Il tecnico granata aveva il merito di non alterare gli equilibri della propria squadra, centellinando, anche per necessità, le sostituzioni e puntando sulla qualità. Esaurita per mancanza di energie la spinta avversaria, il Toro ritrovava il cinismo nel finale e chiudeva i conti facendo leva su due versioni di quello che dovrebbe essere il suo marchio di fabbrica. Dapprima con un perfetto schema su calcio d'angolo (tipico delle squadre di Giampaolo) finalizzato dall'imperioso stacco del rinfrancato Izzo (fotografia www.torinofc.it), poi con un contropiede lanciato dall'onnipresente Belotti e chiuso dalla qualità di un Gojak che comincia a scrollarsi di dosso l'etichetta di oggetto misterioso.

 

Tornato alla vittoria dopo otto partite, abbandonato l'ultimo posto in classifica e compiuto il primo passo verso la risalita, il Toro è atteso mercoledì dal test interno contro lo spumeggiante Verona con l'obiettivo di allungare la striscia positiva.

 

Una Juventus dai due volti supera, almeno per quanto riguarda il risultato, lo shock della batosta incassata dalla Fiorentina e incamera tre punti a spese di un'Udinese volitiva quanto distratta, cui il 4-1 finale suona come punizione troppo pesante.

 

Specie nella prima frazione di gioco la squadra di Pirlo ha continuato a non convincere. Schierati con un 3-5-2 speculare a quello dei friulani, i bianconeri hanno faticato oltremodo nell'impostazione della manovra, agendo troppo per linee orizzontali (pur tentando di "allargare" il campo) e mancando quasi sempre di profondità, data anche l'assenza dell'infortunato Morata, unica vera prima punta in organico in grado di creare e attaccare gli spazi. Dybala fluttuava invano alla ricerca della posizione ideale senza riuscire ad incidere, mentre la difesa, non priva di sbavature, dava l'impressione di essere vulnerabile ogni volta che gli avversari si affacciavano in avanti.

 

Salvata dal VAR, che portava al giusto annullamento per fallo di mano del gol di De Paul, così come quello di Ramsey dopo l'intervallo, la Vecchia Signora doveva ancora una volta affidarsi alle estemporanee verticalizzazioni su iniziative dei singoli, favorite dalla pressione alta che consentiva di recuperare palla sfruttando con cinismo i grossolani errori in disimpegno commessi dagli uomini di Gotti e lanciare il compagno verso la porta.

 

Significative in tal senso le azioni di tutte e quattro le reti juventine, che avevano per protagonisti Ronaldo nel doppio ruolo di cecchino e uomo assist, Chiesa, abile nel taglio sul fronte offensivo, e Dybala, che vedeva premiata la sua caparbità, con Bentancur, Ramsey, McKennie e Danilo spalle in netta crescita.

 

L'altra nota dolente della serata arrivava ancora dall'incapacità di tenere alta la concentrazione sino al triplice fischio dell'arbitro, che impediva a Szczesny e compagni di chiudere con la rete inviolata. Da brividi le azioni che portavano l'Udinese a centrare per due volte la traversa, così come lo schieramento "allegro" in occasione del punto della bandiera siglato dai friulani. Mercoledì sera in casa della capolista Milan servirà ben altro piglio per riuscire a ridurre le distanze dal vertice.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 04/01/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Importante vittoria del Toro a Cagliari, Juve sul velluto col Crotone

Il Torino guarisce finalmente dalla pareggite, centra la prima agognata vittoria della gestione Nicola e strappa con maturità nello scontro salvezza di Cagliari tre punti pesanti come un macigno che lo fanno allungare sulla zona calda. La Juventus stenta a carburare, poi si mette al collo le perle del solito Cristiano Ronaldo e a gioco lungo salt...leggi
23/02/2021

Il Toro colleziona pareggi, la Juve cade a Napoli

Torino sempre più abbonato ai pareggi che non riesce a trovare lo spunto per risolvere a proprio favore le partite e spiccare il salto che lo faccia uscire dalla zona calda. Juventus di nuovo sconcertante che domina senza incisività e viene punita da un episodio perdendo una grossa occasione per avvicinarsi alla vetta e dov...leggi
14/02/2021

La Juve vince la sfida con la Roma, rimonta di altri tempi per il Toro

  Il Vecchio Cuore Granata prima mette a repentaglio le coronarie dei suoi tifosi, poi torna a pulsare forte e dà vita a una rimonta d'altri tempi che rimarrà in qualche modo storica. La Juve camaleontica ingabbia la Roma e prosegue nel migliore dei modi il suo ciclo di ferro, completando un sabato di campionato dal seg...leggi
08/02/2021

Ancora un pari per il Toro, la Juve sbanca Marassi

  Un Toro ingabbiato nei propri limiti spreca un'altra occasione e rimane ancorato in zona retrocessione, mentre una Juve dai due volti regola la Sampdoria e si prepara al meglio per il ciclo di fuoco che molto probabilmente farà chiarezza su ambizioni e obiettivi stagionali bianconeri. Anche dopo la prima di ritorno, in un tu...leggi
02/02/2021

La Juventus regola all'inglese il Bologna, orgoglio Toro a Benevento

Il Toro ritrova almeno l'anima e dopo tempo immemore un allenatore "sanguigno" che sa trasmettere ai giocatori la carica e l'attaccamento alla maglia, conquista in rimonta con orgoglio e carattere un punto che ha un peso specifico enorme per il morale, seppur non modifichi una posizione di classifica sempre deficitaria, e compie il primo...leggi
25/01/2021

Turno da dimenticare per la Juve e per il Toro che esonera Giampaolo

  Quello appena andato in archivio è stato uno dei weekend più neri della storia recente del calcio sotto la Mole, che ha per una volta unito due squadre con problemi dai tratti comuni. Dapprima un Toro sconcertante, privo di nerbo e di identità, fornisce una delle prestazioni più impalpabili della stagione e non riesce a piegare uno Spezia ridotto in di...leggi
18/01/2021

La Juve regola il Sassuolo, il Toro si inchina alla capolista Milan

Torino che fa il passo del gambero e si scioglie davanti al ritrovato fuoco del Diavolo capolista, Juventus che porta a casa il risultato e poco altro di positivo dalla spinosa gara col Sassuolo. Molte ombre intervallate da rare luci per le due paladine del calcio subalpino, in un turno di campionato in cui hanno riproposto in maniera pr...leggi
12/01/2021

La Juve sbanca San Siro, per il Toro un risultato positivo col Verona

  La befana calcistica ha regalato dolci e sorrisi in quantità alle due rappresentanti del pallone sotto la Mole, con il Torino che blocca con merito il temuto Verona portandosi fuori dalla zona retrocessione e la Juventus che sfodera una prestazione all'altezza della propria caratura, interrompe l'imbattibilità della capolista Milan e torna in lizza con forza nella c...leggi
07/01/2021

Turno da incubo per la Juve, il Toro sfiora l'impresa a Napoli

Martedì da incubo per la Juventus, che perde sei punti in un colpo solo, abdica forse definitivamente dopo nove anni di dominio incontrastato in Italia e al termine del turno prenatalizio si ritrova anche fuori dalla zona Champions, toccando il punto più basso del suo recente passato. Ancora amarezza per il Torino, che sfio...leggi
24/12/2020

Turno di serie A con sorrisi bianconeri ed ombre granata

La Juventus si riscatta e ritrova la rotta con una prestazione finalmente degna della sua caratura, mentre il Torino muove la classifica ma subisce l'ennesima rimonta e getta al vento la possibilità di cominciare a dare una sterzata alla sua stagione. Sorrisi in bianconero e ombre granata nel penultimo turno di serie A prima della sosta di fine a...leggi
20/12/2020

Turno infrasettimanale da dimenticare per Juventus e Torino

La Juve per una volta viene tradita dagli attaccanti e getta al vento un'altra occasione per avvicinarsi alla capolista Milan, mentre il Toro incappa in una sconfitta quasi annunciata e sprofonda sempre di più vestendo la maglia nera della classifica assieme al Crotone. Da dimenticare più in fretta possibile il turno infras...leggi
18/12/2020

Il Toro frana anche con l'Udinese, la Juve passa in casa del Genoa

  Torino ormai allo psicodramma, ancora sconfitto al termine di una partita dall'andamento schizofrenico e sempre più risucchiato dalle sabbie mobili della zona retrocessione. Juventus scintillante e matura in coppa che mostra segnali di continuità anche in campionato, pur senza convincere appieno. È proseguita anche nell'ultimo turno di Serie A, seguendo un co...leggi
14/12/2020

Derby della Mole: il Toro accarezza l'impresa ma a spuntarla è la Juve

Il Torino sfiora la partita perfetta, accarezza a lungo il sogno, poi si risveglia bruscamente come quasi sempre gli è accaduto da un quarto di secolo a questa parte. La Juventus è inguardabile per almeno 70 minuti ma riesce a scuotersi, replica un copione andato spesso in scena negli ultimi anni e tenendo fede al motto dei propri tifosi r...leggi
06/12/2020

Poche note liete per Juve e Toro in attesa del derby della Mole

  Juventus prigioniera delle proprie carenze di personalità e concentrazione che stanno ormai diventando una cronica, pericolosa costante, Torino che evita un altro k.o. in rimonta, muove la classifica, ma resta sempre in zona retrocessione. Poche le note liete per le due pa...leggi
01/12/2020

La Juve convince, il Toro si smarrisce a San Siro dopo un'ora di gioco

  Segnali convincenti da parte di una Juventus che comincia ad ingranare, mentre la grande illusione del Torino svanisce dopo un'ora di gioco quasi perfetta, facendolo ripiombare nella triste realtà di questo travagliato avvio di stagione. Ancora un turno di campionato dai due volti per le rappresentanti del calcio sotto la Mole. Ad aprire l...leggi
23/11/2020


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05833 secondi