Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI CALCIO FEMMINILE    

Edizione provinciale di Torino


Ancora un pari per il Toro, la Juve sbanca Marassi

 

Un Toro ingabbiato nei propri limiti spreca un'altra occasione e rimane ancorato in zona retrocessione, mentre una Juve dai due volti regola la Sampdoria e si prepara al meglio per il ciclo di fuoco che molto probabilmente farà chiarezza su ambizioni e obiettivi stagionali bianconeri. Anche dopo la prima di ritorno, in un turno di campionato dalla formula sempre più versione spezzatino, le due rappresentanti del calcio sotto la Mole continuano a restare nel limbo.

 

Ad aprire le danze nell'anticipo del venerdì sono stati ancora una volta i granata, il cui bicchiere al termine della rocambolesca partita contro la Fiorentina è senza dubbio mezzo vuoto (fotografia sito ufficiale Torino F.C.). Contro un avversario dalla caratura tecnica oggettivamente superiore e dotato di maggiore cinismo, la squadra di Nicola è stata preda delle proprie carenze, finendo per tirare un sospiro di sollievo per un punto acciuffato in extremis ma che lascia molto amaro in bocca per le circostanze in cui è maturato.

 

Troppo passiva la partenza dei granata, compagine che continua a palesare evidenti difficoltà nel "fare la partita" e che ha preferito lasciare il controllo del gioco agli avversari, mancando però di efficacia nel recuperare palla e nel riproporsi di rimessa. Tra due schieramenti tattici speculari era quello viola a prevalere, con Ribery che faceva il bello e il cattivo tempo fra le linee armando in verticale Vlahovic, fermato solo dal palo. Bisognava attendere il finale del tempo per vedere il Toro riuscire a sfruttare gli spazi lasciati dalla non impeccabile difesa toscana, con le iniziative di Lukic per la sponda seguita dall'inserimento a turno della coppia offensiva Belotti-Zaza che dovevano però fare i conti con gli episodi sfavorevoli. Protagonisti l'arbitro Di Bello, il quale nel primo di una serie di errori di una direzione di gara disastrosa negava al serbo un rigore netto, in un'azione dalla dinamica analoga se non ancora più evidente di quella sanzionata a Sirigu a Benevento, e la traversa, che respingeva la sventagliata di Zaza.

 

Da incubo la parte iniziale della ripresa, in cui l'asse centrale della fase difensiva granata andava in tilt venendo costantemente infilato in verticale dalla Fiorentina, come testimoniano il gol annullato a Vlahovic per fuorigioco e il balletto da cineteca fra le "belle statuine" di Bonaventura e Ribery, che portava il francese a siglare il vantaggio viola dopo l'espulsione (ineccepibile, ma rilevata solo dal VAR) di Castrovilli.

 

La scarsa attitudine a creare gioco dei torinisti diventava ancor più evidente dopo il cartellino rosso mostrato frettolosamente a Milenkovic. La squadra di Nicola non riusciva ad allargare lo schieramento avversario ed a sfruttare la doppia superiorità numerica in un finale convulso nel quale l'arbitro, avendo perso del tutto la bussola, fischiava per compensazione in maniera molto casalinga (sbagliando due volte), e la traversa rispediva al mittente la disperata conclusione di Singo. Solo la solita zampata di capitan Belotti, imbeccato da un Verdi in crescendo, impediva alla gara di concludersi con un esito disastroso per il Toro, cui servirà ben altro per tagliare il traguardo della salvezza.

 

Una Vecchia Signora dai due volti, frizzante nel primo tempo e molto meno shakerata nel secondo, gusta l'aperitivo del sabato contro una Sampdoria ostica ma troppo remissiva dalla cintola in su. Spumeggiante la partenza della squadra di Pirlo, con ritmi elevati, proprietà di palleggio in una lucida gestione della manovra, trame avvolgenti con cambi di fronte alternati a ficcanti verticalizzazioni per fare breccia nel muro blucerchiato (significativo in fase di ripiego l'arretramento di Ekdal da regista difensivo a terzo centrale della retroguardia). Gli sforzi venivano concretizzati dopo una ventina di minuti dalla combinazione finalizzata da Chiesa (sempre più positivo e inserito nei meccanismi bianconeri), quindi Madama aveva il solito difetto di guardarsi allo specchio senza chiudere la gara, con Ronaldo, complice anche la determinazione dei difensori doriani, per una volta più efficace nel ruolo di rifinitore che di stoccatore.

 

La Juve tirava il fiato dopo l'intervallo, si abbassava troppo e lasciava il campo alla truppa di Ranieri, che però aveva nel sempreverde Quagliarella l'unico terminale offensivo in grado di creare qualche grattacapo agli avversari. I bianconeri, sorretti dai "vecchi" Chiellini e Bonucci, contenevano e, pur soffrendo, riuscivano a fare quadrato rispolverando un'antica solidità, senza mai andare in affanno.

 

Da manuale, per quanto tardivo, il contropiede finalizzato da Ramsey che mandava in archivio la contesa consentendo alla Juve di mantenere la porta inviolata per due gare consecutive in campionato, come non accadeva dallo scorso giugno. Altro aspetto positivo l'infermeria finalmente svuotata ad eccezione di Dybala, mentre va migliorato l'aspetto disciplinare, specie per i componenti del settore nevralgico (Bentancur, di nuovo ammonito, salterà per squalifica la partita contro la Roma).

 

Adesso Madama deve tornare ad indossare l'abito delle grandi occasioni nel ciclo terribile che fra Coppa Italia, scontri diretti in campionato e Champions League, fornirà i primi verdetti di una stagione finora enigmatica.

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 02/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Vittorie preziose per Juve e Toro nel 30° turno di serie A

Lo spettacolare e combattuto derby prepasquale sembra aver dato il giusto impulso alle due torinesi, che ritrovano continuità (seppur tra qualche evitabile sofferenza) e incassano tre punti a testa pesantissimi che li avvicinano ai rispettivi obiettivi stagionali.   Di platino quelli co...leggi
12/04/2021

Gol ed emozioni nel derby della Mole: pari nella sfida tra Toro e Juve

Il Toro torna a fare il Toro, affronta il derby con lo spirito da Vecchio Cuore Granata e sfiora l'impresa mettendo alle corde una Juve senz'anima, irriconoscibile e sempre più prigioniera delle proprie contraddizioni, che evita in extremis l'ennesima figuraccia stagionale ma scherza pericolosamente col fuoco per quanto riguarda la qualificazione...leggi
05/04/2021

Turno di campionato da dimenticare per Juve e Toro in attesa del derby

    Se l'incredibile rimonta granata in puro stile tremendista nel recupero infrasettimanale contro il Sassuolo aveva fatto apparire un raggio di sole, il primo giorno di primavera ha fatto ripiombare in pieno inverno il calcio sotto la Mole. Nella trasferta ai piedi della Lanterna (versante Sampdoria) il Toro ha fatto il passo del gambero e, complici i risultati delle...leggi
22/03/2021

Il Toro cede di misura alla capolista Inter, la Juve espugna Cagliari

Un Torino generoso quanto ancora rimaneggiato va ad un passo dal fermare la capolista Inter, poi cade vittima delle proprie ingenuità e del cinismo dei nerazzurri e rimane profondamente impelagato nelle acque basse della classifica. La Juventus comincia lentamente a smaltire la ...leggi
15/03/2021

La Juve ribalta la Lazio, il Toro in emergenza cade a Crotone

La Juventus sperimentale di Pirlo inizia la gara spaesata, poi prende le misure ad una Lazio bella quanto incompiuta, getta il cuore oltre l'ostacolo con una reazione d'orgoglio da grande squadra e conquista una vittoria importante per la classifica e soprattutto per il morale in vista del ritorno di Champions con il Porto. Il Torino in piena emergenza ...leggi
08/03/2021

La Juve regola lo Spezia, il Toro non parte per Roma

    Una Juventus convalescente e oltremodo rimaneggiata soffre per un'ora contro lo Spezia, poi riesce a dare la svolta alla partita grazie agli ingressi dalla panchina e sorbisce un brodino ricostituente che rinfranca quanto meno il morale in vista dei prossimi decisivi impegni contro Lazio e Porto in Champions League. ...leggi
03/03/2021

Juve non va oltre al pari a Verona, Toro bloccato dal Covid

I sogni della Juventus di rientrare nella corsa scudetto sfumano definitivamente a Verona, dove i bianconeri perdono per strada altri due punti palesando impietosamente i difetti strutturali e caratteriali di una stagione che sta assumendo i connotati del fallimento, mentre il Torino v...leggi
01/03/2021

Importante vittoria del Toro a Cagliari, Juve sul velluto col Crotone

Il Torino guarisce finalmente dalla pareggite, centra la prima agognata vittoria della gestione Nicola e strappa con maturità nello scontro salvezza di Cagliari tre punti pesanti come un macigno che lo fanno allungare sulla zona calda. La Juventus stenta a carburare, poi si mette al collo le perle del solito Cristiano Ronaldo e a gioco lungo salt...leggi
23/02/2021

Il Toro colleziona pareggi, la Juve cade a Napoli

Torino sempre più abbonato ai pareggi che non riesce a trovare lo spunto per risolvere a proprio favore le partite e spiccare il salto che lo faccia uscire dalla zona calda. Juventus di nuovo sconcertante che domina senza incisività e viene punita da un episodio perdendo una grossa occasione per avvicinarsi alla vetta e dov...leggi
14/02/2021

La Juve vince la sfida con la Roma, rimonta di altri tempi per il Toro

  Il Vecchio Cuore Granata prima mette a repentaglio le coronarie dei suoi tifosi, poi torna a pulsare forte e dà vita a una rimonta d'altri tempi che rimarrà in qualche modo storica. La Juve camaleontica ingabbia la Roma e prosegue nel migliore dei modi il suo ciclo di ferro, completando un sabato di campionato dal seg...leggi
08/02/2021

La Juventus regola all'inglese il Bologna, orgoglio Toro a Benevento

Il Toro ritrova almeno l'anima e dopo tempo immemore un allenatore "sanguigno" che sa trasmettere ai giocatori la carica e l'attaccamento alla maglia, conquista in rimonta con orgoglio e carattere un punto che ha un peso specifico enorme per il morale, seppur non modifichi una posizione di classifica sempre deficitaria, e compie il primo...leggi
25/01/2021

Turno da dimenticare per la Juve e per il Toro che esonera Giampaolo

  Quello appena andato in archivio è stato uno dei weekend più neri della storia recente del calcio sotto la Mole, che ha per una volta unito due squadre con problemi dai tratti comuni. Dapprima un Toro sconcertante, privo di nerbo e di identità, fornisce una delle prestazioni più impalpabili della stagione e non riesce a piegare uno Spezia ridotto in di...leggi
18/01/2021

La Juve regola il Sassuolo, il Toro si inchina alla capolista Milan

Torino che fa il passo del gambero e si scioglie davanti al ritrovato fuoco del Diavolo capolista, Juventus che porta a casa il risultato e poco altro di positivo dalla spinosa gara col Sassuolo. Molte ombre intervallate da rare luci per le due paladine del calcio subalpino, in un turno di campionato in cui hanno riproposto in maniera pr...leggi
12/01/2021

La Juve sbanca San Siro, per il Toro un risultato positivo col Verona

  La befana calcistica ha regalato dolci e sorrisi in quantità alle due rappresentanti del pallone sotto la Mole, con il Torino che blocca con merito il temuto Verona portandosi fuori dalla zona retrocessione e la Juventus che sfodera una prestazione all'altezza della propria caratura, interrompe l'imbattibilità della capolista Milan e torna in lizza con forza nella c...leggi
07/01/2021

Il 2021 per Juve e Toro inizia con delle vittorie convincenti

Toro finalmente accorto, concreto e privo di fronzoli che conquista un successo di capitale importanza, specie in prospettiva futura. Juve dai due volti che svolge, pur tra luci e ombre, al meglio il proprio "compitino", si rimette in carreggiata e si proietta verso i confronti diretti che diranno una parola forse definitiva sugli obiett...leggi
04/01/2021


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06188 secondi