Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI CALCIO FEMMINILE    

Edizione provinciale di Torino


La Juve vince la sfida con la Roma, rimonta di altri tempi per il Toro

 

Il Vecchio Cuore Granata prima mette a repentaglio le coronarie dei suoi tifosi, poi torna a pulsare forte e dà vita a una rimonta d'altri tempi che rimarrà in qualche modo storica. La Juve camaleontica ingabbia la Roma e prosegue nel migliore dei modi il suo ciclo di ferro, completando un sabato di campionato dal segno decisamente positivo per il pallone sotto la Mole.

Sgomento, sofferenza e gioia finale inattesa sono i tre sentimenti provati dagli appassionati granata in un pazzo pomeriggio che ha visto la squadra di Nicola rischiare l'osso del collo sulle montagne russe del campo di Bergamo, da cui è riuscita tuttavia ad uscire con un largo sorriso sulle labbra.

Il solito atteggiamento tattico coperto, con difesa a cinque per occupare e chiudere gli spazi, squadra bassa e iniziativa lasciata agli avversari, veniva fatto saltare dal ritmo, dalla tecnica e dagli inserimenti degli atalantini, che mandavano fuori tempo ogni tentativo di pressione granata, umiliando gli avversari con tre reti nei primi venti minuti (siglate oltretutto in sette soli giri di lancetta) e girando il coltello nella piaga di una retroguardia che stenta ancora a trovare le misure e a mantenere alta la concentrazione, e il cui estremo baluardo mostra crepe sempre più preoccupanti.

Preso inizialmente a ceffoni, costante di questa fase del campionato, e con il fantasma del tracollo della scorsa stagione che stava tornando a materializzarsi, il Toro aveva il merito di non abbattersi e facendo leva sul suo ritrovato carattere cominciava a sfruttare gli spazi concessi dalla supponenza dell'Atalanta, che staccava la spina pensando di aver ormai archiviato la pratica. Il salvataggio sulla linea sull'incursione di Murru, il gesto di fair play di Belotti, la determinazione dello stesso capitano nel ricacciare in rete la palla dopo il rigore fallito e il tocco ravvicinato di Bremer seguito alla pazzesca carambola traversa-palo sul tiro di Mandragora, rappresentavano il crescendo che riapriva la partita già prima dell'intervallo.

Spirito d'altri tempi, lotta e sagacia tattica del tecnico erano le chiavi che consentivano ai torinisti di completare l'opera nella ripresa. Nel contesto di una gara combattuta, sempre più fisica, con qualche comprensibile errore su ambo i fronti ed un legno centrato per parte che manteneva il risultato appeso ad un filo, Nicola puntava ancora sulla qualità dei cambi, passando al 3-4-1-2 con Ansaldi e Baselli che alzavano il tasso tecnico della mediana (in cui era positivo anche l'esordio di Mandragora) e Verdi a rifinire dietro le punte, dove la freschezza di Bonazzoli faceva rifiatare Zaza. Proprio una combinazione su calcio piazzato tra Verdi e Bonazzoli confezionava la rete dell'incredibile quanto meritato pareggio e nel finale il Toro spingeva addirittura alla ricerca del clamoroso sorpasso, lasciando basiti i presuntuosi giocatori di Gasperini.

Mossa ancora la classifica ed usciti dalla zona retrocessione, i granata dovranno cercare ora di non dover andare sempre in svantaggio prima di cominciare a giocare (a differenza di quanto accadeva nel girone d'andata, dove la rimonta subìta era una costate), trovando il punto d'equilibrio e aggiungendo la vittoria a prestazioni già confortanti, a cominciare dal prossimo delicato impegno casalingo contro il Genoa.

Una Juventus in versione camaleonte torna all'antico, perde forse qualcosa in spettacolarità ma ritrova una solidità che non si vedeva da tempo, incarta una Roma fumosa e poco efficace, e con una gran dose di concreto cinismo prosegue la sua marcia di avvicinamento al vertice.

Le avvisaglie del nuovo atteggiamento tattico si erano già viste nella semifinale d'andata di Coppa Italia con l'Inter, dove i bianconeri, dopo aver ribaltato in maniera spietata il risultato, hanno abbassato il baricentro ed eretto un muro difensivo invalicabile per i nerazzurri. Stesso copione contro i giallorossi sabato all'ora dell'aperitivo, con iniziativa lasciata agli avversari, fase difensiva molto bassa e linee strette guidate dall'esperienza dei "pretoriani" Bonucci e Chiellini che hanno conferito solidità (anche mentale) a tutto il reparto, recupero palla e immediate verticalizzazioni manovrate che hanno esaltato le qualità balistiche del rigenerato e implacabile Ronaldo (per lui gol, traversa e portiere costretto a superarsi nella sola prima frazione).

La squadra di Pirlo continuava a vestire i panni tattici che hanno fatto la fortuna di Allegri anche nella ripresa, dove Szczesny risultava, fuorché in un'occasione, spettatore non pagante, i bianconeri chiudevano ogni varco difendendo ai limiti (se non addirittura all'interno) della propria area denotando capacità di soffrire senza correre rischi, mentre il tecnico bresciano azzeccava i cambi e l'accoppiata Cuadrado-Kulusevski confezionava l'azione che portava all'autorete del raddoppio (nella foto di Eurosport) nell'unica circostanza in cui la Juve si affacciava nell'area avversaria durante la seconda frazione.

In una prestazione nel complesso positiva, stridono l'atteggiamento troppo passivo per lunghi tratti dell'incontro e l'eccessiva difficoltà a rilanciare l'azione uscendo dal proprio fortino vista specie nella ripresa, dovuta alla smisurata lentezza nell'impostazione di Arthur e Rabiot e ad una squadra che si è abbassata sempre di più col passare dei minuti.

Difesa solida e contropiede manovrato sembrano essere quindi tornati due punti di forza della Vecchia Signora, di cui non dovrà però abusare nel ritorno di Coppa Italia con l'Inter (gara dall'andamento e dall'esito per nulla scontati) e nella successiva trasferta di campionato di Napoli, dove per venire a capo degli avversari la squadra di Pirlo avrà anche bisogno di riprendere in mano il controllo delle operazioni.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 08/02/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Vittorie preziose per Juve e Toro nel 30° turno di serie A

Lo spettacolare e combattuto derby prepasquale sembra aver dato il giusto impulso alle due torinesi, che ritrovano continuità (seppur tra qualche evitabile sofferenza) e incassano tre punti a testa pesantissimi che li avvicinano ai rispettivi obiettivi stagionali.   Di platino quelli co...leggi
12/04/2021

Gol ed emozioni nel derby della Mole: pari nella sfida tra Toro e Juve

Il Toro torna a fare il Toro, affronta il derby con lo spirito da Vecchio Cuore Granata e sfiora l'impresa mettendo alle corde una Juve senz'anima, irriconoscibile e sempre più prigioniera delle proprie contraddizioni, che evita in extremis l'ennesima figuraccia stagionale ma scherza pericolosamente col fuoco per quanto riguarda la qualificazione...leggi
05/04/2021

Turno di campionato da dimenticare per Juve e Toro in attesa del derby

    Se l'incredibile rimonta granata in puro stile tremendista nel recupero infrasettimanale contro il Sassuolo aveva fatto apparire un raggio di sole, il primo giorno di primavera ha fatto ripiombare in pieno inverno il calcio sotto la Mole. Nella trasferta ai piedi della Lanterna (versante Sampdoria) il Toro ha fatto il passo del gambero e, complici i risultati delle...leggi
22/03/2021

Il Toro cede di misura alla capolista Inter, la Juve espugna Cagliari

Un Torino generoso quanto ancora rimaneggiato va ad un passo dal fermare la capolista Inter, poi cade vittima delle proprie ingenuità e del cinismo dei nerazzurri e rimane profondamente impelagato nelle acque basse della classifica. La Juventus comincia lentamente a smaltire la ...leggi
15/03/2021

La Juve ribalta la Lazio, il Toro in emergenza cade a Crotone

La Juventus sperimentale di Pirlo inizia la gara spaesata, poi prende le misure ad una Lazio bella quanto incompiuta, getta il cuore oltre l'ostacolo con una reazione d'orgoglio da grande squadra e conquista una vittoria importante per la classifica e soprattutto per il morale in vista del ritorno di Champions con il Porto. Il Torino in piena emergenza ...leggi
08/03/2021

La Juve regola lo Spezia, il Toro non parte per Roma

    Una Juventus convalescente e oltremodo rimaneggiata soffre per un'ora contro lo Spezia, poi riesce a dare la svolta alla partita grazie agli ingressi dalla panchina e sorbisce un brodino ricostituente che rinfranca quanto meno il morale in vista dei prossimi decisivi impegni contro Lazio e Porto in Champions League. ...leggi
03/03/2021

Juve non va oltre al pari a Verona, Toro bloccato dal Covid

I sogni della Juventus di rientrare nella corsa scudetto sfumano definitivamente a Verona, dove i bianconeri perdono per strada altri due punti palesando impietosamente i difetti strutturali e caratteriali di una stagione che sta assumendo i connotati del fallimento, mentre il Torino v...leggi
01/03/2021

Importante vittoria del Toro a Cagliari, Juve sul velluto col Crotone

Il Torino guarisce finalmente dalla pareggite, centra la prima agognata vittoria della gestione Nicola e strappa con maturità nello scontro salvezza di Cagliari tre punti pesanti come un macigno che lo fanno allungare sulla zona calda. La Juventus stenta a carburare, poi si mette al collo le perle del solito Cristiano Ronaldo e a gioco lungo salt...leggi
23/02/2021

Il Toro colleziona pareggi, la Juve cade a Napoli

Torino sempre più abbonato ai pareggi che non riesce a trovare lo spunto per risolvere a proprio favore le partite e spiccare il salto che lo faccia uscire dalla zona calda. Juventus di nuovo sconcertante che domina senza incisività e viene punita da un episodio perdendo una grossa occasione per avvicinarsi alla vetta e dov...leggi
14/02/2021

Ancora un pari per il Toro, la Juve sbanca Marassi

  Un Toro ingabbiato nei propri limiti spreca un'altra occasione e rimane ancorato in zona retrocessione, mentre una Juve dai due volti regola la Sampdoria e si prepara al meglio per il ciclo di fuoco che molto probabilmente farà chiarezza su ambizioni e obiettivi stagionali bianconeri. Anche dopo la prima di ritorno, in un tu...leggi
02/02/2021

La Juventus regola all'inglese il Bologna, orgoglio Toro a Benevento

Il Toro ritrova almeno l'anima e dopo tempo immemore un allenatore "sanguigno" che sa trasmettere ai giocatori la carica e l'attaccamento alla maglia, conquista in rimonta con orgoglio e carattere un punto che ha un peso specifico enorme per il morale, seppur non modifichi una posizione di classifica sempre deficitaria, e compie il primo...leggi
25/01/2021

Turno da dimenticare per la Juve e per il Toro che esonera Giampaolo

  Quello appena andato in archivio è stato uno dei weekend più neri della storia recente del calcio sotto la Mole, che ha per una volta unito due squadre con problemi dai tratti comuni. Dapprima un Toro sconcertante, privo di nerbo e di identità, fornisce una delle prestazioni più impalpabili della stagione e non riesce a piegare uno Spezia ridotto in di...leggi
18/01/2021

La Juve regola il Sassuolo, il Toro si inchina alla capolista Milan

Torino che fa il passo del gambero e si scioglie davanti al ritrovato fuoco del Diavolo capolista, Juventus che porta a casa il risultato e poco altro di positivo dalla spinosa gara col Sassuolo. Molte ombre intervallate da rare luci per le due paladine del calcio subalpino, in un turno di campionato in cui hanno riproposto in maniera pr...leggi
12/01/2021

La Juve sbanca San Siro, per il Toro un risultato positivo col Verona

  La befana calcistica ha regalato dolci e sorrisi in quantità alle due rappresentanti del pallone sotto la Mole, con il Torino che blocca con merito il temuto Verona portandosi fuori dalla zona retrocessione e la Juventus che sfodera una prestazione all'altezza della propria caratura, interrompe l'imbattibilità della capolista Milan e torna in lizza con forza nella c...leggi
07/01/2021

Il 2021 per Juve e Toro inizia con delle vittorie convincenti

Toro finalmente accorto, concreto e privo di fronzoli che conquista un successo di capitale importanza, specie in prospettiva futura. Juve dai due volti che svolge, pur tra luci e ombre, al meglio il proprio "compitino", si rimette in carreggiata e si proietta verso i confronti diretti che diranno una parola forse definitiva sugli obiett...leggi
04/01/2021


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,05016 secondi