Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI CALCIO FEMMINILE    

Edizione provinciale di Torino


La Juve ribalta la Lazio, il Toro in emergenza cade a Crotone

La Juventus sperimentale di Pirlo inizia la gara spaesata, poi prende le misure ad una Lazio bella quanto incompiuta, getta il cuore oltre l'ostacolo con una reazione d'orgoglio da grande squadra e conquista una vittoria importante per la classifica e soprattutto per il morale in vista del ritorno di Champions con il Porto. Il Torino in piena emergenza falcidiato dal Covid torna in campo dopo due settimane e al termine di una partita rocambolesca che ha molto il sapore dell'occasione persa, viene travolto dal fanalino di coda Crotone vedendo riavvicinarsi la zona retrocessione.

 

Per le due paladine del calcio sotto la Mole continua l'altalena in questo indecifrabile campionato di serie A. Confronto diretto cruciale per la zona Champions e per coltivare le residue speranze di corsa sulla capolista l'anticipo di sabato sera all'Allianz Stadium, dove, anche costretto dalle assenze, mister Pirlo schierava una squadra tatticamente inedita, con diversi giocatori chiamati a destreggiarsi fuori ruolo.

 

All'insegna del 4-2-3-1 di "allegriana" memoria il modulo proposto in partenza, in cui Cuadrado, Demiral, Alex Sandro e Bernardeschi componevano la linea difensiva; il sempre più duttile e piacevolmente sorprendente Danilo assieme a Rabiot (prestazione in crescendo la sua) operavano in mediana; Ramsey fungeva da raccordo tra i reparti coadiuvato sugli esterni da Chiesa e Kulusevski, mentre Morata aveva il duplice compito di finalizzare l'azione e favorire gli inserimenti dei compagni sotto lo sguardo di un Cristiano Ronaldo lasciato in panchina a rifiatare facendo sfoggio del suo ultimo paio di orecchini.

 

Da brividi la mezz'ora iniziale, con l'errore da matita blu dello svedese in disimpegno che regalava a Correa il vantaggio biancoceleste, reparti mal registrati e squadra di Inzaghi che andava a nozze nell'assorbire l'avversario e riproporsi di rimessa negli spazi. Il rigore reclamato per il fallo di mani di Hoedt sferzava forse i bianconeri, che alzavano il baricentro aumentando i giri del motore e cercavano di sfruttare l'ampiezza, senza però creare pericoli a Reina. La svolta nella prima e unica verticalizzazione dei primi quarantacinque minuti, quando Morata imbucava in profondità Rabiot, la cui sassata sorprendeva i laziali.

 

Di ben altro tenore la ripresa, in cui la Vecchia Signora riscopriva e capitalizzava l'antico cinismo. Botta e risposta tra l'indemoniato Chiesa e Milinkovic Savic, al quale la traversa strozzava in gola l'urlo del gol, poi il tremendo uno-due con cui Madama faceva sua l'intera posta nel giro di centottanta secondi. Dapprima la galoppata di Chiesa in un contropiede da manuale finalizzato da Morata, quindi lo stesso spagnolo che trasformava con freddezza dal dischetto il rigore procurato da Ramsey su ingenuità del centrocampista serbo degli aquilotti.

 

La prova di maturità della Juve proseguiva con la serenità e la concentrazione con cui gestiva la reazione (poco convinta per la verità) della Lazio, chiudendo senza affanni ogni varco e tenendo sempre sul chi vive gli avversari con incisivi alleggerimenti di rimessa. Ulteriori note positive di una partita vinta in rimonta con merito e convincendo, erano il ritorno in campo di Arthur e Bonucci, elementi che potranno rivelarsi preziosi nel confronto di martedì con i lusitani, altra chiave di volta della stagione bianconera.

 

Difficile da decifrare la centrifuga di episodi ed emozioni di domenica pomeriggio, dalla quale il Torino è uscito scottato regalando al Crotone la prima vittoria della gestione Cosmi e un sussulto di speranza in chiave salvezza. Mister Nicola, che per rimpinguare la panchina ha dovuto fare ampio ricorso ai Primavera, faceva rincorsa ad un comunque compatto 3-5-2 che presentava Izzo, Lyanco e Rodriguez davanti a Sirigu; i positivi Vojvoda e Ansaldi sulle corsie esterne; Rincon, Mandragora e Lukic in un settore nevralgico che cercava di abbinare quantità a qualità al servizio delle punte Bonazzoli e Zaza.

 

Propositivo l'avvio dei granata, che però non sempre riuscivano a rintuzzare le folate dei calabresi. Dopodiché le squadre si facevano più guardinghe data l'alta posta in palio, sino al mani in area di Ansaldi che regalava a Simy il vantaggio rossoblu dal dischetto. Nel prosieguo della prima frazione entrambe le difese palesavano pecche enormi nel posizionamento sui calci piazzati non sfruttate dai rispettivi attacchi e allo scadere il carattere granata veniva premiato dalla zampata di Mandragora che finalizzava in rete la combinazione tra i due esterni.

Sarrabanda di emozioni dopo l'intervallo. Bonazzoli timbrava l'incrocio dei pali e sul ribaltamento di fronte Simy faceva doppietta approfittando anche dell'atteggiamento troppo passivo della retroguardia avversaria. L'incornata di Magallan, respinta dalla traversa metteva il dito nella piaga di una difesa torinista ancora una volta rivedibile, poi a dieci minuti dal termine il sinistro di Reca sembrava aver chiuso la contesa.

 

Il Toro di questi tempi se non sulle energie può almeno fare leva sull'orgoglio che il suo allenatore contribuisce ad alimentare quotidianamente, e rientrava in partita grazie alla magia del neo entrato Sanabria, mentre Cordaz e la traversa sventavano il pareggio di Gojak. Amaro il finale, con i granata che chiudevano in dieci a causa del doppio giallo a Rincon e venivano definitivamente "matati" dalla mortifera serpentina di Ounas, per una sconfitta pesante nel risultato e per il morale, dato che è stata inflitta da una rivale nella corsa alla salvezza, ma che, grazie anche alle due partite da recuperare, potrebbe non avere ripercussioni future.

 

Fotografia: Eurosport.

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 08/03/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



La Juve rialza la testa col Sassuolo. Disfatta del Toro col Milan

La Juventus rialza la testa, ritrova i suoi campioni e, seppur fra qualche sbavatura di troppo, espugna il campo del Sassuolo tenendo in vita una flebile speranza di entrare in zona Champions. Un Torino irriconoscibile e stranamente privo di stimoli si consegna invece allo scatenato Milan, subendo un'umiliante scoppola casalinga (la seco...leggi
13/05/2021

La Juve affonda col Milan. Pari in trasferta del Toro con il Verona

  La premiata ditta Ansaldi-Vojvoda stava per concedere il bis e regalare al Toro il successo della salvezza, ma i granata si distraggono sul più bello facendosi agguantare dal Verona e devono rimandare il momento in cui tirare definitivamente il fiato. La Juve cola a picco contro il Milan, compromette forse in maniera definitiva una stagione già di per sé fall...leggi
10/05/2021

Scatto salvezza del Toro. La Juve ribalta l'Udinese

Una Juve da encefalogramma piatto per ottanta minuti si aggrappa a due sussulti di Ronaldo, ribalta un'Udinese incredula quanto ingenua e resta in corsa per un posto nella volata Champions. Il Toro sente il peso della posta in palio, arranca, ma dopo un'ora riesce a fare breccia nel muro del Parma e incamera tre boccate d'ossigeno puro rilanciandosi verso il traguardo salvezza. Turno d...leggi
04/05/2021

La Juve non va oltre il pari a Firenze, stop del Toro col Napoli

    Bianconeri indolenti, granata imbambolati ed entrambi irretiti dagli avversari. Partite fotocopia per Juventus e Torino nell'ultimo turno di campionato, al termine del quale le due rappresentanti del calcio sotto la Mole vedono complicarsi parecchio la corsa verso i rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
27/04/2021

Vittorie preziose per Juve e Toro nel 30° turno di serie A

Lo spettacolare e combattuto derby prepasquale sembra aver dato il giusto impulso alle due torinesi, che ritrovano continuità (seppur tra qualche evitabile sofferenza) e incassano tre punti a testa pesantissimi che li avvicinano ai rispettivi obiettivi stagionali.   Di platino quelli co...leggi
12/04/2021

Gol ed emozioni nel derby della Mole: pari nella sfida tra Toro e Juve

Il Toro torna a fare il Toro, affronta il derby con lo spirito da Vecchio Cuore Granata e sfiora l'impresa mettendo alle corde una Juve senz'anima, irriconoscibile e sempre più prigioniera delle proprie contraddizioni, che evita in extremis l'ennesima figuraccia stagionale ma scherza pericolosamente col fuoco per quanto riguarda la qualificazione...leggi
05/04/2021

Turno di campionato da dimenticare per Juve e Toro in attesa del derby

    Se l'incredibile rimonta granata in puro stile tremendista nel recupero infrasettimanale contro il Sassuolo aveva fatto apparire un raggio di sole, il primo giorno di primavera ha fatto ripiombare in pieno inverno il calcio sotto la Mole. Nella trasferta ai piedi della Lanterna (versante Sampdoria) il Toro ha fatto il passo del gambero e, complici i risultati delle...leggi
22/03/2021

Il Toro cede di misura alla capolista Inter, la Juve espugna Cagliari

Un Torino generoso quanto ancora rimaneggiato va ad un passo dal fermare la capolista Inter, poi cade vittima delle proprie ingenuità e del cinismo dei nerazzurri e rimane profondamente impelagato nelle acque basse della classifica. La Juventus comincia lentamente a smaltire la ...leggi
15/03/2021

La Juve regola lo Spezia, il Toro non parte per Roma

    Una Juventus convalescente e oltremodo rimaneggiata soffre per un'ora contro lo Spezia, poi riesce a dare la svolta alla partita grazie agli ingressi dalla panchina e sorbisce un brodino ricostituente che rinfranca quanto meno il morale in vista dei prossimi decisivi impegni contro Lazio e Porto in Champions League. ...leggi
03/03/2021

Juve non va oltre al pari a Verona, Toro bloccato dal Covid

I sogni della Juventus di rientrare nella corsa scudetto sfumano definitivamente a Verona, dove i bianconeri perdono per strada altri due punti palesando impietosamente i difetti strutturali e caratteriali di una stagione che sta assumendo i connotati del fallimento, mentre il Torino v...leggi
01/03/2021

Importante vittoria del Toro a Cagliari, Juve sul velluto col Crotone

Il Torino guarisce finalmente dalla pareggite, centra la prima agognata vittoria della gestione Nicola e strappa con maturità nello scontro salvezza di Cagliari tre punti pesanti come un macigno che lo fanno allungare sulla zona calda. La Juventus stenta a carburare, poi si mette al collo le perle del solito Cristiano Ronaldo e a gioco lungo salt...leggi
23/02/2021

Il Toro colleziona pareggi, la Juve cade a Napoli

Torino sempre più abbonato ai pareggi che non riesce a trovare lo spunto per risolvere a proprio favore le partite e spiccare il salto che lo faccia uscire dalla zona calda. Juventus di nuovo sconcertante che domina senza incisività e viene punita da un episodio perdendo una grossa occasione per avvicinarsi alla vetta e dov...leggi
14/02/2021

La Juve vince la sfida con la Roma, rimonta di altri tempi per il Toro

  Il Vecchio Cuore Granata prima mette a repentaglio le coronarie dei suoi tifosi, poi torna a pulsare forte e dà vita a una rimonta d'altri tempi che rimarrà in qualche modo storica. La Juve camaleontica ingabbia la Roma e prosegue nel migliore dei modi il suo ciclo di ferro, completando un sabato di campionato dal seg...leggi
08/02/2021

Ancora un pari per il Toro, la Juve sbanca Marassi

  Un Toro ingabbiato nei propri limiti spreca un'altra occasione e rimane ancorato in zona retrocessione, mentre una Juve dai due volti regola la Sampdoria e si prepara al meglio per il ciclo di fuoco che molto probabilmente farà chiarezza su ambizioni e obiettivi stagionali bianconeri. Anche dopo la prima di ritorno, in un tu...leggi
02/02/2021

La Juventus regola all'inglese il Bologna, orgoglio Toro a Benevento

Il Toro ritrova almeno l'anima e dopo tempo immemore un allenatore "sanguigno" che sa trasmettere ai giocatori la carica e l'attaccamento alla maglia, conquista in rimonta con orgoglio e carattere un punto che ha un peso specifico enorme per il morale, seppur non modifichi una posizione di classifica sempre deficitaria, e compie il primo...leggi
25/01/2021


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 5,09560 secondi