Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


Vittorie preziose per Juve e Toro nel 30° turno di serie A

Lo spettacolare e combattuto derby prepasquale sembra aver dato il giusto impulso alle due torinesi, che ritrovano continuità (seppur tra qualche evitabile sofferenza) e incassano tre punti a testa pesantissimi che li avvicinano ai rispettivi obiettivi stagionali.

 

Di platino quelli conquistati dal Toro a Udine nell'anticipo del sabato sera. Rinfrancata dall'aver fermato i "cugini" nella stracittadina sfiorando anche il colpaccio, la squadra di Nicola ha messo in luce in Friuli tutta la ritrovata fiducia nei propri mezzi. In una gara scorbutica, dove bisognava innanzi tutto far leva sulla concentrazione e commettere meno errori possibili, i granata (in inedita tenuta da trasferta color acqua marina) hanno inaridito le fonti di gioco dell'Udinese colpendo con cinismo di rimessa, sofferto senza sbandare nei frangenti più delicati, e portato a casa un successo meritato quanto fondamentale nella corsa salvezza, allungando sulle rivali Cagliari e Parma uscite con un pugno di mosche in mano dalla tornata di campionato.

 

Fatta eccezione per l'incomprensione con Buongiorno che ha rischiato di regalare a Molina il più facile dei gol, Milinkovic-Savic si è rivelato sostituto all'altezza di Sirigu, mentre i compagni di reparto hanno lasciato pochi spazi alla boa Llorente e alle incursioni di Pereyra. A centrocampo, indovinate le mosse tattiche di far gravitare Rincon nella zona del temuto De Paul per limitarne il raggio d'azione e di schierare Verdi come mezzala, supportando l'ormai solita lucida regìa di Mandragora, elemento che continua a coniugare qualità e quantità. Annotato il prezioso lavoro sugli esterni (specie in fase di contenimento) di Vojvoda e Ansaldi, diventavano protagoniste nell'economia della partita le due punte: Sanabria per la generosità nel compiere il lavoro "sporco" e capitan Belotti che, da vero leader, si caricava sulle spalle la squadra facendola rifiatare dopo esserci procurato ed aver trasformato con freddezza il rigore decisivo.

 

Fatti correre un paio di brividi lungo la schiena dei bianconeri di casa con il colpo di testa mancato da distanza ravvicinata dal paraguaiano e la conclusione deviata del cursore venezuelano, il Toro reggeva il crescendo dell'Udinese a cavallo dei due tempi e dopo un'ora di gioco piazzava il colpo vincente dal dischetto (nella foto Belotti nel momento della battuta del penalty da www.torinofc.it ) capitalizzando al meglio un pregevole schema su calcio piazzato.

 

Una volta sbloccato il risultato, la squadra di Nicola aveva il merito di mantenere la concentrazione, amministrando con lucidità il vantaggio. Pochi i rischi corsi in difesa, mentre i torinisti rifiatavano con ficcanti trame manovrate sfiorando in più di un'occasione il raddoppio e legittimando un successo che fa guardare con più serenità al prossimo impegno casalingo contro la Roma.

 

Anche la Juventus, pur tra qualche sbadataggine di troppo, sembra aver cambiato faccia. L'attesa reazione è arrivata già dal recupero della "partita infinita" contro il Napoli, in cui la squadra Pirlo ha aggredito l'avversario col piglio giusto, ritmi alti e concrete verticalizzazioni, colpendo in maniera letale in avvio di partita e attorno alla mezz'ora della ripresa. In una prova nel complesso positiva spiccavano l'irrefrenabile esuberanza di Chiesa e la giocata artistica del redivivo Dybala. Unico neo il calo di tensione nel finale che regalava ai partenopei il punto della bandiera e ai bianconeri un evitabile finale di sofferenza.

 

Il copione si ripeteva domenica contro il Genoa, gara nella cui prima frazione di gioco si assisteva ad un convincente monologo juventino, in passato troppo spesso solo accennato, specie contro le formazioni della parte destra della classifica. Intensità, voglia di riconquistare la palla proponendosi subito all'offensiva, interscambi e sovrapposizioni scanditi quasi col metronomo, concentrazione negli anticipi e nelle chiusure difensive e concrete verticalizzazioni, annichilivano i rossoblù liguri fruttando un inequivocabile doppio vantaggio che portava i sigilli (utili anche e soprattutto per il morale) di Kulusevski e Morata.

 

La disperata chiusura di Szczesny su Scamacca prima del riposo suonava come campanello d'allarme e nella prima mezz'ora della ripresa la partita cambiava completamente volto con i bianconeri che rivedevano i fantasmi del recente passato. La sostituzione dell'ammonito Cuadrado (il migliore in campo assieme a Chiesa, De Ligt e Bentancur) con l'evanescente e svagato Alex Sandro minava gli equilibri della squadra, che andava in crisi sulle fasce laterali dove imperversavano i subentrati genoani Ghiglione e Pjaca. La squadra di Pirlo, peccando di nuovo di superficialità, lasciava concentrazione e determinazione negli spogliatoi, faceva la figura delle "belle statuine" sul colpo di testa di Scamacca che riapriva la partita, abbassava pericolosamente il ritmo e finiva in balìa del rinvigorito Grifone, venendo anche graziata dal clamoroso errore sotto misura del croato, che mancava il gol dell'ex.

 

I disimpegni fuori misura e i contropiedi gettati al vento in superiorità numerica tenevano in bilico il risultato sino all'inserimento vincente di McKennie, che beffava la linea difensiva avversaria e faceva tirare un grosso sospiro di sollievo alla Vecchia Signora. Nell'ultimo quarto d'ora, con la squadra di Ballardini ridotta in dieci dall'infortunio di Zappacosta una volta esauriti i cambi a disposizione, gli uomini di Pirlo addormentavano la gara tra l'egoistica ostinazione nel cercare la rete di un Ronaldo ancora una volta fuori giri e mettevano in tasca i tre punti. Domenica prossima, nella sfida Champions in casa dell'Atalanta, sarà però necessaria una prestazione priva di sbavature per continuare la corsa verso il pass per la coppa dalle grandi orecchie.

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 12/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Torinesi in altalena in serie A: poker Toro, crisi della Juve

Psicodramma di una Juve masochista, che serve su un piatto d'argento due succulenti cioccolatini ad un Napoli comunque superiore, vanifica quel poco di buono fatto vedere nella prima frazione di gioco ed esce sconfitta dal "Maradona" rimanendo ancorata alla zona retrocessione, con la peggiore partenza in campionato dal 2015-2016 (anche in quel caso un p...leggi
13/09/2021

Weekend nero per Juve e Toro: doppio ko con le toscane

Toscane indigeste per le due torinesi del pallone, che escono con le ossa rotte dal confronto con la sorprendente matricola Empoli e la già convincente Fiorentina, arrivando alla prima pausa del campionato clamorosamente ancorate al fondo della classifica dopo la deflagrazione di tutte le loro carenze strutturali e mentali....leggi
31/08/2021

Il Toro tiene testa all'Atalanta, la Juve frenata dall'Udinese

Un Toro generoso e finalmente grintoso viene beffato da una Dea narcisista ma estremamente concreta, che con cinismo raccoglie molto di più di quanto seminato e meritato. La Juve, presuntuosa e distratta, oltreché bersagliata dalla sfortuna, compie un mezzo suicidio sportivo a Udine e getta al vento i primi due punti della stagione vedendosi sfilare dai caparbi friulani u...leggi
23/08/2021

Juve e Toro raggiungono gli obiettivi dopo una stagione travagliata

  Tutto è bene quel che finisce bene, come recita il detto popolare. Juventus e Torino chiudono una stagione travagliata, fatta di troppe ombre e poche luci, portando a casa il "minimo sindacale" dei rispettivi obiettivi col desiderio di voltare in fretta pagina e proiettarsi sulla prossima annata, in cui sarà necessario cambiare registro su ambo i fronti per tornare ...leggi
24/05/2021

La Juve torna a sperare nella Champions, Toro ko a La Spezia

  Il Toro affonda nel golfo di La Spezia, ma il salvagente Simy lo tiene a galla e gli consente di essere arbitro del proprio destino nei suoi ultimi due impegni stagionali. La Juve riesce a piegare l'Inter scudettata al termine di un derby d'Italia come al solito ricco di veleni, ma dopo il colpo del Napoli a Firenze la qualificazione alla Champion...leggi
17/05/2021

La Juve rialza la testa col Sassuolo. Disfatta del Toro col Milan

La Juventus rialza la testa, ritrova i suoi campioni e, seppur fra qualche sbavatura di troppo, espugna il campo del Sassuolo tenendo in vita una flebile speranza di entrare in zona Champions. Un Torino irriconoscibile e stranamente privo di stimoli si consegna invece allo scatenato Milan, subendo un'umiliante scoppola casalinga (la seco...leggi
13/05/2021

La Juve affonda col Milan. Pari in trasferta del Toro con il Verona

  La premiata ditta Ansaldi-Vojvoda stava per concedere il bis e regalare al Toro il successo della salvezza, ma i granata si distraggono sul più bello facendosi agguantare dal Verona e devono rimandare il momento in cui tirare definitivamente il fiato. La Juve cola a picco contro il Milan, compromette forse in maniera definitiva una stagione già di per sé fall...leggi
10/05/2021

Scatto salvezza del Toro. La Juve ribalta l'Udinese

Una Juve da encefalogramma piatto per ottanta minuti si aggrappa a due sussulti di Ronaldo, ribalta un'Udinese incredula quanto ingenua e resta in corsa per un posto nella volata Champions. Il Toro sente il peso della posta in palio, arranca, ma dopo un'ora riesce a fare breccia nel muro del Parma e incamera tre boccate d'ossigeno puro rilanciandosi verso il traguardo salvezza. Turno d...leggi
04/05/2021

La Juve non va oltre il pari a Firenze, stop del Toro col Napoli

    Bianconeri indolenti, granata imbambolati ed entrambi irretiti dagli avversari. Partite fotocopia per Juventus e Torino nell'ultimo turno di campionato, al termine del quale le due rappresentanti del calcio sotto la Mole vedono complicarsi parecchio la corsa verso i rispettivi obiettivi stagionali. ...leggi
27/04/2021

Gol ed emozioni nel derby della Mole: pari nella sfida tra Toro e Juve

Il Toro torna a fare il Toro, affronta il derby con lo spirito da Vecchio Cuore Granata e sfiora l'impresa mettendo alle corde una Juve senz'anima, irriconoscibile e sempre più prigioniera delle proprie contraddizioni, che evita in extremis l'ennesima figuraccia stagionale ma scherza pericolosamente col fuoco per quanto riguarda la qualificazione...leggi
05/04/2021

Turno di campionato da dimenticare per Juve e Toro in attesa del derby

    Se l'incredibile rimonta granata in puro stile tremendista nel recupero infrasettimanale contro il Sassuolo aveva fatto apparire un raggio di sole, il primo giorno di primavera ha fatto ripiombare in pieno inverno il calcio sotto la Mole. Nella trasferta ai piedi della Lanterna (versante Sampdoria) il Toro ha fatto il passo del gambero e, complici i risultati delle...leggi
22/03/2021

Il Toro cede di misura alla capolista Inter, la Juve espugna Cagliari

Un Torino generoso quanto ancora rimaneggiato va ad un passo dal fermare la capolista Inter, poi cade vittima delle proprie ingenuità e del cinismo dei nerazzurri e rimane profondamente impelagato nelle acque basse della classifica. La Juventus comincia lentamente a smaltire la ...leggi
15/03/2021

La Juve ribalta la Lazio, il Toro in emergenza cade a Crotone

La Juventus sperimentale di Pirlo inizia la gara spaesata, poi prende le misure ad una Lazio bella quanto incompiuta, getta il cuore oltre l'ostacolo con una reazione d'orgoglio da grande squadra e conquista una vittoria importante per la classifica e soprattutto per il morale in vista del ritorno di Champions con il Porto. Il Torino in piena emergenza ...leggi
08/03/2021

La Juve regola lo Spezia, il Toro non parte per Roma

    Una Juventus convalescente e oltremodo rimaneggiata soffre per un'ora contro lo Spezia, poi riesce a dare la svolta alla partita grazie agli ingressi dalla panchina e sorbisce un brodino ricostituente che rinfranca quanto meno il morale in vista dei prossimi decisivi impegni contro Lazio e Porto in Champions League. ...leggi
03/03/2021

Juve non va oltre al pari a Verona, Toro bloccato dal Covid

I sogni della Juventus di rientrare nella corsa scudetto sfumano definitivamente a Verona, dove i bianconeri perdono per strada altri due punti palesando impietosamente i difetti strutturali e caratteriali di una stagione che sta assumendo i connotati del fallimento, mentre il Torino v...leggi
01/03/2021


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,06317 secondi