Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


La Juve non va oltre il pari a Firenze, stop del Toro col Napoli

 

 

Bianconeri indolenti, granata imbambolati ed entrambi irretiti dagli avversari. Partite fotocopia per Juventus e Torino nell'ultimo turno di campionato, al termine del quale le due rappresentanti del calcio sotto la Mole vedono complicarsi parecchio la corsa verso i rispettivi obiettivi stagionali.

A Firenze, nella partita che doveva rappresentare l'occasione per riscattare il tonfo casalingo dell'andata e proseguire con meno affanni la marcia verso un piazzamento Champions, la Vecchia Signora ha mostrato ancora una volta il suo viso raggrinzito proponendo un'altra sconcertante prestazione a due facce.

Non pervenuta la squadra di Pirlo nel primo tempo, affrontato con indolenza, mancanza di concentrazione e presunzione. L'ennesimo approccio sbagliato al match di questa stagione accentua, se mai ce ne fosse ancora bisogno, i dubbi sulle capacità motivazionali dell'allenatore juventino, sempre alle prese con la ricerca di una quadratura del cerchio e di un'identità tecnico-tattica di squadra ormai simili ad una chimera.

L'assenza per problemi fisici del fac-totum Danilo portava il tecnico bresciano a stravolgere nuovamente l'assetto, con difesa a tre; Cuadrado e Alex Sandro sulle fasce; Bentancur, Rabiot e Ramsey (cui veniva inutilmente chiesto anche di fare da incursore tra le linee) nel settore nevralgico; Ronaldo e Dybala a finalizzare in attacco. L'esperimento naufragava quasi subito: lento e scontato il giro palla di fronte a una squadra chiusa, poco sfruttate le corsie esterne, oggetti misteriosi le due punte. I viola, più motivati, determinati, sempre primi nei contrasti e sulle palle vaganti, avevano buon gioco a chiudere e a rilanciare con rapide verticalizzazioni di rimessa, trascinati dal mestiere di Ribery. La fase difensiva bianconera andava in affanno e l'ingenuità pallavolistica di Rabiot che ragalava a Vlahovic il beffardo rigore del vantaggio rappresentava il degno suggello di una mezz'ora da dimenticare, in cui Szczesny veniva anche graziato dal palo. Prima dell'intervallo il solo sussulto di Madama (guarda caso con una verticalizzazione in profondità), ma l'inconsistente Ramsey non trovava di meglio che divorarsi il pareggio.

La profondità veniva garantita dall'ingresso di Morata (forse l'unico giocatore al momento imprescindibile per le sorti dell'attacco bianconero), che sorprendeva all'alba della seconda frazione la difesa di Iachini e riequilibrava l'incontro complice una buona dose di fortuna. Dopodiché la Juve cambiava marcia, ma peccava ancora di precisione nella costruzione della manovra e di concretezza offensiva, con Chiellini e soprattutto l'abulico quanto indisponente Ronaldo che sciupavano le occasioni per cogliere una vittoria tanto clamorosa quanto immeritata. L'affollamento in zona Champions si fa sempre maggiore e la Juve vista negli ultimi tempi sembra avere meno energie fisiche e mentali rispetto agli avversari. Impossibile a questo punto anche solo tentare di ipotizzare un pronostico per la trasferta di domenica ad Udine, dove i bianconeri potrebbero pure cominciare a risentire delle sempre più ricorrenti voci di ventilate sanzioni da parte di UEFA e FIGC per la vicenda Superlega.

Aperitivo del posticipo del lunedì indigesto per un Toro imbambolato ed irretito da un Napoli sempre più scintillante, protagonista di un prino tenpo devastante per gli avversari. Chiave tattica della sconfitta granata la schiacciante superiorità a centrocampo dei partenopei, i quali sovrastavano gli avversari recuperando palla con efficacia e manovrando rapidamente con ficcanti verticalizzazione come nel loro stile. Il reparto centrale torinista veniva regolarmente preso d'infilata e la difesa andava in sofferenza di fronte alle folate degli uomini di Gattuso. Se a ciò si aggiungono la poca reattività nelle chiusure (vedi l'azione del primo gol di Bakayoko) e gli errori in uscita (N'Koulou che propizia il contropiede di Osimhen finalizzato grazie alla complicità di Bremer), si ha chiaro il quadro di un primo quarto d'ora da incubo, col tremendo uno-due azzurro nel giro di centoventi secondi che di fatto chiudeva la partita.

Reparti slegati per la squadra di Nicola, sempre costretta a rincorrere e in difficoltà nella costruzione della manovra, che passava per sporadiche iniziative sugli esterni, ma mai dai centrocampisti deputati a creare gioco. Prima dell'intervallo arrivava quanto meno una reazione di carattere, anche se il palo centrato da Zielinski ribadiva la triste realtà per i granata.

Canovaccio trasformato nella ripresa, in cui le due squadre si affrontavano a viso aperto con avvio scoppiettante, squadre lunghe, continui ribaltamenti di fronte e portieri protagonisti. I granata cercavano di chiudere a testa alta, mentre i napoletani legittimavano il successo con il secondo palo della serata, colpito questa volta da Insigne.

L'espulsione per somma di ammonizioni di Mandragora nel finale era l'ennesima amarezza di una partita da mandare presto in archivio. La squadra di Nicola, pur avendo una gara da recuperare (però sul terreno di una Lazio in costante crescita ed in piena lizza per l'Europa che conta), divide la terzultima piazza con il Benevento ed il rinvigorito Cagliari. D'ora in poi non saranno più ammessi passaggi a vuoto e sarà fondamentale conquistare i tre punti almeno contro gli avversari alla portata, a cominciare dal posticipo casalingo di lunedì prossimo con il Parma.

Fonte fotografia: Sky Sport.

 

 

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 27/04/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Juve e Toro chiudono il campionato con due meste sconfitte

Il campionato delle due rappresentanti del calcio sotto la Mole va in archivio con un paio di pesanti (per quanto ininfluenti) sconfitte, ultimo indice, se ancora ci fosse stato bisogno di conferme, di una stagione mediocre caratterizzata da troppe ombre e qualche sporadico bagliore, soprattutto da parte granata. Anche nella recita conclusiva davanti al proprio pubblico, la squ...leggi
23/05/2022

Il Toro sbanca Verona, la Juve celebra gli addii di Chiellini e Dybala

Mister Juric conduce il Toro a fare il colpaccio dell'ex nell'amata Verona. La Juve, ormai svuotata e svagata, dapprima perde in maniera rocambolesca la finale di Coppa Italia al termine di una partita che ha rappresentato la sintesi di tutte le carenze e gli errori stagionali, quindi rovina la festa d'addio di Chiellini e Dybala facendosi rimo...leggi
17/05/2022

Serie A: turno di campionato da dimenticare per Juventus e Torino

Una Vecchia Signora grottesca si trasforma in Dama di Carità, sciupa oltre l'immaginabile e dona tutto in beneficenza rimettendo in gioco un Grifone ormai retrocesso ed attirandosi gli strali di tutte le altre altre squadre impegnate nella lotta per la salvezza. Il Toro come di consueto tiene orgogliosamente testa all'avversario di turno di maggiore caratura, riesce a stare a ga...leggi
09/05/2022

Serie A: sorridono ancora in coppia Juventus e Torino

Bonucci soffia due volte sulle candeline del compleanno e toglie le castagne dal fuoco contro il fanalino di coda Venezia ad una Juventus sempre balbettante, che tuttavia, grazie al pareggio interno della Roma contro il Bologna, centra con tre giornate d'anticipo l'obiettivo minimo della qualificazione alla prossima Champions League e potrà ora dedicarsi alla finale di Coppa Ita...leggi
02/05/2022

Serie A: vittorie in coppia per Juventus e Torino

    Lo stesso risultato, scaturito al termine di due prestazioni diametralmente opposte, consente a Torino e Juventus di mettersi in tasca tre punti di platino per la classifica e di guardare con maggiore serenità al finale di stagione. Il turno di campionato ha regalato una vera e propria Festa de...leggi
26/04/2022

Pareggi in serie per Juve e Toro nel turno pasquale di serie A

  Uovo di Pasqua con sorpresa (amara) per Juventus e Torino, che gettano al vento in coppia l'ennesima occasione per rendere meno anonima la loro stagione, al termine di due partite dall'andamento analogo ma con esito opposto, che lasciano in tasca un solo punto e tanti rammarichi. ...leggi
19/04/2022

La Juve sbanca Cagliari, il Toro ferma la capolista Milan

La Juventus digerisce la pesante sconfitta incassata con l'Inter, rialza la testa e, pur soffrendo, si impone in rimonta a Cagliari blindando almeno il quarto posto. Il Torino fornisce un'altra prova a tutto cuore e inchioda sul risultato ad occhiali il Diavolo rossonero, facendo corre...leggi
12/04/2022

Il Toro ritrova il successo a Salerno, la Juve ko nel derby d'Italia

Il VAR sui rigori fa sorridere il Toro, che ritrova la gioia del successo dopo una lunga quaresima durata quasi tre mesi, mentre provoca un travaso di bile alla Juve, costretta a cedere il derby d'Italia agli acerrimi rivali nerazzurri, tornati ad espugnare il fortino dello Stadium dopo quasi dieci anni. I fischietti orientati dalle revisioni televisive hanno caratterizzato una giornat...leggi
05/04/2022

La Juve vince con la Salernitana, il Toro fa il passo del gambero

Un Torino sazio e colpevolmente presuntuoso dopo l'ottima e sfortunata prova contro l'Inter fa il passo del gambero e affonda a Genova. La Juventus dapprima incappa nella terza, clamorosa, eliminazione consecutiva negli ottavi di finale di Champions League, poi sorbisce un brodino ricostituente in campionato contro la quasi spacciata Sal...leggi
21/03/2022

La Juve vince a Genova, per il Toro pari con beffa contro l'Inter

Una Juventus concreta e in confortante progresso passa anche in casa della Sampdoria, inanella il quindicesimo risultato utile consecutivo e prosegue la sua risalita verso le posizioni che contano, preparandosi al meglio per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Villareal. Il Torino schiuma di rabbia per i torti arbitrali subiti e la propria mancanza di cinism...leggi
15/03/2022

Il Toro pareggia a Bologna, la Juve archivia la pratica Spezia

  Il Torino cerca i tre punti con maggiore convinzione rispetto agli avversari, ma manca di concretezza offensiva e a Bologna deve accontentarsi di un pareggio che porta un contributo minimo ad una classifica sempre più anonima. La solita Juventus sparagnina centra, come avvenuto quattro giorni prima in Coppa Italia, il massimo risultato con ...leggi
07/03/2022

La Juve trova tre punti pesanti ad Empoli, il Toro ko con il Cagliari

Una Juventus ormai votata al gioco di rimessa si accende a sprazzi, soffre, si complica la vita da sola, ma aggrappandosi alla vena realizzativa di Vlahovic (nella foto di Eurosport) ritrova la vittoria nella non semplice trasferta di Empoli e, complici i mezzi passi falsi delle milanesi, accorcia il divario dal trio di vertice continuando la sua corsa in zona Cha...leggi
28/02/2022

Belotti risponde a De Ligt: il derby della Mole finisce in parità

Archiviato il capitombolo interno con Venezia, il Toro ritrova in fretta la sua anima, interpreta il derby con lo spirito "tremendista" dei tempi migliori e impone il pareggio ai bianconeri (il terzo da quando è stato inaugurato l'Allianz Stadium) al termine di una gara in cui avrebbe anche meritato l'intera posta in palio per quanto espresso in campo. La Juve l'anima sembra ave...leggi
20/02/2022

Più dolori che gioie per Toro e Juve nel 25° turno di serie A

  Toro e Juve partono forte, accusano un fatale calo di tensione quando sembravano avere la partita in pugno, vanno sotto e in un finale rocambolesco su entrambi i campi solo i bianconeri riescono a rientrare in carreggiata. Zoppicano le due rappresentati del pallone sotto la Mole, che con ogni probabilità devono definitivamente ridimensionare i propri obiettivi in campionat...leggi
14/02/2022

Crollo del Toro nel recupero, la Juve si rilancia in zona Champions

  Il Toro combina la frittata in pieno recupero e manda in fumo un punto che aveva saldamente in mano. La Juve inserisce due succulente varianti di mercato in un menù altrimenti ancora piuttosto insipido e aggancia la zona Champions League. La ripresa del campionato dopo la sosta per lo stage della Nazionale ha ancora una volta riservato gioie e dolori alle due rappresentant...leggi
08/02/2022


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03224 secondi