Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


La Juve ancora una volta vince il derby della Mole nel finale

La gara in casa del Toro è decisa dal primo gol bianconero di Locatelli

Locatelli fa le cose per bene, come recitava lo slogan di un Carosello di una cinquantina di anni fa, e con un tocco vellutato a cinque minuti dal termine regala alla Juve la vittoria in un derby che le permette di continuare la risalita in classifica, mentre il Toro esce ancora una volta con le mani vuote dal campo e il rammarico di non avere portato a termine l'impresa di strappare almeno un punto ai "cugini", cosa che mai come questa volta era ampiamente nelle sue possibilità.

Data in grande equilibrio dai pronostici della vigilia (squadre appaiate in classifica come non succedeva dal marzo 1972 e rendimento nella fase d'avvio del campionato addirittura migliore da parte dei granata rispetto a quello dei bianconeri), la stracittadina della Mole ha tenuto fede alle previsioni rivelandosi una gara dai due volti.

A pesare su ambo i fronti le assenze offensive, con quelle di Dybala e Morata a penalizzare gli juventini e la contemporanea defezione di Belotti, Zaza e Pjaca ad impoverire il potenziale torinista. Allegri provava ad osare di più rispetto alla tattica "operaia" adottata in Champions contro il Chelsea, schierando Kean centravanti supportato da Bernardeschi e Chiesa; Juric prediligeva dal canto suo la qualità di Brekalo e Lukic alle spalle di Sanabria, affidandosi al ritmo ed alle geometrie di Mandragora e Pobega nel settore nevralgico.

Sorprendente Juventus a folate nei minuti iniziali, ma di nuovo vittima della sua prodigalità sotto porta, con Kean prima e due volte McKennie poi, che sciupavano occasioni clamorose. Dopodiché la Vecchia Signora tornava a rintanarsi nella propria metà campo lasciando l'iniziativa agli avversari. Bernardeschi diventava il quarto di centrocampo, Chiesa vagava senza costrutto fra le linee, il troppo isolato e mal servito Kean veniva "mangiato" da Bremer. Sull'altro fronte il Toro gettava finalmente in campo l'atteso spirito tremendista, crescendo in dinamismo col passare dei minuti, aggiudicandosi quasi tutti i duelli a centrocampo e ripartendo con efficacia cercando di sfruttare al meglio anche Singo e Aina sulle corsie esterne.

La carica del Toro si infrangeva però sul muro difensivo di Madama, perfettamente orchestrato dal gladiatorio Chiellini e da un De Ligt in costante crescendo, che costringevano Sanabria al ruolo di spettatore non pagante. Siruazione bloccata quindi, con Juve incapace di ripartire e granata costretti ad affidarsi al tiro dalla distanza (spingarda di Mandragora sventata da Szczesny) e alle distrazioni difensive avversarie (inserimento di testa di Luckic su angolo) per far correre qualche brivido ai rivali, i quali replicavano ancora in contropiede con Locatelli prima dell'intervallo.

Lo spartito cambiava nella ripresa. Allegri rilevava l'impalpabile Kean con Cuadrado, passava ad un centrocampo a cinque in fase di impostazione e riproponeva il tridente offensivo fluido (Chiesa prima punta, Bernardeschi e lo stesso colombiano) già visto contro il Chelsea. La Juventus, alternando manovre aggiranti a tentativi di venticalizzazioni, prendeva progressivamente il sopravvento, mentre il Torino aveva un inspiegabile calo di intensità e di personalità, e finiva per arretrare pericolosamente il proprio baricentro.

Il miracolo di Milinkovic-Savic sul colpo di testa di Alex Sandro e la plastica parata del portiere serbo sulla conclusione di Cuadrado erano campanelli d'allarme che venivano interpretati da Juric in chiave difensivistica, come testimoniano i cambi effettuati nella fase cruciale del match (Linetty, Baselli e Rincon per Lukic, Sanabria e Brekalo), quasi a volersi accontentare di uscire indenne dal campo dopo avere infruttuosamente dominato a lungo. Allegri, avendo anch'egli le rotazioni giocoforza contate, cercava di dare un assetto più offensivo ai suoi inserendo Kulusevski per Bernardeschi, nel tentativo di cercare ulteriori varchi e spunti in profondità. La precipitosa chiusura dell'altro neo entrato Ansaldi sul servizio in area di Rabiot per Chiesa era il prologo all'azione che portava Locatelli a siglare il gol partita complice la scarsa reattività dei difensori granata ad uscire in chiusura.

Il palo centrato da Kulusevski in pieno recupero legittimava la vittoria della Juventus, ottenuta grazie alle sue maggiori individualità ed alla sagacia tattica del proprio allenatore, passato dal classico, quanto sempre redditizio, "difesa e contropiede" della prima frazione ad una maggiore spinta propulsiva nella fase decisiva dell'incontro, quando l'avversario è calato d'intensità. Il crescendo, anche di personalità, mostrato nel corso della gara ed essere riuscita a mantenere inviolata la porta in campionato interrompendo un'incredibile striscia negativa di venti partite, sono altri due pilastri su cui la Juventus, dopo la sosta per le nazionali, dovrà continuare a costruire la propria risalita verso i quartieri nobili della classifica.

Per la terza partita consecutiva il Torino è stato tradito nel finale dalle proprie ingenuità difensive, gettando ancora una volta al vento la possibilità di mettere punti importanti e prestigiosi in cascina. A lasciare perplessi è stato il calo fisico e soprattutto mentale palesato nella seconda frazione dai granata, dopo avere tenuto in scacco i bianconeri nel primo tempo impedendo loro di indirizzare tiri nello specchio della porta. Juric, inoltre, forse anche frenato dalle assenze, non ha avuto il coraggio di osare, tirandosi troppo presto indietro senza avere più le armi per pungere in attacco, venendo punito dal "solito" gol nell'epilogo, in quella che negli ultimi anni sta sempre più diventando la "zona derby" della Juve.

Durante la pausa il tecnico croato e il suo staff dovranno lavorare sul recupero degli infortunati (importante per aumentare soluzioni e peso in attacco) e sulla mentalità dei giocatori, per fare definitivamente assimilare lo "spirito Toro", che va gettato in campo con sfrontatezza e senza cali di concentrazione fino all'ultimo minuto di recupero.

Fotografia: www.torinofc.it 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 05/10/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie A: turno di campionato da dimenticare per Juventus e Torino

Una Vecchia Signora grottesca si trasforma in Dama di Carità, sciupa oltre l'immaginabile e dona tutto in beneficenza rimettendo in gioco un Grifone ormai retrocesso ed attirandosi gli strali di tutte le altre altre squadre impegnate nella lotta per la salvezza. Il Toro come di consueto tiene orgogliosamente testa all'avversario di turno di maggiore caratura, riesce a stare a ga...leggi
09/05/2022

Serie A: sorridono ancora in coppia Juventus e Torino

Bonucci soffia due volte sulle candeline del compleanno e toglie le castagne dal fuoco contro il fanalino di coda Venezia ad una Juventus sempre balbettante, che tuttavia, grazie al pareggio interno della Roma contro il Bologna, centra con tre giornate d'anticipo l'obiettivo minimo della qualificazione alla prossima Champions League e potrà ora dedicarsi alla finale di Coppa Ita...leggi
02/05/2022

Serie A: vittorie in coppia per Juventus e Torino

    Lo stesso risultato, scaturito al termine di due prestazioni diametralmente opposte, consente a Torino e Juventus di mettersi in tasca tre punti di platino per la classifica e di guardare con maggiore serenità al finale di stagione. Il turno di campionato ha regalato una vera e propria Festa de...leggi
26/04/2022

Pareggi in serie per Juve e Toro nel turno pasquale di serie A

  Uovo di Pasqua con sorpresa (amara) per Juventus e Torino, che gettano al vento in coppia l'ennesima occasione per rendere meno anonima la loro stagione, al termine di due partite dall'andamento analogo ma con esito opposto, che lasciano in tasca un solo punto e tanti rammarichi. ...leggi
19/04/2022

La Juve sbanca Cagliari, il Toro ferma la capolista Milan

La Juventus digerisce la pesante sconfitta incassata con l'Inter, rialza la testa e, pur soffrendo, si impone in rimonta a Cagliari blindando almeno il quarto posto. Il Torino fornisce un'altra prova a tutto cuore e inchioda sul risultato ad occhiali il Diavolo rossonero, facendo corre...leggi
12/04/2022

Il Toro ritrova il successo a Salerno, la Juve ko nel derby d'Italia

Il VAR sui rigori fa sorridere il Toro, che ritrova la gioia del successo dopo una lunga quaresima durata quasi tre mesi, mentre provoca un travaso di bile alla Juve, costretta a cedere il derby d'Italia agli acerrimi rivali nerazzurri, tornati ad espugnare il fortino dello Stadium dopo quasi dieci anni. I fischietti orientati dalle revisioni televisive hanno caratterizzato una giornat...leggi
05/04/2022

La Juve vince con la Salernitana, il Toro fa il passo del gambero

Un Torino sazio e colpevolmente presuntuoso dopo l'ottima e sfortunata prova contro l'Inter fa il passo del gambero e affonda a Genova. La Juventus dapprima incappa nella terza, clamorosa, eliminazione consecutiva negli ottavi di finale di Champions League, poi sorbisce un brodino ricostituente in campionato contro la quasi spacciata Sal...leggi
21/03/2022

La Juve vince a Genova, per il Toro pari con beffa contro l'Inter

Una Juventus concreta e in confortante progresso passa anche in casa della Sampdoria, inanella il quindicesimo risultato utile consecutivo e prosegue la sua risalita verso le posizioni che contano, preparandosi al meglio per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Villareal. Il Torino schiuma di rabbia per i torti arbitrali subiti e la propria mancanza di cinism...leggi
15/03/2022

Il Toro pareggia a Bologna, la Juve archivia la pratica Spezia

  Il Torino cerca i tre punti con maggiore convinzione rispetto agli avversari, ma manca di concretezza offensiva e a Bologna deve accontentarsi di un pareggio che porta un contributo minimo ad una classifica sempre più anonima. La solita Juventus sparagnina centra, come avvenuto quattro giorni prima in Coppa Italia, il massimo risultato con ...leggi
07/03/2022

La Juve trova tre punti pesanti ad Empoli, il Toro ko con il Cagliari

Una Juventus ormai votata al gioco di rimessa si accende a sprazzi, soffre, si complica la vita da sola, ma aggrappandosi alla vena realizzativa di Vlahovic (nella foto di Eurosport) ritrova la vittoria nella non semplice trasferta di Empoli e, complici i mezzi passi falsi delle milanesi, accorcia il divario dal trio di vertice continuando la sua corsa in zona Cha...leggi
28/02/2022

Belotti risponde a De Ligt: il derby della Mole finisce in parità

Archiviato il capitombolo interno con Venezia, il Toro ritrova in fretta la sua anima, interpreta il derby con lo spirito "tremendista" dei tempi migliori e impone il pareggio ai bianconeri (il terzo da quando è stato inaugurato l'Allianz Stadium) al termine di una gara in cui avrebbe anche meritato l'intera posta in palio per quanto espresso in campo. La Juve l'anima sembra ave...leggi
20/02/2022

Più dolori che gioie per Toro e Juve nel 25° turno di serie A

  Toro e Juve partono forte, accusano un fatale calo di tensione quando sembravano avere la partita in pugno, vanno sotto e in un finale rocambolesco su entrambi i campi solo i bianconeri riescono a rientrare in carreggiata. Zoppicano le due rappresentati del pallone sotto la Mole, che con ogni probabilità devono definitivamente ridimensionare i propri obiettivi in campionat...leggi
14/02/2022

Crollo del Toro nel recupero, la Juve si rilancia in zona Champions

  Il Toro combina la frittata in pieno recupero e manda in fumo un punto che aveva saldamente in mano. La Juve inserisce due succulente varianti di mercato in un menù altrimenti ancora piuttosto insipido e aggancia la zona Champions League. La ripresa del campionato dopo la sosta per lo stage della Nazionale ha ancora una volta riservato gioie e dolori alle due rappresentant...leggi
08/02/2022

Pareggi per Juve e Toro nel 23° turno di serie A

  Il Torino, forse mai così scintillante in stagione, domina a lungo e strappa applausi ma non chiude la partita (complice la sfortuna) e finisce per compiacersi troppo, venendo beffato dal Sassuolo che strappa un pareggio insperato lasciando ai granata un punto in mano e tanto rammarico in corpo per una vittoria meritatissima gettata al vento. La Juventus, pragmatic...leggi
25/01/2022

Sorrisi in coppia per le rappresentanti di serie A sotto la Mole

  Un Torino sempre più autorevole vince e convince sull'insidioso campo della Sampdoria proseguendo nel suo percorso di crescita e di risalita in classifica. La Juventus smaltisce la delusione per la rocambolesca sconfitta in Supercoppa e, pur non brillando, regola all'inglese l'Udinese allungando la sua striscia di risultati utili consecutivi e restando salda in zona Europa...leggi
17/01/2022


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,03862 secondi