Quantcast

Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

Edizione provinciale di Torino


La Juve passa all'inglese a Bologna, Toro di misura sul Verona

 

Una Juventus in stile britannico capitalizza al meglio le occasioni create nella nebbia di Bologna, torna ad intascare i tre punti e resta in zona coppe. Il Torino ottiene il massimo risultato col minimo sforzo di fronte ad un volitivo Verona, che nonostante l'inferiorità numerica sfrutta il "braccino" dei granata e crea grattacapi sino al triplice fischio. Pur con qualche patema di troppo, le due rappresentanti del calcio sotto la Mole tornano a gioire in coppia e si preparano col sorriso al turno prenatalizio di campionato.

Nell'anticipo del "Dall'Ara" la Vecchia Signora fornisce ancora una volta una prestazione dai due volti, risultando però più pratica e concreta rispetto alle precedenti uscite. Sempre piuttosto duttile il modulo impiegato da mister Allegri, con Bonucci e De Ligt baluardi centrali difensivi, Luca Pellegrini divenuto ormai titolare sulla corsia di sinistra e Cuadrado "pendolo" insostituibile sull'altro fronte fra ripiegamenti in copertura e appoggio alla manovra offensiva, imitato da Bernardeschi, pronto a "galleggiare" fra centrocampo e tridente d'attacco. Nella zona mediana era l'inedita triade McKennie-Arthur-Rabiot a cucire il gioco, mentre Kean faceva da spalla a Morata allargandosi spesso a sinistra per favorire gli inserimenti dei compagni.

 

La scelta di alternare il recupero palla seguito da rapide verticalizzazioni in profondità con lo sfruttamento del campo nella sua ampiezza pagava subito col repentino vantaggio siglato dallo spagnolo (nella foto di Eurosport la sua esultanza dopo la rete ai felsinei) e l'occasione del raddoppio mancata da Rabiot, quindi Madama conteneva senza patemi (fatta eccezione per la rovesciata di Svamberg) la sterile reazione felsinea, gestendo i ritmi della partita e rifiatando di rimessa.

Dopo l'intervallo i bianconeri tornavano a recitare un copione mai troppo amato dai loro tifosi, fatto di baricentro ulteriormente abbassato a chiudere ogni varco e ripartenze sempre più sporadiche. Gli errori di misura nell'impostazione ed i ritmi mai troppo elevati impedivano al Bologna di creare pericoli, con Szczesny impegnato una sola volta dalla conclusione di Dominguez, così la squadra di Allegri tornava a rispolverare l'antico cinismo raddoppiando con una transizione da manuale finalizzata dalla sassata in diagonale di Cuadrado.

 La rete metteva letteralmente in ghiaccio la partita, i rossoblù, fiaccati nel morale, non avevano più la forza per reagire, il tecnico livornese faceva rifiatare i suoi uomini e dalla nebbia sempre più fitta sbucavano ancora Bernardeschi e il guizzante colombiano, che andavano vicini a rimpinguare il bottino. Per la Juve sarà ora fondamentale regolare anche il malconcio Cagliari nell'anticipo del turno infrasettimanale di martedì sera per girare la boa del campionato in linea di galleggiamento con la zona coppe e tentare un'ulteriore risalita nella seconda parte della stagione.

Prestazione dai due volti che ha destato più di qualche perplessità anche quella del Torino contro il Verona, al termine della quale sono arrivati tre punti d'oro per la squadra di Juric. L'allenatore croato teneva fede al proprio credo tattico imperniando la difesa su Djidji, Bremer e Rodriguez, davanti ai quali agiva la coppia centrale Pobega-Lukic, mentre sulle fasce spingevano Singo e Vojvoda. La fantasia sulla trequarti era affidata a Praet e Pjaca, che dovevano imbeccare Sanabria.

Avvio equilibrato con grande intensità, duelli a tutto campo uno contro uno, scaligeri più aggressivi mentre i granata cercavano di uscire dal pressing con le punte che venivano incontro ai centrocampisti per favorire gli inserimenti da dietro dei compagni. Dopo il primo squillo con Praet che "ciccava" il servizio di Pobega, la gara viveva la sua svolta al 24', quando il fischietto romagnolo Fabbri, richiamato dal VAR, espelleva Magnani reo di aver precluso a Sanabria una chiara occasione da rete e la zampata sottomisura di Pobega sulla successiva punizione incanalava il risultato sui binari dei granata.

Sbloccato il punteggio, i torinisti gestivano con oculatezza il vantaggio e la superiorità numerica controllando la situazione con un prolungato possesso palla che non faceva correre rischi alla difesa, ma allo stesso tempo non produceva significative occasioni per il raddoppio.

Di tutt'altro tenore la ripresa. L'iniziale inserimento offensivo di Faraoni, il cui tiro, seppur in fuorigioco, veniva deviato sul palo da Milinkovic-Savic, suonava come campanello d'allarme per la retroguardia granata, apparsa col passare dei minuti sempre più distratta e impaurita, mentre il centrocampo stentava a fare filtro e non riusciva più a far ripartire la manovra. Il Verona avanzava così generosamente il proprio baricentro di fronte ad un Toro inspiegabilmente remissivo che si faceva spesso sorprendere dalle verticalizzazioni ospiti.

Unico momento in cui gli uomini di Juric tornavano ad alzare la guardia erano i minuti centrali della frazione, poi la squadra di Tudor metteva il proprio marchio sull'epilogo della partita e solo un monumentale Milinkovic-Savic, con il sigillo finale sul colpo di testa di Ceccherini, blindava la vittoria del Toro.

Ottenuto il massimo risultato col minimo sforzo e qualche evitabile brivido di troppo, i granata sfileranno mercoledì sulla passerella natalizia di San Siro in casa dell'Inter capolista già in fuga. Non fare da semplice comparsa sarà l'obiettivo minimo.

 

 

 

 

 

 

 

Print Friendly and PDF
  Scritto da Luca Ceste il 21/12/2021
 

Altri articoli dalla provincia...



Serie A: turno di campionato da dimenticare per Juventus e Torino

Una Vecchia Signora grottesca si trasforma in Dama di Carità, sciupa oltre l'immaginabile e dona tutto in beneficenza rimettendo in gioco un Grifone ormai retrocesso ed attirandosi gli strali di tutte le altre altre squadre impegnate nella lotta per la salvezza. Il Toro come di consueto tiene orgogliosamente testa all'avversario di turno di maggiore caratura, riesce a stare a ga...leggi
09/05/2022

Serie A: sorridono ancora in coppia Juventus e Torino

Bonucci soffia due volte sulle candeline del compleanno e toglie le castagne dal fuoco contro il fanalino di coda Venezia ad una Juventus sempre balbettante, che tuttavia, grazie al pareggio interno della Roma contro il Bologna, centra con tre giornate d'anticipo l'obiettivo minimo della qualificazione alla prossima Champions League e potrà ora dedicarsi alla finale di Coppa Ita...leggi
02/05/2022

Serie A: vittorie in coppia per Juventus e Torino

    Lo stesso risultato, scaturito al termine di due prestazioni diametralmente opposte, consente a Torino e Juventus di mettersi in tasca tre punti di platino per la classifica e di guardare con maggiore serenità al finale di stagione. Il turno di campionato ha regalato una vera e propria Festa de...leggi
26/04/2022

Pareggi in serie per Juve e Toro nel turno pasquale di serie A

  Uovo di Pasqua con sorpresa (amara) per Juventus e Torino, che gettano al vento in coppia l'ennesima occasione per rendere meno anonima la loro stagione, al termine di due partite dall'andamento analogo ma con esito opposto, che lasciano in tasca un solo punto e tanti rammarichi. ...leggi
19/04/2022

La Juve sbanca Cagliari, il Toro ferma la capolista Milan

La Juventus digerisce la pesante sconfitta incassata con l'Inter, rialza la testa e, pur soffrendo, si impone in rimonta a Cagliari blindando almeno il quarto posto. Il Torino fornisce un'altra prova a tutto cuore e inchioda sul risultato ad occhiali il Diavolo rossonero, facendo corre...leggi
12/04/2022

Il Toro ritrova il successo a Salerno, la Juve ko nel derby d'Italia

Il VAR sui rigori fa sorridere il Toro, che ritrova la gioia del successo dopo una lunga quaresima durata quasi tre mesi, mentre provoca un travaso di bile alla Juve, costretta a cedere il derby d'Italia agli acerrimi rivali nerazzurri, tornati ad espugnare il fortino dello Stadium dopo quasi dieci anni. I fischietti orientati dalle revisioni televisive hanno caratterizzato una giornat...leggi
05/04/2022

La Juve vince con la Salernitana, il Toro fa il passo del gambero

Un Torino sazio e colpevolmente presuntuoso dopo l'ottima e sfortunata prova contro l'Inter fa il passo del gambero e affonda a Genova. La Juventus dapprima incappa nella terza, clamorosa, eliminazione consecutiva negli ottavi di finale di Champions League, poi sorbisce un brodino ricostituente in campionato contro la quasi spacciata Sal...leggi
21/03/2022

La Juve vince a Genova, per il Toro pari con beffa contro l'Inter

Una Juventus concreta e in confortante progresso passa anche in casa della Sampdoria, inanella il quindicesimo risultato utile consecutivo e prosegue la sua risalita verso le posizioni che contano, preparandosi al meglio per il ritorno degli ottavi di finale di Champions League contro il Villareal. Il Torino schiuma di rabbia per i torti arbitrali subiti e la propria mancanza di cinism...leggi
15/03/2022

Il Toro pareggia a Bologna, la Juve archivia la pratica Spezia

  Il Torino cerca i tre punti con maggiore convinzione rispetto agli avversari, ma manca di concretezza offensiva e a Bologna deve accontentarsi di un pareggio che porta un contributo minimo ad una classifica sempre più anonima. La solita Juventus sparagnina centra, come avvenuto quattro giorni prima in Coppa Italia, il massimo risultato con ...leggi
07/03/2022

La Juve trova tre punti pesanti ad Empoli, il Toro ko con il Cagliari

Una Juventus ormai votata al gioco di rimessa si accende a sprazzi, soffre, si complica la vita da sola, ma aggrappandosi alla vena realizzativa di Vlahovic (nella foto di Eurosport) ritrova la vittoria nella non semplice trasferta di Empoli e, complici i mezzi passi falsi delle milanesi, accorcia il divario dal trio di vertice continuando la sua corsa in zona Cha...leggi
28/02/2022

Belotti risponde a De Ligt: il derby della Mole finisce in parità

Archiviato il capitombolo interno con Venezia, il Toro ritrova in fretta la sua anima, interpreta il derby con lo spirito "tremendista" dei tempi migliori e impone il pareggio ai bianconeri (il terzo da quando è stato inaugurato l'Allianz Stadium) al termine di una gara in cui avrebbe anche meritato l'intera posta in palio per quanto espresso in campo. La Juve l'anima sembra ave...leggi
20/02/2022

Più dolori che gioie per Toro e Juve nel 25° turno di serie A

  Toro e Juve partono forte, accusano un fatale calo di tensione quando sembravano avere la partita in pugno, vanno sotto e in un finale rocambolesco su entrambi i campi solo i bianconeri riescono a rientrare in carreggiata. Zoppicano le due rappresentati del pallone sotto la Mole, che con ogni probabilità devono definitivamente ridimensionare i propri obiettivi in campionat...leggi
14/02/2022

Crollo del Toro nel recupero, la Juve si rilancia in zona Champions

  Il Toro combina la frittata in pieno recupero e manda in fumo un punto che aveva saldamente in mano. La Juve inserisce due succulente varianti di mercato in un menù altrimenti ancora piuttosto insipido e aggancia la zona Champions League. La ripresa del campionato dopo la sosta per lo stage della Nazionale ha ancora una volta riservato gioie e dolori alle due rappresentant...leggi
08/02/2022

Pareggi per Juve e Toro nel 23° turno di serie A

  Il Torino, forse mai così scintillante in stagione, domina a lungo e strappa applausi ma non chiude la partita (complice la sfortuna) e finisce per compiacersi troppo, venendo beffato dal Sassuolo che strappa un pareggio insperato lasciando ai granata un punto in mano e tanto rammarico in corpo per una vittoria meritatissima gettata al vento. La Juventus, pragmatic...leggi
25/01/2022

Sorrisi in coppia per le rappresentanti di serie A sotto la Mole

  Un Torino sempre più autorevole vince e convince sull'insidioso campo della Sampdoria proseguendo nel suo percorso di crescita e di risalita in classifica. La Juventus smaltisce la delusione per la rocambolesca sconfitta in Supercoppa e, pur non brillando, regola all'inglese l'Udinese allungando la sua striscia di risultati utili consecutivi e restando salda in zona Europa...leggi
17/01/2022


Vai all'edizione provinciale
Tempo esecuzione pagina: 0,04106 secondi